Connect with us

Calcio

Lega, operazione “Offside Counterfeiting 2”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

In occasione della 30ª giornata del campionato di Serie A TIM e della 31ª di Serie BKT sarà richiamata, su tutti i campi di calcio, l’importanza della proprietà intellettuale, quale asset strategico per le imprese e strumento di tutela per il consumatore.

Lo slogan – #loriginalevince – sintetizza la straordinaria sinergia tra Guardia di Finanza, Ufficio Italiano Brevetti e Marchi del Ministero dello Sviluppo Economico, Lega Serie A e Lega B, nel contrasto all’abusivismo commerciale. Fenomeno, questo, variegato e insidioso che si esprime nelle forme della contraffazione, della distribuzione di prodotti non sicuri e della pirateria e che riverbera i suoi effetti distorsivi sul sistema economico e imprenditoriale da un lato e sul tessuto sociale dall’altro, incidendo profondamente su trasparenza e corretto funzionamento del mercato interno. 

Contraffazione e pirateria sono solo la punta di un iceberg nella cui parte più nascosta si celano evasione fiscale e contributiva, sfruttamento di manodopera in nero e clandestina, inquinamento ambientale, minacce alla salute umana e riciclaggio. 

In questo scenario, l’operazione  OFFSIDE COUNTERFEITING 2, ideata dalla Guardia di Finanza, ha la finalità di prevenire e contrastare tutte le forme di produzione e commercio di prodotti falsi o insicuri e di diffusione di contenuti illeciti. 

Più in generale, le Fiamme Gialle, con una strategia di aggressione sistematica, rivolgono l’attenzione operativa ai traffici di merci su strada e alle frontiere, vigilando, altresì, sui luoghi di smercio dei prodotti ed eseguendo incisive indagini mirate a ricostruire e disarticolare la filiera del falso, fino alla individuazione dei capitali e dei patrimoni illecitamente accumulati.

La Lega Serie A si complimenta con la Guardia di Finanza per le operazioni messe a segno negli ultimi mesi a tutela dei diritti di proprietà intellettuale e ringrazia le forze dell’ordine per l’impegno incessante nel contrastare l’abusivismo commerciale – ha commentato il Presidente della Lega Serie A, Gaetano Miccichè -. La lotta alla contraffazione e alla pirateria sono azioni necessarie per difendere il nostro prodotto, i nostri marchi e i diritti di chi acquista i prodotti ufficiali dei nostri club”.

La contraffazione è un reato che favorisce le mafie e danneggia migliaia di lavoratori e di imprenditori onesti, fra cui anche le società di calcio che da questo malaffare vengono fortemente penalizzate – ha dichiarato il Presidente della Lega B, Mauro Balata -. Ringrazio la Guardia di Finanza per il costante impegno nella lotta alla contraffazione e per questa iniziativa sui campi di A e B che, insieme al Ministero per lo Sviluppo economico, ci permette di sensibilizzare il problema all’opinione pubblica”.

Una particolare attenzione, poi, viene riservata al web che, con le sue vetrine virtuali e la polverizzazione dell’offerta commerciale sui social network, richiede una costante azione di monitoraggio per il perseguimento dei crimini inerenti ai traffici di merce contraffatta. Un ruolo centrale lo occupa il Nucleo Speciale Beni e Servizi, che sfruttando potenzialità e funzionalità del S.I.A.C. – Sistema Informativo AntiContraffazione, esplica la propria attività a tutela delle regole dei mercati, con riferimento ai diritti di proprietà industriale, alla pirateria audiovisiva e informatica e ai reati contro l’economia pubblica, l’industria e il commercio.

Continua a leggere

Calcio

Cynthialbalonga (calcio, serie D), Pace stende il Castelfidardo: “Ripresi i punti di Sant’Elpidio”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Genzano (Rm) – La Cynthialbalonga vince la sua seconda gara interna stagionale (su due disputate) battendo il Castelfidardo per 1-0. Ma la gara è stata davvero tirata con gli ospiti marchigiani (che avevano appena fermato il Campobasso) abili nella fase difensiva e con i castellani non ispiratissimi dal punto di vista delle soluzioni offensive. A risolvere la sfida è stato l’esterno sinistro difensivo classe 1999 Federico Pace, bravo a smarcarsi in area su una perfetta verticalizzazione di capitan Angelilli quando mancavano poco più di quindici minuti al 90esimo. “E’ un gol pesante, ci tenevamo a vincere questa partita. Dopo aver sciupato parecchio nella gara della settimana precedente sul campo dell’Atletico Sant’Elpidio (dove è uscito un pareggio per gli azzurri, ndr), diciamo che ci siamo ripresi quei punti pur senza dominare l’incontro col Castelfidardo”. Decisiva nel finale anche una spettacolare parata di Santilli, ma è stato molto significativo anche l’abbraccio di Pace con Venturi dopo la rete: “Il mister mi conosce da tre anni, c’è un rapporto di forte stima tra di noi, anche se lui mi “sprona” spesso in mezzo al campo – sorride il difensore – Comunque, oltre ad essere un ottimo tecnico, è un grande motivatore e questo spinge la squadra a fare quel qualcosa in più”. La classifica del girone F è ancora molto intricata: non c’è nessuna squadra a punteggio pieno, ma ce ne sono tre in vetta a 10 punti (Campobasso, Notaresco e Recanatese), poi il Castelnuovo a 9, il Tolentino a 8 e l’accoppiata Vastogirardi-Cynthialbalonga a 7. “Non so se vinceremo questo campionato – riprende Pace – Ma di sicuro questa è una squadra allestita per stare ai vertici della classifica: siamo assolutamente convinti dei nostri mezzi e lavoriamo tanto per essere protagonisti”. Nonostante diverse sirene estive, Pace ha deciso di proseguire il suo rapporto con la Cynthialbalonga: “L’unico dubbio che ho avuto, in realtà, ha riguardato la possibilità di fare un salto di categoria. Ma rimanendo in serie D, non c’era alcuna incertezza sulla mia permanenza qui: sto bene, la società è seria ed organizzata e l’ambiente è giusto per poter fare bene”.

Continua a leggere

Calcio

Polisportiva Bellegra (calcio, Promozione), De Santis: “Il campionato è appena iniziato…”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Bellegra (Rm) – La Promozione della Polisportiva Bellegra non è riuscita a centrare un risultato positivo nemmeno al terzo tentativo ufficiale. Dopo le sconfitte di misura con Vis Subiaco (in Coppa Italia) e Setteville (nella prima di campionato) e dopo aver saltato la sfida col Bi.Ti. Marino per via di alcune problematiche legate al Covid dei castellani, la formazione di mister Vinicio Quaresima ha ceduto per 4-1 tra le mura amiche contro il blasonato Atletico Torrenova. Ma il risultato non deve ingannare perché i padroni di casa sono stati in partita almeno un tempo come testimonia il centrocampista classe 1986 Paolo De Santis. “Abbiamo giocato quaranta minuti di altissimo livello contro una delle squadre favorite per la vittoria finale. Siamo andati in vantaggio con un gol di Titocci, ma a cinque minuti dall’intervallo abbiamo avuto un calo di attenzione e gli ospiti sono stati micidiali con un uno-due terrificante. Siamo rientrati in campo dopo il riposo con l’idea di tenere il risultato in bilico il più a lungo possibile, invece a inizio ripresa è arrivato il 3-1 che ha praticamente fiaccato le nostre speranze”. Il mediano, al quinto anno di militanza nella Polisportiva Bellegra, parla delle prospettive stagionali della squadra: “Ci sono tutte le potenzialità per centrare una salvezza diretta o quantomeno di giocare un play out in casa. Ma è chiaro che dobbiamo cominciare a muovere la classifica, anche per darci una spinta dal punto di vista del morale. La squadra, comunque, è serena e soprattutto si è già formato un buono spirito di squadra tra vecchi e nuovi elementi”. Domenica la Polisportiva Bellegra sarà di scena sul campo dell’Almas che ha collezionato cinque punti nelle tre gare di campionato disputate: “E’ una squadra di grande tradizione che merita rispetto e tra l’altro finora è imbattuta. Ma noi cercheremo di giocarci le nostre carte, magari provando ad essere più continui a livello di prestazione nel corso dei novanta minuti”.

Continua a leggere

Calcio

Real Rocca di Papa L.R. (calcio, Eccellenza), Socciarelli: “Tivoli forte, ma giochiamo senza paura”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Rocca di Papa (Rm) – Non è riuscita l’impresa al Real Rocca di Papa. La squadra del presidente Tonino D’Auria ha ceduto per 3-1 sul campo del Real Monterotondo Scalo nell’ultimo turno di Eccellenza. Un match in cui, comunque, la squadra roccheggiana ha provato a giocarsi le sue carte come sottolinea il giovane centrocampista classe 2001 Manuel Socciarelli: “Nel primo tempo siamo andati in svantaggio, ma siamo stati bravi a reagire immediatamente trovando il pari con Angelucci. Il Real Monterotondo Scalo, però, si è confermata l’ottima squadra che immaginavamo e che l’anno scorso è arrivata a un passo dalla serie D: trascinati da un Pascu in grande giornata i padroni di casa hanno chiuso il primo tempo sul 3-1, poi nella ripresa non siamo riusciti a riaprire la partita”. Per l’ex giocatore del Monterosi, comunque, non ci sono drammi da fare: “Abbiamo collezionato un solo punto nelle prime tre partite, ma sapevamo che il calendario era tosto e che ci sarebbero state delle difficoltà. Il morale della squadra è comunque alto anche se, ovviamente, sarebbe importante un risultato pieno per prendere ulteriore fiducia nei nostri mezzi”. Il calendario, però, continua ad essere “impietoso” nei confronti del Real Rocca di Papa che domenica se la vedrà in casa contro la corazzata Tivoli: “Un avversario che non ha bisogno di grandi presentazioni: hanno allestito un organico di ottimo livello e sarà dura – dice Socciarelli – Ma al tempo stesso noi scenderemo in campo senza paura, provando a far pesare il fattore campo”. La chiusura dell’ex giocatore del Monterosi è sul suo inserimento a Rocca di Papa e sulle aspettative personali per il futuro: “Ho trovato un club molto organizzato, tra l’altro rispettoso delle rigide disposizioni anti-Covid. Per quanto riguarda me, spero di fare una buona esperienza nel campionato di Eccellenza e centrare l’obiettivo di squadra che è quello della salvezza, poi vedremo se ci avrò meritato la possibilità di tornare in una categoria superiore”.

Continua a leggere

I più letti