Connect with us

Roma

OSTIA, “LUNGO IL MARE DI ROMA”: SEMAFORO VERDE PER UN'ESTATE DI SPORT E DI BUON GUSTO

Clicca e condividi l'articolo

Ogni sera occasioni di svago, che spazieranno dalla cultura all’arte, passando per l’intrattenimento e le mostre, fino alle serate all’insegna dello sport.

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione
Ostia (RM)
– Avrà inizio questa sera, sabato 21 giugno, la manifestazione estiva “Lungo il Mare di Roma”, organizzata dalla Società ESSE GROUP, con il patrocinio del X Municipio, del Comune di Roma e della Regione Lazio, che nei tre mesi estivi dalla mattina alla sera, porterà sul lungomare Caio Duilio, da Piazzale Magellano fino a Piazzale Sirio, una serie di eventi originali, ad ingresso gratuito e libero. Lo spazio ospita, infatti, gli sport più vari: basket, minibasket e minivolley con campi anche per i più piccoli, green-tennis, la nuova disciplina olimpica del badminton, incontri di wrestling, whorkshop gratuiti di pugilato e lezioni per i neofiti della disciplina, BMX, skateboarding, breakdance, free style, calcetto sull’erba.

“Lungo il Mare di Roma – Expo Summer Village” proporrà ogni sera occasioni di svago, che spazieranno dalla cultura all’arte, passando per l’intrattenimento e le mostre, fino alle serate all’insegna dello sport. Punta di diamante della manifestazione sarà il ritorno del The Spot, l’associazione sportiva ideata da William Zanchelli, leader negli sport action, che porta sul lungomare di Roma quello che è stato il più grande skate park del Lazio, mettendolo a disposizione dei visitatori. Il “The Spot on the beach” regala agli skateboarders la minihalfpipe, rampa di fabbricazione tedesca lunga 925 cm, larga 600 cm e alta 150 cm, adatta sia alla pratica di base che ad ospitare competizioni di alto livello. L'aspetto più peculiare della struttura è relativo ai materiali e alla superficie di scorrimento, realizzata non in legno come avviene di solito per questo tipo di strutture, ma in skatesmart, una resina fenolica brevettata e realizzata appositamente. La struttura è certificata a livello europeo per quanto riguarda la sicurezza.

Nei giorni del 27, 28 e 29 giugno il villaggio affiancherà l’organizzazione del tanto atteso “Roma International AirShow 2014”, facendo da base logistica per gli spettatori  (Expo Summer Village durante l'AirShow) .

Non solo spettacolo, ma anche gastronomia: nelle tre aree verdi restituite al litorale sono infatti stati allestiti punti ristoro, affiancati da spazi dedicati all’arte, alla musica e alle mostre, per rendere completo il volto di un’iniziativa che ha dell’esclusivo. Un connubio di proposte sportive, commerciali, enogastronomiche e culturali, dunque, arricchiranno le tre aree che da tempo versavano in uno stato di abbandono. Oltre all’intrattenimento, infatti, ci tiene a puntualizzare l’organizzazione “è notevole l’opera di riqualificazione che si è portata a termine con l’allestimento di quest’evento”, che oltre al divertimento, ha puntato all’obiettivo di rifare il look a un tratto di lungomare, con il recupero di tre aree verdi, che con il loro nuovo aspetto e l’incredibile effetto visivo restituiranno decoro urbano all’area. Il tutto suggellato dallo sport all’aria aperta.

Le possibilità di praticare sport all’aperto saranno innumerevoli all’Expo Summer Village. Dalle 9 alle 24, infatti, le esibizioni e le competizioni sportive si alterneranno a momenti in cui gli appassionati potranno approfittarne per praticare la propria attività sportiva gratuitamente. Non mancheranno, inoltre, spazi dedicati allo sport per i disabili.
 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Castelli Romani

Albano Laziale, elezioni 2020: “Insieme per Pavona” scende in campo a fianco di Matteo Mauro Orciuoli

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ALBANO LAZIALE (RM) – La lista Insieme per Pavona sarà presente alle prossime elezioni per il rinnovo del consiglio comunale di Albano Laziale. E questo è un fatto nuovo e di grande rilevanza per la politica di Albano Laziale.

“Questi ultimi 10 anni di amministrazione di centrosinistra, – dichiara il fondatore della lista, Carlo Scafetta – ha reso evidente a tutti i cittadini di Pavona la necessità di impegnarsi personalmente per garantire una prospettiva di crescita al territorio ed auspica che il testimone della lista, Insieme per Pavona, venga raccolto da cittadini che intendono impegnarsi per il territorio e sul territorio.

Giacinto Persichilli ha da subito raccolta la sfida ed ha riunito un nuovo e vivace gruppo di cittadini, pronti ad impegnarsi personalmente per rappresentare le esigenze del territorio e difenderlo in una prospettiva di crescita.

Oggi i rappresentanti della lista Insieme per Pavona, Persichilli e Scafetta, hanno incontrato Matteo Mauro Orciuoli candidato sindaco per il centrodestra e con lui hanno fatto il punto sulle esigenze e le prospettive di Pavona.

Continua a leggere

Castelli Romani

Albano, incendio a Roncigliano: la discarica infiamma gli animi dei candidati. Orciuoli: “Fu il Pd ad autorizzare il settimo invaso”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Un grande incendio ha saturato l’aria ieri per i residenti in via Roncigliano, ad Albano Laziale nella popolosa frazione di Cecchina proprio vicino alla discarica. In un terreno agricolo insisteva una montagna di rifiuti fra cui copertoni plastica e altri materiali.

Una colonna di fumo si è alzata visibile per la località. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Marino e la protezione civile.

Intanto sono proprio i rifiuti ad accendere gli animi dei candidati, dopo la polemica sull’isola del Riuso per cui l’amministrazione Marini ha speso diverse centinaia di migliaia di euro per acquistare un terreno nel quartiere residenziale Miramare, il centrosinistra è tornato ad affermare di aver “bloccato la costruzione dell’inceneritore” una asserzione che non è passata inosservata al candidato sindaco per la coalizione di centrodestra Patto per la Crescita Matteo Mauro Orciuoli il quale ha ripercorso un po’ di accadimenti storici che hanno riguardato appunto l’impianto di Roncigliano.

Ecco cosa ha detto Orciuoli: “Sui rifiuti la storia parla chiaro”

Era il 2004 e facemmo scrivere sul piano regionale dei rifiuti che la discarica sarebbe stata chiusa.
La Giunta di Sinistra Marrazzo cambiò il piano ed autorizzò il settimo invaso e gassificatore. Facemmo una mozione contraria alla realizzazione del gassificatore votata all’unanimità in consiglio .
Marrazzo PD firmò l’ordinanza un mese dopo la votazione contraria in consiglio comunale per realizzare il gassificatore ad Albano
Sapete chi ha votato la fiducia a Marrazzo il giorno dopo la firma dell’ ordinanza sul gassificatore? Il PD in consiglio regionale, verdi compresi.
Cosa hanno fatto i consiglieri regionali del PD quando tutto poteva essere fermato? Hanno votato la fiducia a Marrazzo.
Chi era al fianco dei comitati nel ricorso al TAR ? Il centrodestra.
Potrei andare avanti e ricordare molte altre cose di questi ultimi 20 anni sul gassificatore e sul PD “grande promotore” con Veltroni e Marrazzo del gassificatore di Roma “piazzato” ad Albano ma capisco che la demagogia politica talvolta acceca le persone.
Era il 2009 quando abbiamo lasciato all’entrante giunta Marini una isola ecologica chiavi in mano ed un finanziamento di circa 250.000 euro con tanto di progetto esecutivo per la raccolta porta a porta.
Era il 2011 quando da Commissario del Parco invitai tutti i Sindaci per lanciare il progetto europeo con fondi “Life” “More & More” o delle tre erre: Ridurre, Riutilizzare, Riciclare. Ma la giunta PD Marini Borelli ha fatto finta di non sapere. È il 2020 e dopo essersi vantati di aver raggiunto una buona percentuale di raccolta differenziata (in linea con i numeri di tanti altri Comuni dei Castelli) grazie ai Cittadini virtuosi parlano di aprire un’ isola del Riuso (robba vecchia ammassata che svaluta gli immobili) nel quartiere residenziale Miramare tanto per spendere i soldi dei cittadini e acquistare un terreno a prezzo tutt’altro che vantaggioso o conveniente. Non facessero altri danni dopo dieci anni di nulla e di scelte tardive che hanno penalizzato i cittadini di Albano. Dobbiamo riprendere le redini della Città e mandare a casa chi con incompetenza è arrivato al capolinea.
I Cittadini mi conoscono, conoscono la mia dedizione di amministratore al servizio delle persone e lo testimonia il sostegno e la fiducia che continuano a farmi sentire. Ora è il momento di cambiare Albano perché amiamo questa città e la conosciamo profondamente

Continua a leggere

Metropoli

Fondi per le scuole, Guidonia grande assente: Ammaturo (FDI) interroga il sindaco

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

GUIDONIA (RM) – Si identificano con la sigla Fondi Strutturali Europei PON. Il Ministero dell’Istruzione a firma del direttore generale Montesarchio ha emanato un avviso pubblico destinato agli Enti locali per ottenere finanziamenti al 100 % in coerenza con le indicazioni del comitato scientifico del 18 aprile scorso, per adattamenti spazi aule didattiche in conseguenza dell’emergenza Covid-19. Sarebbero state ammissibili le spese per i lavori di adeguamento ed adattamento funzionale di spazi, ambienti e aule didattiche, forniture arredi e attrezzature. Finanziamenti con il massimale stabilito per popolazione scolastica con un minimo di tremila euro fino ad un massimo di 3 milioni.  Unico obbligo dopo aver presentato digitalmente la domanda unica per tutti i plessi interessati entro il 24 giugno scorso ore 18.00, la dichiarazione di impegno, nomina RUP (Responsabile Unico Procedimento), termine dei lavori entro il 31 dicembre 2020, di mettere una targhetta di informazione e pubblicità che i lavori sono stati effettuati con i fondi PON e la verifica amministrativa per il controllo in loco.

I Comuni nel Lazio sono 378  così suddivisi: 121 in provincia di Roma, 91 a Frosinone, 33 a Latina, 73 a Rieti e 60 a Viterbo

“Sono rimasta allibita – dichiara Giovanna Ammaturo, consigliere di FdI a Guidonia Montecelio- che la mia Città non è ricompresa nell’elenco degli Enti aggiudicatari che consta di 180 Comuni dei 378 del Lazio. Solo la metà ha avuto il finanziamento. Ottenere da un minimo di 3000 euro o 520.000 a Pomezia come si può leggere nell’elenco può soltanto fare meglio per i plessi sempre tanto scoraggianti a vedersi. Le ipotesi sono due: o le scuole secondo gli Enti locali non compresi sono in regola ed allora è ultroneo fare richiesta di finanziamento o come credo, sperando di sbagliarmi, lo smart working ha fin troppo impigrito i funzionari, dirigenti e i responsabili negli Enti locali e delle scuole da dimenticarsi di proporsi al finanziamento. Ho interrogato il sindaco di Guidonia Montecelio, Barbet ( M5S)  o quanto ne resta, visto che è rimasto senza consiglieri e maggioranza per aver ragione della mancata richiesta. A settembre quando, finalmente, si riapriranno le scuole non vorrei che ai cittadini che si lamentino per lavori non effettuati, gli si risponda che mancano i soldi. L’establishment politico amministrativo della terza Città del Lazio scritto pagine dell’opportunità di finanziare l’Ente con i fondi europei. E’ evidente l’incapacità di intercettare i bandi per sostenere le opere pubbliche nello specifico sugli edifici scolastici. E intanto l’assessore ricerca progetti per l’estate guidoniana da svolgersi unicamente a Piazza 2 Giugno nei pressi del Palazzo dove sono ancora seduti.  E nelle altre Frazioni?”

Continua a leggere

I più letti