Connect with us

Cronaca

Palermo: grande attesa per il film documentario Pellegrino

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

PALERMO – Il 12 gennaio, alle ore 21:00. presso il Cinema De Seta – Cantieri Culturali alla Zisa, l’Associazione I Serpenti del Genio, in collaborazione con il Comune di Palermo, presenta il film documentario Pellegrino di Ruben Monterosso e Federico Savonitto, nella versione Director’s cut da 70 minuti. – Ingresso libero.
Introdurranno: Paola Nicita, Fabrice de Nola, Lorenzo Calamia.

L’evento fa parte delle attività della manifestazione culturale “Palermo, il Genio e il Monte”, che si svolgerà durante tutto l’anno di Palermo Capitale della Cultura, iniziando il 12 gennaio a Palazzo Pretorio con una mostra di introduzione al Genio di Palermo (a cura di Fabrice de Nola, Lorenzo Calamia, Tiziana Pantaleo, e Giuseppina Vara), in occasione della prima Giornata celebrativa del Genio di Palermo.

Il film Pellegrino, incrociando nel suo racconto sacro, profano, natura e storia, mostra la montagna sacra di Palermo da una prospettiva decisamente originale e insolita.
Con un linguaggio documentario innovativo, l’opera offre occasioni di riflessione sul vivere la natura, sul rapporto intimo tra le persone e i luoghi, e sui rapporti tra memoria e presente.
Seguendo artisti, naturalisti, alchimisti, pellegrini e palermitani di diverse nazionalità e origini, Pellegrino ha la capacità di tessere in modo elegante anche un racconto di Palermo nella contemporaneità.

La lavorazione del documentario Pellegrino è durata quattro anni. In questo periodo i registi Ruben Monterosso e Federico Savonitto hanno realizzato un lavoro di ricerca e indagine molto esteso sul Monte Pellegrino.
Dopo l’incontro con Fabrice de Nola, l’opera si è inoltre innestata sul lavoro di ricerca storica e di documentazione iconografica sul Genio di Palermo condotto dall’artista a partire dal 2009.

La mole di conoscenze raccolta dall’incontro dei due progetti ha condotto alla nascita del progetto culturale “Palermo, il Genio e il Monte”, concepito come un’architettura dell’informazione multimediale e interdisciplinare sulla città di Palermo, che guarda alla memoria storica, mitologica, morfologica e antropologica della città con l’intento di fare il punto sull’identità attuale della ‘civitas’ palermitana intesa come l’insieme di territorio, tessuto urbanistico, istituzioni, e di tutti gli abitanti.

Scheda:
Pellegrino (Director’s cut)

Soggetto, regia, fotografia: Ruben Monterosso e Federico Savonitto

Con: Fabrice De Nola, Esmeralda Notarbartolo, Vinasi Ponnambalam

E con la partecipazione di: Samsone Olomu, Mirveta Iljazi, Pietro Gulotta, Mimmo e Ignazio Lo Cicero, Yoga Raja, Giovanni Provinzano, Mario Lo Valvo, Luigi Perollo, Gaetano Ceravolo.

Durata: 70 min
Formato: full HD, 16:9, colore

Prodotto da: Marco Lo Curzio – SCIARA Film Production/Media Design, in collaborazione con Playmaker Produzioni
Musiche originali: Pietro Palazzo
Suono: Francesco De Marco
Operatore gimbal: Fele La Franca
Montaggio: Edoardo Morabito
Direttore di produzione: Vittoria Fiumi

Realizzato con il sostegno della Regione Siciliana, Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo, Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo, Sicilia Film Commission

Cronaca

1500 km in bici per dire grazie ai medici milanesi: l’impresa di 5 amici siciliani

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Dalla Sicilia fino a Milano in bicicletta in una settimana. Questa l’impresa portata a termine da cinque amici che hanno percorso un totale di 1.500 km pedalando per circa 250 km al giorno attraversando un’infinità di paesi dove la parola più sentita è stata “grazie”.

I cinque ciclisti, infatti, hanno portato 30 buoni per passare le vacanze in Sicilia, destinati a operatori della sanità lombarda.

Il video servizio trasmesso a Officina Stampa del 02/07/2020

I cinque amici protagonisti dell’iniziativa sono Marco Distefano, Salvo Purromuto, Vincenzo Virduzzo, Nunzio e Vincenzo Schembari. Distefano, l’ideatore dell’iniziativa, è un albergatore. Purromuto è un medico. Di solidarietà ne hanno portata e ricevuta molta, durante il viaggio. Hanno lasciato ovunque tracce della loro Sicilia, hanno ricevuto simpatia.

All’ingresso in Lombardia, da Mantova in poi, le emozioni si sono fatte ancora più forti, persino difficili da gestire: “Oggi abbiamo vissuto emozioni davvero forti – ha detto Distefano al termine della tappa che li ha portati a Mantova – e per vivere certe emozioni ci vogliono cuori allenati. La bicicletta allena i nostri”.

A Milano sono poi stati accolti dai rappresentanti del Comune e della Regione. Ad attenderli c’era l’assessore lombardo allo sport, Lara Magoni, oltre agli assessori al turismo dei comuni di Milano e di Comiso. L’ospedale Niguarda era stato scelto come punto d’arrivo di questo lungo viaggio per ringraziare, a nome di tutta quell’Italia che hanno risalito, medici e infermieri della regione più colpita dalla pandemia.

Solo che l’ultima tappa non è più l’ultima: è stato tale il successo dell’iniziativa che hanno deciso di accettare alcune richieste e continuare a pedalare: verso la Toscana, poi probabilmente faranno tappa nella Capitale Roma e poi chissà.

Continua a leggere

Cronaca

Scuola nel caos: più di 85 mila cattedre vacanti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Sono 85.150 le cattedre vacanti per l’anno scolastico 2020-2021, un vero record. Lo scorso anno erano 64.149. I dati sono forniti dalla Cisl scuola.

“Avremo un inizio anno complicato, alla ricerca di supplenti, soprattutto al Nord, ovvero nelle aree più colpite dal covid – spiega la segretaria della Cisl scuola Maddalena Gissi – Non si può procedere solo per concorsi, come è stato fatto negli ultimi 4 anni, ma è necessaria una procedura di reclutamento e stabilizzazione come avviene nella Pa e in tutti contesti lavorativi come chiede la Corte di Giustizia europea”.

Numeri, che ribadisce la sindacalista della Cisl, “non dipendono dall’attuale ministro. E’ l’effetto di una pianificazione insostenibile da parte del Ministero in questi ultimi 4 anni perché, come abbiamo più volte ribadito, le procedure assunzionali non hanno garantito la stabilizzazione di personale precario già in servizio da anni. Difatti anche per le assunzioni su quota 100 l’assenza di candidati a pieno titolo nelle graduatorie ad esaurimento e da concorso ha reso impossibile la copertura di tutti i 4.500 posti autorizzati dal Mef riducendo di più di mille unità le assunzioni programmate”. Per Gissi dunque “la scuola, come avviene per il pubblico impiego, deve individuare delle formule di reclutamento che tengano conto dei futuri concorsi ma anche delle decine di migliaia di domande di pensione, evitando di lasciare a centinaia di migliaia di supplenti la gestione dell’attività didattica ordinaria”.

Continua a leggere

Cronaca

Crispiano, ruba una collanina a un ragazzino: arrestato

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

CRISPIANO – Un ventiquattrenne armato di un coltello a scatto aggredisce un ragazzino facendosi consegnare una catenina d’oro.

Immediata la denuncia dei genitori del minore ed altrettanto celere la risposta dei Carabinieri della Stazione di Crispiano che coadiuvati da quelli dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Massafra riescono a rintracciarlo e ad arrestarlo.

Dopo la rapina si era allontanato facendo perdere le proprie tracce. Nel corso delle ricerche è stato intercettato a bordo di una autovettura e bloccato dopo un breve inseguimento. Ora è in attesa del processo ai domiciliari.

Giampiero Laera

Continua a leggere

I più letti