Connect with us

Senza categoria

Palermo, si finge ginecologo e abusa sessualmente almeno 12 donne

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

PALERMO – Si finge ginecologo per abusare sessualmente donne di età compresa tra i 20 e i 45 anni. Finito agli arresti domiciliari con tanto di braccialetto elettronico un medico 60enne, indagato per il reato di violenza sessuale aggravata commesso nel corso di almeno 12 visite specialistiche a pazienti di sesso femminile.

Il medico, specializzato in allergologia, esercitava la propria attività in ambulatori privati siti a Palermo, Messina e Giarre in provincia di Catania.

Le indagini, eseguite fra maggio e luglio 2021 dalla Compagnia Carabinieri di Monreale e coordinate dalla Procura di Palermo, hanno tratto origine dalla denuncia sporta da una paziente, vittima di abusi da parte dell’indagato, il quale, approfittando della visita allergologica e con la scusa di ulteriori necessità diagnostiche rispetto alla consulenza medica richiesta, avrebbe costretto la donna a denudarsi e a subire palpeggiamenti in zone intime. Un’altra paziente ha, successivamente, confermato di essere stata anche lei vittima di analoghi comportamenti.

I successivi accertamenti dei Carabinieri di Monreale hanno messo in luce la condotta sistematica del medico, consistente in palpeggiamenti delle zone intime, messi in atto solo nel corso di visite a pazienti giovani o piacenti, tutte fra i 20 e i 45 anni. Il medico utilizzava la scusa di doverle sottoporre ad approfonditi controlli di natura ginecologica e senologica, ambiti medici sui quali l’indagato millantava di possedere competenze specialistiche in realtà mai conseguite.

Il quadro indiziario delineatosi a carico del medico, nonché l’abitualità della condotta contestata, hanno indotto il G.I.P. di Palermo ad applicare la misura cautelare

Le visite oggetto d’indagine sono, allo stato attuale, 12 e le pazienti che hanno subito abusi da parte del medico sono in corso di esatta identificazione ed escussione.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Senza categoria

Valmontone 1921 (calcio, Promozione), Romagnoli: “La società ha rilanciato, non ci nascondiamo”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti

image_pdfimage_print
Valmontone (Rm) – Il Valmontone 1921 ci riprova. La società del patron Manolo Bucci non ha mollato, tutt’altro: dopo un primo anno di gestione in cui la Promozione non è riuscita a concretizzare il salto in Eccellenza, il club giallorosso ha tutte le intenzioni di riprovarci. “La società ha rilanciato – dice Roberto Romagnoli, esterno offensivo classe 1992 che da quest’anno è pure il capitano del gruppo – Difficile trovare in giro club così seri e ambiziosi, quindi non possiamo nasconderci. Ci sono pochi reduci del vecchio gruppo e tanti calciatori nuovi molto importanti per la categoria. Il girone è molto complicato e competitivo, probabilmente la Bi.Ti. Marino è l’avversario principale, ma ci sono altre squadre importanti come il Paliano”. Che il Valmontone ha eliminato nel primo turno di Coppa Italia andato in scena nelle scorse settimane: “Dopo la sfida d’andata persa in casa di misura (0-1), c’era sicuramente qualche preoccupazione anche ripensando all’eliminazione che subimmo al primo turno nella passata stagione. Ma al ritorno abbiamo affrontato la sfida con l’atteggiamento giusto, realizzando due gol già entro la metà del primo tempo. Il sorteggio che ci era capitato non era affatto semplice, il Paliano è una bella squadra che tra l’altro è retrocessa dall’Eccellenza e ha mantenuto tanti giocatori della scorsa stagione”. Il Valmontone 1921 ha messo nel mirino il debutto in campionato che avverrà domenica prossima a Cori: “Sinceramente so poco di loro essendo neopromossi. Ma l’esordio porta stimoli forti a tutti e ogni avversario darà il massimo quando ci affronterà per farci lo sgambetto, dunque dobbiamo essere pronti”. Per Romagnoli sarà il primo anno con la fascia di capitano al braccio: “Mi era successo solo nelle giovanili: onestamente non me lo aspettavo, ma è una responsabilità in più quella di farlo per la squadra del proprio paese”. La chiusura è sull’impatto che ha avuto con mister Cristiano Di Loreto: “Davvero positivo, il gruppo si è messo subito a sua disposizione e lui sta dimostrando di essere un tecnico preparato ed esperto per la categoria”.



Continua a leggere

Senza categoria

Zagarolo Sports Academy (volley, serie C masch.), Scalabrella: “Felice di essere tornato a casa”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti

image_pdfimage_print
Zagarolo (Rm) – E’ una delle più ghiotte novità della stagione 2022-23 dello Zagarolo Sports Academy. Emanuele Scalabrella è un tecnico che ha lasciato il segno in questa piazza dove ha allenato per cinque anni (fino al 2019) in serie C, riuscendo a centrare tre volte i play off con due finali perse e uno storico salto in serie B nazionale che poi fu vanificato dalla rinuncia della “vecchia società” nella stagione successiva. Ora la nuova dirigenza del direttore tecnico Dario De Notarpietro e della presidentessa Petra Prgomet ha voluto fortemente il suo rientro alla guida della prima squadra maschile e la cosa si è concretizzata in poco tempo: “Per me questa è una seconda casa – dice l’allenatore che due anni fa ha vinto la Coppa Lazio di serie C ad Albano e l’anno scorso è stato il “secondo” di Fabio Cristini in serie B femminile con la Roma Volley che ha perso la finale promozione per la A3 – Quando la società mi ha prospettato la voglia di provare a salire nei campionati nazionali, ci abbiamo messo pochissimo ad accordarci”. Scalabrella parla del nuovo gruppo che sta nascendo: “Ci siamo ritrovati per la preparazione nell’ultima settimana di agosto. La squadra è simile a quella che ha conquistato i play off nella passata stagione: ad alcuni elementi del vecchio gruppo, animati dalla forte voglia di riscattare la mancata promozione dello scorso anno, si sono aggiunti alcuni ragazzi nuovi. Inoltre ci sono giovani che hanno le qualità giuste per poter dare il loro contributo in serie C e che non stanno in rosa solo per tappare buchi. Obiettivi? Quello della pallavolo è un mondo piena di scaramanzia: personalmente non lo sono, ma al momento posso solo dire che questa oggettivamente è davvero una bella squadra e che il girone è alla nostra portata”. Scalabrella e il suo gruppo hanno messo già nel mirino la sfida d’esordio: “Giocheremo in casa, eccezionalmente di domenica alle 18 per la richiesta di Sora. Sappiamo poco degli avversari, ma vogliamo iniziare col piede giusto. Le amichevoli sono andate bene perché, al di là dei risultati, la squadra ha già mostrato di aver cominciato a girare”.



Continua a leggere

Senza categoria

Pizzuti terzo nella prova di qualificazione regionale Cadetti, brilla ancora Bulcao

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti

image_pdfimage_print
Frascati (Rm) – Un altro week-end piuttosto ricco di impegni quello messo alle spalle dal Frascati Scherma. Cinque atleti sono stati impegnati in eventi internazionali, mentre altri hanno già cominciato le prove di qualificazione regionale. Quattro sciabolatori erano ai nastri di partenza del torneo satellite Assoluto che si è disputato a Gand, in Belgio. I piazzamenti non sono stati memorabili, ma questo è stato per tutti un buon test per capire il proprio stato di forma e mettersi a confronto con alcuni esperti atleti europei. Il miglior risultato lo ha ottenuto Leonardo Tocci che si è classificato al 19esimo posto. Nella prova femminile, è andata appena oltre Vally Giovannelli che ha terminato la prova al 21esimo posto, mentre Francesca Burli si è fermata al 26esimo e Amelia Giovannelli al 32esimo. Dall’altra parte dell’emisfero e precisamente ad Asuncion, la fiorettista brasiliana Ana Beatriz Di Rienzo Bulcao ha confermato il suo ottimo momento nella “XII edizione dei Giochi sudamericani”. L’atleta verdeoro è riuscita a salire sul terzo gradino del podio, dando seguito alla vittoria del titolo nazionale di qualche giorno fa e festeggiando nel migliore dei modi il riconoscimento di “Atleta dell’anno” assegnatole in patria dalla Federazione. Sempre nella medesima manifestazione, oggi toccherà a Guilherme Toldo provare a imitare il percorso della compagna di nazionale. Infine buone notizie sono arrivate anche dalla prova di qualificazione regionale dedicata ai Cadetti e ai Giovani di spada e tenutasi ad Ariccia. Lo staff tecnico del Frascati Scherma ha applaudito la grande prestazione di Niccolò Pizzuti che tra i Cadetti ha ottenuto un bel terzo posto. Nella stessa prova va segnalato anche il 12esimo posto di Luigi Minetti e il 36esimo di Francesco Retico. Tra le Cadette la migliore è stata Giorgia Amati (12esima) con Beatrice Mizzoni 33esima e Ginevra Udini 37esima. Salendo di una categoria e passando ai Giovani, va segnalato il 29esimo posto di Davide Stella, il 38esimo dello stesso Niccolò Pizzuti e il 59esimo di Luigi Minetti, mentre nella medesima prova al femminile Ginevra Udini si è piazzata 49esima.



Continua a leggere

I più letti