Connect with us

Senza categoria

Palermo, si finge ginecologo e abusa sessualmente almeno 12 donne

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

PALERMO – Si finge ginecologo per abusare sessualmente donne di età compresa tra i 20 e i 45 anni. Finito agli arresti domiciliari con tanto di braccialetto elettronico un medico 60enne, indagato per il reato di violenza sessuale aggravata commesso nel corso di almeno 12 visite specialistiche a pazienti di sesso femminile.

Il medico, specializzato in allergologia, esercitava la propria attività in ambulatori privati siti a Palermo, Messina e Giarre in provincia di Catania.

Le indagini, eseguite fra maggio e luglio 2021 dalla Compagnia Carabinieri di Monreale e coordinate dalla Procura di Palermo, hanno tratto origine dalla denuncia sporta da una paziente, vittima di abusi da parte dell’indagato, il quale, approfittando della visita allergologica e con la scusa di ulteriori necessità diagnostiche rispetto alla consulenza medica richiesta, avrebbe costretto la donna a denudarsi e a subire palpeggiamenti in zone intime. Un’altra paziente ha, successivamente, confermato di essere stata anche lei vittima di analoghi comportamenti.

I successivi accertamenti dei Carabinieri di Monreale hanno messo in luce la condotta sistematica del medico, consistente in palpeggiamenti delle zone intime, messi in atto solo nel corso di visite a pazienti giovani o piacenti, tutte fra i 20 e i 45 anni. Il medico utilizzava la scusa di doverle sottoporre ad approfonditi controlli di natura ginecologica e senologica, ambiti medici sui quali l’indagato millantava di possedere competenze specialistiche in realtà mai conseguite.

Il quadro indiziario delineatosi a carico del medico, nonché l’abitualità della condotta contestata, hanno indotto il G.I.P. di Palermo ad applicare la misura cautelare

Le visite oggetto d’indagine sono, allo stato attuale, 12 e le pazienti che hanno subito abusi da parte del medico sono in corso di esatta identificazione ed escussione.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Senza categoria

Atletico Roma VI (calcio), il dt Petricone: “Under 17 e Under 16 possono essere protagoniste”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Roma – Ha cominciato a muovere i suoi primi passi l’Atletico Roma VI. La neonata società del presidente Luigi Paoletti e del suo vice Pietro Buccella ha aperto le danze di questa stagione lo scorso primo settembre con l’avvio della preparazione per tre dei gruppi del club capitolino che fa attività nell’impianto di via di Tor Bella Monaca 497. “Emozione e ambizione, c’mon Lions” è lo slogan scelto dalla società per lanciare questa annata e per cercare di tenere fede a questo impegno l’Atletico Roma VI ha affidato la direzione tecnica dei suoi gruppi a un personaggio di spicco come Roberto Petricone, calciatore professionista che in carriera ha vestito le maglie (tra le altre) di Lazio, Rondinella, Lodigiani e Astrea, ha allenato per 24 anni e da sei ricopre il ruolo di direttore tecnico (lo ha fatto alla Lupa Castelli Romani e fino all’anno scorso alla Roma VIII). “Conosco Paoletti e Buccella da tempo, sono persone che sanno di calcio e quindi improntare un discorso con loro è stato semplice. Sono convinto che questa società abbia margini di crescita importanti: l’Atletico Roma VI si vuole dotare nel prossimo futuro anche di un’Under 19 e di una prima squadra che sia formata in gran parte dai ragazzi del settore giovanile. “Quest’anno avremo sicuramente tre gruppi dell’agonistica e poi stiamo valutando di formare anche un gruppo Under 14. Inoltre avremo pure un gruppo Esordienti 2009”. Petricone presenta i tre gruppi attuali dell’agonistica dell’Atletico Roma VI che ovviamente partiranno dalla categoria provinciale: “L’Under 17 sarà guidata da Cristian Silvestri, l’Under 16 da Elio Pecoraro e l’Under 15 da Gianluca Lancia. Le prime due formazioni hanno l’ossatura e i tecnici dei vecchi gruppi della Roma VIII: abbiamo grande fiducia nelle potenzialità di questi ragazzi e ci sono tutti i presupposti per vivere una stagione da protagonisti. L’Under 16 ha già vinto il campionato due anni fa e anche l’Under 17 sarà molto competitiva. Nell’Under 15 abbiamo dovuto ricostruire, ma siamo riusciti comunque ad allestire un gruppo interessante che può regalare delle soddisfazioni”.



Continua a leggere

Senza categoria

Pediatri e ginecologi si appellano al ministero: “Vaccinare donne in gravidanza e bambini, rischi gravi per loro non immunizzati”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Appello al Ministero della Salute da parte di neonatologi, pediatri e ginecologi per accelerare la vaccinazione anti-Covid delle donne in gravidanza ed in allattamento e dei bambini di età superiore ai 12 anni: “Sono infatti possibili rischi gravi anche per queste categorie”, avvertono gli esperti. I vaccini a mRNA, sottolineano le associazioni di specialisti in una nota, sono “assolutamente sicuri sia per le donne in gravidanza, sia per le donne che allattano.

In alcuni centri di riferimento nel mondo (come a Parigi, in Israele, in Belgio, in Irlanda, negli USA) la vaccinazione in gravidanza viene offerta di routine. Non esistono controindicazioni diverse dal resto della popolazione alla vaccinazione”. Il vaccino, inoltre, “non influisce sulla fertilità della donna, né vi è alcun motivo per rimandare una gravidanza”. Queste indicazioni, precisano, sono fornite anche in Italia dall’ultima Circolare del Ministero della Salute del 4 agosto e ribadite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità in un documento del 25 giugno. Per questo, la Società Italiana di Neonatologia (SIN), la Società Italiana di Pediatria (SIP), la Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO), la Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani (AOGOI), la Associazione Ginecologi Universitari Italiani (AGUI), la Società Italiana di Medicina Perinatale (SIMP), l’Associazione Ginecologi Territoriali (AGITE) e la Società Europea di Rianimazione Pediatrica e Neonatale (ESPNIC) fanno appello al Ministero della Salute e a tutte le istituzioni perché “sia promossa il più possibile la vaccinazione delle donne in gravidanza ed in allattamento oltreché dei bambini di età superiore ai 12 anni (e più piccoli quando vaccini dedicati saranno disponibili)”. Chiedono inoltre che si instauri un coordinamento centralizzato, come in altri Paesi Europei, per la vaccinazione di queste categorie al fine di evitare disparità a livello locale e regionale, e che l’informazione su questi temi sia veicolata in maniera scientificamente valida e con la adeguata competenza specialistica. 

Continua a leggere

Gallery

Roma, San Paolo: i cittadini bonificano il parco inaugurato e poi dimenticato dalla sindaca Raggi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Una prima bonifica in attesa che il Comune si decida finalmente a farsi carico della manutenzione del giardino pubblico

ROMA – Grandi pulizie per parco Edoardo Valentini, nel quartiere capitolino di San Paolo, che dopo essere stato inaugurato in pompa magna dall’amministrazione di Virginia Raggi due anni fa è stato letteralmente abbandonato all’incuria e al degrado diventando una vera e propria discarica a cielo aperto.

Ieri alcuni volontari armati di mascherine, guanti, sacconi per la spazzatura e soprattutto di tanta buona volontà a voler restituire un’area verde pubblica e letteralmente dimenticata dall’amministrazione comunale pentastellata alla cittadinanza hanno effettuato una prima bonifica dell’area in attesa che il Comune si decida finalmente a farsi carico della manutenzione del giardino pubblico.

“Il parco – hanno spiegato Paolo Barbato e Gerardo Casarelli – corrisponde all’area di superficie del parcheggio interrato gestito fino a qualche mese fa dall’amministratore del condominio Autorimessa Viale Giustiniano Imperatore. Ora che da diversi mesi è terminato il periodo di manutenzione a carico del condominio, il parco non è formalmente tornato in consegna al Comune di Roma e così il degrado lo sta divorando ed è uno scempio”.

A inoltrare la richiesta di poter fare opera di pulizia volontaria è stato il consigliere e presidente del gruppo capitolino di Forza Italia all’assemblea capitolina Marcello De Vito: “Inaugurano un parco e poi si scordano di acquisirlo al patrimonio – ha detto De Vito – un altro assurdo paradosso. Ricordo alla sindaca Raggi che è meglio che si sbrighi a metterlo in sicurezza altrimenti sarà da annoverare come l’ennesima vergogna di una città finita nell’abbandono più totale”.

In uno degli ingressi dell’area verde, dove prima c’erano anche i giochi per i bambini, oggi devastati, spuntano fuori anche vecchi forni, elettrodomestici, parti dello scivolo devastato: “Ancora una volta – dicono Alessia Ferrazzoli e Maria Grazia Ciccioli – ci mettiamo a pulire ma è veramente uno scandalo che nessuno si occupi di questa questione. Ora si tratta di una emergenza igienico – sanitaria che va arginata”.

Continua a leggere

I più letti