Connect with us

Calcio

Palestrina (calcio, Eccellenza) vola, Cristofari: “Speriamo che ci facciano giocare a porte aperte”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Palestrina (Rm) – Il Palestrina ha rosicchiato altri due punti rispetto al vertice della classifica. La formazione di mister Stefano Scaricamazza ha battuto anche l’Astrea per 2-1 e ora è a cinque lunghezze dalla capolista Insieme Ausonia. “E’ stata una partita dura come era facilmente pronosticabile – dice il patron Augusto Cristofari – Siamo andati sotto quasi subito su uno schema da palla inattiva degli avversari, ma la squadra non si è disunita e ha continuato a giocare. Abbiamo pareggiato i conti con Jammeh, indubbiamente uno dei giocatori più importanti arrivati a dicembre, poi il portiere ospite ha parato un rigore a Di Mario e nella ripresa l’aveva preso anche a Gallaccio che poi sulla respinta ha ribadito in rete. Il primo posto? Facciamo un passo alla volta, ora siamo terzi e abbiamo dato una buona “raddrizzata” alla classifica con cinque vittorie e due pari nelle ultime sette gare”. Un rendimento che ha riportato il Palestrina vicinissimo alle zone di vertice: “Il cambio di allenatore e i giocatori arrivati col mercato di dicembre hanno dato indubbiamente una spinta in più, anche se la cosa non è sempre “matematica” perchè il calcio non è una scienza esatta. Ora, comunque, tutti i ragazzi stanno rendendo al meglio e aspettiamo di riavere a disposizione anche Jody Fiorentini e mio figlio Giovanni: d’altronde non abbiamo preso altri centrocampisti perché contavamo su di loro per il finale di stagione”. Nel prossimo turno il Palestrina sarà ospite del Pontinia ultimo della classe e al momento abbastanza staccato dalla zona play out: “Temo molto questa partita che si giocherà su un campo piccolo e non bello. Tra l’altro il Pontinia in casa è sicuramente pericoloso, quindi bisognerà scendere in campo con la massima concentrazione per conquistare un altro successo”. Cristofari, una volta di più, ha fatto sforzi notevolissimi per regalare un sogno alla città di Palestrina anche se il cruccio del massimo dirigente prenestino rimane la questione stadio: “Una situazione che speravo si risolvesse nella prima parte della stagione e invece siamo costretti a giocare ancora a porte chiuse: sinceramente sono abbastanza stanco. Mi auguro che almeno le ultime partite di campionato possano essere accessibili ai nostri tifosi”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Football Club Frascati (II cat.), la speranza di Fioranelli: “Si può tornare in campo a metà maggio”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – L’emergenza Coronavirus ha frenato (rimandato?) l’ennesima impresa della sua carriera che negli ultimi anni è stata quasi da “Re Mida”. Mister Mauro Fioranelli e la Seconda categoria del Football Club Frascati erano in testa al girone G con un vantaggio importante sulle prime inseguitrici (+8 sul Pantanello Anagni e +9 sul Colle di Fuori che però avevano giocato una gara in meno dei tuscolani) e stavano facendo indubbiamente un campionato importante. “Fino a inizio marzo è stata un’annata davvero entusiasmante – dice l’esperto allenatore – Questo gruppo è stato costruito da zero e la spirito di squadra era totalmente da formare, ma i ragazzi sono stati eccezionali e lo hanno trovato in maniera rapida. C’è stato un piccolo calo mentale a inizio anno nuovo, ma il gruppo ha reagito alla grande. Un lavoro ottimo lo ha fatto anche la società che ha saputo trovare equilibri eccellenti grazie ad un profondo rispetto dei ruoli”. Più passano i giorni e più diventa complicato concludere la stagione, ma Fioranelli (che tra l’altro nella vita di tutti i giorni lavora in polizia e quindi sta “vivendo in prima linea” l’emergenza Coronavirus) lancia un messaggio di speranza: “Mi auguro che, anche per motivi di svago, si possa tornare in campo a metà maggio e chiudere i campionati maggiori, ovviamente usando tutte le precauzioni del caso. E’ chiaro che in questo momento il discorso sportivo va nettamente in secondo piano: ci sono zone d’Italia che vivono momenti drammatici, c’è gente disperata e personalmente non ho mai vissuto una situazione del genere. Non mi manca tanto la parte agonistica, ma in particolare il rapporto umano che si era riuscito a costruire all’interno del nostro gruppo e di tutto l’ambiente del Football Club Frascati: d’altronde il calcio ai nostri livelli dev’essere soprattutto questo”. Se si dovesse riprendere a giocare, comunque, la Seconda categoria del team tuscolano si farebbe trovare pronta: “I ragazzi stanno facendo un minimo di lavoro atletico grazie alle indicazioni del “prof” Colangeli, ma non credo che il “buco” di due mesi possa rappresentare un grande problema. In estate prepariamo un’intera stagione con venti giorni di lavoro, adesso potrebbero bastare una decina di giorni per disputare le ultime otto partite che ci mancano” conclude Fioranelli.

Continua a leggere

Calcio

Football Club Frascati, Ettore La Rosa: “Società nuova e con idee chiare, è in evidente crescita”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Ha “sposato” il progetto del Football Club Frascati con la sua attività commerciale, vale a dire il punto vendita di Alice Pizza a Frascati. Ettore La Rosa ha deciso di sostenere il club dei presidenti Claudio Laureti e Stefano Lopapa attraverso un rapporto di sponsorizzazione: “Conoscevo Laureti per motivi di lavoro da diverso tempo, ma l’idea di collaborare è nata per via del grande rapporto di amicizia che ho con mister Alessandro Rodo (tecnico del club tuscolano, ndr). D’altronde ho spesso fatto da sponsor ad associazioni sportive frascatane come ad esempio la pallavolo (La Rosa ha una figlia che gioca con il Volley Club Frascati, ndr) o anche il biathlon: credo che, nei limiti del possibile, sia molto importante sostenere i club dilettantistici perché hanno una funzione sociale di grande spessore per i nostri ragazzi”. Tra l’altro La Rosa è stato uno sportivo: “Ho giocato a calcio per tanti anni, anche se quella col Football Club Frascati è la prima sponsorizzazione in questa disciplina”. Vista la sua esperienza “sul campo”, La Rosa può parlare con competenza della crescita del club tuscolano: “E’ una società nuova, ma con le idee chiare. Purtroppo per motivi di lavoro non sono riuscito a recarmi spesso al campo, ma mister Rodo mi relaziona su tutto: hanno fatto un’ottima stagione con la “nuova” prima squadra e anche nel settore giovanile e nella Scuola calcio le cose vanno bene. Una società in evidente espansione”. Intanto con la sua attività La Rosa svolge un altro servizio molto importante in questo periodo caratterizzato dall’emergenza Coronavirus. “Il punto vendita è ovviamente chiuso al pubblico, ma stiamo portando avanti il servizio di consegna a domicilio sul territorio di Frascati, Grottaferrata e Monte Porzio nella fascia oraria dalle 18,30 alle 22. In quel campo abbiamo un’esperienza importante ormai da tempo e ci siamo fatti trovare pronti”. Per tutte le informazioni ci si può rivolgere al numero di telefono 06-9417579.

Continua a leggere

Calcio

Football Club Frascati, il co-presidente Lopapa: “Il rapporto con Laureti? Va tutto a gonfie vele”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Il Football Club Frascati lui l’ha visto nascere, crescere e ora divenire una concreta realtà. Stefano Lopapa, attuale co-presidente, ha visto muovere i primissimi timidi passi del sodalizio tuscolano e ora può essere orgoglioso di ciò in cui si è “trasformato”. “Quest’anno è stato davvero molto positivo – spiega – La società ha continuato il percorso di crescita a tutti i livelli: la Scuola calcio ha aumentato a dismisura il numero dei tesserati, le squadre giovanili agonistiche stanno facendo dei campionati di buon livello e hanno fatto concreti passi avanti rispetto alla scorsa stagione e poi c’è stata la novità della nostra prima volta “coi grandi”, con la Seconda categoria che è pure al comando del suo girone. Insomma lo stop per questa emergenza è stato doppiamente un peccato, ma speriamo che l’intera nazione si possa risollevare al più presto: io sono fiducioso e anzi credo che tutti noi possiamo uscire “migliorati” da questa esperienza. Per quanto riguarda la stagione del calcio dilettante, temo che sia finita anzitempo: molto dipenderà da come saranno i dati del contagio da Coronavirus nei primi giorni di aprile. Se la situazione non sarà migliorata in maniera sensibile, sarà complicato riorganizzare i calendari dei vari campionati”. Lopapa, tra l’altro, è anche titolare di un noto ristorante nella zona centrale di Frascati che ha chiuso i battenti ormai da più di una settimana: “Un provvedimento inevitabile, anzi a mio parere questo tipo di scelta poteva essere fatta anche prima per evitare ulteriori problemi. Tutto passa in secondo piano quando si parla di salute”. Tornando a parlare di calcio, Lopapa parla del rapporto con l’altro presidente Claudio Laureti: “Ho sempre detto che, da quando è subentrato tre anni fa assieme al suo staff tecnico, ha fatto fare sensibili passi in avanti al Football Club Frascati. A livello umano, poi, magari ce ne fossero altri cento come lui: tra noi c’è sintonia totale”. Un discorso simile Lopapa lo fa anche per ciò che concerne la prima squadra: “Lo staff di persone che la seguono si sono perfettamente integrate nei nostri meccanismi societari. Ognuno ha le sue competenze, c’è rispetto reciproco e non ci sono prevaricazioni: siamo molto soddisfatti di come vanno le cose”.

Continua a leggere

I più letti