Connect with us

Senza categoria

Pediatri e ginecologi si appellano al ministero: “Vaccinare donne in gravidanza e bambini, rischi gravi per loro non immunizzati”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Appello al Ministero della Salute da parte di neonatologi, pediatri e ginecologi per accelerare la vaccinazione anti-Covid delle donne in gravidanza ed in allattamento e dei bambini di età superiore ai 12 anni: “Sono infatti possibili rischi gravi anche per queste categorie”, avvertono gli esperti. I vaccini a mRNA, sottolineano le associazioni di specialisti in una nota, sono “assolutamente sicuri sia per le donne in gravidanza, sia per le donne che allattano.

In alcuni centri di riferimento nel mondo (come a Parigi, in Israele, in Belgio, in Irlanda, negli USA) la vaccinazione in gravidanza viene offerta di routine. Non esistono controindicazioni diverse dal resto della popolazione alla vaccinazione”. Il vaccino, inoltre, “non influisce sulla fertilità della donna, né vi è alcun motivo per rimandare una gravidanza”. Queste indicazioni, precisano, sono fornite anche in Italia dall’ultima Circolare del Ministero della Salute del 4 agosto e ribadite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità in un documento del 25 giugno. Per questo, la Società Italiana di Neonatologia (SIN), la Società Italiana di Pediatria (SIP), la Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO), la Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani (AOGOI), la Associazione Ginecologi Universitari Italiani (AGUI), la Società Italiana di Medicina Perinatale (SIMP), l’Associazione Ginecologi Territoriali (AGITE) e la Società Europea di Rianimazione Pediatrica e Neonatale (ESPNIC) fanno appello al Ministero della Salute e a tutte le istituzioni perché “sia promossa il più possibile la vaccinazione delle donne in gravidanza ed in allattamento oltreché dei bambini di età superiore ai 12 anni (e più piccoli quando vaccini dedicati saranno disponibili)”. Chiedono inoltre che si instauri un coordinamento centralizzato, come in altri Paesi Europei, per la vaccinazione di queste categorie al fine di evitare disparità a livello locale e regionale, e che l’informazione su questi temi sia veicolata in maniera scientificamente valida e con la adeguata competenza specialistica. 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Senza categoria

Audace (calcio, Eccellenza), Matrigiani: “Atletico Lazio? Passo falso che ci può stare, ma…”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti

image_pdfimage_print

L’Audace ha visto interrompersi (almeno sul campo) la sua striscia positiva di tre vittorie consecutive. A beffarla domenica scorsa è stata l’Atletico Lazio ultimo della classe con zero punti e gol fatti prima della sfida: ma l’1-0 finale è “sub iudice” per un ricorso della stessa Audace. “Abbiamo fiducia sull’esito del ricorso, vedremo cosa accadrà – dice il direttore generale Roberto Matrigiani – Purtroppo non sono riuscito ad andare a vedere la partita per un problema personale, ma ho parlato con i ragazzi e mi hanno spiegato che è stata la classica sfida “stregata” in cui si produce tanto senza concretizzare, si colpisce una traversa, ci si trova di fronte un portiere molto valido e si viene beffati al primo tiro avversario. E’ una sconfitta che apparentemente fa rumore per i numeri precedenti dell’Atletico Lazio, ma a mio parere è stata più clamorosa la nostra vittoria sulla Lupa Frascati o sul Gaeta, vista la situazione in cui eravamo. Mi assumo le responsabilità per questo k.o., ma siamo consapevoli che c’è qualche giocatore in condizione non brillante e che la squadra reagirà immediatamente. Inoltre ho piena fiducia nei confronti di mister Daniele Scarfini: lo volevo già alla Vis Artena ed è il tecnico giusto per regalarci grandi soddisfazioni”. Il mercato è ufficialmente riaperto e all’Audace qualcosa bolle in pentola: “Posso ufficializzare l’accordo con un difensore di grandissimo spessore come Alessio Pralini, ma ci saranno altri colpi importanti perché credo fortemente nel secondo posto. Stiamo facendo un mercato che sia buono per questa stagione e anche per la prossima. Abbiamo le idee chiare e giocheremo d’anticipo. Lo devo a una persona incredibile come il patron Giuseppe Spinelli, uno davvero raro da trovare nel mondo del calcio: lui vuole arrivare tra i professionisti e io voglio aiutarlo a riuscirci. Non sono abituato a entrare in corsa, ma mi sto adattando. Inoltre qui ho trovato un club molto organizzato che ha già figure dirigenziali importanti e quindi sto cercando di entrare in punta di piedi”. Nel prossimo turno, l’Audace ospiterà il Città di Anagni: “Un club che ha investito tanto per vincere il campionato, sarà un onore affrontarla e cercheremo di metterla in difficoltà”.



Continua a leggere

Senza categoria

Valmontone 1921 (calcio, Promozione), Matteo Antonucci: “Felice per il gol e per i tre punti”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti

image_pdfimage_print

Valmontone (Rm) – Il Valmontone 1921 continua a salire sempre più in alto. Grazie al successo largo nel match di ieri pomeriggio sul campo del Torre Angela, sconfitto per 5-1, i ragazzi di mister Aurelio Sarnino si sono arrampicati al terzo posto (a meno due dalla vetta) di un girone D di Promozione che è davvero incertissimo (otto squadre in quattro punti). Per la squadra giallorossa si è trattato del terzo successo (e un pareggio subito in extremis) nelle ultime quattro partite, segno di un cambio di passo evidente a dispetto dei tanti infortuni che continuano ad affliggere la squadra. “Ieri serviva una vittoria, sia giocando bene che male non era importante – dice il centrale difensivo classe 1997 Matteo Antonucci, a bersaglio per la terza rete dei casilini – Non abbiamo fatto nulla di speciale, ma era fondamentale tornare a conquistare i tre punti dopo quel pareggio interno con la Vivace Grottaferrata che ci aveva lasciato un po’ di amaro in bocca”. Eppure il primo tempo non è stato così semplice come può suggerire il risultato: “Siamo andati sotto al primo tiro avversario e, pur pareggiando presto con una gran giocata di Barani finalizzata da Ciampi, siamo stati un po’ troppo frettolosi nel cercare qualche soluzione offensiva. Nel secondo tempo siamo rientrati con più lucidità, siamo passati in vantaggio con Ciampi e da lì la gara è stata in discesa”. Prima delle reti conclusive di Matozzo e D’Albenzo (ai primi sigilli stagionali), è arrivato anche il suo primo gol in campionato: “Sono felice, ma ancor di più lo sono per la vittoria di squadra. Non è semplice ritagliarsi spazio in una squadra così forte in tutti i reparti, ma mi alleno per farmi trovare pronto quando il mister mi chiama in causa”. Il Valmontone 1921 ha le idee chiare sugli obiettivi stagionali, per questo la società ha ormai definito gli arrivi in entrata di altri due giocatori di spessore come Andrea Casciotti e Luca Rubino. “Sappiamo che valore ha questo gruppo e vogliamo arrivare il più in alto possibile” conclude Antonucci. Il prossimo turno si giocherà ancora di mercoledì (8 dicembre, alle ore 11) quando i giallorossi ospiteranno la Lodigiani.



Continua a leggere

Senza categoria

Vis Casilina (calcio, Under 17), Cordioli: “E un girone complicato, ma possiamo dire la nostra”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti

image_pdfimage_print

Roma – Ha cominciato il campionato con un buono slancio l’Under 17 provinciale della Vis Casilina che nell’ultimo turno è stata protagonista di uno scoppiettante 4-4 nello scontro diretto sul campo dell’Aniene calcio con cui condivide il secondo posto, a tre lunghezze dalla capolista Virtus Roma. A parlare della sfida è il capitano e attaccante classe 2005 Andrea Cordioli: “E’ stata una gara difficile, giocata su un campo in terra e contro un avversario di valore. Abbiamo cominciato molto bene la partita, andando a segno prima con Pezone e poi con una mia marcatura. Sul 2-0 eravamo abbastanza in gestione, ma a quel punto all’arbitro è sfuggita una chiara posizione di fuorigioco sulla rete che è valsa l’1-2. Quell’episodio ci ha fatto un po’ innervosire e ci ha demoralizzato e l’Aniene è stata brava ad approfittarne, segnando altre due reti prima dell’intervallo. Nella ripresa abbiamo ricominciato a giocare e siamo tornati in parità col rigore di Patruno, poi gli avversari hanno segnato la rete del 4-3 prima che Ludovici, a un quarto d’ora circa dalla fine, siglasse il gol del definitivo 4-4”. La classifica vede tante squadre raccolte in pochi punti, lì davanti: “Oltre a noi, la Virtus Roma e l’Aniene calcio, ci sono squadre come Elis e Atletico Roma VI che hanno valori importanti. Noi siamo una bella compagine e possiamo puntare alla vittoria, se continuiamo a esprimere un buon calcio”. Cordioli parla del rapporto con il tecnico Andrea Roberti e con i compagni: “Il mister lo conoscevo da tempo, ha allenato me e altri compagni attuali a Torbellamonaca: è molto preparato e sempre positivo. Il gruppo si è già compattato: i ragazzi ex Torbellamonaca e quelli provenienti da altre realtà hanno trovato subito un bel feeling, personalmente sono felice di aver scelto la Vis Casilina perché qui c’è un bell’ambiente e una società molto organizzata”. Cordioli, che da buon tifoso laziale ha come idolo Ciro Immobile, è già proiettato alla sfida del prossimo turno: “Ospiteremo la Futbol Talenti che ha un punto meno di noi: un altro avversario di ottimo livello, ma dobbiamo tornare a vincere”.



Continua a leggere

I più letti