Connect with us

Roma

PISA, CELEBRAZIONE DEL 70° ANNIVERSARIO BATTAGLIA EL ALAMEIN IN FORMA RIDOTTA PER SCOMPARSA CAPORALMAGGIORE TIZIANO CHIEROTTI

Clicca e condividi l'articolo

Domani è previsto alle ore 10.00 presso l'aeroporto militare di Ciampino, il rientro della salma del caporal Maggiore Tiziano Chierotti, alpino del 2 reggimento di cuneo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Pisa – Si è svolta questa mattina a Pisa la celebrazione del 70esimo anniversario della battaglia di El Alamein.  Alla cerimonia, in forma ridotta per la scomparsa del Caporal Maggiore Tiziano Chierotti, caduto in Afghanistan lo scorso 25 ottobre, erano presenti il Ministro della Difesa Giampaolo Di Paola, il Capo di Stato Maggiore della Difesa Biagio Abrate, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Claudio Graziano e il sindaco della città di Pisa, Marco Filippeschi.  Nel suo intervento il Generale Graziano, dopo aver rivolto un doveroso pensiero a tutti i caduti e ai feriti in operazione ha detto: “Oggi, seppur in maniera ridotta, celebriamo piu' di una ricorrenza: il trentesimo anniversario delle missioni di pace e il settantesimo della battaglia di El Alamein, e lo facciamo nel ricordo del caporalmaggiore Tiziano Chierotti, del 2^ Reggimento alpini, ultimo caduto in Afghanistan". "Oggi" – ha aggiunto il Generale Graziano – "celebriamo la giornata del valore del soldato". Dal Maro' Filippo Montesi,caduto durante la Missione in Libano nel 1983 al Caporal Maggiore Tiziano Chierotti".  Il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito in questa giornata ha voluto dedicare un pensiero  al Maresciallo Massimiliano La Torre ed al Sergente Salvatore Girone, affermando che "il Paese e' stretto e vicino ai due maro' detenuti in India".  Sono trascorsi 70 anni da quando, il 23 ottobre 1942, in Africa settentrionale, i soldati italiani, protagonisti di uno degli episodi più cruenti della seconda guerra mondiale, meritarono l’onore delle armi dell’allora nemico tanto che il 3 dicembre 1942 lo stesso Winston Churchill, Primo Ministro del Regno Unito, pronunciò alla camera dei comuni la storica frase “dobbiamo inchinarci davanti ai resti di quelli che furono i caduti della folgore”.  In questa stessa occasione ha avuto luogo anche il raduno, presso lo stadio “Romeo Anconetani”, dei partecipanti alla missione in Libano del 1982, guidata dal Generale Franco Angioni, che rappresenta il primo vero impegno internazionale dell’esercito italiano. Proprio questa’anno, infatti, si celebrano i trent’anni di missioni dell’esercito italiano nei teatri operativi, tema al quale è stato dedicato il CalendEsercito 2013, dal titolo “il Cuore delle Missioni”. Nell'occasione ha avuto luogo il Raduno Nazionale dell'Associazione Nazionale Paracadutisti d'Italia (ANPd'I) con la partecipazione dei Labari delle 139 Sezioni distribuite sul territorio Nazionale. L'ANPd'I conta oltre 10.000 soci e nove Scuole di Paracadutismo. Domani è previsto alle ore 10.00 presso l'aeroporto militare di ciampino, il rientro della salma del caporal Maggiore Tiziano Chierotti, alpino del 2 reggimento di cuneo

 

Ambiente

Nemi, Europa Verde vicina al Comitato “I Corsi” via della Radiosa per dire no all’isola ecologica vicino al pozzo di acqua potabile

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

L’intervista a Filiberto Zaratti (Coordinatore Nazionale di Europa Verde) mentre cresce il malumore tra i cittadini per quella che è stata definita come una scelta infelice degli amministratori comunali

NEMI (RM) Chiara Rai, direttore responsabile del quotidiano L’Osservatore d’Italia intervista Filiberto Zaratti, Coordinatore Nazionale di Europa Verde, alla vigilia del tavolo tecnico, istituito dal Garante del Servizio Idrico Integrato, dove sono stati invitati tutti gli attori istituzionali coinvolti, su quella che è la scelta dell’amministrazione comunale guidata da Alberto Bertucci di realizzare un centro di raccolta rifiuti – isola ecologica, e i rappresentanti del Comitato “I Corsi” via della Radiosa, che raccoglie ormai quasi 300 cittadini, che si sta battendo per far rispettare la legge – 152/2006 – che vieta categoricamente la gestione rifiuti nelle immediate vicinanze di un pozzo di acqua potabile che serve la popolazione di Nemi e in alcuni periodi dell’anno anche i cittadini di altri comuni dei Castelli Romani, nonché la stessa legge vieta nell’area individuata dagli amministratori comunali rumori e odori.

E anche queste ultime prescrizioni previste dalla normativa risultano inosservate quotidianamente in quanto la società Minerva che si occupa della raccolta rifiuti effettua operazioni con i rifiuti all’interno dello stadio comunale di Nemi ridotto a parcheggio di mezzi della municipalizzata. E su questo ultimo punto si è espresso chiaramente Filiberto Zaratti che ha parlato di presentare immediatamente un esposto oltre che al Parco Regionale dei Castelli Romani, anche alla Polizia locale, Carabinieri e alla Procura della Repubblica. Una intervista a 360 gradi che approfondisce ancora di più l’annosa questione.

Continua a leggere

Metropoli

Monterotondo, rientra in casa e coglie sul fatto una ladra: arrestata 43enne di Zagarolo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

MONTEROTONDO (RM) – I Carabinieri della Sezione Radiomobile hanno arrestato in flagranza di reato una 43enne domiciliata a Zagarolo la quale, approfittando della momentanea assenza della proprietaria, dopo averne atteso l’uscita da casa si era introdotta nella sua abitazione.

La proprietaria era tuttavia rientrata a casa subito dopo trovando così la malintenzionata a rovistare in casa. Colta di sorpresa provava ad allontanarsi ma la signora aveva già richiesto l’intervento dei Carabinieri di Monterotondo, che riuscivano a bloccarla poco dopo essere uscita dalla casa, con denaro e un anello provento del furto.

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Tivoli ha convalidato l’arresto della donna, già gravata da precedenti penali per lo stesso tipo di reato, e ne ha disposto gli arresti domiciliari a Zagarolo.

Continua a leggere

Metropoli

Fiano Romano, 20enne ruba cosmetici in un negozio: arrestata e rimessa in libertà perchè incinta

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

FIANO ROMANO (RM) – Arrestata dai Carabinieri della Stazione di Torrita Tiberina in flagranza di reato una 20enne di origine rumena, domiciliata in un campo nomadi di Roma, la quale aveva occultato in una borsa svariati cosmetici asportati furtivamente in un negozio di prodotti per l’igiene personale e profumi del luogo.

La giovane, restituita la refurtiva, poiché in stato di gravidanza è stata rimessa in libertà dal Pubblico Ministero di turno presso la Procura di Rieti.

Continua a leggere

I più letti