Connect with us

Sport

Polisportiva Borghesiana, il Covid non spaventa. Iacono: “Sorpreso dai numeri nel mini volley”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Roma – “Chi semina bene, raccoglie buoni frutti” dice un antico adagio popolare. Ed è la ricetta che ha consentito alla Polisportiva Borghesiana di andare in controtendenza rispetto a tante associazioni sportive, in questi periodi flagellati dalle problematiche legate al Covid. “Sinceramente non mi sarei mai aspettato questa risposta da parte delle famiglie del territorio – dice Massimo Iacono, responsabile del settore mini volley del club capitolino – Il nostro gruppo del settore di base aumenta giorno dopo giorno, ci sono tante ragazzine, ma anche alcuni maschietti. Ho sentito diverse società che hanno difficoltà logistiche e di netto calo dei tesserati, anche per questo sono sorpreso dalla nostra situazione. Va detto che questo è anche un riconoscimento al lavoro portato avanti da questa società nel corso degli anni e anche all’organizzazione rigorosa che ci siamo dati per rispettare i protocolli anti-Covid. E prossimamente abbiamo intenzione di partecipare ad un bando per la ristrutturazione del nostro pallone per fare un restyling su copertura, pavimentazione, impianto di illuminazione e altri interventi per migliorarlo”. Proprio in virtù dei numeri di iscritti in decisa crescita, in questa stagione ad affiancare Iacono c’è Cinzia Colucci (già presente nello staff dalla passata stagione) e la “new entry” Clara Orlandi: “E’ una mia ex alunna che giocava nel gruppo Amatoriale della scorsa annata – rimarca Iacono – Ha espresso la volontà di diventare insegnante di scienze motorie e di provare a trasmettere ai bambini la sua passione per la nostra disciplina. Curerà da vicino la novità del gruppo del “micro volley”, vale a dire i bimbi di età compresa tra i 4 e i 6 anni che faranno attività propedeutiche alla pallavolo. Poi Cinzia seguirà da più vicino i ragazzini tra i 7 e i 10 anni e il sottoscritto quelli di 11 e 12 anni. Proprio coi ragazzi più grandi e magari con una maggiore preparazione pallavolistica stiamo pensando di partecipare a un campionato Under 12 o Under 13, vedremo in seguito cosa fare. Sempre per i più grandi c’è la possibilità di allenarsi una mezz’ora in più, per chi vuole, proprio per approfondire alcuni concetti tecnici”. Per le prime attività del mini volley, comunque, bisognerà attendere ancora: “Non c’è un calendario predefinito, ma la Fipav Roma, che sta cercando di sostenere l’attività delle società in questo periodo molto complicato, organizzerà probabilmente dei “micro-concentramenti” per inaugurare la stagione”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sport

Vis Casilina (calcio, Under 17 reg.), Abbafati: “Il primo successo? Dovevamo capire le idee del mister”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Roma – L’Under 17 regionale della Vis Casilina ha battuto il primo colpo. I ragazzi di mister Marco Savo hanno ottenuto il primo successo stagionale superando in uno scontro diretto casalingo l’Atletico Roma VI per 4-2. A parlare del match è il difensore classe 2006 Cristian Abbafati: “Abbiamo iniziato bene la sfida andando avanti col gol di Angeli, poi loro hanno pareggiato e così si è arrivati all’intervallo, ma il punteggio ci stava stretto perché abbiamo sciupato qualche buona occasione. Nella ripresa siamo tornati in vantaggio con Ciciou, ma loro hanno di nuovo pareggiato su un calcio di punizione. La partita in quel frangente era molto combattuta, ma su un mio assist Pepaj ha siglato la rete del 3-2. Poi ho realizzato il quarto gol con una punizione tirata quasi dalla metà campo: ho visto che il portiere non era pronto, ci ho provato ed è andata bene. E’ stato il mio secondo gol stagionale, c’erano i miei genitori Antonio e Bocena in tribuna e la dedica è per loro”. Il primo successo in campionato può dare slancio alla Vis Casilina: “Abbiamo dovuto conoscere i sistemi e le idee di calcio del mister, inoltre per molti di noi è la prima volta in un campionato regionale e quindi qualche difficoltà era preventivabile. Ovviamente l’obiettivo è quello della salvezza: se continuiamo a impegnarci come stiamo facendo, possiamo raggiungere questo traguardo. I tre punti dello scorso week-end possono darci fiducia ed entusiasmo”. Abbafati, che era alla Vis Casilina già nella passata stagione, parla del rapporto con mister Savo: “L’ho conosciuto quest’anno: si tratta di una persona alla mano con cui si può parlare anche di cose extra-calcio, mi trovo bene con lui”. La chiusura del difensore è sul prossimo turno, sulla carta proibitivo: “Faremo visita all’Atletico Lodigiani prima della classe: sarà una gara tosta, ma andiamo a giocarcela senza paura perché non abbiamo nulla da perdere”.

Continua a leggere

Sport

Vis Casilina (calcio, Under 17 reg.), Abbafati: “Il primo successo? Dovevamo capire le idee del mister”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Roma – L’Under 17 regionale della Vis Casilina ha battuto il primo colpo. I ragazzi di mister Marco Savo hanno ottenuto il primo successo stagionale superando in uno scontro diretto casalingo l’Atletico Roma VI per 4-2. A parlare del match è il difensore classe 2006 Cristian Abbafati: “Abbiamo iniziato bene la sfida andando avanti col gol di Angeli, poi loro hanno pareggiato e così si è arrivati all’intervallo, ma il punteggio ci stava stretto perché abbiamo sciupato qualche buona occasione. Nella ripresa siamo tornati in vantaggio con Ciciou, ma loro hanno di nuovo pareggiato su un calcio di punizione. La partita in quel frangente era molto combattuta, ma su un mio assist Pepaj ha siglato la rete del 3-2. Poi ho realizzato il quarto gol con una punizione tirata quasi dalla metà campo: ho visto che il portiere non era pronto, ci ho provato ed è andata bene. E’ stato il mio secondo gol stagionale, c’erano i miei genitori Antonio e Bocena in tribuna e la dedica è per loro”. Il primo successo in campionato può dare slancio alla Vis Casilina: “Abbiamo dovuto conoscere i sistemi e le idee di calcio del mister, inoltre per molti di noi è la prima volta in un campionato regionale e quindi qualche difficoltà era preventivabile. Ovviamente l’obiettivo è quello della salvezza: se continuiamo a impegnarci come stiamo facendo, possiamo raggiungere questo traguardo. I tre punti dello scorso week-end possono darci fiducia ed entusiasmo”. Abbafati, che era alla Vis Casilina già nella passata stagione, parla del rapporto con mister Savo: “L’ho conosciuto quest’anno: si tratta di una persona alla mano con cui si può parlare anche di cose extra-calcio, mi trovo bene con lui”. La chiusura del difensore è sul prossimo turno, sulla carta proibitivo: “Faremo visita all’Atletico Lodigiani prima della classe: sarà una gara tosta, ma andiamo a giocarcela senza paura perché non abbiamo nulla da perdere”.

Continua a leggere

Sport

Vis Casilina (calcio, Under 17 reg.), Abbafati: “Il primo successo? Dovevamo capire le idee del mister”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Roma – L’Under 17 regionale della Vis Casilina ha battuto il primo colpo. I ragazzi di mister Marco Savo hanno ottenuto il primo successo stagionale superando in uno scontro diretto casalingo l’Atletico Roma VI per 4-2. A parlare del match è il difensore classe 2006 Cristian Abbafati: “Abbiamo iniziato bene la sfida andando avanti col gol di Angeli, poi loro hanno pareggiato e così si è arrivati all’intervallo, ma il punteggio ci stava stretto perché abbiamo sciupato qualche buona occasione. Nella ripresa siamo tornati in vantaggio con Ciciou, ma loro hanno di nuovo pareggiato su un calcio di punizione. La partita in quel frangente era molto combattuta, ma su un mio assist Pepaj ha siglato la rete del 3-2. Poi ho realizzato il quarto gol con una punizione tirata quasi dalla metà campo: ho visto che il portiere non era pronto, ci ho provato ed è andata bene. E’ stato il mio secondo gol stagionale, c’erano i miei genitori Antonio e Bocena in tribuna e la dedica è per loro”. Il primo successo in campionato può dare slancio alla Vis Casilina: “Abbiamo dovuto conoscere i sistemi e le idee di calcio del mister, inoltre per molti di noi è la prima volta in un campionato regionale e quindi qualche difficoltà era preventivabile. Ovviamente l’obiettivo è quello della salvezza: se continuiamo a impegnarci come stiamo facendo, possiamo raggiungere questo traguardo. I tre punti dello scorso week-end possono darci fiducia ed entusiasmo”. Abbafati, che era alla Vis Casilina già nella passata stagione, parla del rapporto con mister Savo: “L’ho conosciuto quest’anno: si tratta di una persona alla mano con cui si può parlare anche di cose extra-calcio, mi trovo bene con lui”. La chiusura del difensore è sul prossimo turno, sulla carta proibitivo: “Faremo visita all’Atletico Lodigiani prima della classe: sarà una gara tosta, ma andiamo a giocarcela senza paura perché non abbiamo nulla da perdere”.

Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

SEGUI SU Twitter

I più letti