Connect with us

Cronaca

RAI RADIOTELEVISIONE ITALIANA: UNA TARGA PER I 90 ANNI DELLA RADIO

Clicca e condividi l'articolo

La targa commemorativa in via Maria Cristina 5, sul prospetto laterale dello storico Palazzo Corrodi.

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Redazione

Roma – “URI, Unione Radiofonica Italiana; 1 erre o; stazione di Roma…”: così, una voce femminile annunciava, il 6 ottobre del 1924, dai microfoni dello studio della URI in Palazzo Corrodi, l’inizio delle trasmissioni radiofoniche. Il primo programma fu un concerto di musiche di Haydn; nell’intervallo del concerto vennero trasmessi il bollettino meteorologico, le notizie di Borsa, una conversazione sul tema “Le radioaudizioni circolari” e, last but not least, le modalità per l’abbonamento.

Per celebrare il novantesimo anniversario da quel magico momento che apriva, di fatto, l’epoca della comunicazione di massa, l’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e la Direzione Radio della RAI-Radiotelevisione Italiana hanno inaugurato lunedì 6 ottobre 2014, una targa commemorativa in via Maria Cristina 5, sul prospetto laterale dello storico Palazzo Corrodi.

Alla cerimonia di inaugurazione della nuova targa in travertino, proposta e finanziata dalla RAI, hanno preso parte l’assessore alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica, Giovanna Marinelli, il sovrintendente capitolino ai Beni Culturali, Claudio Parisi Presicce, il direttore di RadioRAI Nicola Sinisi e l’assessore alla Cultura del Municipio I, Andrea Valeri.

La costruzione dell’edificio, di proprietà e sede della Cassa Italiana Geometri, fu promossa agli inizi del XX secolo dall’artista Hermann Corrodi. Concepita per ospitare ambienti adatti a divenire ateliers e ospitare mostre temporanee, divenne presto punto di riferimento per molti artisti dell’epoca: vi lavorarono, tra gli altri, Enrico Coleman, Pio Joris, Giulio Aristide Sartorio, Onorato Carlandi. Nel 1915, dichiarandosi pittore, Trilussa riuscì ad ottenere in affitto un locale dove fissò la propria dimora.
 

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Passo Corese: donna si sente sola, chiama i Carabinieri per un po’ di compagnia e loro la raggiungono a casa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

PASSO CORESE (RI) – Nel tardo pomeriggio di ieri, la Sig.ra Ivana, domiciliata a Passo Corese, 72enne, ha chiamato i Carabinieri perché si sentiva sola.

Il centralinista di turno, percepito lo stato particolarmente triste nel quale si trovava la Signora, ha avvisato il Ten. Carmelo Ceraolo, Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, il quale, unitamente al Comandante della Stazione CC di Passo Corese Luogotenente Rosario Caliendo e al Maresciallo Giuseppe Farinelli, Addetto alla Stazione di Fara Sabina, si è recato immediatamente presso il domicilio della Signora Ivana, donandole il calendario storico del 2021.

La donna, commossa dal gesto, ha ringraziato i militari e ha espresso loro il cordoglio per l’uccisione del Carabiniere Iacovacci in Congo.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Milano, arrestati i 10 componenti della banda criminale dei bancomat

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tra febbraio 2017 e aprile 2019 sono 73 gli assalti portati a compimento dal sodalizio in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Lazio, con un bottino che supera i 3, 5 milioni di euro

MILANO – Alle prime ore di questa mattina i Carabinieri del Comando Provinciale di Milano, a conclusione di una lunga attività di indagine, hanno arrestato i dieci componenti della banda criminale responsabile di aver assaltato diversi sportelli bancomat in tutta Italia.

In manette 10 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di un numero indeterminato di furti di denaro contante presso gli sportelli ATM di istituti di credito su tutto il territorio nazionale mediante assalto con miscela esplosiva, riciclaggio ed altro.

Le indagini, condotte dal Nucleo Investigativo e dirette dalla Procura della Repubblica di Milano, hanno consentito di disarticolare un sodalizio, i cui capi ed organizzatori abitano e sono cresciuti nel quartiere “Pilastro” di Bologna, specializzato nella realizzazione di assalti notturni in danno di sportelli bancomat.

Le violente esplosioni causate per scardinare gli sportelli bancomat hanno spesso provocato ingenti danni alle strutture e in alcuni casi con conseguenze di inagibilità ad interi edifici.

Tra febbraio 2017 e aprile 2019 sono 73 gli assalti portati a compimento dal sodalizio in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Lazio, con un bottino che supera i 3, 5 milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Emilio Orlando, una firma della cronaca sull’Albo dei Giornalisti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Il giornalista Emilio Orlando figura nuovamente nell’albo dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio come pubblicista dopo che nel 2019 il suo nominativo non compariva nell’elenco dell’Ordine dei Giornalisti.

A quanto risulta oggi la sua posizione di iscritto è regolare. Emilio Orlando svolge attività giornalistica principalmente su casi di cronaca nera e di giudiziaria e spesso è ospite di trasmissione televisive.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti