1

Redeemer Enhanced Edition arriva su console

Lanciato su Pc nel 2017 Redeemer si è dismostrato una vera e
propria sorpresa nel campo degli indie games. Adesso il gioco è finalmente arrivato
su PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch con Redeemer: Enhanced Edition,
versione aggiornata e ampliata che permette anche al pubblico console di
provare il titolo di Sobaka Studio. A livello di trama il software offre una
storia semplice ma che funziona e introduce i giocatori in un universo in stile
action movie anni ’80. Vasily è un ex soldato russo il quale ha partecipato a
diverse operazioni militari, non del tutto legali che lo hanno reso
estremamente forte ma al tempo stesso pazzo. Ma non finisce qui perché il
proprio governo ha deciso che doveva subire delle modifiche fisiche, ricevendo
degli innesti cibernetici che lo hanno reso una vera e propria macchina da
guerra inarrestabile. Un giorno Vassily decide di abbandonare questa vita per
sempre, e andare a vivere in un monastero tibetano seguendo la strada della
meditazione e delle arti marziali. La pace però viene a mancare quando un
gruppo di soldati entra all’interno del complesso, uccidendo chiunque gli si
pari davanti. Dopo alcuni anni passati a meditare e creare la pace interiore,
questa viene completamente interrotta risvegliando la feroce sete di sangue che
il protagonista era riuscito a sopire. Da qui ha inizio una spietata battaglia
che vedrà Vassily affrontare migliaia di spietati nemici. La trama di Redeemer
risulta abbastanza interessante e questa viene raccontata tramite dei brevi
filmati, distribuiti in maniera intelligente fra un capitolo e l’altro. Il
titolo è diviso in 20 livelli suddivisi in 3 macrocategorie per indicare
l’inizio, la metà e la fine dell’avventura ed è un vero peccato perché per
quanto sia bella l’avventura, essa non è ricca di contenuti e risulta nel breve
periodo abbastanza monotona. A livello di gameplay la produzione ha svolto un
ottimo lavoro offrendo azioni semplici, intuitive e piuttosto variegate. Grazie
all’ausilio di un setup di comandi estremamente semplice, sarà possibile
eliminare qualsiasi minaccia con una ferocia inaudita.

Con lo stick sinistro del pad sarà possibile far muovere il
personaggio in giro per le tante mappe presenti nel titolo. Quando si
incontrano i nemici si avranno 3 comandi base da utilizzare ovvero pugni, calci
e colpo critico, ma quest’ultimo può essere sfruttato solamente tramite degli
oggetti sparsi per la mappa. La visuale isometrica permette di vedere tutta
l’area di gioco, ma pigiato su un altro pulsante e spostando la levetta
sinistra in alto o in basso, si potrà osservare al di là della telecamera fissa
su Vassily. Una caratteristica interessante è data poi dalla possibilità di
utilizzare delle armi, divise in armi bianche come manganelli, asce e picconi i
quali dopo qualche colpo inflitto si distruggeranno; alle armi da fuoco come
pistole e fucili d’assalto che dopo aver finito le munizioni verranno gettate
via. In Redeemer c’è anche poi una buona varietà di antagonisti da affrontare: si
passa infatti dai poveri e inermi soldati semplici a versioni corazzate ben più
pericolose, sfociando infine in mutanti nati da esperimenti genetici falliti
che rappresentano una sfida più impegnativa, ma nulla che il nerboruto protagonista
non possa ridurre in una poltiglia sanguinante. Il titolo non risparmia sulla
violenza, e una delle caratteristiche principali è proprio il grande feedback
dei colpi che faranno sentire tutta la potenza di Vasily, e permetteranno di massacrare
i nemici in modo dannatamente divertente e appagante. Anche lo scenario gioca
un ruolo importante, infatti si possono sfruttare muri, spuntoni e altri
elementi per uccidere in modo “creativo” i malcapitati. Eliminando gli
avversari inoltre si ottiene della preziosa salute ed esperienza per migliorare
le proprie mosse e diventare ancora più letali. Una delle modifiche presenti in
questa Enhanced Edition rispetto alla versione originale è la divisione delle
abilità in Monaco per quanto riguarda tutto quello che rientra nel corpo a
corpo (calci, pugni, armi da taglio) e Soldato per le varie armi da fuoco, così
da rendere il sistema di progressione più intuitivo e fluido. Potenziando le
proprie abilità si possono creare combo più lunghe, aumentare la salute
derivante dalle uccisioni, aumentare il numero di colpi delle armi da fuoco,
diminuire l’usura delle armi da taglio e altro ancora, inoltre esplorando
l’ambiente si possono trovare delle pergamene e altri collezionabili che
aumentano i punti abilità a disposizione.

La storia di Redeemer si può completare nel giro di circa
6/7 ore, ma un’altra novità di questa Enhanced Edition è la localizzazione in
italiano, introduzione sicuramente gradita da chi non mastica bene l’inglese. Una
caratteristica interessante del titolo è la modalità Arena, nella quale al
momento sono disponibili solamente due mappe ambientate in zone viste nella
modalità storia. In questa tipologia di gioco il compito del giocatore sarà
quello di sopravvivere alle varie ondate di nemici. Quasi l’intero gioco si può
giocare esclusivamente da soli, non c’è un vero e proprio bisogno di giocare in
compagnia se non per puro divertimento. In ogni caso è bene sottolineare che è
presente la modalità coop nella quale due giocatori possono unirsi nella stessa
lobby, una feature interessante ma fine a se stessa. A livello tecnico Redeemer
Enhanced Edition ha risolto i terribili problemi di frame-rate che affliggevano
la versione PC originale, e durante la prova il gioco è sempre stato fluido con
qualche piccolo calo in occasioni sporadiche, ma nulla che compromettesse
l’esperienza come invece accaduto nella prima release. Tirando le somme quindi,
se state cercando un gioco di facile comprensione, che dia la possibilità di
affrontare centinaia di nemici e di sconfiggerli in maniera “creativa”, questo
titolo è ciò che fa per voi.

GIUDIZIO GLOBALE:

Grafica: 7

Sonoro: 7

Gameplay: 7,5

Longevità: 6,5

VOTO FINALE: 7

Francesco Pellegrino Lise