Connect with us

Rieti

RIETI, COTRAL SCAMBIO GOMMA ROTAIA – OO.SS E RSU: NUOVO SCIOPERO DI 8 ORE PER IL 9 GENNAIO 2015

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti "A questo punto sarebbe importante comprendere la vera posizione del Comitato Pendolari e dei pendolari stessi in merito"

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Rieti – Le OO.SS. Territoriali di Rieti unitamente alle RSU, dopo aver già consumato uno sciopero di 4 ore lo scorso 14 novembre 2014 contro il progetto di COTRAL SpA e della Regione Lazio mirato all’interruzione delle corse dei bus diretti da e per Roma presso la stazione di Passo Corese FFSS, intervengono in merito alla notizia che l'azienda di Trasporto laziale  COTRAL avrebbe promesso ai pendolari lo scambio gomma-rotaia a partire dal 10 gennaio 2015.

"A questo punto sarebbe importante comprendere la vera posizione del Comitato Pendolari e dei pendolari stessi in merito, – scrivono in una nota i rappresentanti sindacali – perché diventa incomprensibile ed inaccettabile che si sia trovata una forma di accordo che consente la partenza della sperimentazione, anche se solo nei fine settimana e nelle domeniche, dal 10/11 gennaio solo ed esclusivamente in provincia di Rieti e contro il parere già messo “nero su bianco” dal Comitato Pendolari in data 18.09.2014. – La nota prosegue – Come già comunicato in precedenza le scriventi OO.SS. ribadiscono la più netta contrarietà a tale sperimentazione per i seguenti motivi: 

antieconomicità del progetto e peggioramento del servizio offerto all’utenza;

dalle 9,50 alle 12,50 non ci sono treni perché fermi per manutenzione e lo scambio è gomma/gomma con bus in partenza da Rieti e da Roma che si incontrano a Fara Sabina FFSS con trasbordo passeggeri o cambio autista;

9 treni pomeridiani in partenza da Roma ed in arrivo a Passo Corese FFSS costringeranno gli utenti ad una attesa di 40 minuti per la coincidenza del bus per Rieti e quindi con un orario di percorrenza totale di 2 ore e 15;

l’ultima corsa serale in partenza da Rieti per Roma alle ore 21,45 non ha nessuna coincidenza se non quella a Passo Corese FFSS delle ore 5,20 del mattino seguente;

impossibilità di rispetto delle coincidenze con i treni per tutti i  bus pomeridiani in partenza da Rieti in quanto incolonnati nel traffico di una Salaria intasata dai rientri domenicali;

le partenza da Passo Corese FFSS per Rieti delle ore 5,40 – 6,10 – 9,45, sono a vuoto in quanto mancano i treni corrispondenti da Roma;

aumento della tariffa da € 4,50 (biglietti Rieti/Roma) a € 6,00 di cui € 3,40 bus per Passo Corese più € 2,60 treno per Roma);

aumento degli orari  di percorrenza, dall’attuale percorso massimo di 1 ora e 50 si passa da un minimo di 1 ora e 50 a 2 ore e 15;

ecc..ecc…

Si è fatto credere ai pendolari del lun/ven che per loro in futuro non cambierà nulla, con vetture sufficienti al servizio e con uno scambio a meno di 100 metri dal treno; in ogni caso fantasie in quanto il parco autobus è sotto gli occhi di tutti e lo scambio di fronte alla stazione è impraticabile in quanto la via di collegamento è interessata da un progetto di sviluppo commerciale e quindi il traffico pesante penalizzerebbe i commercianti e non vi insisterebbero le condizioni minime di sicurezza per le quali è stato necessario realizzare un piazzale a 300 metri di distanza.

Per i nuovi treni TAF (treni alta frequentazione) promessi sono fuori produzione da un decennio e quindi niente raddoppio di posti  e permanenza di sovraccarico nelle ore di punta pari al 37%  da rilievi effettuati.

A parte le fantasie di COTRA SpA, la Regione Lazio continua a permettere che sulla Cassino/Roma i bus   sono in sovrapposizione con i treni per circa 130 Km., sulla Civitavecchia Roma per 80 Km., sulla Viterbo Roma con 4 linee di collegamento ferroviario (FR Viterbo/Capranica/Roma, Viterbo Civita Castellana Roma, Viterbo/Orte con coincidenza per Roma,Viterbo/Orte/Roma diretta) e sperimenta a Rieti ove il bus è l’unico vettore.

In merito alla razionalizzazione delle fermate siamo ancora in attesa da parte di COTRAL SpA che si realizzi quanto concordato con le rappresentanti sindacali da oltre un anno, oggetto adesso di un copia/incolla di COTRAL SpA al comitato pendolari.  

COTRAL SpA e Regione Lazio, hanno  ritenuto opportuno convocare solo il Comitato Pendolari anziché le scriventi OO.SS. al fine di scongiurare la prima azione di sciopero.

– La nota sindacale conclude – Perdurando l’assenza di convocazioni è stata proclamata una nuova azione di sciopero  di 8 (otto) ore per il giorno 9 gennaio 2015 ribadendo che il servizio sta andando avanti solo grazie alla responsabilità di autisti e meccanici, i quali si trovano immersi tutti i giorni nella realtà e non nelle fantasie o in progetti che penalizzano i nostri territori già troppo disagiati rispetto ad altri".

Cronaca

Rieti, Nas chiude un ristorante cinese: gravi carenze igienico – sanitarie

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

I Carabinieri della N.A.S. di Viterbo, nell’ambito di una campagna di
controllo nel settore della ristorazione e degli alimenti etnici, disposta dal
Comando Carabinieri per la Tutela della Salute di Roma, hanno segnalato
all’A.S.L. di Rieti il gestore di un ristorante cinese.
Il controllo, effettuato unitamente ai Carabinieri della Stazione di Rieti,
infatti, ha consentito di riscontrare nel ristorante gravi carenze igienico-
sanitarie e strutturali e un’attività esercitata in modo non conforme alle norme
sulla sicurezza alimentare.
Il personale dell’ASL di Rieti, in relazione alle criticità rilevate, ha disposto
l’immediata chiusura dell’attività, il cui valore è stimato intorno ai 500.000
euro, fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.
Ammonta a 1000 euro l’importo delle violazioni amministrative contestate al
ristoratore.

Continua a leggere

Cronaca

Castel di Tora, operativa la nuova Stazione dei Carabinieri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

CASTEL DI TORA (RI) – Nuova Stazione dei Carabinieri a Castel di Tora. Il nuovo comando è diventato operativo a partire dallo scorso giovedì 5 maggio e ha di fatto sostituito il Comando di Ascrea ereditandone la giurisdizione e cioè i territori dei Comuni di Ascrea, Paganico Sabino e Colle di Tora oltre ovviamente a quello di Castel di Tora.

La nuova Caserma si trova in via Piana nr. 1 ed è già aperta al pubblico secondo gli orari stabiliti per Ascrea, esposti all’ingresso della Stazione.

In orario di apertura, è possibile contattare telefonicamente i Carabinieri di Castel di Tora, comandati dal Maresciallo Maggiore Alberico LUPI, all’utenza telefonica 0765/723113 oltre che al 112, Numero Unico di Emergenza Europeo.

Continua a leggere

Cronaca

Cantalice, 50enne arrestato quattro volte nel giro di due settimane

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Ruba una moto da mini cross e sfreccia per il paese

CANTALICE (RI) – Arrestato per la quarta volta nel giro di sole due settimane un 50enne di Cantalice. L’uomo, che si trovava già sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel proprio comune, è stato arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri di Cantalice e della Stazione di Rivodutri per il furto di una mini-moto da cross.

I militari, durante un servizio sul territorio hanno notato il 50enne sfrecciare alla guida di una mini moto da cross. Lo stesso, veniva immediatamente fermato e al controllo il mezzo presentava il blocchetto di accensione forzato in quanto era stato appena sottratto al legittimo proprietario, che ne ha successivamente denunciato il furto.

L’uomo, dopo il foto segnalamento, è stato denunciato in stato di arresto per il reato di furto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rieti.

Continua a leggere

I più letti