Connect with us

Rieti

RIETI: ECCO IL BILANCIO 2015 DELLA POLIZIA DI STATO

Clicca e condividi l'articolo

La Questura di Rieti è diretta dal Dr. Gualtiero D’Andrea

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Rieti – La Questura di Rieti presenta il bilancio consuntivo 2015 di quella che è stata l'attività, che ha visto impegnati gli uomini della polizia di Stato, a Rieti e provincia. Dalla Questura di Rieti diretta dal Dr. Gualtiero D’Andrea e dalle specialità della Polizia di Stato presenti nella provincia, il cui personale è impegnato quotidianamente nei servizi di controllo del territorio, di prevenzione e repressione dei reati, di gestione dell’ordine e sicurezza pubblica e nelle molteplici attività di tipo amministrativo, sono stati raggiunti i seguenti risultati:

–    Sono state arrestate 34 persone e denunciate 322 in stato di libertà.
–    Segnalate al Sig. Prefetto di Rieti 69 persone per uso non terapeutico di stupefacenti
–    Sono state sequestrati:
–    gr. 496,17 di hashish,
–    gr. 44,63 di cocaina,
–    gr. 9,51 di eroina,
–    gr. 61,07 di marijuana,
–    nr. 4 piante di canapa indiana,
–    nr. 177 semi di canapa indica
–    gr. 331,66 di metadone;
–    gr. 0,43 di allucinogeni;
–    gr. 5,18 di ketamina;
–    gr. 11,11 di anfetamine;
–    gr. 0,05 di LSD;
–    gr. 0,38 di MDMA;
–    nr. 77 pasticche di sostanze psicotrope.

Tra le operazioni di Polizia Giudiziaria più significative effettuate nel corso dell’anno vanno menzionate le seguenti:

Nel mese di gennaio, è stato arrestato di un uomo di anni 62, residente in provincia di Roma, resosi responsabile di possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi ed in concorso con un’altra persona, per il reato di tentata truffa in danno del negozio “Trony”.

Nel mese di febbraio, a conclusione di un’attività investigativa, conseguente ad un decesso per overdose, sono stati denunciati in stato di libertà 6 giovani, tutti residenti in questo capoluogo.
Nello stesso mese di febbraio sono state arrestate due donne romane di 29 e 30 anni, resesi responsabili, in concorso tra loro, del reato di rapina e lesioni in danno della titolare di un negozio di abbigliamento.

Nel mese di marzo, è stato denunciato in stato di libertà un uomo di 34 anni residente a Rieti, responsabile di sfruttamento di prostituzione minorile, p. e p. dall’art. 600 bis com. 2 c.p.. 
Nello stesso mese, è stato denunciato in stato di libertà nei confronti un uomo di 62 anni, residente in provincia di Roma, resosi responsabile del reato di tentata violenza sessuale in danno di una ragazza di 16 anni.
Nel mese di aprile, in collaborazione con la Squadra Mobile di Roma, è stato arrestato un uomo di anni 46, domiciliato in provincia di Rieti, poiché ritenuto responsabile di aver cagionato la morte e occultato il cadavere, di un cittadino straniero, a seguito di cessione di sostanza stupefacente.

Nel mese di maggio, in collaborazione con il Compartimento Polizia Ferroviaria del Lazio, è stato arrestato un uomo di 73 anni, poiché responsabile, unitamente ad altre 16 persone, di reati di violenza sessuale su minori p. e p. dall’art. 609 quater c.p., commessi all’interno della Stazione Termini di Roma.
Nello stesso mese, sono stati arrestati due cittadini macedoni resisi responsabili di estorsione in danno di un loro connazionale.

Nel mese di luglio è stato arrestato un uomo di 43 anni, per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, trovato in possesso di 9 involucri di cellophane contenenti hashish e cocaina e di materiale idoneo al taglio e confezionamento di dosi.
Nello stesso mese, è stato arrestato un giovane di 25 anni, resosi responsabile di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella circostanza, è stata sequestrata l’autovettura ove era occultata la sostanza stupefacente.
Inoltre, è stato arrestato un uomo di 33 anni, domiciliato in provincia di Terni, trovato in possesso di 15 dosi anfetamina e 5 involucri di  ketamina, MDMA e hashish.

Nel mese di agosto è stata arrestata una cittadina rumena di 18 anni resasi responsabile del reato di furto con destrezza. La stessa, con il pretesto di abbracciare un uomo all’interno dei bagni della locale stazione ferroviaria, gli ha sottratto una collana in oro.

Nel mese di settembre è stato arrestato un uomo di 65 anni , residente a Rieti,  perché ritenuto responsabile del reato di violenza sessuale aggravata in danno di una ragazza di 15 anni.
Nello stesso mese, in collaborazione con personale dell’UPGSP, è stato tratto in arresto un uomo di 41 anni di Napoli, residente a Cittaducale (RI), trovato in possesso di 32 banconote da 20 euro contraffatte.

Nel mese di ottobre, nel corso di un servizio antidroga, effettuato nei pressi di un istituo scolastico del capoluogo, sono stati denunciati in stato di libertà due minori entrambi residenti in provincia di Roma e studenti di quell’Istituto, sono stati trovati in possesso di hashish.

Nel mese di novembre, nel corso di un’operazione antidroga, è stato arrestato un uomo di 30 anni, residente a Passo Corese (RI), trovato in possesso di dosi di cocaina, hashish e materiale idoneo al confezionamento di dosi e, nel corso di un’altra operazione,  all’arresto di  un giovane reatino di 29 anni, trovato in possesso  di cocaina, di un bilancino di precisione e di oltre 150 euro.
Nello stesso mese, a conclusione di indagini iniziate nel settembre 2012, sono state denunciate in stato di libertà 23 persone resesi responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Alcuni di loro sono stati denunciati anche per il reato di tentata estorsione e ricettazione.
Nel mese di novembre si è proceduto anche alla cattura di un uomo, catanese di 45 anni, evaso dalla detenzione domiciliare nel mesi di maggio del2014.

Nel mese di dicembre è stato arrestato un cittadino del Gambia di 21 anni, resosi responsabile del reato di rapina impropria aggravata, in danno di una dipendente di una cooperativa reatina di assistenza per gli immigrati.
Nello stesso mese, sono stati arrestati due cittadini tunisini, residenti a Rieti, trovati in possesso di dosi di eroina e di cocaina.
Nel mese di dicembre, infine, è stata arrestata una cittadina Dominicana, residente a Roma, ritenuta responsabile dei reati  di rapina e lesioni personali commessi ai danni di due anziani entrambi residenti nella provincia di Rieti. La donna, dopo aver adescato le vittime mediante annuncio sul periodico Porta Portese, spacciandosi per una collaboratrice domestica in cerca di occupazione, ha somministrato loro una soluzione di alcol e psicofarmaci per addormentarli e derubarli di preziosi, denaro e carte di credito. 

Attività della Divisione di Polizia Anticrimine

–    Avvisi orali irrogati dal Questore                     nr. 7;
–    Fogli di Via Obbligatorio                        nr. 23;
–    Sorveglianza Speciale di P.S.                    nr. 7;
–    Controlli effettuati alle persone sottoposte alle misure
             alternative alla detenzione                          nr. 32;
–    DASPO                                nr.   0;
–    Ammonimenti irrogati                        nr.   3.

L’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, contraddistinto da pattuglie della Squadra Volante con personale in uniforme, ha intensificato il controllo del territorio conseguendo i seguenti risultati:

–    Persone controllate                             nr. 9.670;
–    Veicoli controllati                             nr. 6.697;
–    Documenti controllati                        nr. 8.106; 
–    Chiamate al numero telefonico di soccorso pubblico “113”     nr. 20.446.

Da segnalare l’attività svolta dal personale specializzato in servizio presso il Posto di Polizia del Monte Terminillo che ha portato al soccorso di 51 persone per incidenti sulle piste da sci e per dispersi in montagna.

Attività della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale :

–    Rilascio e rinnovo passaporti                             nr. 2514;
–    Rilascio e rinnovo licenze di porto di fucile per uso caccia e per uso sportivo    nr. 1506;
–    Nulla osta all’acquisto di armi                            nr. 140;
–    Provvedimenti di revoca, sospensione e rifiuto di licenza di porto di fucile     nr. 36;
–    Proposte inoltrate all’UTG ai fini dell’adozione di provvedimenti di divieto di detenzione armi                                                                                    nr. 19;
–    Controlli amministrativi ad esercizi o locali pubblici                nr. 41.

Attività in materia di Immigrazione

–    Rilascio e rinnovo permessi di soggiorno                         nr. 3151;
–    Rilascio permessi di soggiorno familiari cittadini UE                nr.   192;
–    Permessi di soggiorno di lunga durata                        nr.  390;
–    Decreti di espulsione                                    nr.     37;
–    Provvedimenti di revoca del soggiorno emessi                    nr.       0;
–    Provvedimenti di rifiuto emessi                            nr.     14;
–    Richieste di riconoscimento di status di rifugiato                    nr.   126;
–    Permessi di soggiorno per motivi umanitari rilasciati                nr.   212.

–    Sono stati effettuati nr. 10 accompagnamenti presso i Centri di Identificazione ed Espulsione e nr. 10 accompagnamenti alla frontiera.

Attività della D.I.G.O.S. –     Proficua è stata l’attività della Divisione nel settore della lotta all’eversione e della prevenzione in genere, soprattutto per quel che concerne i controlli sul territorio di persone provenienti anche da altre province.
    L’attività dell’ufficio ha portato ad assicurate 750 pattuglie, effettuare 50 servizi di scorta a personalità nell’ambito del territorio della provincia ed è stata assicurata una costante presenza in occasione delle numerose manifestazioni pubbliche, sia politiche che sportive (oltre 300).
    Sono state gestite, inoltre, con grande professionalità, le numerose vertenze sindacali e del mondo del lavoro in particolare.

Attività dell’Ufficio di Gabinetto- Gestione Ordine Pubblico
– E’ da ricordare il costante impegno fornito dalla Polizia di Stato e dalle altre Forze di Polizia in tema di ordine pubblico, con l’emanazione da parte del Sig. Questore di circa 1290 ordinanze nelle quali è stato previsto, in talune manifestazioni particolarmente delicate, anche l’impiego di personale di rinforzo proveniente dai reparti inquadrati (Partite di calcio di Lega Pro, Carnevalone Liberato di Poggio Mirteto, manifestazioni di lavoratori e di studenti).
Durante le manifestazioni non si sono mai verificati episodi che abbiano turbato la sicurezza pubblica.

Altrettanto importante è stata l’attività svolta dalla Sezione della Polizia Stradale di Rieti e dei suoi Distaccamenti di Amatrice e Passo Corese, i cui risultati si possono così riassumere:

–    Persone denunciate in stato di libertà                 nr. 76;
–    Persone controllate                             nr. 21.541;
–    Veicoli controllati                             nr. 21.496;
–    Pattuglie effettuate                             nr. 3.144;
–    Servizi effettuati contro le c.d. “Stragi del Sabato Sera”         nr. 27;
–    Persone controllate con precursori ed etilometro        nr. 20.529;
–    Servizi effettuati per attività di scorta                 nr. 8;
–    Infrazioni al C.d.S.                             nr. 7.188;
–    Controlli amministrativi                         nr. 56   

–    Veicoli sequestrati                             nr. 156;
–    Sequestri penali
•    Veicoli                    nr. 7;
•    Aree officina                nr. 1;
•    Strumenti di effrazione        nr. 2;
•    Telefoni cellulari            nr. 4;
   
–    Carte di circolazione ritirate                     nr. 10;
–    Patenti di guida ritirate                        nr. 222;
–    Incidenti rilevati                             nr. 235
di cui 3 con esito mortale (3 persone decedute) e 89 con feriti (143 persone ferite);
–    Soccorsi stradali effettuati                        nr. 4.653.

A tale attività va aggiunta quella della Sezione di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Rieti che nel corso dell’anno ha conseguito i seguenti risultati:

–    Persone denunciate in stato di libertà                 nr. 82;
–    Denunce raccolte                            nr. 223;
–    Pattuglie effettuate                             nr. 550;
–    Controlli ad uffici Postali                         nr. 2545;
–    Persone controllate                            nr. 270;
–    Perquisizioni effettuate                        nr. 7;
–    Sequestri effettuati                            nr. 7;
–    Importi illecitamente sottratti                    € 63.014.
 

Castelli Romani

Cotral, assembramenti alle fermate e nei bus: c’è alto rischio contagi in barba alla pubblicità aziendale [Il reportage fotografico]

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ROMA – Assembramenti di fronte la fermata del Cotral in via Anagnina. In barba al rispetto delle distanze da mantenere nella Fase 2.

E proprio la distanza non appare rispettata in alcuna maniera

Iniziamo dalle banchine dove non c’è nessuno a controllare che non si creino gruppi di persone. Ancora peggio la situazione all’interno dei bus dove in primis l’autista non appare sufficientemente distanziato dai passeggeri. Il vetro non basta, ci vorrebbe del plexiglass per garantire il giusto isolamento.

La pubblicità dell’azienda sui tg e la realtà

I marker indicati nelle pubblicità Cotral

I posti a sedere che, secondo le pubblicità in pompa magna dell’azienda anche sui vari tg, dovevano necessariamente avere i marker ad indicare che determinati posti non andavano occupati sono invece sprovvisti di qualsiasi indicazione sulla stragrande maggioranza dei mezzi.

Continua a leggere

Castelli Romani

Regione Lazio, Covid-19. trend contagi rallenta al 3,9 percento: la situazione aggiornata nelle ASL e Aziende Ospedaliere

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Si è conclusa alla presenza dell’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato la videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere e Policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

“Oggi registriamo un dato di 151 casi di positività, si conferma il rallentamento del trend al 3,9%. A Rieti si registra un dato di 58 casi in prevalenza già noti, relativi ai cluster delle case di riposo, notificati in ritardo e che rappresenta 1/3 dei casi totali nella regione, mentre Roma città continua il rallentamento. Buone le performance registrate dalle terapie intensive dell’A.O. Sant’Andrea che hanno un dato di bassa mortalità. Su dieci pazienti critici che entrano in terapia intensiva infatti otto di questi hanno un esito clinico positivo. Proseguono i controlli nelle case di cura, circa 1/3 di queste strutture sono state controllate su tutto il territorio e oltre il 60% delle RSA. Da questa mattina partono le prime RSA COVID. Questa mattina ho inoltre fatto visita al COVID Center dell’Ospedale dei Castelli e ho potuto apprezzare una particolare attenzione alla sicurezza e i percorsi. Un ringraziamento va a tutti gli operatori. Superata quota 50 mila tamponi effettuati da inizio emergenza e sono in continua crescita i guariti che salgono di 27 unità nelle ultime 24h arrivando a 502 totali. Sono usciti dalla sorveglianza domiciliare in 12.684 e i decessi nelle ultime 24h sono stati 10” commenta l’Assessore D’Amato.

La nuova app della Regione ‘LazioDrCovid’ in collaborazione con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, ha già registrato oltre 81 mila utenti che hanno scaricato l’applicazione e 2.200 medici di famiglia e 310 pediatri di libera scelta collegati. Per quanto riguarda infine i DPI – dispositivi di protezione individuale oggi sono in distribuzione presso le strutture sanitarie: 64.000 mascherine chirurgiche, 32.200 maschere FFP2, 3.200 maschere FFP3, 6.500 camici impermeabili, 28.000 calzari, 63.000 guanti e 15.000 cuffie.

La situazione nelle Asl e Aziende Ospedaliere:

Asl Roma 1 – 15 nuovi casi positivi. 2 i pazienti che sono guariti. 1.498 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Controllate 10 RSA su 18 e più di 40 case di riposo del territorio;

Asl Roma 2 – 16 nuovi casi positivi. 43 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Controllate 10 RSA su 18 e il 70% delle case di riposo del territorio;

Asl Roma 3 – 8 nuovi casi positivi. 10 i pazienti che sono guariti. 2 i decessi: due uomini di 79 e 84 anni con precedenti patologie. 1.545 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Attivati oggi 4 posti di terapia intensiva all’Ospedale Grassi. Controllate 5 RSA sulle 10 presenti nel territorio;

Asl Roma 4 – 3 nuovi casi positivi. 1 paziente è guarito. 0 decessi. 1.498 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Si sono conclusi i controlli su tutte le RSA e case di riposo del territorio;

Asl Roma 5 – 12 nuovi casi positivi. 4 i pazienti sono guariti. 3 pazienti sono deceduti. 1.577 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. 44 su 49 le case di riposo controllate. Una risultata abusiva è stata denunciata;

Asl Roma 6 – 11 nuovi casi positivi. 2 decessi: una donna di 70 anni di Albano e un uomo di Velletri di 44 anni. 54 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. A Genzano da oggi operativo il laboratorio per il test COVID. Completate le verifiche sulle strutture socio assistenziali del territorio;

Asl di Latina – 14 nuovi casi positivi. Deceduta una donna di 80 anni con precedenti patologie. 3 pazienti sono guariti. 3.832 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Controllato il 58% delle case di riposo e il 100% delle RSA;

Asl di Frosinone – 6 nuovi casi positivi. 2 pazienti sono guariti. 0 decessi nelle ultime 24 ore. 301 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Prevista la riapertura il PS di Alatri dopo la sanificazione da parte dei Vigili del Fuoco. Controllate l’85% delle case di riposo e il 100% delle RSA del territorio;

Asl di Viterbo – 8 nuovi casi positivi. 5 pazienti sono guariti. Anche oggi non si registrano decessi nella provincia. 2.305 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Controllate il 30% delle RSA e delle case di riposo del territorio;

Asl di Rieti – 58 nuovi casi positivi di cui 30 dal cluster di Contigliano e gli altri riferibili alle case di riposo del territorio. Il dato è frutto di un ritardo delle notifiche nelle giornate precedenti. 2 pazienti sono guariti. 2 decessi: un uomo di 91 e un uomo di 83 anni con patologie pregresse. 31 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Controllato il 50% delle case di riposo e il 100% delle RSA del territorio;

Policlinico Umberto I – Attualmente 134 pazienti ricoverati in degenza ordinaria e 23 pazienti ricoverati in terapia intensiva. 2 pazienti sono guariti;

Azienda Ospedaliera San Giovanni – Non si registrano operatori sanitari positivi. Domani sarà attivato il laboratorio per il test COVID h24;

Azienda Ospedaliera Sant’Andrea – Attivo servizio psicologico per cittadini e operatori h24. Terapie intensive: ad oggi su 10 pazienti ricoverati in terapia intensiva 8 sopravvivono;

Policlinico Gemelli – 250 pazienti ricoverati in posti letto ordinari. 40 pazienti ricoverati in terapia intensiva;

Policlinico Tor Vergata – 7 pazienti sono guariti. Domani saranno attivati ulteriori 16 posti letto dedicati;

Azienda Ospedaliera San Camillo – Operativo il laboratorio per il test COVID;

Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – 8 pazienti ricoverati. 3 neonati e 2 mamme di Civitavecchia sono risultati negativi al primo tampone, in attesa del secondo per la conferma della guarigione;

Ares 118: Non si registra nessuna difficoltà sui trasferimenti e sulle terapie intensive

IFO – Attivo il servizio di consulenza dermatologica e venereologica a distanza per tutti coloro che hanno necessità di contattare uno specialista. Da domani operativo il laboratorio per il test COVID;

Università Campus Bio-Medico – 8 pazienti ricoverati in terapia intensiva e 2 in degenza ordinaria al COVID Center Campus Biomedico.

Continua a leggere

Castelli Romani

Oltre 20 milioni di euro dalla Regione Lazio per buoni spesa: ecco come funziona

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

La Regione Lazio con due apposite delibere di giunta approvate oggi su proposta dell’assessore alle Politiche sociali Welfare ed Enti locali Alessandra Troncarelli, sono stati approvati due provvedimenti: “Buono spesa” che stanzia 19 milioni di euro in favore dei Comuni e misure straordinarie per gli enti del terzo settore per un importo di 2 milioni di euro.

Nel dettaglio, i 19 milioni di euro sono così suddivisi:

7 milioni sono destinati ai Municipi di Roma Capitale, mentre i restanti 12 milioni sono ripartiti tra gli altri Comuni del Lazio, in proporzione alla popolazione.

“Le risorse di “Buono spesa” – spiega l’assessore Troncarelli – sono riservate all’acquisto di cibo, alla distribuzione di pacchi alimentari, nonché alla copertura dei costi sostenuti per i medicinali. Destinatari sono le famiglie e tutte quelle persone che, con l’attuale crisi, non hanno mezzi per far fronte ai bisogni primari. In un momento tanto difficile, la Regione Lazio sta mettendo in campo una serie di azioni concrete e immediate per alleviare le difficoltà delle fasce più vulnerabili, assicurando i beni di prima necessità e dando la possibilità di acquistare anche le medicine. È prevista la possibilità di usufruire delle convenzioni con gli enti del terzo settore per la distribuzione a domicilio”.

Per accedere al servizio, va presentata domanda al segretariato sociale territorialmente competente (anche per via telefonica o mail) oppure bisogna essere segnalati da parte degli enti del Terzo settore.

Tra i requisiti richiesti, l’essere in carico ai servizi sociali comunali oppure trovarsi in una situazione di bisogno a causa dell’emergenza derivante dalla epidemia, previa autocertificazione soggetta a successiva verifica.

Il buono spesa o pacco alimentare ha un valore di 5 euro a persona al giorno, elevabile a 7 euro in caso in cui il destinatario sia un minore. Al fine di raggiungere il maggior numero di soggetti possibile, il massimo importo concedibile per singolo nucleo familiare ammonta a 100 euro a settimana. Le spese per medicinali sono riconosciute in base alla situazione di disagio economico, fino a un massimo di 100 euro al mese.

I Comuni provvederanno tempestivamente all’erogazione dei buoni spesa o dei pacchi alimentari ai beneficiari, anche attraverso l’attivazione di accordi con le catene di distribuzione alimentare o con singoli esercizi per il servizio di consegna a domicilio. Fondamentale sarà anche il ruolo degli uffici di piano dei distretti socio-sanitari a supporto dei singoli Comuni.

“Con lo stanziamento in favore degli enti del terzo settore – continua l’assessore Troncarelli – diamo un ulteriore riconoscimento al mondo del volontariato che, ancora una volta, assicura un supporto insostituibile nella erogazione di servizi essenziali a favore delle fasce più deboli della popolazione”.

Tra le iniziative finanziate: acquisto e consegna al domicilio di pasti, beni di prima necessità, farmaci, alimentari, prodotti per igiene e profilassi; acquisto e distribuzione di dispositivi di protezione individuale dal Covid19 anche per gli ospiti di case di riposo, ‘dopo di noi’ e altre strutture di accoglienza; acquisto pasti per le mense sociali, per i dormitori e per le strutture di accoglienza. Le risorse sono destinate tramite avviso pubblico, per un massimo di 200mila euro per ciascun ente del terzo settore.

Continua a leggere

I più letti