Connect with us

Rieti

RIETI: ECCO IL BILANCIO 2015 DELLA POLIZIA DI STATO

Clicca e condividi l'articolo

La Questura di Rieti è diretta dal Dr. Gualtiero D’Andrea

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Redazione

Rieti – La Questura di Rieti presenta il bilancio consuntivo 2015 di quella che è stata l'attività, che ha visto impegnati gli uomini della polizia di Stato, a Rieti e provincia. Dalla Questura di Rieti diretta dal Dr. Gualtiero D’Andrea e dalle specialità della Polizia di Stato presenti nella provincia, il cui personale è impegnato quotidianamente nei servizi di controllo del territorio, di prevenzione e repressione dei reati, di gestione dell’ordine e sicurezza pubblica e nelle molteplici attività di tipo amministrativo, sono stati raggiunti i seguenti risultati:

–    Sono state arrestate 34 persone e denunciate 322 in stato di libertà.
–    Segnalate al Sig. Prefetto di Rieti 69 persone per uso non terapeutico di stupefacenti
–    Sono state sequestrati:
–    gr. 496,17 di hashish,
–    gr. 44,63 di cocaina,
–    gr. 9,51 di eroina,
–    gr. 61,07 di marijuana,
–    nr. 4 piante di canapa indiana,
–    nr. 177 semi di canapa indica
–    gr. 331,66 di metadone;
–    gr. 0,43 di allucinogeni;
–    gr. 5,18 di ketamina;
–    gr. 11,11 di anfetamine;
–    gr. 0,05 di LSD;
–    gr. 0,38 di MDMA;
–    nr. 77 pasticche di sostanze psicotrope.

Tra le operazioni di Polizia Giudiziaria più significative effettuate nel corso dell’anno vanno menzionate le seguenti:

Nel mese di gennaio, è stato arrestato di un uomo di anni 62, residente in provincia di Roma, resosi responsabile di possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi ed in concorso con un’altra persona, per il reato di tentata truffa in danno del negozio “Trony”.

Nel mese di febbraio, a conclusione di un’attività investigativa, conseguente ad un decesso per overdose, sono stati denunciati in stato di libertà 6 giovani, tutti residenti in questo capoluogo.
Nello stesso mese di febbraio sono state arrestate due donne romane di 29 e 30 anni, resesi responsabili, in concorso tra loro, del reato di rapina e lesioni in danno della titolare di un negozio di abbigliamento.

Nel mese di marzo, è stato denunciato in stato di libertà un uomo di 34 anni residente a Rieti, responsabile di sfruttamento di prostituzione minorile, p. e p. dall’art. 600 bis com. 2 c.p.. 
Nello stesso mese, è stato denunciato in stato di libertà nei confronti un uomo di 62 anni, residente in provincia di Roma, resosi responsabile del reato di tentata violenza sessuale in danno di una ragazza di 16 anni.
Nel mese di aprile, in collaborazione con la Squadra Mobile di Roma, è stato arrestato un uomo di anni 46, domiciliato in provincia di Rieti, poiché ritenuto responsabile di aver cagionato la morte e occultato il cadavere, di un cittadino straniero, a seguito di cessione di sostanza stupefacente.

Nel mese di maggio, in collaborazione con il Compartimento Polizia Ferroviaria del Lazio, è stato arrestato un uomo di 73 anni, poiché responsabile, unitamente ad altre 16 persone, di reati di violenza sessuale su minori p. e p. dall’art. 609 quater c.p., commessi all’interno della Stazione Termini di Roma.
Nello stesso mese, sono stati arrestati due cittadini macedoni resisi responsabili di estorsione in danno di un loro connazionale.

Nel mese di luglio è stato arrestato un uomo di 43 anni, per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, trovato in possesso di 9 involucri di cellophane contenenti hashish e cocaina e di materiale idoneo al taglio e confezionamento di dosi.
Nello stesso mese, è stato arrestato un giovane di 25 anni, resosi responsabile di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella circostanza, è stata sequestrata l’autovettura ove era occultata la sostanza stupefacente.
Inoltre, è stato arrestato un uomo di 33 anni, domiciliato in provincia di Terni, trovato in possesso di 15 dosi anfetamina e 5 involucri di  ketamina, MDMA e hashish.

Nel mese di agosto è stata arrestata una cittadina rumena di 18 anni resasi responsabile del reato di furto con destrezza. La stessa, con il pretesto di abbracciare un uomo all’interno dei bagni della locale stazione ferroviaria, gli ha sottratto una collana in oro.

Nel mese di settembre è stato arrestato un uomo di 65 anni , residente a Rieti,  perché ritenuto responsabile del reato di violenza sessuale aggravata in danno di una ragazza di 15 anni.
Nello stesso mese, in collaborazione con personale dell’UPGSP, è stato tratto in arresto un uomo di 41 anni di Napoli, residente a Cittaducale (RI), trovato in possesso di 32 banconote da 20 euro contraffatte.

Nel mese di ottobre, nel corso di un servizio antidroga, effettuato nei pressi di un istituo scolastico del capoluogo, sono stati denunciati in stato di libertà due minori entrambi residenti in provincia di Roma e studenti di quell’Istituto, sono stati trovati in possesso di hashish.

Nel mese di novembre, nel corso di un’operazione antidroga, è stato arrestato un uomo di 30 anni, residente a Passo Corese (RI), trovato in possesso di dosi di cocaina, hashish e materiale idoneo al confezionamento di dosi e, nel corso di un’altra operazione,  all’arresto di  un giovane reatino di 29 anni, trovato in possesso  di cocaina, di un bilancino di precisione e di oltre 150 euro.
Nello stesso mese, a conclusione di indagini iniziate nel settembre 2012, sono state denunciate in stato di libertà 23 persone resesi responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Alcuni di loro sono stati denunciati anche per il reato di tentata estorsione e ricettazione.
Nel mese di novembre si è proceduto anche alla cattura di un uomo, catanese di 45 anni, evaso dalla detenzione domiciliare nel mesi di maggio del2014.

Nel mese di dicembre è stato arrestato un cittadino del Gambia di 21 anni, resosi responsabile del reato di rapina impropria aggravata, in danno di una dipendente di una cooperativa reatina di assistenza per gli immigrati.
Nello stesso mese, sono stati arrestati due cittadini tunisini, residenti a Rieti, trovati in possesso di dosi di eroina e di cocaina.
Nel mese di dicembre, infine, è stata arrestata una cittadina Dominicana, residente a Roma, ritenuta responsabile dei reati  di rapina e lesioni personali commessi ai danni di due anziani entrambi residenti nella provincia di Rieti. La donna, dopo aver adescato le vittime mediante annuncio sul periodico Porta Portese, spacciandosi per una collaboratrice domestica in cerca di occupazione, ha somministrato loro una soluzione di alcol e psicofarmaci per addormentarli e derubarli di preziosi, denaro e carte di credito. 

Attività della Divisione di Polizia Anticrimine

–    Avvisi orali irrogati dal Questore                     nr. 7;
–    Fogli di Via Obbligatorio                        nr. 23;
–    Sorveglianza Speciale di P.S.                    nr. 7;
–    Controlli effettuati alle persone sottoposte alle misure
             alternative alla detenzione                          nr. 32;
–    DASPO                                nr.   0;
–    Ammonimenti irrogati                        nr.   3.

L’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, contraddistinto da pattuglie della Squadra Volante con personale in uniforme, ha intensificato il controllo del territorio conseguendo i seguenti risultati:

–    Persone controllate                             nr. 9.670;
–    Veicoli controllati                             nr. 6.697;
–    Documenti controllati                        nr. 8.106; 
–    Chiamate al numero telefonico di soccorso pubblico “113”     nr. 20.446.

Da segnalare l’attività svolta dal personale specializzato in servizio presso il Posto di Polizia del Monte Terminillo che ha portato al soccorso di 51 persone per incidenti sulle piste da sci e per dispersi in montagna.

Attività della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale :

–    Rilascio e rinnovo passaporti                             nr. 2514;
–    Rilascio e rinnovo licenze di porto di fucile per uso caccia e per uso sportivo    nr. 1506;
–    Nulla osta all’acquisto di armi                            nr. 140;
–    Provvedimenti di revoca, sospensione e rifiuto di licenza di porto di fucile     nr. 36;
–    Proposte inoltrate all’UTG ai fini dell’adozione di provvedimenti di divieto di detenzione armi                                                                                    nr. 19;
–    Controlli amministrativi ad esercizi o locali pubblici                nr. 41.

Attività in materia di Immigrazione

–    Rilascio e rinnovo permessi di soggiorno                         nr. 3151;
–    Rilascio permessi di soggiorno familiari cittadini UE                nr.   192;
–    Permessi di soggiorno di lunga durata                        nr.  390;
–    Decreti di espulsione                                    nr.     37;
–    Provvedimenti di revoca del soggiorno emessi                    nr.       0;
–    Provvedimenti di rifiuto emessi                            nr.     14;
–    Richieste di riconoscimento di status di rifugiato                    nr.   126;
–    Permessi di soggiorno per motivi umanitari rilasciati                nr.   212.

–    Sono stati effettuati nr. 10 accompagnamenti presso i Centri di Identificazione ed Espulsione e nr. 10 accompagnamenti alla frontiera.

Attività della D.I.G.O.S. –     Proficua è stata l’attività della Divisione nel settore della lotta all’eversione e della prevenzione in genere, soprattutto per quel che concerne i controlli sul territorio di persone provenienti anche da altre province.
    L’attività dell’ufficio ha portato ad assicurate 750 pattuglie, effettuare 50 servizi di scorta a personalità nell’ambito del territorio della provincia ed è stata assicurata una costante presenza in occasione delle numerose manifestazioni pubbliche, sia politiche che sportive (oltre 300).
    Sono state gestite, inoltre, con grande professionalità, le numerose vertenze sindacali e del mondo del lavoro in particolare.

Attività dell’Ufficio di Gabinetto- Gestione Ordine Pubblico
– E’ da ricordare il costante impegno fornito dalla Polizia di Stato e dalle altre Forze di Polizia in tema di ordine pubblico, con l’emanazione da parte del Sig. Questore di circa 1290 ordinanze nelle quali è stato previsto, in talune manifestazioni particolarmente delicate, anche l’impiego di personale di rinforzo proveniente dai reparti inquadrati (Partite di calcio di Lega Pro, Carnevalone Liberato di Poggio Mirteto, manifestazioni di lavoratori e di studenti).
Durante le manifestazioni non si sono mai verificati episodi che abbiano turbato la sicurezza pubblica.

Altrettanto importante è stata l’attività svolta dalla Sezione della Polizia Stradale di Rieti e dei suoi Distaccamenti di Amatrice e Passo Corese, i cui risultati si possono così riassumere:

–    Persone denunciate in stato di libertà                 nr. 76;
–    Persone controllate                             nr. 21.541;
–    Veicoli controllati                             nr. 21.496;
–    Pattuglie effettuate                             nr. 3.144;
–    Servizi effettuati contro le c.d. “Stragi del Sabato Sera”         nr. 27;
–    Persone controllate con precursori ed etilometro        nr. 20.529;
–    Servizi effettuati per attività di scorta                 nr. 8;
–    Infrazioni al C.d.S.                             nr. 7.188;
–    Controlli amministrativi                         nr. 56   

–    Veicoli sequestrati                             nr. 156;
–    Sequestri penali
•    Veicoli                    nr. 7;
•    Aree officina                nr. 1;
•    Strumenti di effrazione        nr. 2;
•    Telefoni cellulari            nr. 4;
   
–    Carte di circolazione ritirate                     nr. 10;
–    Patenti di guida ritirate                        nr. 222;
–    Incidenti rilevati                             nr. 235
di cui 3 con esito mortale (3 persone decedute) e 89 con feriti (143 persone ferite);
–    Soccorsi stradali effettuati                        nr. 4.653.

A tale attività va aggiunta quella della Sezione di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Rieti che nel corso dell’anno ha conseguito i seguenti risultati:

–    Persone denunciate in stato di libertà                 nr. 82;
–    Denunce raccolte                            nr. 223;
–    Pattuglie effettuate                             nr. 550;
–    Controlli ad uffici Postali                         nr. 2545;
–    Persone controllate                            nr. 270;
–    Perquisizioni effettuate                        nr. 7;
–    Sequestri effettuati                            nr. 7;
–    Importi illecitamente sottratti                    € 63.014.
 

Print Friendly, PDF & Email

Rieti

Poggio Mirteto, vigili del fuoco ancora sotto organico. Nencini (Psi) presenta interrogazione

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

“Garantire alla popolazione della Bassa Sabina un uguale diritto al soccorso urgente dei Vigili del Fuoco”. Così il senatore del Psi, Riccardo Nencini, nell’interrogazione presentata al ministero dell’Interno su segnalazione dell’ex deputato socialista Oreste Pastorelli. La richiesta di chiarimenti arriva in seguito al mancato incremento di personale nel Distaccamento Permanente dei VVF di Poggio Mirteto.

La divisione di Poggio serve infatti “circa 30 comuni popolati complessivamente da 50 mila abitanti – si spiega nell’interrogazione – che sulla sua vastissima area, tra l’altro ad elevato rischio idrogeologico, vi sono ubicati un complesso industriale in continua crescita (Amazon e indotto), due ampi complessi scolastici, centri culturali e artistici di importanza nazionale, una Riserva Naturale Regionale e vi è il passaggio dell’Autostrada A1 (le uscite di Ponzano Soratte, Magliano Sabina con i rispettivi caselli autostradali) della rete ferroviaria, e del fiume Tevere”. Nencini chiede al Governo le motivazioni di tale scelta e se l’Esecutivo sia a conoscenza del mancato incremento di organico, considerato che il Distaccamento di Poggio Mirteto effettua “circa mille interventi l’anno”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Enogastronomia e turismo nel Lazio: il rilancio parte dalla cura del territorio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Lazio in Movimento, questo il nome del progetto che ha come obiettivo quello di far conoscere, in modo sistematico e organizzato, i prodotti dell’agricoltura laziale e le loro trasformazioni, valorizzandoli e promuovendoli attraverso manifestazioni, percorsi conoscitivi, seminari formativi, progetti didattici interattivi e mostre.

Un’iniziativa che nasce da un’idea di Michela Irione, maturata in sette anni di attività come proprietaria di un’enoteca con cucina a Grottaferrata e che da sempre ha avuto una grande passione per il mondo del cibo e del vino.

CLICCARE SULLA FOTO PER GUARDARE IL VIDEO

Enogastronomia e valorizzazione del territorio laziale. In studio il giornalista Luigi Jovino, Luigi Caporicci presidente della storica cantina Gotto d’Oro, Michela Irione fautrice dell’iniziativa Lazio in Movimento, Luigi Fragiotta “socio della cantina Gabriele Magno” e Federico Artico “Viticoltore”

Lazio in Movimento si propone dunque come mission quella di far cambiare la percezione generale, sia a livello nazionale e internazionale, che oggi vede la regione Lazio ancora poco conosciuta e considerata sia in Italia che all’estero sotto il profilo enogastronomico.

CLICCARE SULLA FOTO PER GUARDARE IL VIDEO SERVIZIO

Il video servizio trasmesso a Officina Stampa del 21/11/2019

Un processo, quello della valorizzazione dei prodotti dell’enogastronomia laziale, che deve necessariamente partire dalla valorizzazione di questi ultimi proprio nella regione d’appartenenza.

La mission è quindi fattivamente rivolta ad accendere i riflettori sulla valorizzazione della filiera laziale: un percorso che inizia dal produttore e arriva fino al consumatore. Un’operazione che punta a mettere in luce la qualità dei prodotti della gastronomia e dei vini del Lazio, che dovrebbe essere amplificata e abbracciata dalle Istituzioni e anche dagli organismi rappresentativi delle categorie che ruotano attorno al mondo dell’enogastronomia.

Enogastronomia e Made in Italy

Un brand quotato in tutto il mondo e che dal 2015 ha assistito all’ingresso della cucina italiana nel mondo accademico del Lazio.

L’università Roma Tre, infatti, all’interno del dipartimento di scienze ha messo in tavola, prima nella nostra regione, un corso di laurea triennale legalmente riconosciuto in scienze e culture enogastronomiche.

CLICCARE SULLA FOTO PER GUARDARE IL VIDEO SERVIZIO

Il video servizio trasmesso a Officina Stampa del 21/11/2019

E gli ingredienti del piano di studio sono rappresentati dai processi di produzione fino alla trasformazione degli alimenti di origine animale e vegetale, sicurezza igienico-sanitaria, valutazione e valorizzazione della qualità delle materie prime dal punto di vista nutrizionale ed economico, ma anche cicli di seminari con professionisti e laboratori dove sperimentare la preparazione dei piatti tipici della gastronomia italiana e internazionale, oltre alla gestione della cucina professionale di alta qualità inclusi gli aspetti legislativi. Un percorso formativo che è stato preparato in collaborazione con l’Università della Tuscia e con l’istituto alberghiero Tor Carbone. Un corso accademico che vede sfornare figure altamente professionali, specializzate anche nel campo del marketing e della gestione della comunicazione del turismo di settore.

Il Lazio una regione ricca di storia

Numerose culture hanno lasciato il segno e tantissime testimonianze del loro passaggio.

Una regione dove importanti dominazioni si sono succedute, in particolare, quella Etrusca e quella Romana.

CLICCARE SULLA FOTO PER GUARDARE IL VIDEO SERVIZIO

Il video servizio trasmesso a Officina Stampa del 21/11/2019

Questo susseguirsi di occupazioni e di epoche molto diverse tra di loro hanno consentito a questo territorio di arricchirsi di tradizioni sia storiche che enogastronomiche.

Così ogni borgo ha custodito la propria cultura culinaria e creato un ventaglio di prodotti enogastronomici che ancora oggi si possono assaporare e gustare.

Molto del turismo dei borghi si concentra sull’aspetto enologico e gastronomico che unito a quello artistico e storico fanno dei borghi laziali dei veri e propri scrigni. La popolazione locale infatti è legata alla propria terra e gelosa delle proprie caratteristiche storiche e culturali.

Partendo da questo fondamentale punto che sono nate le Strade del Vino e dei Sapori del Lazio.
Queste sono costituite in associazioni e hanno come obiettivo primario la valorizzazione e promozione del territorio, dei borghi toccati dall’itinerario e dai prodotti tipici enogastronomici da proporre al turista e al viaggiatore buongustaio che desidera conoscere le Strade del Vino e dei Sapori del Lazio.

Cantine, aziende agricole, agriturismi, ristoranti, enti ed associazioni concorrono affinché la Strada del vino e dei Sapori sia un veicolo determinante per uno sviluppo sostenibile della zona.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Rieti

Rieti, colpo al supermercato: in manette 2 georgiani

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Nella serata di ieri 15 novembre, i militari delle Stazioni Carabinieri di Poggio San Lorenzo e Orvinio, nell’ambito di normali servizi di controllo del territorio, hanno tratto in arresto due soggetti di nazionalità georgiana, K. M. classe ‘73 e L. S. classe ‘94, in flagranza di reato perché responsabili di furto all’interno di un supermercato.
In seguito a segnalazione pervenuta alla Centrale Operativa nel pomeriggio, i militari sono intervenuti presso l’esercizio commerciale denominato “Tigre” sito in Poggio Moiano, loc. Osteria Nuova, dove era stato notato un soggetto sospetto. Giunti sul posto i militari hanno effettivamente rintracciato un uomo, che era stato bloccato mentre tentava di allontanarsi dall’esercizio commerciale nascondendo sotto i propri abiti alcune bottiglie di super alcolici.
Nel corso dei successivi accertamenti, svolti nell’immediatezza dei fatti, i militari sono riusciti a rintracciare nei paraggi un complice, il quale attendeva nascosto in auto. Nel corso della perquisizione personale e veicolare condotta, è stato possibile rinvenire più di trenta bottiglie di
super alcolici, occultate dentro alcuni zaini, all’interno dell’autovettura. I militari dell’Arma, nello sviluppo dell’attività investigativa incentrata anche sull’analisi dei filmati dei sistemi di videosorveglianza, hanno verificato che i due soggetti si erano resi responsabili anche di un altro furto perpetrato nel primo pomeriggio in Rieti, all’interno del supermercato “Tigre” di viale
Matteucci, da dove i due avevano asportato le bottiglie di alcolici, poi rinvenute nel corso della perquisizione.
Sulla scorta di quanto accertato i due soggetti, che sono risultati entrambi gravati da numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, sono stati dichiarati in arresto con l’accusa di furto aggravato in concorso e tentato furto.
Su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Rieti, entrambi sono stati ristretti presso la casa Circondariale di Rieti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
La refurtiva recuperata, del valore complessivo di circa mille euro, è stata sottoposta a sequestro, anche al fine di verificare con precisione se sia provento di altri furti perpetrati nella stessa giornata presso altri esercizi commerciali.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Dicembre: 2019
L M M G V S D
« Nov    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it