Connect with us

Rieti

RIETI, ENERGIE RINNOVABILI NELLE AREE PROTETTE. NE HA PARLATO L'ASSESSORE REGIONALE ALL'AMBIENTE MATTEI

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Redazione

E’ stato presentato a Rieti il progetto “Parchi Rinnovabili”, promosso dal coordinamento CREIA-Regione Lazio, il Centro regionale per l’educazione e informazione ambientale. All’incontro erano presenti, fra gli altri, il consigliere regionale Lidia Nobili, Mauro Antonelli, direttore del Coordinamento CREIA e i sindaci dei Comuni di Paganico, Varco Sabino, Castel di Tora, Marcetelli, Belmonte in Sabina, Rocca Sinibalda, Petrella Salto, Pescorocchiano, Pozzaglia Sabina.

«Diffusione delle energie rinnovabili nelle aree protette della Regione Lazio attraverso una serie di azioni che prevedono anche la formazione e l’aggiornamento dei tecnici comunali». E’ l’annuncio di Marco Mattei, assessore all’Ambiente e sviluppo sostenibile della Regione Lazio che ha spiegato: «La giunta Polverini ha dato un decisivo e convinto contributo alla diffusione delle energie pulite. In questo senso il progetto “Parchi Rinnovabili”, che ha lo scopo di promuovere la conservazione e la valorizzazione del patrimonio naturale regionale e di riqualificare dal punto di vista energetico gli edifici e gli spazi dei Parchi e delle Riserve Regionali, segna un ulteriore passo in avanti per avvicinare i cittadini al concetto di sviluppo sostenibile, inteso come un’opzione preferenziale per le energie ad emissioni zero».

Il progetto prevede, nel corso del 2012, l’apertura di specifici sportelli territoriali a Roma, a Fondi, a Cittaducale, a Paliano, a Monte Porzio Catone e a Rocca di Papa, in grado di fornire assistenza tecnica per l’installazione di impianti con energie rinnovabili, informazioni sulle procedure di finanziamento, aggiornamento normativo e di promuovere iniziative di sensibilizzazione civica, formazione tecnico professionale e campagne di educazione ambientale. Mattei ha, infine, reso noto che il 26 e 27 gennaio si terrà a Castel di Tora un seminario di informazione e aggiornamento sulle energie rinnovabili e sull’efficienza energetica nelle aree protette destinato ai tecnici comunali.

 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Castelli Romani

Grottaferrata, tutto pronto per l’appuntamento con la filiera del turismo organizzato laziale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Dal 23 al 25 novembre al Park Hotel Villa Ferrata il secondo congresso di Fiavet Lazio

GROTTAFERRATA (RM) – Fiavet Lazio, l’Associazione Regionale delle Agenzie di Viaggi e Turismo, ha indetto dal 23 al 25 novembre, presso il “Park Hotel Villa Ferrata” di Grottaferrata (Roma), il suo secondo Congresso che vedrà impegnati tutti i rappresentanti della filiera del turismo organizzato laziale.

Oltre a festeggiare i 60 anni di Fiavet Lazio, il Congresso sarà l’occasione per confrontarsi sul futuro e quindi sugli strumenti da mettere in campo per superare la gravissima crisi che ha colpito il settore nel periodo della pandemia Covid 19.

Gli interventi dei consulenti Fiavet Lazio ed i percorsi formativi attuati rappresenteranno una spinta a porsi delle domande, mentre la presenza delle Istituzioni darà il giusto valore agli incontri per dialogare su Incoming, Outgoing, Rapporti con gli Enti locali, Abusivismo, Innovazione, Nuovi Trend, Giovani Agenti di Viaggio e Meeting Industry, 

La sfida sarà quella di costituire un fronte comune dopo i due difficili anni appena trascorsi, con rinnovato impegno e stima reciproca.

Il “Congresso ‘60”, indetto dalla Presidenza dell’Associazione con il sostegno di Fiavet Nazionale, è patrocinato dalla Regione Lazio e dal Comune di Grottaferrata con la collaborazione del Park Hotel Villa Ferrata e del COTAV. Tra i molti sponsor si segnalano, tra gli altri, l’EBTL (Ente Bilaterale Turismo della Regione Lazio), Business & Tourism Insurance Service, Confcommercio, Traiconet, Saltech+, Vignaioli Grottaferrata, Ferratese Parfums, Gruppo Archeologico Latino “Bruno Martellotta” onlus, 38 Incoming, Young Tour, Park Hotel Villa Grazioli, Carrani, Fondo Fogar, Schiaffini, Unaprol – Consorzio Olivicolo Italiano (Coldiretti), Lazio Innova, Convention Bureau Roma e Lazio. Media Partner dell’evento sarà TTG Italia.

“Siamo estremamente felici di poterci ritrovare dal vivo dopo un anno di webinar dietro agli schermi, dichiara il presidente della Fiavet Lazio Stefano Corbari. In questi ultimi ormai quasi due anni di pandemia, di dolore, di emergenza tutti noi abbiamo dovuto affrontare sfide che non avremmo mai pensato di dover nemmeno immaginare, ci siamo aggrappati al nostro lavoro, alla nostra passione nell’attesa di poter ricominciare la nostra attività. Questo appuntamento, oltre che a festeggiare i 60 anni della nostra associazione, sarà l’occasione per confrontarsi ma anche per gettare le basi per un futuro di sfide, di innovazione e di sempre maggiore professionalità”.

Stefano Corbari presidente Fiavet Lazio

L’importanza dei temi, la presenza di autorevoli esponenti delle istituzioni, il desiderio di ricominciare, la determinazione degli operatori rappresenteranno l’essenza di un evento, tra i primi ad effettuarsi in presenza, per tracciare una nuova strada che dovrà aiutare il settore ad uscire dall’impasse di quest’ultimo periodo.

Continua a leggere

Cronaca

Torricella in Sabina, danneggia la foresta per allargare una pista: sequestrati 3 ettari di cantiere

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Al soggetto, ritenuto responsabile del reato di danneggiamento e di aver violato le normative del Codice dei Beni culturali e del Paesaggio, è stata inoltre elevata una sanzione amministrativa pari a 1.800 euro

TORRICELLA IN SABINA (RI) – I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Rocca Sinibalda, a seguito di denuncia presentata da un cittadino, hanno provveduto a sequestrare 3 ettari di cantiere forestale nel comune di Torricella in Sabina e a deferire all’Autorità giudiziaria il titolare di una ditta boschiva, per aver eseguito, con mezzi meccanici e in assenza delle previste autorizzazioni, un movimento terra in area sottoposta a vincolo idrogeologico e paesaggistico.

Le condotte contestate erano sostanzialmente volte ad ampliare una pista forestale per agevolare la viabilità del mezzo impiegato negli interventi di taglio e rimozione del materiale vegetale. Le operazioni, compiute in spregio della normativa ambientale, hanno sostanzialmente modificato lo stato dei luoghi, insistendo in un versante dall’equilibrio sistemico già particolarmente delicato e sul quale anche piccoli interventi potrebbero causare crolli del terreno, innescando dissesti del suolo. Inoltre, la quantità di terreno riversata nell’alveo, nel ridurre l’officiosità idraulica dell’impluvio naturale, ha notevolmente diminuito la capacità di drenaggio dell’acqua proveniente da monte, determinando nei fatti uno stato di rischio idrogeologico.

L’attività della specialità forestale dell’Arma, rivolta alla verifica del rispetto delle norme che disciplinano il vincolo idrogeologico, è di fondamentale importanza per la tutela dell’ambiente e della sicurezza dei cittadini. Lo scopo principale del “Vincolo” è infatti quello di preservare l’ambiente fisico e quindi di garantire che tutti gli interventi che vanno ad interagire con il territorio non compromettano la stabilità dello stesso né inneschino fenomeni erosivi, con possibilità di danno pubblico.

Al soggetto, ritenuto responsabile del reato di danneggiamento e di aver violato le normative del Codice dei Beni culturali e del Paesaggio, è stata inoltre elevata una sanzione amministrativa pari a 1.800 euro.

Continua a leggere

Cronaca

Forano, maltratta continuamente moglie e figlia: 43enne condannato a 9 anni e 5 mesi di carcere

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

FORANO (RI) – 9 anni e 5 mesi di reclusione per G.R., 43enne cittadino rumeno residente a Forano in provincia di Rieti.

L’uomo era stato arrestato nel 2018 in flagranza di reato per maltrattamenti nei confronti della moglie e della figlia minorenne ed era stato messo agli arresti domiciliari.

Oggi i Carabinieri della Stazione di Stimigliano hanno dato esecuzione all’Ordinanza di Carcerazione emessa dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Tivoli, arrivata all’esito della sentenza di condanna per i ripetuti maltrattamenti posti in essere dall’uomo, che è stato portato alla casa circondariale di Frosinone.

Continua a leggere

I più letti