Connect with us

Rieti

RIETI, EX SNIA: RIMOSSI 410MILA KG DI RIFIUTI

Clicca e condividi l'articolo

Martedì pomeriggio un nuovo sopralluogo nell’ex area industriale

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Red. Cronaca
Rieti
– L’assessore all’Ambiente di Rieti, Carlo Ubertini, insieme all’Ing. Domenico Cricchi dell’Amministrazione comunale di Rieti, e a tutti i soggetti rappresentati nella conferenza dei servizi (Regione, Arpa, Comune e proprietà), ha compiuto martedì pomeriggio un nuovo sopralluogo nell’ex area industriale della Snia Viscosa dove dal 22 settembre 2015 sono in corso gli interventi di bonifica ambientale dei rifiuti soprassuolo.Come in occasione del precedente sopralluogo, avvenuto il 16 dicembre scorso, i tecnici della ditta Owac Engineering Company, a cui è affidata la supervisione del cantiere, e dell’impresa esecutrice della bonifica, Delta Petroli SpA., hanno illustrato l’avanzamento dei lavori commissionati dalla proprietà (Monte dei Paschi di Siena Leasing & Factoring SpA).

Allo stato attuale, nell’ambito dell’intero complesso dell’ex Snia, sono stati censiti e avviati allo smaltimento 410.448 chilogrammi (erano oltre 131mila al 16 dicembre 2015) di rifiuti di vario genere. Nello specifico sono stati già rimossi: 3.500 kg di legno, 70.478 kg di plastica, 21.280 kg di carta e cartone, 28.520 kg si rifiuti ingombranti, 8,220 kg di ferro e acciaio, 7.640 kg di metalli misti, 640 kg di accumulatori al piombo, 10.280 kg di apparecchiature elettriche ed elettroniche di vario genere, 259.890 kg di altre basi che comprendono anche soda caustica (la cui rimozione è ancora in corso) e acido solforico.

“La bonifica oltre a rappresentare un valore strumentale – dichiara l'assessore all'Ambiente Carlo Ubertini -, quale premessa per l'utilizzo urbanistico dell'area, rappresenta innanzitutto un valore in sé in termini di tutela ambientale e della salute pubblica. In rapporto a ciò, a seguito della soddisfazione per aver riattivato un processo bloccato da anni, è necessario proseguire con determinazione predisponendo la fase successiva del piano di caratterizzazione dell'area quale imprescindibile strumento per verificare il reale stato di contaminazione del sottosuolo. In tale direzione l'Amministrazione comunale si sta muovendo cercando di favorire un congiunto sforzo di tutte le parti coinvolte per poter giungere all'importante obiettivo stabilito.”
 

Print Friendly, PDF & Email

Cronaca

Rieti, in manette due pusher: gestivano lo spaccio da una abitazione del centro storico

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

RIETI – Gli Agenti della Squadra Mobile della Questura di Rieti hanno arrestato due reatini, C.V., una donna di 42 anni e F.M., un uomo di 31 anni, resisi responsabili del reato di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Gli investigatori della Polizia di Stato, nell’ambito dei servizi di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, intensificati dal Questore di Rieti, Dott.ssa Maria Luisa Di Lorenzo, sono venuti a conoscenza, nei giorni scorsi, che in una abitazione del centro cittadino vi era un insolito movimento di giovani reatini che, senza apparente motivo, entravano ed uscivano più volte nella giornata dall’appartamento segnalato.

E’ così che gli Agenti della Squadra Mobile hanno attivato immediatamente una serie di appostamenti e pedinamenti nei pressi dell’abitazione “attenzionata”, di proprietà di una donna, C.V., già nota agli investigatori reatini per aver commesso alcuni reati contro il patrimonio.

Nella serata di ieri, gli uomini della Polizia di Stato hanno notato entrare nell’appartamento oggetto di controlli, F.M., un uomo conosciuto dagli Agenti poiché resosi responsabile in passato di reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti, dopo che lo stesso aveva occultato all’interno dei suoi pantaloni un pacchetto sospetto.

Gli Agenti della polizia di Stato hanno poi notato lo stesso uomo che dalla finestra dell’appartamento controllava con preoccupazione la strada sottostante ed hanno deciso quindi di fare irruzione nell’abitazione sorprendendo la donna C.V., avvisata dal complice, mentre stava gettando dal terrazzo un involucro, identico a quello portato nell’abitazione da F.M., immediatamente recuperato dagli Agenti e contenente 50 grammi di cocaina ed un bilancino di precisione.

La successiva perquisizione domiciliare effettuata nelle abitazioni dei due spacciatori ha consentito di rinvenire altra cocaina, sostanza da taglio, materiale per il confezionamento delle dosi, ed oltre 2000 Euro in contanti, probabile provento delle attività di spaccio attuate dai due reatini.

C.V. ed F.M. sono stati quindi arrestati e messi a disposizione della locale Autorità Giudiziaria che ha disposto, per entrambi, il regime degli arresti domiciliari, in attesa di rispondere del reato di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Passo Corese, ad aprile arriva la rotatoria: uno snodo chiave per l’arteria della via Salaria atteso da 15 anni

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

PASSO CORESE (RI) – Sarà conclusa ad aprile la rotatoria di Passo Corese uno snodo chiave per lo sviluppo dell’arteria stradale della Salaria, per evitare le purtroppo note code chilometriche che avvengono soprattutto in occasione dei weekend, nel flusso di traffico di ritorno verso la Capitale.

A renderlo noto il deputato M5s Gabriele Lorenzoni che ha fatto visita al cantiere e che aveva denunciato la lentezza delle esecuzioni e le lungaggini burocratiche che caratterizzano l’opera da più di 15 anni. “Ne avevo sollecitato la realizzazione attraverso un’interpellanza urgente in Parlamento nel 2019. – Dichiara Lorenzoni – Avevo promesso, da parte mia, un aggiornamento costante sull’avanzamento dei lavori”.

L’opera più complessa riguarda l’esecuzione delle opere idrauliche atte a garantire il regolare deflusso delle acque del fosso che passa sotto la rotatoria. “Per chi viene da Rieti, – commenta ancora il deputato M5s – una piccola bretella supplementare è prevista per raggiungere l’abitato di Passo Corese senza dover immettersi nella rotatoria”.

Lorenzoni ha fatto inoltre sapere che successivamente alla conclusione della rotatoria inizieranno i lavori per un’altra rotatoria della frazione di Borgo Santa Maria, poco più avanti.

“Sulla Salaria l’attenzione deve rimanere alta – conclude Lorenzoni – affinchè si possa portare a termine quell’ammodernamento e quella messa in sicurezza che i cittadini della provincia di Rieti attendono ormai da tempo immemore”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Passo Corese: donna si sente sola, chiama i Carabinieri per un po’ di compagnia e loro la raggiungono a casa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

PASSO CORESE (RI) – Nel tardo pomeriggio di ieri, la Sig.ra Ivana, domiciliata a Passo Corese, 72enne, ha chiamato i Carabinieri perché si sentiva sola.

Il centralinista di turno, percepito lo stato particolarmente triste nel quale si trovava la Signora, ha avvisato il Ten. Carmelo Ceraolo, Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, il quale, unitamente al Comandante della Stazione CC di Passo Corese Luogotenente Rosario Caliendo e al Maresciallo Giuseppe Farinelli, Addetto alla Stazione di Fara Sabina, si è recato immediatamente presso il domicilio della Signora Ivana, donandole il calendario storico del 2021.

La donna, commossa dal gesto, ha ringraziato i militari e ha espresso loro il cordoglio per l’uccisione del Carabiniere Iacovacci in Congo.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti