Connect with us

Rieti

RIETI, POLEMICHE SULLA CARD POVERTA': I CHIARIMENTI DELL'ASSESSORE STEFANIA MARIANTONI

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

 

Mariantoni: "E’ bene chiarire che le card elettroniche sostituiranno i contributi economici quindi saranno beneficiari coloro che si trovano in stato di bisogno che fanno richiesta e hanno accesso ai sussidi economici comunali."

 

di Angelo Parca

Rieti – L’assessorato alle Politiche socio-sanitarie del Comune di Rieti ha fatto sapere che tra le prestazioni previste per il contrasto alla povertà, è in fase di avvio una card elettronica che permetterà ai soggetti che si trovano in stato di bisogno di acquistare direttamente i beni di prima necessità presso gli esercizi convenzionati. Il nostro quotidiano – L’Osservatore d’Italia – riportava questa notizia, la cui fonte è il comunicato ufficiale del Comune di Rieti,  lo scorso 23 ottobre.

Immediate le polemiche da parte di molti cittadini che hanno criticato la “scarsa chiarezza” in merito al funzionamento e alle effettive prestazioni fornite dalla card, nonché alle modalità di accesso nonché il fatto di annunciare un servizio che ancora di fatto non è una realtà per le persone in stato di grave bisogno. La bagarre sorta sul web ha imputato maggiormente al Comune di Rieti il fatto di creare delle illusioni a persone che da molto tempo, causa soprattutto la crisi economica, si trovano in condizioni di gravissimo disagio, tanto da doversi rivolgere alla Caritas per poter ottenere qualche pasto.

“La nostra paura – Dichiarava Giuseppe Sciutto, lo scorso 27 ottobre, a nome dei cittadini iscritti al gruppo Fb "Rieti senza censure" – è che si sia creata una illusione per le persone affamate. Mi auguro che questa iniziativa sia veramente utile alle persone bisognose”.

Il nostro quotidiano ha quindi interpellato l’assessore alle Politiche socio-sanitarie del Comune di Rieti Stefania Mariantoni, facendo presente le varie perplessità dei cittadini e chiedendo maggiori spiegazioni sul funzionamento di questa card.

Di seguito la risposta dell’assessore Stefania Mariantoni:

“La carta sarà attiva spero entro fine anno. E’ già stato affidato l’incarico alla società che gestirà le card per cui ci sono solo i tempi tecnici di attivazione e di convenzionamento degli esercizi commerciali. E’ bene chiarire che le card elettroniche sostituiranno i contributi economici quindi saranno beneficiari coloro che si trovano in stato di bisogno che fanno richiesta e hanno accesso ai sussidi economici comunali. L’importo che verrà caricato sulla card dipende dal bisogno del soggetto e dalla valutazione che viene fatta dalla commissione, così come previsto dal regolamento comunale  e non potrà superare i 1500 euro annui. Si tratta quindi di una carta prepagata, su un importo stabilito caso per caso, che gli utenti potranno utilizzare per gli acquisti negli esercizi commerciali. La commissione potrà, inoltre, stabilire se concedere all’utente la possibilità di spendere l’importo liberamente o rateizzando mensilmente la disponibilità. Il comune potrà controllare le spese in tempo reale e verificare se i sussidi sono stati spesi in maniera congrua.”

LEGGI ANCHE:


 

Cronaca

Rieti, Nas chiude un ristorante cinese: gravi carenze igienico – sanitarie

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

I Carabinieri della N.A.S. di Viterbo, nell’ambito di una campagna di
controllo nel settore della ristorazione e degli alimenti etnici, disposta dal
Comando Carabinieri per la Tutela della Salute di Roma, hanno segnalato
all’A.S.L. di Rieti il gestore di un ristorante cinese.
Il controllo, effettuato unitamente ai Carabinieri della Stazione di Rieti,
infatti, ha consentito di riscontrare nel ristorante gravi carenze igienico-
sanitarie e strutturali e un’attività esercitata in modo non conforme alle norme
sulla sicurezza alimentare.
Il personale dell’ASL di Rieti, in relazione alle criticità rilevate, ha disposto
l’immediata chiusura dell’attività, il cui valore è stimato intorno ai 500.000
euro, fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.
Ammonta a 1000 euro l’importo delle violazioni amministrative contestate al
ristoratore.

Continua a leggere

Cronaca

Castel di Tora, operativa la nuova Stazione dei Carabinieri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

CASTEL DI TORA (RI) – Nuova Stazione dei Carabinieri a Castel di Tora. Il nuovo comando è diventato operativo a partire dallo scorso giovedì 5 maggio e ha di fatto sostituito il Comando di Ascrea ereditandone la giurisdizione e cioè i territori dei Comuni di Ascrea, Paganico Sabino e Colle di Tora oltre ovviamente a quello di Castel di Tora.

La nuova Caserma si trova in via Piana nr. 1 ed è già aperta al pubblico secondo gli orari stabiliti per Ascrea, esposti all’ingresso della Stazione.

In orario di apertura, è possibile contattare telefonicamente i Carabinieri di Castel di Tora, comandati dal Maresciallo Maggiore Alberico LUPI, all’utenza telefonica 0765/723113 oltre che al 112, Numero Unico di Emergenza Europeo.

Continua a leggere

Cronaca

Cantalice, 50enne arrestato quattro volte nel giro di due settimane

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Ruba una moto da mini cross e sfreccia per il paese

CANTALICE (RI) – Arrestato per la quarta volta nel giro di sole due settimane un 50enne di Cantalice. L’uomo, che si trovava già sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel proprio comune, è stato arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri di Cantalice e della Stazione di Rivodutri per il furto di una mini-moto da cross.

I militari, durante un servizio sul territorio hanno notato il 50enne sfrecciare alla guida di una mini moto da cross. Lo stesso, veniva immediatamente fermato e al controllo il mezzo presentava il blocchetto di accensione forzato in quanto era stato appena sottratto al legittimo proprietario, che ne ha successivamente denunciato il furto.

L’uomo, dopo il foto segnalamento, è stato denunciato in stato di arresto per il reato di furto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rieti.

Continua a leggere

I più letti