Connect with us

Calcio

Rocca Priora (calcio, Prom.), mostruoso De Bernardo: undici rigori parati in dieci mesi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Rocca Priora (Rm) – Il Rocca Priora conquista un altro punto importante nella sua corsa verso la permanenza in Promozione anche se l’1-1 interno col Giardinetti potrebbe stare stretto ai ragazzi di mister Paolo Lunardini, vogliosi di conquistare una nuova vittoria tra le mura amiche. Al “Montefiore”, però, c’è stato da faticare e c’è voluto il talento indistruttibile di Giuseppe De Bernardo per evitare il peggio. Dopo il vantaggio ospite e il pareggio di Bacchi, l’estremo difensore classe 1974 ha parato un calcio di rigore poco prima dell’intervallo: un’impresa che a Rocca Priora hanno già visto la bellezza di undici volte dallo scorso mese di gennaio quando De Bernardo ha cominciato a giocare (allora in Prima categoria) coi castellani. Al pazzesco score vanno aggiunti anche due rigori tirati direttamente fuori dagli avversari (forse intimoriti…) e appena uno segnato: praticamente è impossibile fargli gol dal dischetto. “Mi tirano addosso – scherza il portierone con un’ironia tutta campana, stante le sue origini – Mi ha fatto sorridere una frase di Gianmarco Rocchi, autore del fallo da rigore di domenica scorsa: mi ha detto che ha preferito mandare dal dischetto gli avversari piuttosto che farli tirare nella normale azione di gioco, tanto sapeva come sarebbe finita… Scherzi a parte, ho sperimentato una tecnica nel corso del tempo e ho visto che funziona. A questo bisogna aggiungere un po’ di istinto e un pizzico di fortuna, poi chiaramente anche un tiro non perfetto da parte dell’avversario: ma quando succede questo, il portiere deve farsi trovare pronto e a Rocca Priora mi sta capitando spesso, evidentemente mi fa bene l’aria di collina… Comunque anche in passato ne ho parati diversi, ma non con questa frequenza”. Nel campionato di Promozione iniziato da sei turni sono già due (su due) i tentativi respinti da De Bernardo che tra l’altro al “Montefiore” ha vinto qualche anno fa un campionato di serie D con la Lupa Castelli Romani. “Domenica non abbiamo giocato una buona partita, dopo il pari di Colleferro forse abbiamo pensato di poter vincere più facilmente col Giardinetti e invece non dobbiamo mai perdere l’umiltà perché la strada verso la salvezza è ancora lunga”. Domani è tempo di Coppa Italia e De Bernardo probabilmente la osserverà dalla panchina: “Ospitiamo l’Atletico Morena che non è partito benissimo, ma è comunque una squadra importante. Poi torneremo a pensare al campionato perché domenica ci aspetta un’altra gara insidiosa a Torre Angela”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Calcio

Città di Valmontone (calcio) per il sociale, sabato 14 dicembre il convegno sui Dsa e sul bullismo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Valmontone (Rm) – Il Città di Valmontone ha dimostrato più volte di essere vicino alle tematiche sociali che riguardano diversi ragazzi e anche bambini. In tal senso la società del presidente Massimiliano Bellotti ha collaborato alla realizzazione di un importante appuntamento organizzato dall’associazione L’Acuilone Adar (Associazione Dislessia Adulti e Ragazzi), un’associazione di genitori, di insegnanti e di tecnici, nata per informare sui Dsa (Disturbi Specifici dell’Apprendimento come la dislessia, la disgrafia, la discalculia e la disortografia), supportare le famiglie, organizzare forme di tutoraggio, sensibilizzare la comunità e le amministrazioni. L’incontro si terrà sabato 14 dicembre dalle ore 15,30 alle 19 nella prestigiosa cornice della Stanza dell’Aria del Palazzo Doria Pamphilj (in piazza Umberto Pilozzi) e ha ottenuto anche il patrocinio del Comune di Valmontone. Il tema del convegno ha proprio come titolo: “Dsa? Problemi a scuola? Bullismo? Vittima o carnefice? Parliamone che possiamo farcela” e sarà “condotto” in prima persona dalla dottoressa Lucia Fusco, logopedista e vice presidente sia dell’associazione Acuilone Adar che della Fida (la Federazione Italiana Dislessia Apprendimento) del centro Italia. Assieme a lei ci saranno alcuni membri del direttivo Acuilone (e genitori di bambini Dsa), ma anche ragazzi che racconteranno le loro storie. Nel corso dell’incontro ci sarà la visione del video americano “Come può essere così difficile?” che fornirà tantissimi spunti di riflessione. I relatori risponderanno a tutte le domande di chi vorrà partecipare, anche inerenti il percorso scolastico e affronteranno il discorso del Dsa in generale anticipando anche una piccola parte dell’aspetto tecnologico. “Conosco personalmente la dottoressa Fusco, è una professionista validissima e una donna molto impegnata su questa tematica – spiega Raffaele Luciano, allenatore del Città di Valmontone che si è occupato dell’organizzazione e della diffusione di questo appuntamento per conto della società lepina – Abbiamo invitato tutte le associazioni sportive del territorio e ovviamente i genitori dei nostri tesserati a partecipare a questo convegno e a conoscere la realtà di questa associazione che può essere di grande sostegno alle famiglie in caso di necessità.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Calcio

Football Club Frascati (Under 17 prov.), Ricci: “Sfida col Cecchina? Può rappresentare la scintilla”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Frascati (Rm) – L’Under 17 provinciale del Football Club Frascati è pronta per il big match. Domenica (alle ore 11) all’Otto Settembre arriverà la capolista Pro Calcio Cecchina che finora ha vinto sei partite su sei e ovviamente comanda il girone C della categoria. I ragazzi di mister Manuel Ricci si stanno preparando per provare a fare uno “sgambetto” di eccellenza: “Il gruppo si sta allenando davvero bene questa settimana e vedo tutti molto concentrati. Avremo di fronte una squadra molto ben attrezzata che l’anno scorso ha vinto nella categoria Under 16 provinciale e che quindi è sicuramente valida. Ma anche i nostri ragazzi, con la giusta testa, possono dimostrare di non essere da meno: questo è l’avversario giusto per far scoccare una scintilla nel nostro campionato”. Il continuo riferimento di Ricci all’aspetto mentale non è casuale: “Finora la squadra è stata molto discontinua, perfino nella singola partita. E’ capitato così con la Vis Artena in un match dominato fino al 2-0 e poi perso 3-2 tra le mura amiche e tutto sommato è andata in questo modo pure domenica scorsa sul campo della Polisportiva Ciampino dove abbiamo pareggiato 3-3”. Una gara totalmente a due facce quella dell’ultimo turno giocato dai frascatani: “Nel primo tempo non siamo praticamente scesi in campo e gli avversari ne hanno approfittato per arrivare fin sul 3-0. Nell’intervallo, però, non ho “sbraitato” o urlato: ho deciso di spronare i ragazzi dicendo loro di dare qualcosa in più e non fare la semplice presenza. Nel secondo tempo è cambiato tutto con la rimonta firmata dalla doppietta di Grossi e dal gol di Carducci. E dopo il 3-3, realizzato a una decina di minuti dal termine, ho sperato anche di completare la rimonta, ma il gruppo era molto provato fisicamente dalla rincorsa”. Secondo Ricci l’Under 17 provinciale del Football Club Frascati, attualmente settima in classifica, ha tutte le carte in regola per fare meglio: “Dobbiamo migliorare il nostro piazzamento, sono convinto che questa squadra possa valere almeno un posto tra le prime quattro. Bisogna lavorare con impegno durante la settimana e scendere in campo con la massima concentrazione per tutta la durata delle gare di campionato, trasmettendo fiducia e sicurezza ai nostri ragazzi”.
Infine l’amministrazione comunale sta mettendo mano alla situazione degli impianti sportivi e delle società cittadine morose: il co-presidente Claudio Laureti sottolinea “che il Football Club Frascati è in regola con tutti i pagamenti” e si dice “fiducioso nell’operato del Comune, affinchè si faccia luce su una vicenda che interessa giustamente tutti i cittadini”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Calcio

Atletico Lodigiani (calcio), Mastropietro sulle giovanili: “In un paio d’anni avremo una crescita smisurata ”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Roma – Lui sa cosa vuol dire Lodigiani. D’altronde Fernando Mastropietro, come anche Tonino Ceci, hanno fatto la storia della vecchia “terza squadra della capitale”. Per questo, i presidenti Camillo Carlini e Andrea Augello hanno ricominciato da loro per riproporre anche all’Atletico Lodigiani lo stile dello storico club capitolino, affidando a Mastropietro (che allenò tra gli altri Francesco Totti) il ruolo di direttore tecnico e a Tonino Ceci quello di direttore generale: “C’è un confronto continuo su tutto con i due presidenti – spiega Mastropietro – La “vecchia” Lodigiani non potrà mai più esistere perché ha rappresentato un trentennio (e anche più) davvero favoloso, ma qui all’Atletico c’è la volontà di raccogliere i principi che hanno guidato un certo tipo di lavoro e in particolare quello stile. Ad esempio io sono orgoglioso del fatto che, nei 33 anni di carriera da allenatore, sono stato espulso una sola volta nei primi anni da tecnico, durante una partita di Giovanissimi dove col mio gruppo giocavano giocatori come Trotta e Silvestri: quell’esperienza fu talmente deprimente per il sottoscritto che in seguito ho fatto di tutto per non ricadere in quell’errore”. Al di là dell’aspetto comportamentale, il progetto dell’Atletico Lodigiani si incentra su un principio fondamentale: “L’importanza della crescita tecnica di ogni singolo atleta – rimarca Mastropietro – Se c’è quella, tutto il resto è semplicemente una conseguenza, compreso il risultato del campo”. Il direttore tecnico esprime soddisfazione sulla prima parte di stagione del settore agonistico dell’Atletico Lodigiani: “Questo è di fatto un “anno zero” per noi: abbiamo completato in fretta e furia i gruppi e la risposta delle nostre squadre, comunque, è stata tutto sommato positiva. Sono convinto che nel giro di un paio d’anni la crescita del nostro settore giovanile sarà smisurata. In tal senso, l’aver aggiunto al centro sportivo di Monte Compatri quello del “Francesca Gianni” di Roma è stato un passo in avanti eccellente. E poi quello, per gente come il sottoscritto e Tonino Ceci, è un campo che rappresenta una seconda casa e trasmette emozioni enormi”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Dicembre: 2019
L M M G V S D
« Nov    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it