Connect with us

Roma

Roma, 49 enne in manette a Cinecittà: in casa 13 rotoli per marche da bollo e una pistola “Smith & Wesson”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ROMA – I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno arrestato un 49enne romano, disoccupato e con precedenti, trovato in possesso di 13 rotoli di carta valore con tagliandi adesivi per marche da bollo e della relativa macchinetta elettronica con la quale vengono impressi gli importi relativi ai valori bollati desiderati.

In via Francesco Gentile, quartiere Cinecittà, i Carabinieri durante un servizio di perlustrazione hanno incrociato il 49enne, a piedi, che stava per entrare nello stabile, dove occupa un appartamento abusivamente. Alla vista dei militari, l’uomo ha cambiato repentinamente strada, proseguendo dritto. Fermato dopo pochi metri, durante il controllo dei documenti, il 49enne si è mostrato molto nervoso facendo insospettire ulteriormente i Carabinieri, che hanno deciso di estendere il controllo anche nella sua abitazione.

Entrati nel suo appartamento, i militari hanno notato la particolare stampante con accanto i rotoli con i bolli su cui imprimere gli importi. Nella camera da letto invece, i Carabinieri hanno rinvenuto una pistola semiautomatica, marca “Smith & Wesson”, calibro 40, risultata rubata, completa di 59 cartucce dello stesso calibro e altre 100 cartucce calibro 9. L’uomo è stato immediatamente arrestato e portato in carcere a Regina Coeli. Si indaga per risalire alla provenienza dei rotoli di carta valore e della stampante. Esami tecnici sono stati disposti sulla pistola.

Castelli Romani

Marino, shock alle porte di Roma: carabiniere spara alla moglie e si suicida

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Un carabiniere ha sparato alla moglie e si è tolto la vita con un colpo di pistola esploso con la stessa arma. Lo si apprende da fonti investigative.

E’ accaduto a Marino, vicino a Roma. Secondo quanto si è appreso la donna è stata trasportata in ospedale.

Sul posto per i rilievi la polizia scientifica. Da chiarire i motivi del gesto. Indaga la polizia.

Continua a leggere

Metropoli

Fiano Romano, incidente ciclista. Polizia Locale: “Chiunque abbia informazioni ci contatti”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il Comandante della Polizia Locale del Comune di Fiano Romano (RM), in riferimento al sinistro stradale del 15.04.2021 soccorso tra le ore 9:00 e le ore 10:00 circa nel territorio comunale – via Sp12A Romana parte San Sebastiano ingresso innesto SS4 Dir – ove è rimasto gravemente ferito un ciclista, invita chiunque, abbia informazioni utili a presentarsi presso il Corpo di Polizia Locale – Piazza G. Matteotti n°7 o in alternativa a contattare il predetto ufficio al numero 0765 – 407269

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, il Sindaco Tondinelli: “Cinque Stelle a tutti gli effetti un partito da prima Repubblica”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli

“È una vergogna che il partito degli onesti invece di fare mea culpa cerca di distogliere inutilmente l’attenzione cercando di coinvolgere l’unico partito (Fratelli d’Italia) che ha denunciato ciò che stava avvenendo alla Pisana. Dimostrano molta più intelligenza i politici del Partito Democratico che hanno silentemente iniziato le epurazioni e hanno la decenza di non uscire con false e calunniatrici dichiarazioni sulla stampa. Bracciano non conosce la persona assunta a febbraio 2021 (in data assolutamente non coincidente con le assunzioni in blocco alla Pisana e Comuni pentastellati come Guidonia). Si tratta di un soggetto risultato idoneo senza colori politici e che non è figlia o parente di nessuno, talmente “sconosciuta” che gli stessi Tellaroli e Persiano hanno evitato di palesare nome e cognome. Non è portaborse di nessuno. Il Comune ha attinto, in tempi non sospetti, all’unica graduatoria aperta nei dintorni al solo fine di razionalizzare le spese come prevede la legge. Riguardo Andrea Mori, anche su questo i Cinque Stelle hanno fatto un buco nell’acqua. Intanto è da mettere in chiaro che Mori ha un mero incarico di valutare i soli capi area del Comune di Bracciano e poi ho il piacere di informare i disinformati Tellaroli e Persiano che non appena siamo venuti a conoscenza della vicenda “concorsopoli” abbiamo provveduto a richiedere un parere all’Anac e contestualmente ad avviare la procedura di revoca dell’incarico allo stesso. Non solo Fratelli D’Italia è estranea a tutto questo ma torna a chiedere a gran voce l’annullamento della graduatoria di Allumiere e le dimissioni di tutti quei politici coinvolti nello scandalo. Tellaroli e Persiano si preoccupassero piuttosto di sapere come sta l’amico Devid Porrello anziché fare le solite imbarazzanti figure. I paladini della trasparenza dovranno assumersi le responsabilità delle loro azioni. Ma se non ne avranno il coraggio ci penserà comunque la magistratura. Così in una nota Armando Tondinelli, Sindaco di Bracciano

Continua a leggere

I più letti