Connect with us

Roma

ROMA ACEA: IGNAZIO MARINO PRONTO A DIMINUIRE SALARI E CONSIGLIERI NELLA PROSSIMA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Il tribunale ordinario di Roma accoglie il ricorso di Roma Capitale finalizzato alla convocazione degli azionisti Acea

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Roma – “La decisione di oggi del Tribunale Ordinario di Roma, in merito al ricorso presentato da Roma Capitale finalizzato alla convocazione dell’assemblea degli azionisti di Acea al fine di discutere la nostra proposta di ridurre il numero dei consiglieri e l’entità dei loro salari per determinare un risparmio (così come avevo già chiesto nell’aprile 2013), da un lato prende atto che dopo il nostro ricorso finalmente l’assemblea è stata convocata, esattamente come da noi richiesto, dall’altro conferma il chiaro atteggiamento dilatorio degli attuali vertici della multiutility.

In più passaggi il Collegio giudicante riconosce come, a norma di legge, sia nelle disponibilità di un socio chiedere la convocazione dell’assemblea di una società quotata nel rispetto del termine di 40 giorni, così come effettivamente richiesto dal Campidoglio, e che ogni ritardo esponga l’amministrazione della società a eventuali giudizi di responsabilità. La sentenza, quindi, esclude ‘che l’organo amministrativo possa rifiutare di dar seguito alla richiesta dei soci per motivi di mera opportunità’, e specifica che, secondo il Codice civile, ‘un’eventuale fissazione dell’adunanza oltre il termine di trenta o quaranta giorni, non adeguatamente giustificata, potrebbe configurarsi come grave irregolarità’.

Pertanto si riconosce la legittimità della posizione espressa dal Campidoglio, già il 3 e il 10 marzo, che ha come obiettivo la tutela del servizio reso da Acea ai cittadini e il riassetto della governance aziendale all’insegna della razionalizzazione dei costi. L’ordine del giorno dell’assemblea dei soci è stato integrato come da nostra richiesta, e resta ferma la nostra convinzione di voler tutelare gli interessi delle romane e dei romani”. Lo dichiara, in una nota, il sindaco di Roma Ignazio Marino.

LEGGI ANCHE: 

 04/04/2014 ROMA CAPITALE: IL "DECRETO SALVA MARINO" SBARCA ALLA CAMERA… DAJE CON IL PIANO RIFIUTI

 03/04/2014 ROMA RISCHIO EMERGENZA RIFIUTI, SANTORI: "RESPONSABILE DELL'IMMOBILISMO E' NICOLA ZINGARETTI"

 02/04/2014 ROMA IGNAZIO MARINO: DOPO LE PULIZIE PER OBAMA ARRIVANO QUELLE PER LA CANONIZZAZIONE DEI DUE PAPI…DAJE CON LE PULIZIE!

 01/04/2014 ROMA CAPITALE, SI AUMENTA LA TASSA DI SOGGIORNO: DAJE… ADDOSSO AL TURISTA

 01/04/2014 ROMA OPERAZIONE "VU RESTAURA'?" CONCLUSA: IGNAZIO MARINO OTTIENE I FINANZIAMENTI ARABI PER RESTAURARE I MONUMENTI CAPITOLINI

 27/03/2014 ROMA "VU RESTAURA' ?": IGNAZIO MARINO VOLA DAL PRINCIPE SULTANO ARABO

 24/03/2014 ROMA CAPITALE: IGNAZIO MARINO RILANCIA SUI PREPENSIONAMENTI PER RISANARE IL DEBITO

 21/03/2014 DECRETO SALVA ROMA: LA CAPITALE SOTTO I FERRI E IGNAZIO MARINO PRONTO A RICUCIRE TUTTO… MA LE RISORSE?

 18/03/2014 ROMA CAPITALE: IGNAZIO MARINO ALLA RICERCA DEL PAREGGIO DI BILANCIO PERDUTO

 17/03/2014 ROMA SCUOLE ELEMENTARI: BISCOTTI UNTI, DURI COME SASSI, COLOR GIALLO PAGLIERINO PROPINATI PER MERENDA AI BAMBINI

 16/03/2014 ROMA, FARMACAP CAMPIDOGLIO: FRANCESCO ALVARO NOMINATO COMMISSARIO STRAORDINARIO

 27/02/2014 ROMA CAPITALE, MARINO: "PRONTO ALLE DIMISSIONI"

Litorale

Torvaianica, l'”Ex Biagio” abbandonato verrà buttato giù!

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Il Comune di Pomezia si aggiudica l’asta per la vendita dell’ecomostro di piazza Ungheria conosciuto come “ex Biagio”. Ricordiamo che lo scorso luglio la procedura è stata annullata per problemi tecnici.
“Un momento storico per la nostra Città ma soprattutto per il nostro litorale – commenta il Sindaco Adriano Zuccalà – che ci consentirà finalmente di ridisegnare piazza Ungheria a Torvaianica all’insegna del decoro urbano e della sostenibilità ambientale. Attendiamo il completamento dell’iter di assegnazione nei prossimi giorni, ma siamo già prontissimi ad abbattere il più grande ecomostro presente sul nostro territorio e lavorare per riqualificare e ingrandire la piazza.
Non è comune che un ente pubblico partecipi ad un’asta, nessuno credeva fosse possibile e qualcuno ha provato a disturbare l’operazione, ma noi ci abbiamo creduto fino in fondo e siamo riusciti, anche questa volta, dove gli altri non hanno nemmeno provato. Ringrazio tutti coloro che ci hanno aiutato in questo percorso, dalla politica agli uffici. Finalmente possiamo restituire al litorale la bellezza che merita”.

Continua a leggere

Metropoli

Monterotondo, violento pestaggio in centro: identificato l’autore

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

MONTEROTONDO (RM) – I Carabinieri della Compagnia di Monterotondo, a parziale conclusione di una serrata indagine condotta sotto la direzione della Procura della Repubblica di Tivoli, hanno individuato il presunto autore dell’aggressione consumatasi a Monterotondo, in pieno centro storico, la sera del 12 ottobre scorso: quella sera un giovane del posto di appena 21 anni fu trovato da alcuni passanti per terra nei pressi del teatro Ramarini, con il volto tumefatto e quasi privo di sensi.

Solo dopo il successivo intervento del 118 che lo aveva trasportato con l’elisoccorso presso l’Ospedale Gemelli di Roma con prognosi riservata, i carabinieri della Stazione di Monterotondo, allertati dallo stesso 118 e coadiuvati dai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno iniziato quella stessa sera a raccogliere ogni elemento utile a ricostruire l’accaduto, con un’indagine in salita dunque, mancando, nell’immediatezza dei fatti, eventuali testimoni dell’accaduto disponibili a collaborare.

I Carabinieri sono così arrivati all’individuazione del presunto violento aggressore, un altro giovane del posto, di appena 4 anni più grande della vittima, deferito alla Procura della Repubblica di Tivoli.

Le indagini tuttavia continueranno poiché la Procura di Tivoli ha chiesto ai Carabinieri di Monterotondo di ricostruire l’intera dinamica dell’accaduto e comprendere le ragioni sottese al violento episodio, con la vittima tuttora ricoverata pur migliorando quotidianamente le sue condizioni.

Continua a leggere

Cronaca

Roma, ragazze uccise a corso Francia: torna in libertà Pietro Genovese

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Torna in libertà Pietro Genovese, il ventenne romano che la notte del 21 dicembre del 2019 investì e uccise due ragazze di 16 anni, Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli nella zona di Corso Francia. Lo hanno disposto i giudici della Corte d’Appello di Roma così come prevede la legge per le sentenze passate in giudicato.

Il giovane, che era gravato della misura dell’obbligo di dimora, deve attendere ora la decisione del Tribunale di Sorveglianza che dovrà decidere su come fare scontare il residuo pena, circa 3 anni e 7 mesi.

Genovese l’8 luglio scorso ha concordato in appello una condanna definitiva a 5 anni e quattro mesi. E’ accusato è di omicidio stradale plurimo.

Continua a leggere

I più letti