1

ROMA, CAMPIDOGLIO: XXVI PREMIO INTERNAZIONALE LETTERARIO D'ARTE E CULTURA "GIOACCHINO BELLI"

di Simonetta D'Onofrio

Si è tenuto ieri, 19 dicembre, nella sede del Protomoteca del Campidoglio, alla presenza del consigliere dell’amministrazione comunale di Roma Capitale, Luca Giansanti, la giornata finale dedicata ai vincitori del Concorso Nazionale “Gioacchino Belli”. Nella casa di tutti i Romani la prestigiosa Accademia “Gioacchino Belli” ha consegnato alcuni riconoscimenti a personaggi illustri che si sono contraddistinti per aver pubblicizzato sotto varie forme d’arte le tradizioni romane, insigniti del titolo di Accademici. L’Istituzione di Roma Capitale e della Regione Lazio ha destinato per il 2014 l’ambito riconoscimento a Miranda Martino, cantante e attrice italiana, ricordata per aver interpretato Gastone, di Ettore Petrolini, trasmessa dalla Rai il 9 settembre 1977. Altra benemerenza è stata consegnata a Diego Bianchi, in arte “Zoro”, blogger e comico, diventato famoso sul Web per i video “Tolleranza Zoro” e per essere il presentatore del programma satirico di RaiTre “Gazebo”. Tra i destinatari anche Mario Lunetta, giornalista e scrittore italiano, ha collaborato ai programmi culturali della televisione e con il Corriere della Sera, Il Messaggero ecc.
Tra gli Accademici onorari insigniti negli scorsi anni ricordiamo ai nostri lettori: Michele Mirabella, Tullio De Mauro, Monica Vitti, Alberto Sordi, Nino Manfredi, Enrico Montesano, Ettore Petrolini, Aldo Fabrizi, Renato Rascel, Claudio Villa, Piero Angela.
Standing ovation per Giorgio Onorato, classe 1927, cantante romano, che con la sua voce inconfondibile e bellissima, ha regalato al pubblico presente grandi emozioni, rimane un interprete unico per la musica popolare rivolta a Roma. Una sala gremita che ha partecipato con grande passione al repertorio spettacolo offerto dal cantante romano, che ha scherzato con battute in romanesco nell’intera kermesse culturale.
Un ricordo particolare è stato fatto menzionando il lavoro svolto da Giuseppe Renzi, morto prematuramente qualche mese fa, che ha presieduto l’ Accademia Belli dal 1988, con impegno esemplare, dedicando la sua esistenza per la cultura della romanità.
I giudici hanno poi insignito come soci onorari, una nipote discendente di Gioacchino Belli, e David Gerbi autore teatrale e scrittore, di cui ricordiamo “Costruttore di pace", scritto nel 2003.
Fondata nel 1970 per iniziativa del prefetto Eugenio Caporaso, quest’anno l’Academia Belli ha visto la partecipazione di 1150 partecipanti e circa 248 i concorrenti finalisti.