Connect with us

Ambiente

Roma, malattie ambientali: al “Sensibile Day” la presentazione del docu-film di Alessandro Quadretti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ROMA – Sabato 14 Aprile convergerà a Roma una rappresentanza dei così detti “Cittadini invisibili, intossicati dalla società del progresso”. Più che un raduno o una rivendicazione di sacrosanti diritti verso la classe politica dirigente, nel ‘Sensibile Day’ si incontreranno medici, tecnici ed esperti di malattie ambientali per proseguire, consapevolmente, nell’insidioso cammino di riappropriazione di una vita (quanto più) protesa alla normalità, stravolta nel quotidiano da prodotti chimici ed elettrosmog.

L’evento si terrà nella Sala San Francesco del complesso Seraphicum, in Via del Serafico 1 (zona Roma-Eur)

Sensibilità Chimica Multipla ed Elettrosensibilità sono le multifattoriali patologie (altamente invalidanti) narrate in ‘Sensibile’. Dopo un mini tour internazionale (è stato già proiettato in Svizzera, Grecia, Spagna Messico), il docu-film del regista Alessandro Quadretti (selezionato dal circuito Green Network anche nel festival di film per l’ambiente in Brasile) sbarca in Italia per mostrarci controsensi, girone dantesco ed odissea di cittadini esuli in patria, reazioni avverse da intossicazione cronica per aria malsana e prodotti di uso quotidiano che, alla lunga, intaccano la salute pubblica, compromettendola: fabbriche e stabilimenti industriali come tubi di scarico di nubi inquinanti, antenne di telefonia mobile, cellulati e wireless urticanti nell’ubiquità della forsennata connessione globale, profumi, plastica e deodoranti come neurointerferenti endocrini. Uno spaccato dell’altra faccia della medaglia del consumismo sarà nel ‘Sensibile Day’, programmato il calendario per le visioni del film nel resto d’Italia.

Questo il cronoprogramma del ‘SENSIBILE DAY’, Roma 14 Aprile 2018

Ore 11.00 Dott.ssa Maria Grazia Bruccheri Ruolo dell’inquinamento ambientale nelle patologie multifattoriali
Ore 11.30 Dott. Maurizio Martucci Malattie ambientali, quale informazione?
Ore 12.00 Dott.ssa Margherita Magazzini Le medicine di segnale per la Sensibilità Chimica Multipla
Ore 12.30 Dott. Adriano Anglana Eubiosi ed intestino

Ore 14.00 Dott. Marco Monaco Dietoterapia nelle malattie multifattoriali
Ore 14.30 Dott. Roberto Barsi – Stefania Abazia Idrocolon Terapia
Ore 15.00 Francesco De Cavi Soluzioni comportamentali e tecniche per proteggersi dall’elettrosmog
Ore 15.30 Dott.ssa Eleonora Testi Presentazione del libro ‘Vite dietro al vetro’
Ore 16.00 Alessandro Quadretti Introduzione al docu-film e successiva visione di ‘Sensibile’

‘SENSIBILE’ IL FILM – ECCO DOVE VEDERLO IN ITALIA
12 aprile ore 21 Cinema Buonarroti – Civitavecchia (Rm)
14 aprile ore 16 Seraphicum – Roma
16 aprile ore 21 Cinema San Biagio – Cesena
20 aprile ore 21 Cinema Snaporaz – Cattolica
20 aprile ore 21 Cinema Teatro Moderno – Savignano
23 aprile ore 21 Cinema Moderno – Castel Bolognese
24 aprile ore 21 Spazio Oberdan – Milano
26 aprile ore 18 Spazio Oberdan – Milano
26 aprile ore 21 Sala S. Luigi – Forlì
27 aprile ore 20 Cinema Jolly – San Nicolò (Pc)
27 aprile ore 19.30 Cinema Le Grazie – Bobbio (Pc)
3 maggio ore 21 Cineporto – Lecce
4 maggio ore 16 Cineporto – Bari
5 maggio ore 18 Ipanema- Barletta
7 maggio ore 21 Cineporto – Foggia
10 maggio ore 21 Cinema Mariani – Ravenna
15 maggio ore 20 Cinema Astra – Parma
17 maggio ore 21.15 Cinema Sarti – Faenza
19 maggio ore 18.30 Cinema Centrale – Imola
29 maggio ore 20 Cinema Nosadella – Bologna

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Ambiente

Vetralla, MoVimento Cinque Stelle: “Tutto tace in tema di utilizzo del glifosato”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

VETRALLA (VT) – Il MoVimento Cinque Stelle di Vetralla in prima linea contro l’utilizzo del glifosato. In una nota i pentastellati fanno il quadro della situazione a Veltralla: “La primavera è arrivata, l’erba cresce e come ogni anno puntualmente torna il problema della gestione degli erbicidi.

Poche settimane fa nel nostro Comune sono tornate le famigerate strisce giallo/arancio ai bordi delle strade, in prossimità di campi coltivati e corsi d’acqua, causato dall’uso del glifosato.

Era l’Aprile dello scorso anno – ricordano dal MoVimento Cinque Stelle di Vetralla –  quando la maggioranza bocciò la nostra richiesta di istituire un’ordinanza contro l’uso del glifosato, ritenuto dannoso da numerosi studi scientifici. In compenso la Giunta Coppari si era impegnata a organizzare dei tavoli per aiutare gli agricoltori locali ad utilizzare meno “chimica”. Da allora è stato organizzato un solo incontro, molto superficiale, a cui non è stato dato nessun seguito. L’Ass. Pasquinelli invece ci aveva fatto intendere di essere in contatto con l’Anas per trovare una soluzione alternativa, ma basta farsi un giro sull’Aurelia per rendersi conto del contrario.

Ogni giorno il numero di Sindaci che vietano l’uso di tali sostanze è in costante aumento, e sempre più Comuni provano a valorizzare i prodotti e i produttori locali che usano metodologie alternative e sostenibili. Un esempio che conosciamo nella nostra provincia è quella di Corchiano che ha istituito il riconoscimento “Agricoltura Consapevole” dedicato a chi decide di seguire un protocollo di coltivazione sperimentale per un’agricoltura di qualità, i cui principali obiettivi sono la razionalizzazione dei trattamenti chimici (in particolare per il nocciolo) al fine di ridurre l’uso e avere un prodotto caratterizzato da una maggiore salubrità e da una migliore qualità. Stessa strada la sta seguendo il Comune di Castel Sant’Elia.
Ronciglione ha emesso in questi giorni un’ordinanza sugli erbicidi e sta lavorando per una sui fitosanitari.
È sufficiente fare una semplice ricerca su Google per trovare numerosi Sindaci, preoccupati per la salute dei propri cittadini, seguire la stessa strada. A Vetralla invece tutto tace.

L’agricoltura è una delle nostre fonti di ricchezza. È necessario diffondere una cultura basata sulla sostenibilità ambientale e sulla qualità – concludono –  i due pilastri principali dove poggiare il nostro futuro. Il Consigliere Grego, durante l’ultimo consiglio, ci ha assicurato di riprendere a breve gli incontri con gli agricoltori. Noi ci impegneremo affinché mantenga la promessa”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Ambiente

Palermo, una giornata immersi nel parco più grande d’Italia: pronte le repliche per “La Domenica Favorita”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

PALERMO – Anche se per una sola giornata, il parco della Favorita è stato chiuso alla circolazione per dar vita all’iniziativa dal nome “La Domenica Favorita” che ha consentito a podisti, ciclisti e tanti curiosi di trascorrere una giornata immersi nel parco più grande d’Italia, polmone verde che separa la città di Palermo con il mare di Mondello.

L’iniziativa sempre graditissima dai palermitani ha riscosso uno strepitoso successo ed è riuscita anche nell’intento della valorizzazione delle bellezze naturali e salutari del capoluogo siciliano lontani dallo stress e dai rumori sordi del caos cittadino

Il cielo non è stato propriamente clemente e a tono con l’atmosfera festosa delle centinaia e centinaia di palermitani accorsi nel parco ma il coraggio e la determinazione, tanto comune nei caratteri dei palermitani, hanno permesso lo svolgersi dell’iniziativa al pari come se nel cielo splendesse un sole cocente di inizio estate. Il successo dell’iniziativa ha raccolto l’interesse anche dei molti turisti già presenti nell’isola e ha incoraggiato il ripetersi della chiusura alle vetture per altre tre domeniche. Molti salutisti hanno approfittato dell’occasione per una corsa nel parco e molti ciclisti ne hanno approfittato per fare sport e percorrere avanti e indietro tutto il parco. Notevoli vantaggi di spostamento da una parte all’altra del parco è stato garantito dal una navetta con biglietto unico valevole tutta la giornata che nel suo giro continuo copriva le distanze opposte del parco. Aree attrezzate con panche hanno consentito ai passanti la comodità di poter sostare seduti per riposarsi e poi riprendere le passeggiate. Alcuni eventi si sono tenuti all’interno del parco in zone specifiche.

Nello spiazzo vicino il Museo Pitrè la banda dei Bersaglieri ha suonato l’inno di Mameli con la presenza autorevole del primo cittadino di Palermo, Leoluca Orlando che ha assistito anche alle performance sonore della Balarm Sax del Conservatorio Bellini e della Marching Band del Brass Group.

Per lo stupore dei ragazzi e dei bambini sono stati esposti in zona grandi mezzi militari come i gommoni della Guardia Costiera e i carri armati dell’Esercito. Il successo e il gradimento non si è fatto attendere ma qualche disagio lo hanno vissuto quei cittadini che ignari dell’iniziativa fra transenne e Polizia Municipale hanno dovuto compiere, loro malgrado, percorsi e dirottamenti alternativi. L’informazione sull’evento era stata comunque promulgata ma non tutti i cittadini si tengono informati leggendo i giornali o guardando i consueti notiziari televisivi.
Paolino Canzoneri

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Ambiente

Guidonia, Ammaturo sul parco Giontella nel degrado: “Ecco dove giocano i bambini”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

GUIDONIA (RM) – Il consigliere di Lega per Salvini Giovanna Ammaturo punta i riflettori sul degrado del parco Giontella a Guidonia. “E’ intitolato al Maggiore Roberta Giontella il parco che in Guidonia centro lungo via Roma e via Motta dove potrebbero giocare i bambini è totalmente abbandonato ed inservibile. Inaugurato nel 2012 è sorto per ricordare ai concittadini il metereologo tanto amato dai video utenti RAI. L’Ammaturo prende di petto la situazione ed afferma senza mezzi termini: “Ubicato davanti all’assessorato all’Ambiente e la sede del comando dei VVUU di Guidonia Montecelio è tutto tranne che un parco adatto a far giocare i bambini. Infatti pur essendo sprovvisto di alberi ad alto fusto pertanto fruibile da subito, è lordo in ogni senso. Dalle cartacce alle deiezioni dei cani, oltre l’erba alta e la sporcizia.

Nonostante di trovi di fronte alle finestre dell’assessorato all’ambiente, il parco è divorato dal degrado. Nessuna garanzia di pulizia e sicurezza. Ma gli incivili che portano a passeggio gli amici a quattro zampe per i bisogni non puliscono. Così i bambini vengono facilmente in contatto con le feci. Perché i dipendenti comunali non vengono impiegati per la pulizia e manutenzione di questo giardino pubblico? E l’assessore Guida? Adesso che i consiglieri del M5S insieme a Barbet l’hanno voluta riconfermare alla responsabilità amministrativa sebbene tutta l’opposizione avrebbe voluto mandarla a casa può, per caso, mettere il naso fuori dalla finestra e verificare che un parco per bambini non può essere tenuto in quel modo? Con circa 4.000 euro al mese e fringe benefits se
ne trovano di giovani laureati disposti a girare come trottole tutto il giorno per giustificare ai cittadini lo stipendio”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

aprile: 2018
L M M G V S D
« Mar    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

L’Osservatore su Google+

Le più lette

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it