Connect with us

Roma

ROMA, MANIFESTAZIONE DIPENDENTI SETTORE PUBBLICO. MAGNOSI (CISL FP): "RIDARE DIGNITÀ ALLA CATEGORIA"

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti Verrelli: "Noi giovani Azzurri chiediamo a gran voce misure adeguate, precise, serie, per risolvere le criticità di un settore da troppi anni abbandonato a se stesso."

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Red. Cronaca

Roma – I lavoratori dei servizi pubblici sono scesi in piazza a Roma contro i blocchi contrattuali. La manifestazione si è svolta in pieno centro. Il corteo è partito da via San Gregorio, all'altezza del Colosseo, per concludersi in piazza Madonna di Loreto, alla fine dei Fori Imperiali.

La mobilitazione è stata promossa in concomitanza dello sciopero di tutti i settori pubblici e privati che offrono servizi nel Lazio indetto da Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Uil Pa Roma e Lazio, organizzato per chiedere il rinnovo del contratto, bloccato da oltre sette anni per i lavoratori dei settori pubblici e in alcuni casi anche da 10 anni per quelli del privato.

L'hashtag dell'iniziativa è #contrattosubito e lo stop di ieri riguarda i dipendenti di enti locali, sanità pubblica e privata, terzo settore, ministeri, Enti pubblici non economici, Inps, Inail, Vigili del Fuoco.

"I dipendenti del settore pubblico chiedono il rinnovo del contratto ormai bloccato dal 2008, è giunto il momento di ridare dignità a chi quotidianamente svolge un servizio per la collettività, a chi con il proprio lavoro salve vite umane e da un servizio alla cittadinanza". Questo quanto dichiarato da Emiliano Magnosi, delegato Cisl Fp area vasta Frosinone Colleferro, ai margini della manifestazione svoltasi a Roma il 25 maggio 2016 – "È il momento di riqualificare e riconoscere la professionalità dei dipendenti pubblici, – ha proseguito Magnosi – mettere in campo politiche per sbloccare il tour nover e rilanciare l'attività della pubblica amministrazione dagli enti locali alla amministrazioni centrali."

Alle dichiarazioni di Magnosi si aggiunge la nota di Alessandro Verrelli, Coordinatore Forza Italia Giovani Provincia di Roma "Quella dei lavoratori e dei sindacati è una battaglia per ridare dignità ad una fascia di lavoratori che dal 2008 vedono bloccati i loro contratti. – Afferma Verrelli – Noi giovani Azzurri – prosegue -chiediamo a gran voce misure adeguate, precise, serie, per risolvere le criticità di un settore da troppi anni abbandonato a se stesso."

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Anguillara Sabazia, furti auto di turisti in sosta: 2 arresti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Era da qualche tempo che i Carabinieri di Anguillara Sabazia ricevevano segnalazioni per furti su autovettura, in particolare ai danni di turisti che, dopo avere parcheggiato su via Trevignanese, si recavano in spiaggia.Per arginare il fenomeno che stava turbando l’usuale serenità del comune sabatino, i Carabinieri hanno quindi organizzato un mirato servizio di osservazione nel corso del quale hanno notato due soggetti avvicinarsi con aria furtiva ad un’autovettura parcheggiata. I due, dopo avere infranto un finestrino laterale del veicolo, sono stati sorpresi a impossessarsi di un trolley e a tentare di allontanarsi immediatamente ma sono stati inseguiti e raggiunti dai Carabinieri, che li hanno bloccati e perquisiti. In loro possesso, i Carabinieri hanno rinvenuto due cassette degli attrezzi e un trapano, risultate provento di furto perpetrato poco prima con le medesime modalità e restituiti al legittimo proprietario.Gli arrestati, due uomini di 29 e 38 anni, dopo una notte passata in camera di sicurezza, sono stati sottoposti a giudizio con rito direttissimo presso il Tribunale di Civitavecchia, dove il loro arresto è stato convalidato, applicando la misura della custodia cautelare in carcere.

Continua a leggere

Castelli Romani

Castel Gandolfo, morto in ospedale il 35enne affogato ieri al lago

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

L’uomo era stato rianimato da alcuni bagnanti e trasportato in elisoccorso all’ospedale Gemelli

CASTEL GANDOLFO (RM) – E’ morto in ospedale il 35enne di nazionalità irachena che ieri era stato rianimato da alcuni bagnanti al lago Albano di Castel Gandolfo dopo aver avuto un malore ed essere annegato.

L’uomo era stato portato in elisoccorso all’ospedale capitolino del Gemelli in situazione disperata dove è poi deceduto a causa di alcune complicazioni.

Continua a leggere

Castelli Romani

Castel Gandolfo, annega nel lago e viene salvato in extremis da alcuni bagnanti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

CASTEL GANDOLFO (RM) – Un 35enne annega nel lago Albano di Castel Gandolfo e viene salvato da alcuni bagnanti che avevano appena effettuato un corso di BSLD (manovre di primo soccorso con impiego di defibrillatore) promosso dagli operatori sanitari della Asl Roma 6 per la sicurezza in mare e nei laghi.

“Queste iniziative formative producono effetti benefici multidimensionali: ci aiutano a salvare vite; avvicinano le istituzioni ai cittadini; ci rendono persone migliori. I miei ringraziamenti vanno ai nostri operatori sanitari, che si stanno dedicando con grande passione a questo progetto” ha detto il direttore generale della Asl Roma 6, Cristiano Camponi.

Continua a leggere

I più letti