Connect with us

Roma

ROMA, SCATTATA ALL'ALBA MAXI OPERAZIONE DEI CARABINIERI: SCOPERTO GIRO DI TRUFFE MILIONARE

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti Sottraevano le identita’ di ignari cittadini, truffandoli e compiendo a loro nome richieste di finanzamento ed altre operazioni finanziarie.

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Redazione
Roma
– Dalle prime luci dell’alba, nelle province di Roma e Livorno, i Carabinieri di Roma, stanno dando esecuzione a una misura cautelare a carico di 7 persone (2 custodie cautelari in carcere, 2 agli arresti domiciliari, 3 sottoposizioni all’obbligo di presentazione alla P.G.). Decine le perquisizioni tuttora in corso nei confronti di altrettanti indagati, ritenuti responsabili a vario titolo di far parte di un’associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie indeterminata di delitti contro il patrimonio, in particolare truffe e ricettazioni, nonché delitti contro la fede pubblica, quali la fabbricazione di documenti identificativi e reddituali falsi.
In pratica gli indagati fabbricavano documenti d’identità, buste paga, cud e altra documentazione falsa, utilizzata dalla stessa organizzazione o ceduta a terzi per l’erogazione di finanziamenti, l’acquisto di autovetture e l’apertura di conti correnti, facendo figurare quali titolari dei vari rapporti gli ignari soggetti a cui era stata rubata l’identità. Il volume d’affari, quale provento delle truffe, è di diversi milioni di Euro.

L'indagine, avviata nel febbraio 2013 e condotta dalla Stazione Carabinieri di Roma IV Miglio Appio, dipendente dalla Compagnia Roma Eur, convenzionalmente denominata “Reddito Facile”, è stata coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, PM – Dott.ssa Cristiana MACCHIUSI. L’attività ha consentito di acclarare e circostanziare le responsabilità penali di un totale di 15 soggetti di nazionalità italiana. Il gruppo operava avvalendosi di base logistica, costituita da un ufficio ubicato in Roma, zona Torpignattara, noto in zona quale generico centro di consulenza ed elaborazione dati, ove lavoravano stabilmente due degli indagati, i quali avevano elaborato dei data base informatici al cui interno veniva fatta confluire una serie illimitata di dati anagrafici di ignari cittadini, il tutto utilizzato fraudolentemente per la realizzazione di falsi documenti di identificazione, patenti, tessere sanitarie, codici fiscali e buste paga. Tale documentazione veniva poi utilizzata dalla stessa organizzazione o ceduta a terzi per l’erogazione di finanziamenti, l’acquisto di autovetture e l’apertura di conti correnti, facendo figurare quali titolari dei vari rapporti gli ignari soggetti a cui era stata sottratta l’identità. Il gruppo criminale era specializzato nella realizzazione di documenti d’identità con generalità di soggetti realmente esistenti e l’apertura a loro nome di conti correnti su cui far confluire i finanziamenti. In alcuni casi la banda ha preso di mira dei pensionati: con documentazione creata ad hoc, comunicavano all’Inps nuove coordinate bancarie sulle quali accreditare la pensione, danneggiando in questo modo l’ignara vittima che non si vedeva più recapitare mensilmente le somme spettanti.

Nel corso delle perquisizioni svolte nell’ambito dell’operazione, sono state sequestrate centinaia di falsi documenti di identificazione, numerosa documentazione reddituale e pratiche di finanziamenti richiesti sotto falso nome, nonché un vero e proprio archivio dati informatico contenente migliaia di informazioni, tra cui albi professionali di medici ed ingegneri e format di denunce presentate presso uffici delle Forze di Polizia delle quali veniva mantenuta solo intestazione e generalità del denunciante, fraudolentemente privandole della parte testuale attraverso alcuni programmi informatici e scanner.
 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Castelli Romani

Nemi, il sindaco uscente segnala Azzurra Marinelli alla Corte D’Appello

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Revocata dalla carica di Presidente di seggio

La Corte d’Appello di Roma ha revocato la nomina di Azzurra Marinelli da presidente del seggio elettorale della sezione 2 del Comune di Nemi.

La revoca arriva dopo una segnalazione scritta dall’attuale sindaco uscente Alberto Bertucci, datata 17 maggio 2022. Bertucci segnala che Marinelli è la moglie del candidato sindaco “della lista di opposizione” all’attuale primo cittadino uscente.

Da circa 25 anni, Azzurra Marinelli ricopre il ruolo di presidente di seggio in occasioni delle elezioni amministrative di Nemi. Anche nel 2017 con il marito candidato sindaco, Marinelli ha svolto l’attività di presidente di seggio senza che l’allora sindaco Alberto Bertucci segnalasse l'”inopportunità”.

Il Consiglio di Stato a più riprese ha ribadito che la parentela tra componenti dell’ufficio elettorale di seggio e candidati sindaco o amministratori non costituisce presupposto di incompatibilità.

Continua a leggere

Cronaca

Guidonia Montecelio, inaugurato il polo affido familiare del distretto

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Il sindaco Barbet: “La nostra Amministrazione Comunale crede molto in questo strumento che abbiamo finanziato e su cui puntiamo grazie alla collaborazione con la Asl Roma 5″

GUIDONIA MONTECELIO (RM) – Nella giornata di martedì 24 maggio il Sindaco Michel Barbet, il Presidente della Commissione Sociale Consiliare Matteo Castorino con la Presidente della Commissione Pari Opportunità della Regione Lazio Eleonora Mattia e la dottoressa Stefania Salvati della Asl Roma 5 hanno inaugurato il polo affido familiare del distretto che si trova a Setteville in Via Pascoli 52.

“Il polo affido familiare si pone come scopo quello di mettere in contatto le famiglie affidatarie ed i bambini e ragazzi in difficoltà- spiega il Presidente Castorino- con l’obiettivo di consentire un graduale rientro del minore nella famiglia di origine a fronte di un progetto personalizzato di aiuto e supporto”.

“La nostra Amministrazione Comunale crede molto in questo strumento che abbiamo finanziato e su cui puntiamo grazie alla collaborazione con la Asl Roma 5. Tutelare i minori in difficoltà è un compito che spetta alle amministrazioni pubbliche e che dobbiamo perseguire con tutti gli strumenti a nostra disposizione”- conclude il Sindaco Michel Barbet.

Continua a leggere

Roma

Roma, scomparso lo storico comandante dei Vigili Giovanni Catanzaro

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Milani (Sulpl): “Ci lascia una delle figure più carismatiche ed amate del Corpo”

ROMA – Si rincorre sulle chat e sulle pagine Facebook il tam tam di cordoglio per la scomparsa di Giovanni Catanzaro, storico comandante della Polizia Locale di Roma, un uomo che nel Corpo aveva percorso tutti i gradini della propria carriera.

Tra i molti a ricordarlo il SULPL (Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale), che in una nota del Segretario Romano Marco Milani dichiara: “Esprimiamo dolore e cordoglio per la scomparsa di uno dei Comandanti più carismatici ed amati che il Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale abbia mai avuto. Nell’esprimere le nostre più sentite condoglianze alla famiglia, ci piace ricordarlo come un uomo capace di stimolare i suoi uomini al conseguimento dei migliori risultati, esercitarne il controllo in maniera anche rigida ed al contempo difenderli ed assisterli a fronte qualsiasi imprevisto. Qualità tipiche di un Comandante che saputo fare la sua gavetta all’interno del Corpo fino a giungere all’apice. Ci auspichiamo che amministrazione e Comando, sappiano tributargli la giusta memoria”. Così concludono dal sindacato, con quello che appare essere un messaggio indirizzato all’amministrazione Gualtieri.

Continua a leggere

I più letti