Connect with us

Gallery

Roma, smantellata banda di criminali dedita ai furti in abitazione nel centro storico

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

La merce veniva rivenduta mediante un pregiudicato con base logistica nel quartiere di Centocelle

ROMA – I Carabinieri della Compagnia Roma Centro, nelle prime ore del mattino, hanno fatto scattare l’operazione “OPEN DOOR”. L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Roma – avviata nel mese di Luglio 2020, ha portato ad un’ordinanza di applicazione di misure cautelari, emessa dal GIP del Tribunale di Roma, nei confronti di 4 persone (due uomini e due donne) di nazionalità serba (etnia rom), per i reati di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti in abitazione e ricettazione.

L’attività investigativa, condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro, sono scaturite dall’analisi dei numerosi furti in abitazione commessi nel centro storico della Capitale, messi a segno, come emerso dai filmati di video sorveglianza, da donne di etnia rom mediante l’uso di arnesi da scasso e la copertura degli uomini appartenenti alle famiglie, che le coordinavano ed incoraggiavano da casa, pronti ad intervenire in caso di necessità.

Nel corso delle indagini sono stati individuati i ruoli svolti dai singoli e diversi indagati all’interno dell’associazione criminale, quasi a gestione familiare, e si sono compresi i meccanismi e le singole fasi delle azioni delittuose: dai meticolosi sopralluoghi, finalizzati alla comprensione delle abitudini degli ignari proprietari di casa, alla ricerca di itinerari sicuri per sfuggire ad eventuali telecamere di video sorveglianza, sino alla fase esecutiva vera e propria, con le donne del gruppo protagoniste assolute della scena.

Erano infatti le donne, di giovane età e ben vestite, ad introdursi all’interno delle abitazioni prese di mira, depredandole di ogni sorta di monili o preziosi, ma anche di borse griffate e altri generi di valore. Talvolta, scovata la cassaforte all’interno dell’abitazione, non esitavano a contattare gli uomini del gruppo, che intervenivano in supporto per cercare di smurarle.

La merce, soprattutto per quanto riguarda orologi e monili, venivano poi rivenduti mediante i canali di ricettazione interni al gruppo stesso, ed in particolare mediante un uomo – pregiudicato – di etnia rom, ma di nazionalità macedone, con base logistica nel quartiere di Centocelle.

L’attività di indagine ha consentito di attribuire al sodalizio la responsabilità di più furti in abitazione consumati e di uno tentato, perpetrati tra giugno e settembre 2020, arrestare 2 persone in flagranza di reato e deferirne 15 in stato di libertà per tentato furto, possesso di arnesi atti allo scasso, ricettazione e riciclaggio; trarre in arresto altre 5 persone, che frequentavano a vario titolo gli indagati, in esecuzione di provvedimenti pendenti dell’A.G. e recuperare beni (monili ed orologi) del valore complessivo di circa 25.000 euro.

È stata fatta luce su un vero e proprio gruppo criminale, composto da famiglie di etnia rom, tutte legate da vincoli di parentela, stanziali nel territorio sud est della Capitale, da dove, ogni mattina, partivano le “batterie” dei cosiddetti “appartamentari” diretti nel centro capitolino.

Una volta perpetrati i furti ad opera delle donne del gruppo, erano gli uomini a recuperarle con veicoli intestati a prestanome, accompagnandole presso le abitazioni, dove veniva poi stoccata e rivenduta la merce oggetto del reato.

Due dei destinatari dell’ordinanza sono stati rintracciati sul territorio romano e due in Lombardia, grazie alla collaborazione con i Carabinieri della Compagnia di Desio e del Nucleo Investigativo di Monza, sono stati associati in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gallery

Guidonia Montecelio, dopo 15 anni di attesa apre il Palasport

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

GUIDONIA MONTECELIO (RM) – Giornata storica a Guidonia Montecelio, quella di oggi domenica 28 Novembre 2021, che ha visto aprire ufficialmente il Palasport dopo oltre 15 anni di attesa.

“L’Amministrazione Comunale ha lavorato sin dal primo giorno per poter arrivare a questo importantissimo risultato di oggi- dichiara il Sindaco Michel Barbet- apriamo il Palasport che vive e sarà un polo aggregativo per le società sportive del territorio. Ringrazio, 
inoltre, Eurobasket Roma e Fipav Lazio che hanno risposto positivamente alla nostra manifestazione d’interesse e gestiranno la struttura fino alla fine della stagione agonistica”.

“Quando ci siamo insediati come Assessori abbiamo trovato una situazione impantanata e che avrebbe scoraggiato chiunque- proseguono il Vicesindaco Elisa Strani e l’Assessore ai Lavori Pubblici Antonio Correnti- per questo, quindi, ci siamo letteralmente rimboccati le maniche perché era inaccettabile che una struttura così bella e prestigiosa rimanesse chiusa ed allo stato d’abbandono”.

“L’apertura odierna è il frutto della buona politica che, al di là dei punti di convergenza del nostro accordo, è la linea guida che abbiamo sempre avuto e che sta portando ad ottenere questi importanti risultati per la nostra Città. Proseguiamo, quindi, su questa strada
ed oggi siamo orgogliosi che finalmente Guidonia Montecelio ed i guidoniani possano godere del loro bellissimo Palasport”- concludono i Capogruppo in Consiglio Comunale del Movimento 5 Stelle Matteo Castorino e del Partito Democratico Mario Lomuscio.

Continua a leggere

Cronaca

Marsala, lungomare antistante il monumento dei Mille: partiti i lavori di riqualificazione

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

MARSALA (TP) – Sono iniziati oggi a Marsala i lavori di riqualificazione di un tratto del Lungomare antistante il Monumento ai Mille.

Il cantiere si estende per circa centro metri e comprende sia la sede stradale che i marciapiedi che confluiscono all’incrocio con via Scipione l’Africano (circa 50 metri per lato). Ciò comporterà delle variazioni alla circolazione veicolare, già disposte con provvedimento della Polizia Municipale. In particolare, l’interdizione al traffico – della durata di circa 120 giorni – riguarderà il tratto che da via Girolamo Italia (obbligo di svolta) giunge fino all’incrocio con via Santa Lucia (obbligo di svolta). In via precauzionale, pattuglie della Polizia Municipale sono sul posto per fornire ad autobilisti e e pedoni sui punti di transennamento.

Gli interventi consentiranno di godere di un nuovo look dell’area di accoglienza turistica, così come previsto nel progetto redatto dall’arch. Maxime Angileri e che sarà realizzato con un finanziamento di 340 mila euro assegnato per il 2021 dal Ministero dell’Interno.

Altre palme e aiuole, piante e cestini portarifiuti, nuovi pali con illuminazione a led, questi alcuni degli interventi previsti. In più, sui marciapiedi verranno anche realizzati dei percorsi con sistema “Loges”, riconoscibili dai non vedenti; mentre la carreggiata verrà pavimentata a spina di pesce in entrambe le due corsie di marcia. Interessato anche il piazzale antistante al Monumento ai Mille, attualmente privo di arredi: saranno collocate panche, disposte in modo da rievocare le onde che si infrangono sulla chiglia della nave rappresentata dal Monumento ai Mille; si posizioneranno vasi di grandi dimensioni contenenti differenti specie arboree e si doterà l’area di una rastrelliera per biciclette.

Continua a leggere

Cronaca

Fiera del turismo a Stoccolma: l’Italia tra i protagonisti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

La sede ENIT di Stoccolma, Svezia, ha partecipato all’edizione 2021 dell’evento B2B Travel News Market con una postazione personalizzata gestita dalla responsabile ENIT per l’area nordica Anna Andersson.

L’evento viene organizzato annualmente (ad eccezione dell’anno scorso causa pandemia) dalla principale testata di settore in Svezia, la Travel News (travelnews.se), ed è ormai uno dei momenti più importanti nell’arco dell’anno per incontrarsi con il con gli operatori e media di settore svedesi.

Travel News Market 2021 ha registrato oltre 120 espositori accogliendo oltre 850 visitatori professionali in appuntamenti prefissati. Oltre all’ENIT erano presenti vari operatori italiani nonché la prestigiosa istituzione svedese in Italia la Villa San Michele di Capri. Presente anche la MSC crociere

 A conclusione della giornata una cerimonia di premiazioni; la testata ha individuato le destinazioni più desiderate per il 2022, classificate in varie categorie, basandosi su un indagine Nordic Bench ad hoc (1.500 interviste), evidenziando numerose destinazioni italiane in varie categorie e risultando vincitrice, nella categoria “miglior destinazione vacanza premium – una settimana al sole”, la destinazione Sardegna.

Continua a leggere

I più letti