Connect with us

Roma

ROMA: VILLA CARPEGNA RIAPERTA AL PUBBLICO

Clicca e condividi l'articolo

soddisfazione del senatore De Lillo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Redazione

Oltre mille persone persone questa mattinahanno presenziato alla cerimonia di riapertura di Villa Carpegna, il parco nel quartiere Aurelio di Roma restituito alla citta' dopo i lavori di riqualificazione durati 7 mesi. La secentesca villa cardinalizia e' stata recuperata secondo quanto previsto nei disegni originari, con l'installazione di nuovi arredi per la fruizione e il restauro, con la collaborazione della Sovrintendenza, delle tre fontane storiche.

All'inaugurazione sono intervenuti il sindaco di Roma Gianni Alemanno, l'assessore capitolino all'ambiente Marco Visconti, il presidente del XVI Municipio Daniele Giannini e l'ex assessore all'ambiente Fabio De Lillo.

Grazie a un investimento di 540mila euro stanziati dal dipartimento Ambiente del Campidoglio, sono stati messi in campo interventi che riguardano le alberature, i viali, l'impianto di irrigazione, le scalinate, cestoni e panchine che riproducono i disegni ottocenteschi dell'architetto Andre'. Gruppi di volontari vigileranno sulla sicurezza e il decoro del parco, per segnalare fenomeni di abusivismo e vandalismo. Circa un migliaio di persone questa mattina hanno partecipato alla cerimonia di riapertura di Villa Carpegna, il parco nel quartiere Aurelio di Roma restituito alla citta' dopo i lavori di riqualificazione durati 7 mesi.

La secentesca villa cardinalizia e' stata recuperata secondo quanto previsto nei disegni originari, con l'installazione di nuovi arredi per la fruizione e il restauro, con la collaborazione della Sovrintendenza, delle tre fontane storiche. All'inaugurazione sono intervenuti il sindaco di Roma Gianni Alemanno, l'assessore capitolino all'ambiente Marco Visconti, il presidente del XVI Municipio Daniele Giannini e l'ex assessore all'ambiente Fabio De Lillo. Grazie a un investimento di 540mila euro stanziati dal dipartimento Ambiente del Campidoglio, sono stati messi in campo interventi che riguardano anzitutto le alberature, i viali, l'impianto di irrigazione, le scalinate, cestoni e panchine che riproducono i disegni ottocenteschi dell'architetto Andre'. Gruppi di volontari vigileranno sulla sicurezza e il decoro del parco, per segnalare fenomeni di abusivismo e vandalismo.

Soddisfatto il senatore del Pdl Stefano De Lillo: "Dopo anni di incuria e di abbandono Villa Carpegna e'stata riportata all'antico splendore, grazie ad un importante intervento di riqualificazione dei giardini e alla valorizzazione delle specie arboree presenti. Esprimo il mio plauso per l'iniziativa dell'amministrazione comunale – ha spiegato De Lillo – con il quale viene restituito alla citta' un gioiello ambientale ricco di eccellenze paesaggistiche e architettoniche"

Castelli Romani

Genzano di Roma, la boutique del falso: Guardia di Finanza sequestra 300 capi d’abbigliamento contraffatti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

GENZANO DI ROMA (RM) – Utilizzava i social network per promuovere la vendita di capi ed accessori di abbigliamento che riproducevano modelli delle più affermate griffe di alta moda un uomo di nazionalità marocchina individuato dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, che hanno sequestrato oltre 300 articoli contraffatti.

Le Fiamme Gialle della Compagnia di Velletri, dopo alcuni approfondimenti, hanno deciso di perquisire l’appartamento del venditore, situato a Genzano, al cui interno era stata allestita una vera e propria “boutique del falso”, costituita da oltre 300 pezzi – borse, scarpe, giubbotti, t-shirt, cinture e portafogli – recanti i marchi Louis Vuitton, Gucci, Moncler, Giorgio Armani, Versace, Ralph Lauren, Colmar, Nike e Adidas.

Oltre alla merce sono stati rinvenuti diversi campionari e un “brogliaccio” in cui erano annotati gli importi degli incassi, quantificati in circa 80 mila euro l’anno.

Il “commerciante” è stato denunciato per i reati di detenzione di merce contraffatta e ricettazione alla Procura della Repubblica di Velletri, che ha disposto la donazione dei capi di abbigliamento al centro religioso Don Orione, dopo averli privati dei loghi distintivi.

L’operazione si inquadra nel più ampio dispositivo messo in campo dalla Guardia di Finanza di Roma per il contrasto alla “filiera del falso”.

Continua a leggere

Metropoli

Guidonia e Fonte Nuova: traffico in tilt sulla Nomentana a causa del “cantiere della vergogna”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Siamo al fianco dei cittadini di Roma, Guidonia Montecelio e Fonte Nuova che da più di un mese ormai vivono ostaggio di un cantiere che ha paralizzato il traffico sulla consolare nel tratto in gestione alla Città Metropolitana di Roma Capitale, arrivando addirittura alla soppressione delle fermate del trasporto pubblico locale L’intervento di Areti in corso, finalizzato alla posa di cavi dell’alta tensione che sta interessando l’area in prossimità di Colleverde-ParcoAzzurro al km 15 della Nomentana, avrebbe dovuto essere programmato con più cura e tenere conto dei ritrovamenti archeologici già emersi in zona in occasione di precedenti lavori. Quelli che sta mettendo in campo l’ex Provincia di Roma non sono soluzioni, ma palliativi che sfidano la pazienza e l’intelligenza dei residenti, verrebbero impiegate ora due squadre di lavoro quando le attività di cantiere sono state sospese per una lunghissima pausa natalizia e l’istituzione del senso unico di marcia su via Nomentana. Quello che abbiamo chiesto con un’istanza urgente presentata dai consiglieri provinciali Antonio Proietti e Carlo Passacantilli è una rapida risoluzione della situazione, per questo abbiamo anche ufficialmente scritto alla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale la quale ha risposto per ora solo in forma interlocutoria, chiedendo un intervento immediato per la messa in sicurezza dei ritrovamenti, la conclusione del cantiere ed il ripristino della normale circolazione.

Lo dichiarano il senatore William De Vecchis, responsabile organizzativo della Lega Lazio, il dirigente della Lega Fabrizio Santori e il capogruppo al consiglio comunale di Guidonia Montecelio, Arianna Cacioni.

Continua a leggere

Roma

Roma, arrestata l’emula di “Madame furto”: deve scontare 18 anni di carcere

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ROMA – Deve scontare 18 anni e 9 mesi di reclusione per furti, rapine ed evasione commessi a Roma tra il 2001 e il 2019, la nomade di origini bosniache di 34 anni, domiciliata nel “Villaggio della Solidarietà” di Castel Romano, arrestata dai Carabinieri della Stazione Roma Tor De Cenci.

La donna, emula della celeberrima “Madame furto”, ha ricevuto nella mattinata di ieri l’inaspettata visita dei Carabinieri che hanno bussato alla porta del suo box all’interno dell’insediamento di via Pontina per dare esecuzione ad un ordine per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Roma che la condanna alla lunga reclusione, risultato di 18 anni di scorribande commesse lungo le strade della Capitale.

Dopo la notifica del provvedimento, la donna è stata trasferita nel carcere di Rebibbia.

Continua a leggere

I più letti