Connect with us

Sport

RUGBY ANZIO CLUB: DOPO DUE SCONFITTE SI PREPARA LA TRASFERTA COL VILLA PAMPHILI

Clicca e condividi l'articolo

“Sicuramente è un esito che ci lascia con l'amaro in bocca, anche perché a parte il risultato è stata una partita a senso unico."

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Redazione

Anzio (RM) – Un palo clamoroso su punizione, a tempo praticamente scaduto, ha condannato il Rugby Anzio Club alla seconda sconfitta in campionato per 9 a 8, rimediata sul difficile campo del Segni ed al termine di un match dominato dagli ospiti. Un dato basta e avanza per lasciar intendere quanto stia stretto il punto ottenuto al termine di questa trasferta, ovvero il fatto che sostanzialmente i padroni di casa a parte una singola occasione non hanno mai giocato dentro i 22 ospiti.

Pur in formazione rimaneggiata, l'Anzio esprimeva un bel gioco nella prima frazione di gara senza però concretizzare molto. Una punizione di Santarcangelo in apertura sembrava aver aperto le marcature, ma l'arbitro giudicava il pallone fuori nonostante fosse transitato nettamente all'interno dei pali. Dopo aver fallito un'altra buona occasione davanti la linea di meta, il match nella prima parte di primo tempo viveva su un sostanziale equilibrio dove era comunque sempre l'Anzio a condurre le danze. Al 22° la situazione si sbloccava, era proprio Santarcangelo con una punizione da distanza siderale, appena oltre la linea di metà campo (48 metri) a centrare la porta per il 3-0. Otto minuti dopo pareggio del Segni sempre su punizione da posizione decentrata. La ripresa sembrava lasciar ben sperare. Era ancora Santarcangelo a battere una punizione veloce ed entrare in meta (non trasformata) per l'8 a 3. Era anche l'unica meta dell'incontro. Di lì in poi il match si innervosiva ed era il Segni a giovarne. Due punizioni, al 18° e al 24°, consentivano ai padroni di casa di passare a condurre per 9 a 8. L'Anzio ce la metteva veramente tutta, ma da lì al fischio finale si susseguivano una punizione fallita da Marcoccio (chiamato al calcio al posto di Santarcangelo sostituito), quindi due occasioni sprecate per marcare sempre in prossimità della linea di meta, ed infine a tempo scaduto il già citato palo ancora da piazzato da posizione centrale. Per il Segni è la prima rocambolesca vittoria in campionato, per l'Anzio arriva se non altro il secondo punto in classifica in virtù del distacco inferiore agli otto punti rispetto all'avversaria, ma che resta un po' poco rispetto a quanto fatto vedere in campo.

“Sicuramente è un esito che ci lascia con l'amaro in bocca, anche perché a parte il risultato è stata una partita a senso unico. Non siamo stati decisivi nei momenti giusti, mentre loro sono una squadra che ha giocato tanti anni in serie B e anche in serie A, sono abituati a giocare situazioni simili”, ha detto il mister Simone D'Agostino. “Comunque ci sono tanti segnali positivi, stiamo crescendo molto, si vede da quello che facciamo in campo, manca solo di mettere i puntini sulle i”. Quale sono stati il momento decisivo del match? “A parte ovviamente il calcio finale, per quello che ci riguarda in almeno tre occasioni abbiamo avuto una netta superiorità all'esterno e invece siamo andati a giocare dove c'era la difesa, forse facendo la scelta giusta e segnando una di queste tre mete avremmo portato il match a casa. Per loro la partita è girata ad inizio del secondo tempo, non abbiamo ancora quella maturità che ci consente di gestire situazioni di questo tipo ma sono convinto che col tempo arriverà”.

Passando al settore giovanile del Rugby Anzio Club, l'Under 12 si è ben comportata nel fine settimana vincendo contro l'Ostia nel concentramento nel quale era impegnata, e pareggiando un'altro incontro. Vittoria che non è arrivata per l'Under 14 che ha perso sul difficile campo del Frascati, uno dei settori giovanili più accreditati di tutto il Centro Italia. Netta affermazione ancora dell'under 16, 20-0 che è valso anche il punto di bonus, ottenuta contro il Latina, mentre la 18 ha perso 27-10 contro il Lanuvio.
Questo fine settimana, come sempre, Il Rugby Anzio Club sarà impegnato su più fronti. Si inizia sabato con l'Under 14 sarà di scena in casa contro l'Appia alle ore 17 al campo Marconi di Viale Ardea (Anzio Colonia), l'Under 18 (che è schierata in coabitazione con il Pomezia) invece se la vedrà in casa del forte Colleferro. Domenica alle 11 l'Under 16 andrà a far visita al Viterbo, ed infine la prima squadra affronterà sul campo del Corviale il Villa Pamphili, secondo in classifica con 9 punti e che domenica scorsa ha superato 24 a 3 in trasferta il Rugby Roma Club. Un altro impegno molto difficile per il Primo XV della società biancazzurra.
 

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

In evidenza

60 anni della serie C, Francesco Tagliente: “Rimpatriata fiorentina”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Il prefetto Tagliente fa la cronaca di una piacevole rimpatriata fiorentina in occasione delle celebrazioni dei 60 anni della Serie C. Accordo con la Coldiretti, Museo nella sede della Lega Pro dedicato ad Artemio Franchi e convegno su “60 anni di C: identità, storia, innovazione e coraggio Una giornata straordinaria ricca di grandi emozioni iniziata alla sede della Lega Pro, dove oltre al presidente Francesco Ghirelli, nella veste di padrone di casa, sono intervenuti i vertici del mondo del calcio: il presidente della FIFA Gianni Infantino, della FIGC Gabriele Gravina e della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia, nonché Giancarlo Abete, Arrigo Sacchi, Damiano Tommasi ed altri. Le celebrazioni sono entrate nel vivo con la presentazione alla stampa dell’accordo “Campagna Amica” tra Lega Pro e Coldiretti: un accordo condiviso tra Francesco Ghirelli e il presidente della Coldiretti Ettore Prandini, per valorizzare le eccellenze dell’Italia, i prodotti dell’agricoltura, la legalità, l’educazione allo sport e all’alimentazione, con iniziative che riguarderanno le eccellenze italiane negli stadi della C. In occasione di ogni partita le squadre e i loro tifosi delle varie regioni d’Italia avranno l’opportunità di conoscere e provare il patrimonio agroalimentare del territorio.

A seguire nella stessa sede della Lega Pro si è tenuto un workshop sul calcio dei giovani e la loro valorizzazione: punti di forza e tutele con Gianni Infantino, Gabriele Gravina, Francesco Ghirelli, Arrigo Sacchi, Daniele Arrigoni, Roberto Samaden e Jacopo Tognon. All’interno della sede della Lega pro è stato poi inaugurato uno spazio museo dedicato ad Artemio Franchi che il 13 luglio 1959 firmò l’atto di nascita della C con i suoi club e gli oltre 8 milioni di tifosi.

Lo spazio contiene maglie, divise, fotografie, cimeli inediti appartenuti a Franchi. Alla raccolta del materiale hanno collaborato la famiglia Franchi, Maurizio Francini del Centro tecnico di Coverciano, Fino Fini per il Museo del calcio tutti presenti alla Cerimonia. All’interno della stessa sede è stata inoltre inaugurata la Limonaia, uno spazio intitolato alla prima calciatrice della storia del pallone, Nettie Honeyball.

La Giornata si è conclusa nel Salone dei 500, al Palazzo Vecchio con un convegno dal titolo “ 60 anni di C: identità, storia, innovazione e coraggio. Molto suggestive le ricostruzioni storiche presentate dal giornalista Matteo Marani Ci sono state anche le premiazioni e gli interventi toccanti degli ex presidenti della Lega Serie C: Giancarlo Abete, Mario Macalli e Gabriele Gravina Premiati pure Milena Bertolini ct della nazionale femminile e Gianluca Arrigoni ct della nazionale Universitaria e rappresentative Lega Pro Premiati da Gianni Infantino anche i presidenti della FIGC Antonio Matarrese, Giancarlo Abete, Carlo Tavecchio e Gabriele Gravina. Menzionato per il premio anche Franco Carraro, assente per altri concomitanti impegni. Presenti tanti altri amici del mondo dello sport come Marco Brunelli, Benedetta Geronzi Renzo Ulivieri, Vito Tisci, William Punghellini. Lo scrive il prefetto Francesco Tagliente sulla pagina FB

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Sport

Volley FB2, Vbc Viterbo: Elisabetta Ippoliti nel roster di Giandomenico

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Vent’anni, centrale, 180 cm di altezza Elisabetta Ippoliti sarà anche per questa stagione una giocatrice Vbc. Cresciuta nel vivaio della società viterbese, “ho iniziato a giocare nel 2011 a 12 anni”, Elisabetta e il Volley sono davvero inseparabili: oltre ai successi personali, allena una delle squadre giovanili Vbc, ha una sorella, Valeria, anche lei centrale e giovane promessa Vbc, mentre il padre, Romeo, è uno dei dirigenti più esperti della società di via Gran Sasso. Frequenta il secondo anno di Biologia a Viterbo. Come riesci conciliare il tutto? “È difficile organizzare tutti gli impegni giornalieri, l’Università e gli allenamenti occupano gran parte della mia giornata. Tuttavia, dedicare un po’ di tempo all’allenamento delle più piccole mi gratifica e mi dà molte soddisfazioni”. Veniamo alla B2, cosa pensi del nuovo coach? “Sono entusiasta di affrontare il salto di categoria seguita da un allenatore così esperto. Ho avuto modo di conoscerlo e non vedo l’ora di iniziare a lavorare con lui”. Lo scorso hanno hai ricevuto offerte da squadre di B. Come mai hai preferito restare a Viterbo? “Sì è vero, effettivamente mi sono arrivate delle proposte inaspettate per giocare nella categoria superiore con dei progetti giovanili. Conoscevo però il progetto della mia società, per cui un po’ per l’attaccamento alla maglia, un po’ per il valore della nuova rosa ho accettato con entusiasmo la sfida credendo nel progetto Vbc”. CARRIERA 2012/2013 1d Vbc Viterbo 2013/2014 C Vbc Viterbo 2014/2015 C Vbc Viterbo 2015/2016 D Vbc Viterbo 2016/2017 C Vbc Viterbo 2017/2018 C Vbc Viterbo 2018/2019 C Vbc Viterbo 2019/2020 B2 Vbc Viterbo



Print Friendly, PDF & Email
Continua a leggere

Calcio

Ssd Roma VIII, una grande novità: si parte con la Scuola calcio, Bartoli è il neo responsabile

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Roma – Una grande novità in casa Roma VIII. Il club capitolino, come annunciato da tempo, riparte con un proprio settore giovanile agonistico, ma anche di base. A partire da settembre, presso il centro sportivo di via di Tor Bella Monaca 497, tornerà ad allenarsi anche una serie di selezioni in età di Scuola calcio. E il patron Valerio Virzi ha deciso di affidare il ruolo di responsabile della scuola calcio a un nome di altissimo livello come quello di Fabio Bartoli che sarà coadiuvato nel ruolo di direttore tecnico da Luigi Di Bartolomei. Allenatore professionista con una lunga esperienza come tecnico tra Lodigiani, Lazio, Savio e Vigor Perconti. Laureato in Scienze motorie all’università di Tor Vergata, già responsabile dell’Academy dell’Udinese per Lazio e Abruzzo, Bartoli ha lavorato in Federcalcio prima come collaboratore tecnico dell’attività di base della Lnd Lazio e poi nel Settore giovanile e scolastico del Lazio. Nella scorsa stagione è stato direttore generale della Polisportiva Monti Cimini. Volevo dedicarsi un anno allo studio, ma quando è stato chiamato dalla Roma VIII ci ha messo davvero poco tempo per trovare un accordo. “Sono stato contattato da Claudio Dell’Uomo (neo responsabile del settore giovanile agonistico, ndr) che conosco da una vita e lui mi ha proposto questa nuova avventura che mi ha subito affascinato” spiega Bartoli che poi parla delle prospettive nel primo anno di lavoro alla guida del settore di base del club capitolino. “Questo sarà un anno zero per noi. Dobbiamo considerare l’alto valore sociale che un’attività come la Scuola calcio svolge in un quartiere come il nostro, ma siamo convinti che ci siano grosse potenzialità. L’obiettivo ambizioso è quello di riuscire ad attrezzarsi per chiedere la qualifica di Scuola calcio d’Elite entro la fine della prossima stagione. Qui, i piccoli calciatori e le famiglie che vorranno darci fiducia, troveranno un centro sportivo assolutamente all’avanguardia che tra l’altro recentemente si è dotato anche di due campi di padel. Altri traguardi non ce ne fissiamo anche perché vogliamo capire quale sarà la risposta delle famiglie in termini di iscrizioni e in base a quelle ci muoveremo pure per la definizione dello staff tecnico” conclude Bartoli. L’attività della Scuola calcio comincerà ufficialmente dal 2 settembre, anche se fino alla fine di luglio sarà aperta la segreteria presso il centro sportivo della Roma VIII per ogni tipo di informazione.



Print Friendly, PDF & Email
Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Luglio: 2019
L M M G V S D
« Giu    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it