Connect with us

Roma

RUGBY CITTÀ DI FRASCATI SSD, IL “GRAZIE” DELL'AD MUSETTI A PANATTONI E DELLA CECA

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Nella stagione da poco conclusa, sono stati due colonne dello staff tecnico del “vecchio” Mini Rugby Frascati, da poco passato alla nuova denominazione di Rugby Città di Frascati. Il riferimento è a coach Gianni Panattoni, tecnico della prima squadra che ha disputato la serie B, e a Francesco Della Ceca, guida dell'Under 16 tuscolana. Nella prossima stagione non faranno parte del nuovo organigramma tecnico e l'amministratore delegato (nonché ex presidentessa del Mini Rugby) Emanuela Musetti vuole sottolineare l'importanza del loro lavoro. «Ho lavorato con Gianni solo lo scorso anno – rimarca l'ad del Rugby Città di Frascati -, ma ho conosciuto una persona di grande professionalità e capacità. Sono convinta che molto del merito della permanenza in serie B, fondamentale per il nostro nuovo progetto societario, sia stato proprio del lavoro svolto da Panattoni. Anche per questo mi auguro che Gianni, sebbene la scelta societaria sulla guida tecnica della prima squadra sia ricaduta su Michele Cuttitta, possa continuare a darci il suo contributo di grande competenza magari in un altro ruolo». Una proposta tutt'altro che formale, ma molto sentita quella della Musetti che allo stesso modo sente di ringraziare Francesco Della Ceca, che andrà a fare il preparatore atletico nell'Accademia di Tirrenia, per l'operato della scorsa stagione. «Abbiamo dato a Francesco – dice l'ad frascatano – l'opportunità di crescere cogliendo una grande occasione dal punto di vista federale». A Tirrenia, Della Ceca ritroverà i gemelli Di Giulio. «E' un grande orgoglio per noi aver avuto dalla Federazione un attestato di stima per il nostro lavoro e per tre esponenti della nostra società – sottolinea la Musetti -, segno che il cammino fatto è stato di qualità». E la strada tracciata da Della Ceca e dai due Di Giulio potrebbe essere percorsa a breve da qualche altro membro del club frascatano. «Sono convinta – sostiene la Musetti – che almeno due tecnici e tre o quattro ragazzi abbiano le potenzialità per entrare a far parte dell'Accademia. Soprattutto per quanto riguarda i giocatori dico che sarà fondamentale avere la testa giusta e in questo senso proprio l'esperienza dei Di Giulio dovrebbe essere da esempio».

Metropoli

Anguillara Sabazia, furti auto di turisti in sosta: 2 arresti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Era da qualche tempo che i Carabinieri di Anguillara Sabazia ricevevano segnalazioni per furti su autovettura, in particolare ai danni di turisti che, dopo avere parcheggiato su via Trevignanese, si recavano in spiaggia.Per arginare il fenomeno che stava turbando l’usuale serenità del comune sabatino, i Carabinieri hanno quindi organizzato un mirato servizio di osservazione nel corso del quale hanno notato due soggetti avvicinarsi con aria furtiva ad un’autovettura parcheggiata. I due, dopo avere infranto un finestrino laterale del veicolo, sono stati sorpresi a impossessarsi di un trolley e a tentare di allontanarsi immediatamente ma sono stati inseguiti e raggiunti dai Carabinieri, che li hanno bloccati e perquisiti. In loro possesso, i Carabinieri hanno rinvenuto due cassette degli attrezzi e un trapano, risultate provento di furto perpetrato poco prima con le medesime modalità e restituiti al legittimo proprietario.Gli arrestati, due uomini di 29 e 38 anni, dopo una notte passata in camera di sicurezza, sono stati sottoposti a giudizio con rito direttissimo presso il Tribunale di Civitavecchia, dove il loro arresto è stato convalidato, applicando la misura della custodia cautelare in carcere.

Continua a leggere

Castelli Romani

Castel Gandolfo, morto in ospedale il 35enne affogato ieri al lago

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

L’uomo era stato rianimato da alcuni bagnanti e trasportato in elisoccorso all’ospedale Gemelli

CASTEL GANDOLFO (RM) – E’ morto in ospedale il 35enne di nazionalità irachena che ieri era stato rianimato da alcuni bagnanti al lago Albano di Castel Gandolfo dopo aver avuto un malore ed essere annegato.

L’uomo era stato portato in elisoccorso all’ospedale capitolino del Gemelli in situazione disperata dove è poi deceduto a causa di alcune complicazioni.

Continua a leggere

Castelli Romani

Castel Gandolfo, annega nel lago e viene salvato in extremis da alcuni bagnanti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

CASTEL GANDOLFO (RM) – Un 35enne annega nel lago Albano di Castel Gandolfo e viene salvato da alcuni bagnanti che avevano appena effettuato un corso di BSLD (manovre di primo soccorso con impiego di defibrillatore) promosso dagli operatori sanitari della Asl Roma 6 per la sicurezza in mare e nei laghi.

“Queste iniziative formative producono effetti benefici multidimensionali: ci aiutano a salvare vite; avvicinano le istituzioni ai cittadini; ci rendono persone migliori. I miei ringraziamenti vanno ai nostri operatori sanitari, che si stanno dedicando con grande passione a questo progetto” ha detto il direttore generale della Asl Roma 6, Cristiano Camponi.

Continua a leggere

I più letti