Connect with us

Sport

San Nilo Grottaferrata (basket, C Gold), capitan Brenda: «Ottimo inizio, il gruppo è più maturo»

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Grottaferrata (Rm) – Il San Nilo Grottaferrata basket è ormai una realtà consolidata della serie C Gold. La formazione del patron Alberto Catanzani, già protagonista di un’ottima stagione l’anno scorso, ha cominciato anche questo campionato in maniera (quasi) perfetta. Cinque vittorie su sei partite, segno che la squadra dei coach Stefano Busti e Matteo Apa ha raggiunto un equilibrio e una competitività notevoli. «E pensare che ci è rimasto pure qualche rammarico per la partita persa a Fondi» dice l’ala grande classe 1993 Daniele Brenda, al suo secondo anno nel team criptense e da questa stagione pure capitano del gruppo. «Un gesto da parte di società, staff e gruppo che mi ha davvero colpito visto che non sono certo il più “anziano” del gruppo né per età né per militanza nel San Nilo Grottaferrata». Nell’ultimo turno la squadra castellana ha vinto sul campo di Sora per 70-66. «E’ stata una partita combattuta, ma ormai il livello del campionato di C Gold ha raggiunto davvero picchi molto alti ed è cresciuto ancora rispetto alla passata stagione. A Sora non abbiamo giocato una partita troppo brillante dal punto di vista del gioco, ma abbiamo dimostrato che questo gruppo è migliorato a livello di maturità e ora sa vincere anche le partite in modo “sporco”. In questa categoria è fondamentale la continuità di rendimento, sia dal punto di vista complessivo della stagione sia nelle singole partite: se “stacchi la spina” anche per un breve periodo nell’arco dei quaranta minuti, il rischio di perdere punti è concreto». Brenda parla della sua scelta di rimanere al San Nilo Grottaferrata basket. «Già all’inizio della mia esperienza nella passata annata avevo avuto impressioni ottime e devo dire che col tempo sono state confermate e rafforzate – dice il capitano criptense – Mi sono trovato benissimo sin da subito con la società, con lo staff tecnico e con il gruppo che anche quest’anno ha accolto in maniera perfetta i nuovi arrivati Federico Ridolfi e Federico Rossi. Il gruppo è affiatato e l’obiettivo è cercare di imitare quantomeno il risultato dello scorso anno, vale a dire l’accesso ai play off. Ma questa squadra ha dieci giocatori di livello e questo ci può aiutare a tenere costante il rendimento nella stagione». Nel prossimo turno a Grottaferrata arriverà l’Alfa Omega. «Una squadra che ha confermato l’ossatura “storica” e che l’anno scorso ha cambiato passo con l’arrivo dell’attuale coach. Ma noi giochiamo in casa e vogliamo dare nuove conferme del livello che abbiamo raggiunto» conclude Brenda.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Sport

Tc New Country Club Frascati, la Milazzo e il settore del baby tennis: «Un gruppo numeroso»

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Frascati (Rm) – E’ la scuola tennis più importante dei Castelli e non solo. E continua ad essere un fondamentale punto di riferimento per tutti gli appassionati, grandi e anche piccoli. Proprio per questi ultimi il Tc New Country Club Frascati ha pensato delle lezioni ad hoc e sta portando avanti ormai da qualche anno i corsi di mini o baby tennis dedicati ai bambini dai 3 anni in su. D’altronde è stata ormai sfatata la falsa leggenda secondo la quale il tennis è uno sport asimmetrico, anche perché ormai vengono utilizzati strumenti ad hoc per ogni fascia d’età (speciali palline e racchette), e anzi per uno studio del British Journal of Sport Medicine è addirittura lo sport che più allunga la vita, tonificando i principali gruppi muscolari (i più sollecitati sono gli addominali e i muscoli di gambe, braccia e spalle) e migliorando la coordinazione oculo-manuale e la capacità di muoversi nello spazio oltre a quella respiratoria. A coordinare il settore dei più piccoli nel club tuscolano c’è Sonia Milazzo, coadiuvata da uno staff composto da Federica Cucca, Annalisa Ricci e Niccolò Petrangeli. «Abbiamo un gruppo abbastanza numeroso di bambini: il numero è rimasto costante nel tempo anche se quest’anno c’è stato un ricambio abbastanza evidente – dice la Milazzo – Il programma per i più piccoli prevede principalmente delle lezioni di “preparazione al tennis” in cui facciamo fare ai bambini dei piccoli esercizi in cui simulano i movimenti della nostra disciplina, ma nel corso dell’ora di allenamento incominciamo anche a far prendere loro confidenza con la racchetta». Dai 7 anni in avanti, alle lezioni sulla tecnica di base del tennis viene aggiunta anche una seduta di preparazione atletica e poi per i ragazzini più portati c’è sempre la possibilità del “salto” nel gruppo agonistico. «Dipende molto dall’attitudine e dall’attenzione con cui il bambino riesce a seguire le varie lezioni» spiega la Milazzo che ormai da cinque anni collabora col Tc New Country Club Frascati. «Un ambiente dove mi trovo molto bene e si può lavorare con serenità e soddisfazione» conclude.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Sport

Asd Judo Frascati, una grande festa e tanti podi per la prima tappa del trofeo “Quattro stagioni”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Frascati (Rm) – La consueta grande festa e il pieno di podi per l’Asd Judo Frascati e i suoi piccoli atleti che domenica scorsa hanno partecipato in massa alla prima tappa del trofeo “Quattro stagioni”. Tra l’altro la gara promozionale organizzata dalla Federazione si è svolta proprio presso il complesso sportivo della “Banca d’Italia” a Vermicino e dunque gli atleti tuscolani hanno gareggiato da padroni di casa. Ben 57 i tesserati dell’Asd Judo Frascati (nati tra il 2006 e il 2014) presenti all’appuntamento, per una kermesse che ha visto oltre 700 mini judoka ai nastri di partenza. «I bambini sono stati divisi, oltre che per età e peso, anche per abilità attraverso i colori del semaforo: verdi per i principianti, giallo e rosso per i più esperti – spiega il presidente e maestro Nicola Moraci – Solo i 2006 hanno fatto una vera e propria gara con un podio e i nostri ragazzi hanno ottenuto due primi posti (con Matteo Karol Cusano ed Emanuele Cialei) e un secondo (con Alessandro Pastizzo). Per le altre fasce d’età non c’era una classifica, tutti gli atleti partecipanti sono stati premiati, anche se bisogna dire che tutti i nostri judoka si sono distinti per la loro ottima preparazione. Da segnalare, in particolare, le belle prestazioni di Emanuele De Sanctis (2009, ndr) Edoardo De Fusco (2011, ndr), Riccardo Capo (2008, ndr) e Giacomo Viti (2010, ndr)». Questo l’elenco dei judoka dell’Asd Judo Frascati che hanno preso parte alla gara di domenica scorsa: per il gruppo Esordienti A anno 2006 c’erano Matteo Karol Cusano, Alessandro Pastizzo ed Emanuele Cialei, mentre nelle altre fasce d’età c’erano i 2007 Simone Antonelli, Niccolò Perotti, Tommaso Fioranelli e Augusto Cicogna, i 2008 Charlotte Amy Simbi, Sara Alivernini, Leonardo Marino, Alessio Pannunzi, Flavio Gallozzi, Elisa Dal Brollo, Riccardo Capo, Romina Ghircosias, Andrea Paciotti, Lara Zago e Federico Giustini, i 2009 Emanuele De Sanctis, Matteo Yerel Dori, Giovanni Camilli, Emiliano Pannunzi, Filippo Maron e Ylber Iseni, i 2010 Giacomo Violetti, Giacomo Viti, Edoardo Teodorescu, Giovanni Battista Maliziola, Mattia Mrozek, Oscar Valerio Celentano, Cristian Zappalà, Mattia Moscatelli e Alessandro Mastrantonio, i 2011 Edoardo De Fusco, Marco Ghircoias, Luca Mercuri, Massimiliano Ardito, Marco Cusano, Federico Fontana, Leonardo Moscatelli e Lorenzo Iudica Mannarino, i 2012 David Ciravolo, Rocco Murè, Lorenzo Zappitelli, Sofia Ferraro, Emanuele Mangone, Marco Monaco, Stefano Sodano, Dario De Santis e Giuliano Voli, i piccoli 2013 Gabriele Tamburrano, Sante Angeli, Lorenzo Passanisi e Santiago D’Amico e infine i mini atleti del 2014 Leonardo Zappitelli e Leonardo Carinci.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Sport

3T Frascati Sporting Village, piccoli nuotatori protagonisti nella prima prova invernale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Frascati (Rm) – Il 3T Frascati Sporting Village ha applaudito i suoi piccoli nuotatori impegnati lo scorso fine settimana nella prima prova invernale tenutasi a Pietralata, nella piscina da 25 metri. Questo era di fatto il primo test stagionale per il gruppo di ragazzi che si sta allenando in uno dei tre poli della società del presidente Massimiliano Pavia (vale a dire al “Time Out” di Formello) sotto la direzione di Emanuele Tincani. «Questi primi passi nell’agonistica stanno regalando molto entusiasmo all’ambiente del “Time Out” dove non si era mai intrapresa prima una strada di questo tipo – dice Tincani – Abbiamo raggiunto un gruppetto di quindici piccoli atleti anche se, al momento, solo otto di questi si sono cimentati nella gara dello scorso fine settimana che complessivamente ci ha dato ottimi riscontri». La prima prova invernale era dedicata alle categorie Baby (nati nel 2013), Giovanissimi (2012), Allievi (2011), Esordienti B (2010), ma il gruppo di Tincani ha gareggiato in particolare tra i Giovanissimi dove sono arrivati risultati molto confortanti. Proprio Asia Tincani, figlia dell’allenatore del 3T Frascati Sporting Village, ha fatto la parte del leone vincendo la gara di stile libero e quella di rana (sempre sui 25 metri) e poi anche la staffetta mista mista (vale a dire composta da due maschietti e due femminucce) assieme a Tommaso Sabbatini, Jennifer Mencarelli e Gabriele Gamba. Da sottolineare anche i buoni piazzamenti dello stesso Gamba (terzo nello stile e ottavo nella rana), di Sabbatini (sesto nella rana e ottavo nello stile), della Mencarelli (settima nella rana) e anche di Matteo Logli, che nello stile è arrivato a un soffio dall’ottavo posto piazzandosi nono. «Questo gruppo si allena tre volte a settimana con lezioni di cinquanta minuti l’una e l’impegno è notevole – dice Tincani – La cosa importante della prova di Pietralata è che a livello tecnico i ragazzi hanno nuotato molto bene denotando anche una buona preparazione sul fondamentale della partenza e un positivo approccio mentale alla gara. Dobbiamo lavorare ancora tanto sulla tecnica della nuotata nonostante i ragazzi siano migliorati molto. Il mio obiettivo principale, con il tempo a disposizione, è di cercare di farli nuotare nel migliore dei modi al di là del riscontro cronometrico per poi essere pronti tecnicamente e psicologicamente a fare il salto di qualità quando saranno più grandi. In questa fascia di età è importante far appassionare più bambini possibili a questo sport proprio come nella pallanuoto anche attraverso lo svago, andando anche contro a genitori che mettono sotto pressione i ragazzi: per loro deve essere un divertimento, poi arriva tutto il resto». Il prossimo impegno di questi ragazzi arriverà molto presto: sabato 24 novembre a Civitavecchia si terrà la seconda prova invernale sulle specialità di dorso, farfalla e nella staffetta 4×25 stile.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

L’Osservatore su Google+

Le più lette

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it