Connect with us

Cronaca

SANREMO: IL FIOR FIORE DELLA MUSICA DELL'ARISTON

Clicca e condividi l'articolo

L’unico evento collaterale competitivo con l’Ariston è stato quello realizzato dalla REA con la finale della Milano Sanremo della Canzone Italiana svoltosi nel Gran Galà del Shù Noseda

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

di Antonio Diomede e Paolo Lunghi

Sanremo – Sanremo è Sanremo, si sa, e anche per quest’anno le luci si sono spente sulla grande kermesse. I giochi sono stati fatti. C’è chi ha vinto e chi ha perso, c’è chi ha vissuto una nuova esperienza di vita e chi ha scritto una pagina della propria storia. C’è chi come noi della REA (Radiotelevisioni Europee Associate) é stato, ancora una volta, protagonista della grande macchina con la finale de “La Milano Sanremo della Canzone Italiana”. Abbiamo avuto anche la grande opportunità mediatica, vissuta a tuttotondo per l’intera settimana, di far parte della Giuria della sala stampa del Palafiori e dell’Ariston oltre a direttamente seguire il Festival dal Teatro. L’unico evento collaterale competitivo con l’Ariston è stato quello realizzato dalla REA con la finale della Milano Sanremo della Canzone Italiana svoltosi nel Gran Galà del Shù Noseda, frutto di una selezione di artisti di primissima qualità scelti dalle Radio e Tv locali nelle precedenti tappe di Milano, Firenze, Forlì, Roma, Avellino, Sciacca. Gli artisti della Milano Sanremo della Canzone Italiana, senza temere smentite o confronti, si sono dimostrati all’altezza di rappresentare il fior fiore della qualità musicale e canora dell’Italia nel mondo. Se qualcuno avesse dei dubbi è molto semplice: richieda alla REA i filmati dello loro esibizioni. Si convinceranno che il festival dell’Ariston, spogliato del fascino che la tv produce e del mito conquistato in 64 anni attività, “non è tutto oro ciò che luccica” e che sarebbe ora di sottoporlo ad un impietoso lifting sia per non continuare a perdere ascolti, sia per creare le condizioni di un rilancio della canzone italiana. Il Festival ha anche una sua funzione nel panorama internazionale e, a differenza di ciò che si vocifera, non andrebbe assolutamente soppresso ma riformato partendo dalla sostituzione della parola “Festival” con “Rassegna della Canzone Italiana, dove gli artisti scelti dal pubblico delle radio e tv locali, esattamente com’è accaduto con “La Milano Sanremo della Canzone Italiana”, si presentano alla Rassegna finale di Sanremo senza vinti o vincitori ma con una grandissima e variegata esposizione del canzoniere italiano da offrire al pubblico e per il rilancio del mercato discografico italiano ed estero. L’obiettivo è anche quello di allargare la base della proposta musicale per andare davvero a coltivare “il vivaio dei giovani artisti italiani” così ricco di talenti e professionalità all’interno della nostra amata Italia. La Milano Sanremo della Canzone Italiana, che ha visto andare in scena la serata conclusiva dell’edizione 2014 proprio in quel di Sanremo, con il Gran Galà al Shù Nuseda, è l’esempio più calzante. Sono passati in rassegna tanti giovani di altissimo livello e con grandi doti vocali che non avrebbero niente da invidiare agli altri saliti sul palco dell’Ariston. Un modo anche per fare gruppo e sviluppare sinergie coinvolgendo direttamente tutti i vari operatori del settore dai livelli più locali a quelli nazionali, cosa che mai come ora serve a questa Nazione, ma sappiamo che le teste d’uovo della RAI, perfette fotocopie della politica vigente, difficilmente capiranno. Peggio per loro, presto, molto presto saranno travolti dal nuovo che avanza. Nel frattempo , noi della REA, mentre del Festival già più nessuno ne parla, stiamo programmando il tour del 2015 che partirà da Milano il 24 ottobre 2015 con nuove proposte musicali rigorosamente inedite per percorrere le 20 regioni italiane alla scoperta di nuovi talenti pronti a dimostrare che Sanremo non può essere soppresso. 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Palermo, scoperto bazar della droga in via Cipressi: arrestato un 21enne già noto alle forze dell’ordine

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

PALERMO – I Carabinieri della Stazione Centro, durante un servizio antidroga, hanno arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, S.M. 21enne palermitano già noto alle forze dell’ordine.

I militari hanno notato il giovane intrufolarsi all’interno di una palazzina semi-abbandonata in via Cipressi e insospettiti lo hanno raggiunto trovandolo in possesso di 20 dosi tra eroina, crack, hashish e marijuana appena prelevate da un anfratto.

Nel corso della perquisizione i Carabinieri, grazie al supporto dei cani, rinvenivano altri 40 grammi di marijuana e 21 grammi di hashish già ripartiti in dosi, oltre a 440 euro frutto dell’illecita attività.

L’arrestato, su disposizione dell’autorità giudiziaria è stato tradotto presso la propria abitazione, in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida; sullo stupefacente sottoposto a sequestro, i Carabinieri del L.A.S.S. del Comando Provinciale eseguiranno le rituali analisi.

Continua a leggere

Cronaca

Milano e Reggio Calabria, ndrangheta e traffico di droga: 17 arresti per i Corsico – Buccinasco

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Operazione nelle province di Milano (MI) e Reggio Calabria (RC) dove i Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Corsico, supportati dai comandi territorialmente competenti,hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare, nei confronti di n. 17 persone (n. 10 in carcere, n. 5 arresti domiciliari, n. 2 obbligo di presentazione alla PG ), ritenuti responsabili di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti (Art. 73-74 D.P.R. 309/90), detenzione e porto di armi clandestine, inoltre a due degli indagati è stata contestata l’aggravante del metodo mafioso (art 416bis C.P.) per avere commesso il fatto al fine di agevolare l’attività dell’associazione mafiosa nota come ‘ndrangheta, nella sua articolazione territoriale della locale di Corsico -Buccinasco.

L’indagine avviata nel settembre 2018 e coordinata dalla DDA di Milano rappresenta la prosecuzione dell’operazione denominata “Quadrato”, conclusa nell’ottobre del 2018. La presente indagine ha consentito di individuare e disarticolare un sodalizio criminale dedito al traffico di ingenti quantitativi di stupefacenti, prevalentemente cocaina e marijuana, operante nel sud-ovest della provincia di Milano.

L’impianto accusatorio è stato altresì suffragato dalle dichiarazioni rese da un collaboratore di giustizia, opportunamente riscontrate durante le investigazioni, utili ad individuare taluni indagati con il ruolo di promotori affiliati alla nota ‘ndrina “BARBARO-PAPALIA” di Platì, attivi nella gestione delle piazze di spaccio nei quartieri di edilizia popolare di Corsico e Cesano Boscone dove da sempre si registra l’egemonia della locale di Corsico – Buccinasco.

Continua a leggere

Cronaca

Notte in spiaggia a Riccione: annega una ragazza di 17 anni

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Finisce in tragedia una notte di festa di un gruppo di quattro amici che da Torino stavano trascorrendo una vacanza in Riviera per festeggiare i loro compleanni. Una ragazza di 17 anni, Merrsia Nunes de Olivera, ha perso la vita, annegata durante un bagno all’alba con il resto della comitiva. I ragazzi, due coppie, che avevano affittato una casa a Rimini, hanno trascorso una notte di festa a Riccione, come hanno riferito a Capitaneria di Porto e carabinieri, senza bere alcol o assumere droghe. A fine serata però, incuranti del forte vento e del mare agitato, hanno deciso di fare il bagno. Disposta l’autopsia sul corpo della giovane.

Per la costa romagnola è stato un sabato nero. Oltre alla tragedia di Merssia, in riviera sono stati diversi gli intereventi di soccorso a bagnanti dovuti al mare agitato e al forte vento. A Riccione un ragazzo di 19 anni è stato soccorso dopo aver accusato un malore mentre faceva un bagno al mare. Portato in riva era privo di sensi ed è ricoverato in rianimazione all’ospedale di Rimini in condizioni critiche. Nel Ravennate a Lido di Classe un ragazzo di 28 anni è morto dopo una nuotata.

Continua a leggere

I più letti