Connect with us

Cultura e Spettacoli

SANREMO: LA PROGRAMMAZIONE E GLI OSPITI DEL FESTIVAL

Clicca e condividi l'articolo

A condurre l'evento Carlo Conti, noto conduttore di programmi televisivi, accompagnato da due damigelle d'eccezione, le cantanti Arisa ed Emma Marrone

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

di Christian Montagna


Meno tre, due, uno: ecco che inizia la sessantacinquesima edizione del Festival di Sanremo. Un evento di portata internazionale che vede catapultati attori, cantanti, showman e showgirl, politici e giornalisti nella piccola cittadina sanremese che da anni ospita la competizione. Al timone quest'anno un trio molto particolare che non sfuggirà dalle critiche dei perfidi giornalisti. Bambini, adulti e anziani, quasi tutti questa sera vedranno Sanremo. E' un pò come se fosse un comandamento divino, non si può almeno per trenta minuti a sera perdere il festival. E' forse l'unico evento che ancora ci fa credere di essere una nazione unita e che accomuna e intriga un pò tutti. A fare da padrone come sempre è il famigerato gossip sulla vita delle star. Sono lontani gli anni in cui il duo Corona-Rodriguez fecero registrare il boom di ascolti ma, senza dubbio, non mancherà anche quest'anno lo scoop del festival. A condurre l'evento sarà Carlo Conti, noto conduttore di programmi televisivi, accompagnato da due damigelle d'eccezione, le cantanti Arisa ed Emma Marrone. Un' accoppiata si spera vincente ma davvero particolare sulla quale avrò modo di parlare durante queste serate. I venti cantanti che si alterneranno sul palco di Sanremo sono Annalisa, Bianca Atzei, Malika Ayane, Alex Britti, Biggio e Mandelli, Chiara, Dear Jack, Grazia di Michele e Platinette, Lara Fabian, Lorenzo Fragola, Irene Grandi, Gianluca Grignani, Il Volo, Moreno, Marco Masini, Nek, Nesli, Nina Zilli, Anna Tatangelo e Raf. La programmazione di queste cinque serate di spettacolo, almeno sia spera siano così, è la seguente:

Martedì 10 si parte con i super ospiti- dieci cantanti in gara si sfideranno e si comincerà a votare il preferito. A partecipare in qualità di ospiti d'eccezione l'ex coppia più amata dagli italiani Al Bano e Romina Power, Tiziano Ferro e la band americana degli Imagine Dragons.

Mercoledì 11 avrà inizio la sfida dei giovani-si esibiranno quattro giovani talenti due dei quali verranno immediatamente eliminati e si ascolteranno altri dieci campioni in gara.Ospiti della seconda serata Biagio Antonacci e Conchita Wurst, vincitrice austriaca dell'Eurovision 2014.

Giovedì 12 sarà la grande notte delle cover- serata tradizionale in cui ciascuno dei dieci campioni canterà una cover del passato famosa; si esibiranno inoltre altre quattro giovani proposte e ne saranno eliminate due. Ospite d'eccezione sarà la band dei Saint Motel.

Venerdì 13 la prima eliminazione- sarà decretato il vincitore delle nuove proposte e quattro dei big in gara saranno eliminati. I rimanenti sedici andranno in finale. Ospite d'eccezione Elena Sofia Ricci.

Sabato 14 il gran finale- Si esibiranno i sedici cantanti giunti alla fase finale, rimarrà un trio di finalisti che si affronterà fino alla vittoria. Sul palco come ospiti d'eccezione ci saranno Ed Sheeran, Gianna Nannini, la Pfm con la banda dell'esercito e il cast della fiction Braccialetti Rossi.

Interverranno inoltre Will Smith, Charlize Theron, il dj The Avener, Giovanni Allevi, Marlon Roulette, i comici Alessandro Siani, Pintus, Gabriele Cirilli, Luca e Paolo, il ct Antonio Conte, il ciclista Vincenzo Nibali e Pino Donaggio.
Dopo intensi giorni di prove, un'orchestra riposizionata, una scenografia innovativa all'insegna di luci e colori tutto è pronto per una nuova edizione ed io, non vedo l'ora di seguirla e commentarla con voi. Buon Sanremo a tutti i nostri lettori! 

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Cultura e Spettacoli

Al via la 3 edizione di Pompeii Thetrum Mundi: l’appuntamento con la drammaturgia sul palcoscenico risalente al II sec. a.C.

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Al via l’attesissima rassegna di drammaturgia antica ‘Pompeii Theatrum  Mundi’ al Teatro Grande di Pompei giunta alla terza edizione fino al 13 luglio ed è promossa da Teatro stabile di Napoli-Teatro Nazionale e Parco Archeologico di Pompei, in coproduzione con Fondazione Campania dei Festival- Napoli Teatro Festival 2019, Teatro Nazionale di Genova, Teatro di Roma-Teatro Nazionale, Fondazione Matera Basilicata 2019.

L’appuntamento con la drammaturgia sul palcoscenico risalente al II sec. a.C. è divenuto fra le manifestazioni di punta dell’estate a livello nazionale ed offre ai viaggiatori ben tre prime assolute, la rassegna apre con “La Tempesta” di William Shakespeare con la regia di Luca De Fusco dal 20 al 22 giugno; Edipo a Colono regia di Rimas Tuminas e scrittura di Ruggero Cappuccio dal 27 al 29 giugno; Satyricon, dal 4 al 6 luglio di Francesco Piccolo ispirato a Petronio con la regia di Andrea De Rosa; Il paradiso perduto. Leela, dal 11 al 13 luglio nuova creazione di Noa Wertheim di Vertigo Dance Company (Isralele).

Il progetto di Pompeii Thetrum Mundi è quadriennale che prevede una continuità per il 2020 ed è immaginato per il Teatro Grande del più imponente sito archeologico a livello globale e si inserisce nel programma di promozione del Parco archeologico di Pompei dando la possibilità ai visitatori di vivere appieno la grande suggestione dei viaggiatori del passato, nella suggestiva atmosfera degli scavi, e quest’anno sono promossi anche nell’ambito della sezione Progetti speciali della dodicesima edizione del Napoli Teatro Festival Italia diretto da Ruggero Cappuccio. Alla conferenza è avvenuta il 17 giugno al Teatro Mercadante di Napoli ed hanno partecipato il Sindaco di Pompei, Pietro Amitrano, il Direttore generale del Parco Archeologico di Pompei, Massimo Osanna, l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Nino Daniele, il Regista Luca De Fusco, il regista Andrea De Rosa ed il regista Rimas Tuminas. return a.toFixe

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cultura e Spettacoli

D-Istanti: il nuovo singolo di Raissa ufficialmente in tutti gli stores digitali

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

D-ISTANTI è una nuova produzione per Raissa con la firma del rapper e produttore salentino Cristian Iacobazzi in arte MAD DOPA.

L’unione tra i due artisti nasce esattamente un anno fa con l’uscita di un singolo dal titolo “Luci nella città”
-non si pensava di continuare- dice Raissa – e invece suoniamo talmente bene insieme che sarà un disco intero  a portare la firma e la produzione di MAD DOPA.

Un singolo fresco, estivo ma non banale. L’importanza dei testi infatti per i due artisti è fondamentale.
Lanciare un messaggio, una delle tante ambizioni dell’arte.
“Non sempre ci si riesce ma questo è quello in cui speriamo”.

D-ISTANTI ha un significato importante ed ambivalente ovvero la condizione contrastante d’amore e difficoltà che spesso le coppie vivono, soprattutto al giorno d’oggi dove ognuno afferma in primo piano la sua personalità.

Spesso le donne tendono a concludere in anticipo e ad idealizzare molto prima un sentimento, riescono a materializzarlo, a guardarlo anche con gli occhi del futuro.
L’uomo difficilmente invece tende a sbilanciarsi se non è proprio sicuro di ciò che sta provando.


D-ISTANTI parla di distanze appunto e istanti da vivere. Racconta la rivelazione dell’amore e la sua grande semplicità ma svela anche l’immensa fatica che si fa a raccontarselo.
D-ISTANTI risuona l’importanza della comunicazione, di quanto sarebbe davvero più facile “parlare” con la verità piuttosto che lasciarsi convincere dall’orgoglio che è più semplice scappare che tenere insieme un sentimento.

Un singolo che poi ritroveremo in un intero concept-album che ha il solo scopo di raccontare l’amore e i sentimenti, quelli puri, quotidiani, quelli ai quali molto spesso non crediamo perdendo gli istanti migliori che la vita possa offrirci.

Questo è D-ISTANTI , dal 14 Giugno on-line e su tutti i digital stores!

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cultura e Spettacoli

Castel Gandolfo: riaprono al pubblico i Ninfei Dorico e Bergantino

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

La Soprintendenza, in occasione delle Giornate dell’archeologia in Europa che si terranno dal 14 al 16 giugno, organizza delle visite guidate a cura dei funzionari della Soprintendenza nei Ninfei Dorico e Bergantino a Castel Gandolfo, nel pomeriggio di sabato 15 giugno.

Monumenti che si collegano agli importanti impianti residenziali di epoca repubblicana e imperiale dell’area dei Castelli Romani, i Ninfei caratterizzano il paesaggio attorno al lago di Castel Gandolfo. Il Ninfeo Dorico prende il nome dalla trabeazione in stile dorico che si accompagna ad una architettura di grande qualità, mentre il Bergantino, dall’imbarcazione “Il Brigantino” che il papa Alessandro VII soleva riporvi nel XVII secolo; ma la sua storia si lega a quella della fastosa residenza dell’imperatore Domiziano, di cui era un annesso di grande fascino, richiamando nello stile una grotta naturale e ornato com’era da un ciclo statuario mitologico.

Le visite guidate porteranno i visitatori alla scoperta di un passato ricco di cultura e storia.

Informazioni e prenotazioni

Luogo di ritrovo: incrocio tra via A. Gramsci e via dei Pescatori (sul Lago, davanti al Ninfeo Dorico). Le visite partiranno dal Dorico e proseguiranno al Bergantino in due turni: ore 16.00 e ore 17.30.

È necessario prenotarsi alla e-mail: simona.carosi@beniculturali.it 

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Giugno: 2019
L M M G V S D
« Mag    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it