Connect with us

Roma

SANTA MARINELLA, IL POPOLO DELLA CITTA' FA IL PUNTO SUI RISULTATI ELETTORALI

Clicca e condividi l'articolo

PdC: "Ancora impegno in prima linea affinché il dato odierno evidenzi alla fine della corsa una netta linea di demarcazione tra i due antagonisti con la vittoria di Roberto Bacheca sindaco"

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Santa Marinella (RM) – "All’indomani della tornata elettorale che ha visto primeggiare con un consenso popolare davvero significativo il nostro candidato sindaco Roberto Bacheca rispetto agli altri contendenti (attestatosi con una percentuale di riguardo pari al 45,69% con 4630 voti), ci sentiamo di tirare le somme a caldo rispetto a quanto raccolto in questa competizione elettorale esprimendo il nostro personale “punto di vista”. – Dichiarano in una nota dal direttivo de “il Popolo della Città”  – Certo non “vendiamo la pelle dell’orso prima di averlo catturato” – prosegue la nota – e  attendiamo gli esiti del ballottaggio tra Bacheca e Fronti facendo i dovuti scongiuri, senza per questo essere tacciati per scaramantici, impegnandoci ancora in prima linea affinché il dato odierno evidenzi alla fine della corsa una netta linea di demarcazione tra i due antagonisti con la vittoria di Roberto Bacheca sindaco. 

Noi del Popolo della Città nell’esprimere le nostre più vive congratulazioni a Roberto Bacheca per l’esito sorprendente raggiunto nel primo turno elettorale, ancor più consistente considerando che a contendersi lo scranno più alto del governo cittadino erano 5 candidati sindaci e che la coalizione a sostegno del Bacheca 2.0 ha sfiorato per poco il 50% + 1, ci sentiamo di affermare con fierezza che il nostro personale risultato è stato senza ombra di dubbio entusiasmante. 

Certo non abbiamo totalizzato migliaia di consensi stracciando gli avversari, ci siamo attestati con un buon 2% anziché l’1-1,5 pronosticato nei sondaggi, stimando che ci siamo affacciati sulla scena politica santamarinellese in punta di piedi due mesi orsono prima delle amministrative della “Perla del Tirreno”, che la nostra è  una associazione locale nata a Civitavecchia e neonata a Santa Marinella/Santa Severa, quindi non “navigata” sotto il profilo del radicamento territoriale, che i nostri candidati per scelta voluta dal direttivo del PdC sono tutti alla prima esperienza politica e quindi non i “soliti noti”, che la nostra campagna elettorale è stata interamente autofinanziata (costata in tutto €. 400,00), che essere “ultimi” di 7 liste nella scheda elettorale comunque sia penalizzerebbe chiunque e sicuramente per noi non ha rappresentato un vantaggio, che andiamo assolutamente orgogliosi del fatto di aver totalizzato più voti di due partiti di caratura nazionale dei 4 presenti in coalizione (la Destra ed il Pli), triplicandone addirittura i voti, che abbiamo dato il massimo andando ben oltre le nostre disponibilità nonostante gli scarsi mezzi a disposizione ci sentiamo onorati per il risultato raggiunto e per la fiducia accordataci dal nostro elettorato, che ringraziamo e che speriamo con il tempo di ampliarne i consensi. 

Nel nostro “piccolo” ci sentiamo di aver fatto la nostra parte, di poterci e poter essere considerati un “valore aggiunto” per la coalizione di centrodestra dimostrando che, seppure in “terra straniera” e con poche risorse temporali (di stabilizzazione nel tessuto sociale di Santa Marinella/Santa Severa) ed economiche la nostra associazione, fatta di gente proveniente da ogni strato sociale che ha a cuore unicamente il bene della comunità e del proprio territorio, ha contribuito fattivamente nel raggiungimento dell’ottimo risultato ottenuto dal nostro candidato sindaco Roberto Bacheca. 

Ci sentiamo di dire altresì con fierezza che il lavoro da fare è ancora tanto ma con il risultato ottenuto abbiamo dimostrato di avere “i numeri” per andare avanti a testa alta perseguendo i nostri convincimenti, i nostri ideali ed i nostri obiettivi per un futuro migliore, le stesse peculiarità che ci hanno contraddistinto in campagna elettorale e che teniamo a ribadire e rafforzare lungo il nostro cammino accendendo il cuore di chi percorrerà con noi la strada del rinnovamento, la bandiera del nostro credo. – La nota del Popolo della Città conclude – Ringraziamo il nostro elettorato per averci dimostrato piena fiducia e facciamo pubblicamente un grosso in bocca al lupo al nostro candidato sindaco Roberto Bacheca, garantendogli il nostro incondizionato appoggio e camminando al suo fianco in nome della vittoria".

Metropoli

Anguillara Sabazia, città pronta a rinascere dopo il fallimento M5s: grande attesa per lo spoglio elettorale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Inizierà domani mattina lo spoglio delle schede elettorali e per la città di Anguillara Sabazia, che supera i 15 mila abitanti (arriva a 20 mila), si potrebbe arrivare al ballottaggio i prossimi 4 e 5 ottobre.

A dominare la scena è un clima di totale incertezza e difficoltà nel capire chi dei quattro candidati giungerà alla sfida finale. Alle 15 di oggi l’affluenza alle urne è stata del 67,41 per cento.

Una cittadina adagiata sul lago di Bracciano dove a sfidarsi sono l’avvocato Angelo Pizzigallo (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia), l’imprenditore Michele Cardone (PD/Sinistra in Comune e una civica), l’avvocato Francesco Falconi (lista civica) e il geometra Sergio Manciuria (due liste civiche).

Le amministrative, secondo scadenza naturale, si sarebbero dovute tenere  a primavera del prossimo anno ma l’implosione politica del governo Cinque Stelle guidato da Sabrina Anselmo ha portato alla sfiducia del sindaco e conseguente commissariamento dell’Ente.

Ora Anguillara è in ginocchio con grosse criticità da risolvere: periferie in degrado e strade piene di buche, marciapiedi dissestati, emergenza cimitero, piano regolatore ancora da approvare, nessuna programmazione turistica e scuole che cadono a pezzi con un plesso dichiarato inagibile e i ragazzi costretti a fare lezione nei container.

Continua a leggere

Castelli Romani

Comuni al voto in provincia di Roma: è boom di elettori per Albano Laziale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Affluenza alle urne tra il 62 per cento (dato minimo registrato a Rocca di Papa) e il 71,47 per cento registrato a Colleferro. Questo il dato percentuale che si è registrato alla chiusura dei seggi oggi alle 15 tra nei comuni della provincia di Roma al voto per il rinnovo delle cariche istituzionali.

Tra tutti il dato che emerge è quello di Albano Laziale dove il numero degli elettori che si sono recati alle urne è cresciuto di ben 5 punti percentuali in più rispetto alle trascorse amministrative.

Ecco i dati dei comuni della provincia di Roma

Albano Laziale ha registrato una affluenza del 67,39 per cento

Aumentano di 5 punti percentuali il numero delle persone che hanno votato ad Albano Laziale rispetto le passate amministrative dove si era registrato un 62,32 per cento. Una città che conta oltre 40mila abitanti e 34 sezioni e che vede quattro candidati a sindaco: Bruno Valentini (Partito Comunista), Matteo Mauro Orciuoli (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e quattro civiche), Massimiliano Borelli (PD e otto civiche), Luca Nardi Movimento Cinque Stelle.

Anguillara Sabazia ha registrato una affluenza del 67,41 per cento

Diminuiscono le persone che si sono recate alle urne ad Anguillara Sabazia dove ale passate amministrative si era registrato un 69,52 per cento di votanti. Circa 20mila abitanti, con 15 sezioni e quattro candidati: Angelo Pizzigallo (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia), Michele Cardone (PD e una civica), Francesco Falconi (lista civica), Sergio Manciuria (due liste civiche).

Rocca di Papa ha registrato una affluenza del 62,58 per cento

Diminuiscono anche a Rocca di Papa il numero dei votanti che alle scorse amministrative avevano registrato una affluenza del 65,11 per cento. Oltre 17mila abitanti, 12 sezioni e sei candidati a sindaco: Elisa Pucci con tre liste civiche, Marco D’Antoni MoVimento Cinque Stelle, Enrico Fondi con tre liste civiche, Massimiliano Calcagni (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e una civica),Veronica Cimino con quattro liste civiche, Andrea Croce (PD e tre liste civiche).

Ariccia ha registrato una affluenza del 66,51 per cento

Pressochè uguale l’affluenza alle urne da parte degli elettori di Ariccia dove alle trascorse elezioni rappresentavano un 66,71 per cento. Conta quasi 19 mila abitanti, 21 sezioni e sei candidati: Gianluca Staccoli (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e due civiche), Enrico Indiati (quattro liste civiche, Emilio Tomasi (PD e due civiche), Emanuele Imperioli (M5S), Giorgia La Leggia (tre civiche), Emilio Cianfanelli (tre civiche).


Genzano di Roma ha registrato una affluenza del 65,49 per cento

Cala di un punto e mezzo percentuale l’affluenza dei votanti che alle scorse comunali erano il 66,93 per cento. Quasi 24 mila abitanti, 21 sezioni e cinque candidati: Roberto Borri (PCI e una civica), Walter Ippolito (M5S), Flavio Gabbarini (tre liste civiche), Carlo Zoccolotti (PD più quattro civiche), Piergiuseppe Rosatelli (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia).


Zagarolo ha registrato una affluenza del 63,61 per cento

Un punto percentuale in più l’affluenza alle urne per gli elettori di Zagarolo che alle trascorse elezioni erano il 62,53 per cento. Oltre 18 mila abitanti e 4 candidati a sindaco: Emanuela Panzironi (PD più cinque civiche), Marco Bonini (Fratelli d’Italia, Lega e due civiche), Giovanni Luciani (lista civica), Giacomo Vernini (lista civica), Marco Riccardi (M5S)

Colleferro ha registrato il 71,47 per cento di affluenza

Cala di un punto l’affluenza alle urne per gli elettori di Zagarolo che alle trascorse elezioni hanno registrato un 72,63 per cento. Oltre 21 mila abitanti, 19 sezioni, cinque candidati a sindaco: Pierluigi Sanna (PD e quattro civiche, Valerio Giuffré (una civica), Mario Cacciotti (Forza Italia e due civiche), Daniele Capuano (M5S), Rocco Sofi (lega, Fratelli d’Italia e una civica)

Palombara Sabina registra una affluenza del 69,57 per cento

Un punto percentuale in più anche per Palombara Sabina dove alle trascorse elezioni il numero dei votanti ha registrato un 68,64 per cento. Con 13 mila abitanti e tre candidati a sindaco Alessandro Palombi, Rino Postiglioni, Serena Rosati ciascuno portato da una lista civica

Continua a leggere

Castelli Romani

Comuni al voto in provincia di Roma: alle 23 affluenza alle urne intorno al 50 per cento

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Affluenza alle urne che sale intorno al 50% quella che si registra nei comuni della provincia di Roma che vanno al voto per il rinnovo delle cariche istituzionali. Dato più basso quello di Rocca di Papa con il 47,13% di votanti mentre il più alto quello di Colleferro con il 54,92%.

Ecco i dati dei comuni della provincia di Roma delle ore 23

Albano Laziale alle 23 ha registrato una affluenza del 50,57 per cento

Una città che conta oltre 40mila abitanti e 34 sezioni e che vede quattro candidati a sindaco: Bruno Valentini (Partito Comunista), Matteo Mauro Orciuoli (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e quattro civiche), Massimiliano Borelli (PD e otto civiche), Luca Nardi Movimento Cinque Stelle.

Anguillara Sabazia alle 23 ha registrato 50,68 per cento

Circa 20mila abitanti, con 15 sezioni e quattro candidati: Angelo Pizzigallo (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia), Michele Cardone (PD e una civica), Francesco Falconi (lista civica), Sergio Manciuria (due liste civiche).

Rocca di Papa alle 23 ha registrato 47,13 per cento

Oltre 17mila abitanti, 12 sezioni e sei candidati a sindaco: Elisa Pucci con tre liste civiche, Marco D’Antoni MoVimento Cinque Stelle, Enrico Fondi con tre liste civiche, Massimiliano Calcagni (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e una civica),Veronica Cimino con quattro liste civiche, Andrea Croce (PD e tre liste civiche).

Ariccia alle 23 ha registrato una affluenza del 49,61 per cento

Conta quasi 19 mila abitanti, 21 sezioni e sei candidati: Gianluca Staccoli (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e due civiche), Enrico Indiati (quattro liste civiche, Emilio Tomasi (PD e due civiche), Emanuele Imperioli (M5S), Giorgia La Leggia (tre civiche), Emilio Cianfanelli (tre civiche).


Genzano di Roma con 48,58 per cento di affluenza alle 23

Quasi 24 mila abitanti, 21 sezioni e cinque candidati: Roberto Borri (PCI e una civica), Walter Ippolito (M5S), Flavio Gabbarini (tre liste civiche), Carlo Zoccolotti (PD più quattro civiche), Piergiuseppe Rosatelli (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia).


Zagarolo alle 23 registra una affluenza del 47,68 per cento

Oltre 18 mila abitanti e 4 candidati a sindaco: Emanuela Panzironi (PD più cinque civiche), Marco Bonini (Fratelli d’Italia, Lega e due civiche), Giovanni Luciani (lista civica), Giacomo Vernini (lista civica), Marco Riccardi (M5S)

Colleferro alle 23 ha raggiunto il 54,92 per cento di affluenza

Oltre 21 mila abitanti, 19 sezioni, cinque candidati a sindaco: Pierluigi Sanna (PD e quattro civiche, Valerio Giuffré (una civica), Mario Cacciotti (Forza Italia e due civiche), Daniele Capuano (M5S), Rocco Sofi (lega, Fratelli d’Italia e una civica)

Palombara Sabina alle 23 registra una affluenza del 52,97 per cento

Con 13 mila abitanti e tre candidati a sindaco Alessandro Palombi, Rino Postiglioni, Serena Rosati ciascuno portato da una lista civica

Continua a leggere

I più letti