Connect with us

Latina

SANTI COSMA E DAMIANO, TRIBUNALE DI CASSINO CONDANNA ACQUALATINA: LA SOCIETA' DEVE PAGARE IMMEDIATAMENTE 544 MILA EURO AL COMUNE

Clicca e condividi l'articolo

Reading Time: 3 minutes Ora si attende novembre per il giudizio di merito

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Reading Time: 3 minutes
image_pdfimage_print

Redazione

Santi Cosma e Damiano (LT) – La terna legale di Acqualatina fa acqua in pieno! Questo il risultato dell’udienza del Tribunale di Cassino che ha concesso la provvisoria esecuzione parziale del decreto ingiuntivo fatto dal Comune di Santi Cosma e Damiano, difeso dall’Avv. Luigi Rossi, nei confronti della società che gestisce il servizio idrico in provincia di Latina che ad esso si era opposta.

Per questa opposizione Acqualatina, che ribadisce sempre di non avere i soldi per pagare i comuni e per gli investimenti, ha pensato bene di incaricare ben tre avvocati, pagati, ovviamente, con i soldi degli utenti del servizio! Il Decreto ingiuntivo nei confronti di Acqualatina si era reso necessario a seguito del perdurare della situazione debitoria della società nei confronti del Comune di Santi Cosma e Damiano, che ammonta attualmente ad oltre 700.000,00 euro, debito legato ai mutui contratti dal Comune e rilevati al momento della costituzione della società di gestione del servizio, che si era impegnata a rimborsarli annualmente, cosa peraltro mai avvenuta con regolarità, ma che si è addirittura aggravata negli ultimi anni rimanendo ferma all’annualità 2009. È, infatti, da tale periodo che non ha più provveduto ad adempiere al rimborso dovuto, facendo innalzare il debito fino all’importo specificato.

La mancata erogazione di tale importo è la causa principale dei problemi di cassa che sta attraversando in questo momento il Comune con grave danno per i cittadini che, anche in questo modo sono costretti a subire l’arroganza e il mancato rispetto di una gestione che con il passare del tempo si sta dimostrando fallimentare su tutti i fronti. Bisogna, infatti, ricordare i disagi sempre più frequenti che i nostri concittadini sono costretti a subire continuamente, disagi che se un tempo erano concentrati soprattutto nella stagione estiva, ora soprattutto in alcune zone sono diventati cronici.

A ciò va aggiunta la notevole dispersione di acqua per una rete che tutti riconoscono obsoleta ma che nessuno provvede a sostituire. I tanto annunciati proclami elettorali di risistemazione della rete soprattutto lungo la Via Porto Galeo, che avrebbe dovuto consentire di risolvere buona parte dei problemi legati alla mancanza di acqua in alcune zone del territorio, sono rimasti promesse vane e carta scritta, visto che i lavori dovevano iniziare a settembre 2013!!!! “Evidentemente i cittadini di Santi Cosma e Damiano” ha commentato il Vice Sindaco Vincenzo Petruccelli “ per la società di gestione di questo servizio sono equiparati a cittadini del terzo mondo, con tutto il rispetto per questi ultimi”. “Una società che ha creato in questi anni grossi problemi, compresi quelli di cassa che stanno mettendo a dura prova, soprattutto negli ultimi tre anni, il nostro comune per un debito di oltre settecentomila euro che ha costretto l’ente a dover ricorrere ad un’anticipazione pagando degli interessi che gravano sempre sui cittadini. Non solo un servizio inefficiente, quindi, ma anche un danno economico indiretto per tutti i cittadini di Santi Cosma e Damiano”, mentre si trovano i soldi per incarichi legali, addirittura tre persone, per opporsi ad un giudizio che anche uno sprovveduto avrebbe individuato come scontato”.

Ora si attende novembre per il giudizio di merito, mentre la società deve versare immediatamente per effetto della sentenza del Tribunale di Cassino, € 544.000,00 nelle casse del Comune di Santi Cosma e Damiano. Sul punto è intervenuto anche il Sindaco Di Siena affermando “che anziché spendere soldi inutili in controversie legali dall’esito scontato, la società di gestione del servizio idrico farebbe bene ad utilizzarli per coprire i costi della morosità che vuol far ricadere, invece, sulle persone oneste che già pagano regolarmente la bolletta, a fronte di un servizio che è sotto gli occhi di tutti, attraverso un ulteriore aumento delle tariffe, al quale, come comune siamo contrari e voteremo contro qualora dovesse approdare in conferenza dei sindaci!”.  
 

Castelli Romani

Vaccini anti Covid: il Lazio parte con la terza dose

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Reading Time: < 1 minute
image_pdfimage_print

Il Lazio parte con la somministrazione della terza dose di vaccino. A renderlo noto lo stesso governatore Nicola Zingaretti attraverso un tweet. “Dalla prossima settimana – ha scritto il presidente della Regione – iniziamo con chi ha ricevuto un trapianto e che saranno contattati dal sistema sanitario regionale. Continuiamo a mettere in sicurezza la vita e il futuro”.

Sono 4.664 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 5.193. Sono invece 34 le vittime in un giorno, ieri erano state 57.

Sono 267.358 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 333.741. Il tasso di positività è all 1,7%, in lieve aumento rispetto all’1,6% di ieri.

Sono 559 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 12 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 36 (ieri erano 40). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.113 (ieri 4.117), quattro in meno rispetto a ieri.

Continua a leggere

Gallery

Cori, nonna Pina festeggia i 100 anni

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Reading Time: 2 minutes
image_pdfimage_print

Oggi nonna Pina ha una figlia, due nipoti e una pronipote

CORI (LT) – Giuseppina Leonori, per tutti Pina, ha spento oggi le sue prime 100 candeline. Oltre alla famiglia, a festeggiarla e a renderle omaggio c’era anche l’amministrazione comunale di Cori che, tramite il sindaco Mauro De Lillis, le ha donato una targa ricordo di questa importante giornata.

Originaria di Pisa e seconda di tre fratelli, Pina Leonori si è trasferita a Cori prima della seconda guerra mondiale seguendo il papà, direttore del Dazio, che, quindi, per lavoro venne a vivere a Cori con la sua famiglia.

Qui la giovane si sposò e rimase per tutta la vita, mantenendo però un legame forte con la sua terra di origine e conservando sempre anche un certo accento toscano. Una vita la sua dedicata alla famiglia, ma anche a quella che è stata una passione e contemporaneamente un lavoro: il ricamo. Tante spose nel corso degli anni si sono rivolte a lei per l’immancabile corredo. Poi, fino a quando ha potuto, Pina ha continuato a portare avanti questa attività, a titolo di volontariato, per la Chiesa, ricamando i paramenti sacri per la sua parrocchia, quella dei Santi Pietro e Paolo. Oggi nonna Pina ha una figlia, due nipoti e una pronipote.

“Dall’amministrazione comunale e da tutta la comunità di Cori – ha detto il sindaco De Lillis – tanti auguri alla signora Pina Leonori. Il raggiungimento dei 100 anni da parte di una nostra concittadina è ogni volta motivo di orgoglio e di festa. Ce ne rallegriamo e facciamo sempre tesoro dell’esempio di questi nostri nonni”.

Continua a leggere

Frosinone

Colleferro, preso il ladro seriale dei supermercati

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Reading Time: 2 minutes
image_pdfimage_print

L’uomo era tornato a colpire nei pressi di un centro commerciale di Colleferro

COLLEFERRO (RM) – La sua tecnica era quella di appostarsi nei pressi dei supermercati ed attendere il momento propizio per rubare all’interno delle autovetture delle sue vittime designate.

Ad interrompere la spirale di furti sono stati i Carabinieri della Compagnia di Colleferro che nei giorni scorsi hanno arrestato un 44enne di Frosinone, con precedenti, con le accuse di furto aggravato e indebito utilizzo di carte di credito.

L’uomo, già responsabile di una serie di furti della stessa natura commessi nelle province di Latina e Frosinone, era tornato a colpire nei pressi di un centro commerciale di Colleferro: a farne le spese, questa volta, è stata una donna di 62 anni del posto che, dopo aver fatto la spesa, è salita a bordo della propria auto appoggiando sul sedile del passeggero una borsa, che il ladro, affacciandosi dal finestrino, è riuscito ad acciuffare allontanandosi velocemente dal posto.

La vittima ha denunciato l’accaduto nel vicino Commissariato di Polizia che ha immediatamente diramato le ricerche del sospettato anche ai Carabinieri.

In meno di mezz’ora, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Colleferro lo hanno intercettato nei pressi di un altro supermercato della zona, dove si era appena appostato a caccia di potenziali vittime da “ripulire”.

La refurtiva è stata recuperata dai Carabinieri e il 44enne è stato portato in caserma: nel corso degli accertamenti è emerso che l’uomo, poco prima di essere individuato e bloccato dai militari, era anche riuscito ad effettuare dei prelievi di denaro, per complessivi 400 euro, con la carta della vittima.

Il ladro è stato trattenuto in caserma e al termine del giudizio dinnanzi al Tribunale di Velletri, che ha convalidato l’operato dei Carabinieri, il 44enne è ricorso al rito abbreviato patteggiando una pena di 10 mesi.

Continua a leggere

I più letti