Connect with us

Cronaca

SARDEGNA, MALATI SLA: SALVATORE USALA PRONTO ALLO SCIOPERO DELLA FAME

Clicca e condividi l'articolo

Da lunedì 16.03.2015 il presidente del Comitato 16 Novembre, Salvatore Usala, conferma che inizieranno lo sciopero della fame al 50%, assunzione di 600 calorie al giorno

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Invece da lunedì 23.03.2015 rifiuteranno qualsiasi terapia, da mercoledì 25.03.2015 non assumeremo più nulla e grida all'assessore Arru, Vergogna!

di Cinzia Marchegiani

Sardegna – Salvatore Usala, Presidente del Comitato 16 Novembre i primi giorni di febbraio 2015 aveva lanciato un ultimatum alla Regione Sardegna, poiché l'Ente aveva preso l'mpegno pubblicamente di mantenere inalterati i fondi sociali per il 2015. La promessa disattesa aveva di fatto spinto i malati di SLA a chiedere immediatamente la correzione dei fondi in finanziaria in Commissione:”poiché – ricordava lo stesso Usala- ci sono gli emendamenti presentati dai consiglieri che vi appoggiano, basta approvare quelli (ve li allego) o fateli propri dalla Giunta, che ci fate bella figura. Il 10.12.2014 avete preso l'impegno di pagare il pregresso della 162/98, a distanza di due mesi nemmeno un euro è arrivato ai comuni. Vogliamo una data certa di liquidazione! Chi sono gli uffici che si arrogano il diritto di non mandare le comunicazioni relative ai rinnovi, come concordato con i precedenti assessori da anni? Spiegategli cos'è la trasparenza e l'accesso agli atti. Vogliamo la comunicazioni in contemporanea con i comuni, anche via E-mail.”

Ma ad oggi nulla è stato fatto e Salvatore Usala, anch’esso un malato di SLA grida “Vergogna” rivolgendosi all’assessore Luigi Arru definendolo Pinocchio. Il comunicato rilasciato da poche ore lascia poco all’interpretazione e attoniti tutti, costretti ad essere testimoni di un mondo dove il malato attaccato ad un respiratore, che difende i propri diritti e di tutti i malati, deve ricorrere a scelte estreme affinché sia fatta giustizia. Usala fa recapitare l’annuncio:”Sono semplicemente ridicoli i nostri amministratori, in questo caso l'Assessore Arru, recita un comunicato ufficiale dell'11.3.2011 . Ricordo che nell'esercizio provvisorio si possono spendere i dodicesimi del bilancio, quindi l'Assessore fa solo propaganda, come dire ai dipendenti regionali: dobbiamo aspettare la pubblicazione nel Buras per pagarvi! Ma non si vergognano a ricorrere a tali bassezze? VERGOGNATI PINOCCHIO!!! Ma non preoccuparti, hai tempo per fare anche tutte le delibere, hai due sedute di Giunta, basta che gli atti siano concertati con noi. Sono sempre più stanco, e quando mi stanco mi arrabbio perciò rilancio. Da lunedì 16.03.2015 saremo in sciopero della fame al 50%, assunzione di 600 calorie al giorno, da lunedì 23.03.2015 rifiuteremo qualsiasi terapia, da mercoledì 25.03.2015 non assumeremo più nulla. Luigi Arru, sei un medico ematologo, sai benissimo quali conseguenze comportano queste azioni, mantieni tutti gli impegni, consultaci prima, non aspettare il 25! Se qualcuno si farà male sarà tutta tua la responsabilità. Non ti hanno prescritto di fare l'assessore, visto che ci sei pedala!”

Cronaca

Si sente male durante il concerto: migliorano le condizioni di Gaetano Curreri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

“Siamo veramente felici di comunicarvi che Gaetano ha superato brillantemente l’infarto e adesso sta bene”. Così il gruppo Stadio su facebook, dopo il ricovero del frontman in ospedale per un malore che lo ha colto la scorsa notte a San Benedetto del Tronto.

“L’abbiamo sentito via telefono e ringrazia tutti per l’affetto e le belle parole spese per lui. Ci uniamo anche noi ai suoi ringraziamenti che condividiamo pienamente, in queste ore difficili il vostro supporto ci ha aiutato tanto, vi teniamo aggiornati” conclude il post.

Il cantante bolognese Gaetano Curreri è ricoverato in terapia intensiva cardiologica presso l’ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno dopo essere stato colto da un malore la scorsa notte mentre stava concedendo l’ultimo bis del concerto che ha tenuto a San Benedetto del Tronto nell’ambito della rassegna “Nel cuore e nell’anima. Ritratti d’autore in musica e parole”. Curreri, leader degli Stadio, si è improvvisamente accasciato sul palcoscenico dove si è esibito insieme al Solis String Quartet con “Canzoni da camera”. I primi soccorsi gli sono stati portati da un medico che stava assistendo al concerto, poi l’artista è stato poi trasferito con urgenza in ambulanza al nosocomio ascolano. I medici si sono riservati la prognosi. 

Continua a leggere

Cronaca

Si sente male durante il concerto: il leader degli Stadio ricoverato in terapia intensiva cardiologica

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il cantante bolognese Gaetano Curreri è ricoverato in terapia intensiva cardiologica presso l’ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno dopo essere stato colto da un malore la scorsa notte mentre stava concedendo l’ultimo bis del concerto che ha tenuto a San Benedetto del Tronto nell’ambito della rassegna “Nel cuore e nell’anima. Ritratti d’autore in musica e parole”.

Curreri, leader degli Stadio, si è improvvisamente accasciato sul palcoscenico dove si è esibito insieme al Solis String Quartet con “Canzoni da camera”. I primi soccorsi gli sono stati portati da un medico che stava assistendo al concerto, poi l’artista è stato poi trasferito con urgenza in ambulanza al nosocomio ascolano. I medici si sono riservati la prognosi. 

Continua a leggere

Cronaca

Bari, roulotte a “luci rosse”: arrestato un 59enne per favoreggiamento della prostituzione

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

BARI – Colto in flagranza di reato mentre porta delle ragazze a prostituirsi lungo la complanare che costeggia la SS96 a Torritto in provincia di Bari. Così i carabinieri della Stazione di Toritto, che erano sulle tracce dell’uomo da tempo, hanno arrestato un 59enne, censurato, residente a Corato.

I militari, anche mediante attività di osservazione, controllo e pedinamento, hanno sorpreso l’uomo che, alla guida della propria autovettura, dopo avere prelevato delle giovani donne, domiciliate a Bari, le accompagnava lungo la SS96, nei pressi di alcune roulotte o container utilizzati per la pratica dell’attività di meretricio.

Gli accertamenti, effettuati sia precedentemente sia dopo l’intervento, hanno consentito anche di appurare che l’uomo aveva già tenuto analoga condotta delittuosa in almeno altre quattro circostanze negli ultimi dieci giorni: infatti il 59enne era solito ricevere una chiamata dalle donne, quindi con la propria autovettura le raggiungeva a Bari, nei pressi di un hotel da dove le prelevava per poi accompagnarle sulla “strada della prostituzione”.

Nel corso della giornata si preoccupava poi di portare acqua, refrigeranti e quanto richiesto dalle donne e, a richiesta di queste ultime, le riaccompagnava in hotel. Pertanto, acclarate le oggettive responsabilità penali, durante l’ultimo servizio l’uomo è stato bloccato mentre lasciava per l’ennesima volta una donna straniera, sorpresa mentre scendeva dall’auto ed entrava nella roulotte. La giovane, dall’interno dell’autovettura, prelevava un borsone contenente profilattici, gel lubrificanti ed igienizzanti, pertanto per G.F. sono scattate le manette con il contestuale sequestro del mezzo utilizzato per favorire la prostituzione nonché del borsone e del relativo contenuto.

Per l’uomo si sono aperte quindi le porte della casa circondariale di Bari dove è attualmente ristretto a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Continua a leggere

I più letti