Connect with us

Calcio

Serie A, l’Inter di Conte può già puntare allo scudetto?

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Ed ecco che, dopo Beppe Marotta, un altro pezzo della Juventus dei campioni finisce nella collezione della Milano nerazzurra. Dopo l’interregno di Luciano Spalletti, fresco di conquista del piazzamento Champions e di un esonero quasi già annunciato, adesso la panchina dell’Inter si appresta ad accogliere Antonio Conte. Un arrivo che da molti viene paragonato all’ingaggio di un top player, perché il nome di Conte – com’è logico che sia – viene accostato alle vittorie scudettate dei bianconeri. Nel bene e nel male, fra sogni per il futuro e incubi del passato. Vediamo dunque di capire se l’Inter di Antonio Conte può già ambire allo scudetto, e come tutto questo potrà diventare possibile.

Antonio Conte stravolgerà gli equilibri?

Ammesso che di equilibri si possa parlare, visto che la Juventus guarda da anni tutte le altre dal suo trono inarrivabile. Però va anche detto che tutte le cose belle finiscono e – prima o poi – anche i bianconeri dovranno gioco forza abdicare e lasciare il posto a qualcun altro. Da anni ci spera il Napoli, oramai la seconda forza ufficiale del campionato italiano, e prima ancora ci aveva sperato la Roma (entrambe, comunque, con scarso successo). Verrebbe da dire che “non c’è due senza tre”, ma con un allenatore di questa caratura, chi può dirlo? Ora nelle quote sulla vincente del campionato di Serie A, presenti su portali come William Hill, va presa in considerazione anche l’Inter di Conte (attualmente quotata 7.00): un team pronto a lanciarsi nella corsa scudetto, cercando di scalzare la Juventus (1.50) e il Napoli (6.50) sempre presente. Perché l’impresa dovrebbe riuscire proprio a Conte? Perché si parla di un allenatore “cattivo”, che in carriera ha sempre fatto rendere al meglio i propri giocatori, portandoli allo scudetto: è successo a Torino, ma anche a Londra con il Chelsea. E la speranza dei tifosi nerazzurri è che l’allenatore possa ripetersi per la terza volta.

Inter fra calciomercato e reazioni dei tifosi

A Conte è già riuscita una prima missione eroica: scaldare gli animi non di una, ma di ben due tifoserie, creando reazioni uguali e contrarie. Da un lato era piuttosto ovvia la rabbia manifestata dagli juventini, che hanno vissuto il passaggio di Antonio all’Inter come un affronto e un doloroso tradimento. E i tifosi della Milano nerazzurra di certo non sono rimasti impassibili: hanno già avvertito Conte che il rispetto dovrà guadagnarselo sul campo, perché il passato (quel passato bianconero soprattutto) non si dimentica.

Anche perché la tifoseria interista, dopo la vicenda Icardi, aveva preso pienamente le parti di Spalletti: un uomo comunque capace di portare l’Inter in Champions per il secondo anno di fila (e dopo 6 anni di purgatorio). Il successo di Conte, ovviamente, passerà anche per il mercato che sarà, perché un allenatore vince solo se può contare sui giocatori. Antonio ha già chiesto la rivoluzione della rosa, ma è ancora presto per capire cosa accadrà al mercato interista.

La missione di Conte è portare l’Inter allo scudetto in due anni: non resta altro che attendere l’inizio della nuova stagione di Serie A e scoprire come giocherà la sua Inter. E dove sarà tra un anno.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Calcio

Ssd Roma VIII (calcio), finisce la corsa dell’Under 19. Mancuso: “Orgoglioso dei ragazzi”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Roma – E’ terminata ai quarti di finale dei play off la corsa stagionale dell’Under 19 provinciale della Roma VIII. I ragazzi di mister Massimiliano Mancuso hanno ceduto per 2-1 mercoledì sul campo del La Rustica dopo che nel match d’andata di sabato scorso avevano impattato per 1-1 (in gol Pinciotti per la formazione di Tor Bella Monaca). “Rimane tanto rammarico, è stata una sconfitta immeritata – dice Mancuso – I ragazzi hanno costruito almeno cinque nitide palle gol e avevano dimostrato di valere le semifinali tanto da meritare anche i complimenti dell’allenatore avversario, ma purtroppo il calcio è anche questo”. Mancuso entra più nello specifico del racconto della gara: “Siamo andati sotto al quarto d’ora del primo tempo, poi con un gol di Marrazzi abbiamo pareggiato i conti e successivamente lo stesso Marrazzi non ha concretizzato una ghiottissima palla gol a tu per tu col portiere avversario. Nella ripresa gli avversari sono rimasti in dieci, ma poco dopo Marrazzi si è fatto espellere in maniera abbastanza ingenua. Nel finale, poi, è arrivato il gol del definitivo 2-1 che ci ha estromesso dalla competizione. Pensavamo di dover soffrire molto di più nella gara di ritorno, a maggior ragione pensando al fatto che il La Rustica ha utilizzato anche ragazzi nel giro della Promozione. Invece, come accaduto nel precedente turno contro il Tor de’ Cenci, al ritorno la nostra squadra ha sfoderato una prestazione ancora migliore e avrebbe certamente meritato di più”. Il giudizio sulla stagione dell’Under 19 provinciale non cambia di una virgola. “Sono orgoglioso di questi ragazzi che mi hanno “sopportato” per tutta la stagione dimostrando impegno e passione, oltre a delle indubbie qualità tecniche. Ringrazio tutto lo staff tecnico e dirigenziale, ma anche la società che mi ha fornito la possibilità di guidare questo gruppo”. Da adesso in avanti è tempo di guardare al futuro. “Credo che ci siano le basi per proseguire il nostro rapporto con la Roma VIII, ma in questo momento sono molto amareggiato per l’epilogo dei play off e quindi ne riparleremo nelle prossime ore” conclude Mancuso.



Print Friendly, PDF & Email
Continua a leggere

Calcio

Football Club Frascati, il 20 giugno la festa di fine stagione. Club pronto per raduni e open days

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Frascati (Rm) – Una annata piena di soddisfazioni che sarà l’ideale “trampolino di lancio” per la prossima che s’annuncia davvero da “fuochi d’artificio”. Il Football Club Frascati è in continua ascesa e sta per archiviare la stagione 2018-19 che, però, deve vivere ancora momenti importanti come il torneo di Cesenatico che in questo week-end vedrà protagoniste diverse squadre della Scuola calcio e dell’agonistica del club tuscolano. Intanto la società dei presidenti Claudio Laureti e Stefano Lopapa ha fissato gli ultimi appuntamenti di quest’annata: la data da cerchiare in rosso è quella di giovedì 20 giugno quando presso il campo “Otto Settembre” si terrà la festa di fine stagione. Il ritrovo è previsto per tutti alle 16,30, poi dalle 17 via al “Torneo dell’amicizia”, una piccola kermesse interna che vedrà protagoniste le squadre della Scuola calcio e anche i bambini che hanno partecipato ai primi open days e hanno effettuato la pre-iscrizione per la prossima stagione. Alle 18 ci sarà la presentazione ai genitori dei programmi futuri da parte della dirigenza del Football Club Frascati e al termine dell’incontro un buffet chiuderà la giornata. Ma l’attività di campo del club tuscolano andrà avanti fino ai primi giorni di luglio: per tutti i piccoli atleti nati tra il 2007 e il 2014 che vorranno provare le metodologie di allenamento del Football Club Frascati e conoscere lo staff del sodalizio castellano ci sarà la possibilità di partecipare agli open days gratuiti in programma all’Otto Settembre di Frascati tutti i martedì e i giovedì dalle 17 alle 18,30 e al centro sportivo Colli Tuscolani di via dell’Acquacetosa Anagnina (a un passo dal quartiere capitolino di Morena) tutti i mercoledì e venerdì sempre dalle 17 alle 18,30. Sarà intensa anche la programmazione dei raduni per il settore agonistico che si terranno tutti allo stadio “Otto Settembre”: per i ragazzi del 2003 e del 2004 l’appuntamento è per il 24 e 26 giugno e per l’1 e 3 luglio dalle ore 17,30, mentre per i nati nel 2005 e 2006 gli allenamenti si terranno il 25 e 27 giugno e il 2 e 4 luglio sempre dalle ore 17,30.



Print Friendly, PDF & Email
Continua a leggere

Calcio

Anguillara, la Sabazia Calcio si affilia all’Academy Torino FC

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Lunedì 17 giugno alle ore 17 si svolgerà presso la sede della Sabazia Calcio in via della Mainella, 4 ad Anguillara Sabazia, la conferenza stampa di ‘Affiliazione PD Sabazia Calcio con progetto Academy Torino FC’

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Si tratta di una iniziativa di straordinaria rilevanza nel circuito nazionale delle società dilettantistiche di calcio: basti pensare che in Italia sono 57 le affiliate al Torino mentre nel Lazio dopo Vis Aurelia e Nomentum, ora arriva la Sabazia.

‘La passione per questo sport ci ha portato ad investire in un progetto di crescita dei nostri ragazzi sia sotto l’aspetto umano che più propriamente tecnico. – dichiara la presidente della società anguillarina Lucia Bianchini che ha fortemente sostenuto la collaborazione con il Torino FC – L’affiliazione al progetto Academy ci permette di farlo con grande qualità: potremo contare infatti sulla preparazione personale, professionale e tecnica di una delle società italiane più focalizzate alla formazione del settore giovanile e che suscita da sempre forti emozioni per la sua Storia suggestiva nel mondo del calcio nazionale’.

La Sabazia Calcio opera sin dal 2000 per la promozione e lo sviluppo del gioco del calcio tra i settori giovanili con particolare interesse alla crescita dei giovani e al loro inserimento nei più alti circuiti calcistici. Attualmente la società conta 190 tesserati suddivisi in 9 squadre: Under 17 Regionali, Under 16 Provinciali, Under 15 Provinciali, Under 14 Regionali, Esordienti 2006, Esordienti 2007, Pulcini 2008, Pulcini 2009, Piccoli Amici (2011-2012-2013). 

In questo contesto così importante a livello partecipativo nasce l’idea di mettere in campo una iniziativa di ampio respiro che possa far fare il salto di qualità alla Sabazia Calcio e da quì si inserisce l’Academy Torino FC.

Il Torino Football Club infatti ha ideato un progetto di affiliazione unico e di livello per le società di calcio che operano in ambito dilettantistico. Da sempre impegnato attivamente nel sostenere e promuovere lo sviluppo del settore giovanile, l’avviamento e la sensibilizzazione dei giovani ai valori della solidarietà e del gioco di squadra, la società piemontese ha dato il via all’iniziativa dell’Academy.

 “Torino FC Academy è uno strumento di crescita e sviluppo qualitativo per le società affiliate che potranno strutturarsi e qualificarsi sul proprio territorio grazie agli strumenti da noi forniti – ci evidenzia Teodoro Coppola, responsabile del progetto e che sarà presente alla conferenza stampa del 17 giugno – senza dimenticare il vero protagonista, il ‘giovane calciatore’ che attraverso i valori originari del calcio cercherà di diventare un talento nella vita e nello sport”.

Dal prossimo 1° luglio quindi la Sabazia Calcio sarà per 3 anni un’affiliata dell’Academy, un grandissimo e sofferto risultato portato a casa dalla società anguillarina, poiché chi vuole affiliarsi deve avere determinati e stringenti requisiti: storia del club, strutture adeguate e a norma, numero di tesserati, numero di squadre, bacino di utenza ecc…

“Non è stato affatto facile conseguire questo successo – continua la presidente Lucia Bianchini – C’è stato un lavoro duro e impegnativo che parte da lontano e di cui oggi raccogliamo i frutti. Al di là delle attività ‘core’ stabilite dal contratto (in primis quelle relative alla formazione dei tecnici) ci sono una serie di benefit altrettanto importanti per noi: potremo partecipare per esempio al torneo organizzato tra tutte le affiliate, avere un backlink sul sito del Torino FC, l’utilizzo del marchio Academy, partecipazione del nostro staff al final stage e ai camp ufficiali e tanti altri benefici che avremo modo di illustrarvi alla conferenza stampa del 17 giugno”.

“La potenza del calcio va sfruttata per creare valore sociale nella e con la comunità, attraverso progetti innovativi come questo. Siamo convinti sia necessario sviluppare progetti di comunità e di coesione sociale e soprattutto di valorizzazione dei vivai;  è necessario creare collaborazioni con realtà che rappresentino buone pratiche in questo senso e ancora più importante di tutto, fare engagement con il territorio. Perché il legame con il proprio territorio va rafforzato per aiutare la comunità a crescere, offrendo e condividendo il proprio valore, unendo alla voce della società di calcio quella dell’intera collettività di riferimento” conclude la presidentessa. f

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Giugno: 2019
L M M G V S D
« Mag    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it