Connect with us

Cronaca

Sicilia, crisi finanziaria Enti intermedi: a villa Niscemi l’AnciSicilia chiede l’intervento regionale

Pubblicato

il

Spread the love

PALERMO – Problematiche normative e crisi finanziaria degli enti intermedi: questi i temi affrontati durante l’incontro svoltosi oggi pomeriggio a Villa Niscemi, che, organizzato dall’AnciSicilia, ha visto la partecipazione dei segretari generali e dei ragionieri generali delle Città metropolitane e dei Liberi consorzi, di Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, rispettivamente presidente e segretario generale dell’Associazione dei comuni siciliani, e di Bernadette Grasso, assessore regionale alle Autonomie locali

Durante l’incontro l’AnciSicilia ha presentato un documento, poi approvato integralmente dai partecipanti, in cui ha evidenziato:

• la crisi degli Enti di Area Vasta è una crisi di sistema e che va affrontata nel confronto istituzionale tra Regione e Enti locali;
• la mancata attuazione di una compiuta riforma regionale ha prodotto la condizione di perdurante sofferenza finanziaria;
• non è stata data concreta attuazione alle norme previste dalla L. 190/2014 in materia di personale;
• tale situazione è stata evidenziata al Ministro dell’interno, on. Marco Minniti, in una nota congiunta a firma del Coordinatore delle Città Metropolitane e del Presidente dell’Anci nella quale veniva evidenziato che la gravissima difficoltà in cui versano gli enti intermedi è stata determinata dal fatto che, pur avendo subito integralmente i tagli degli scorsi anni, sono stati esclusi dal riparto dei contributi correnti nazionali e non hanno beneficiato del trasferimento da parte della Regione di adeguate risorse compensative, nonostante gli accordi via via intervenuti in tal senso.

L’Associazione dei comuni siciliani ha, quindi, espresso, fortissima preoccupazione in merito a:

• la concreta prospettiva di chiudere i rendiconti 2017 in disavanzo;
• l’impossibilità di approvare il bilancio 2018/2020;
• l’impossibilità, da parte della Città Metropolitana di Catania di approvare il bilancio 2017;
• l’impossibilità di svolgere i servizi sulle scuole secondarie e sulle strade provinciali;
• l’impossibilità, in assenza degli strumenti finanziari, di realizzare gli investimenti di cui sono destinatarie sia per strada che per scuole.

“Alla luce di quanto evidenziato – hanno concluso il presidente Orlando e il segretario generale Alvano – abbiamo deciso di chiedere al Governo regionale di individuare, in sede di legge di bilancio 2018, soluzioni strutturali che consentano di superare le cause di tale crisi finanziaria attraverso la neutralizzazione del contributo alla finanza pubblica e l’attuazione della legge regionale 15/2015”

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Cronaca

Sardegna, sgominata banda traffico droga: 15 fermi. Sono 120 militari nell’isola

Pubblicato

il

Spread the love

SARDEGNA – Dalle prime ore dell’alba oltre 120 militari delle compagnie di Carbonia, Cagliari, Nuoro, Lanusei, Sassari, Bonorva, Macomer, Iglesias, San Vito e Quartu in collaborazione con, le unità cinofile, i Cacciatori di Sardegna stanno eseguendo, in diversi centri dell’isola, 15 fermi per associazione a delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di droga.

I fatti contestati riguardano un periodo di tempo che va da settembre dello scorso anno ad oggi. Le indagini sono state condotte dai carabinieri della Compagnia di Carbonia e coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Cagliari. I dettagli dell’operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 11 nella sede del Comando provinciale di Cagliari.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Neve sul Vesuvio a quote basse: che spettacolo!

Pubblicato

il

Spread the love

VESUVIO – Vesuvio innevato dalla cima alle quote più basse: è lo spettacolo che offre, in questi minuti, il vulcano a chi lo guarda dai paesi vesuviani. Uno strato bianco lo ricopre quasi interamente a causa delle piogge cadute nelle scorse ore e delle temperature abbastanza rigide presenti su Napoli e provincia.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Benevento, notte di terrore in casa di un medico: sequestrate tre ragazze

Pubblicato

il

Spread the love

BENEVENTO – Notte di terrore a Frasso Telesino (Benevento) dove quattro rapinatori, incappucciati e armati di pistola, hanno fatto irruzione nell’abitazione di un medico sequestrando tre ragazze (la figlia del professionista – che non era in casa – di 16 anni e due sue amiche di 20) e, successivamente, prima il papà e poi la mamma di una di loro, ferita alla testa con un corpo contundente da uno dei malviventi. La giovane aveva invitato a casa le amiche che ad un certo punto sono uscite per comprare una pizza. Nel frattempo in casa, hanno fatto irruzione i rapinatori che hanno immobilizzato la giovane e poi sequestrato le amiche tornate dalla pizzeria.
Intorno alle 23 sono arrivati i genitori di una delle due amiche si sono recate a casa del medico: ad aprire al padre sono stati i malviventi che lo hanno sequestrato. Dopo una decina di minuti, la moglie, preoccupata del mancato ritorno dell’uomo, è entrata in casa dove è stata ferita alla testa e immobilizzata.
I rapinatori sono fuggiti con quanto trovato.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

febbraio: 2018
L M M G V S D
« Gen    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

L’Osservatore su Google+

Le più lette

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it