1

Sindacato cronisti romani, grane per il neo Presidente Emilio Orlando: il suo nome non compare nell’albo dei giornalisti

AGGIORNAMENTO ARTICOLO AL 24/02/2021

Emilio Orlando non compare nell’elenco nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, tanto meno in quello del Lazio. L’autore di numerosi articoli di cronaca nera, scrittore e opinionista non risulterebbe iscritto all’Ordine a causa di mancati pagamenti di alcuni importi dovuti.

Mere questioni burocratiche potrebbero dunque mettere a rischio la sua recente elezione a Presidente del Sindacato cronisti romani che da statuto prevede che a ricoprire tale carica sia un “giornalista professionale iscritto all’Inpgi (Istituto Nazionale di previdenza dei Giornalisti)”.

Di fatto chi non paga una sanzione amministrativa viene cancellato. Il giornalista cancellato dall’albo può regolare il pagamento in qualsiasi momento e richiedere la riammissione ma certamente non è una operazione automatica e retroattiva.

Orlando è stato contattato dalla direzione de L’Osservatore
d’Italia per chiedere chiarimenti. Ecco cosa ha risposto:

Perché non risulti
nell’elenco Odg?

“Ci sto nell’elenco, ci fu un problema nel 2015 perché a
seguito di una morosità mi avevano sospeso dalla visualizzazione dell’albo
online. Io la situazione la sanai all’epoca, tanto è vero che ho pure il
tesserino in corso di validità dal 2005 però ancora non risulta. Domani mattina
vado all’Ordine, domani mattina ci vado”.

È un problema di sito
dell’Ordine o un problema di sospensione di iscrizione?

“Fu un problema di sospensione di iscrizione del 2015 però è
una situazione che io ho già sanato nel 2015. Tanto è vero che mi hanno
riemesso il tesserino nuovo nel 2015 con anzianità 2005. Non succede nulla,
probabilmente dal 2015 non venni reinserito nel sito”.

Emilio Orlando ha inviato alla redazione anche copia del suo tesserino ma non la parte relativa i bollini dei pagamenti annuali. Le sue affermazioni fanno riflettere. E’ veramente responsabilità dell’Ordine la mancata comparizione del suo nominativo nell’elenco iscritti?Dal 2015 si sarebbero dimenticati di aggiornare il sito? Eppure risultano aggiornamenti anche molto recenti sul sito ufficiale dell’Ordine riguardo altri iscritti. Cosa è successo?

Non c’è dubbio che è una situazione da risolvere per permettere al neo presidente del sindacato cronisti romani di potersi dedicare con serenità alla sua attività a tutela dei colleghi. Una cosa è certa, la professionalità non è misurata da un tesserino e avere delle dimenticanze è umano.

Ciò non toglie che bisognerà approfondire il caso nelle opportune sedi soprattutto perché al momento della candidatura Orlando non risultava nell’elenco iscritti. E fino a prova contraria le regole vanno rispettate.

AGGIORNAMENTO ALL’ARTICOLO DEL 24/02/2021