Connect with us

Calcio

Stop ai campionati, Vjs Velletri e De Massimi: “Orgoglioso degli allenamenti fatti fin qui”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

La fine anticipata dei campionati di Prima Categoria è arrivata quale naturale decisione ad un lunghissimo stop. Impensabile, con il nuovo lockdown in atto, pensare di riprendere una stagione che ha celebrato soltanto tre gare ufficiali e che è ormai parte del passato.

La Vjs Velletri non nasconde il rammarico: era partita con il piede giusto, due vittorie e un pareggio, e aveva ambizioni importanti. Il tecnico Stefano De Massimi, al suo terzo anno in sella alla panca rossonera, ha tenuto tutti sull’attenti dirigendo gli allenamenti fino alla scorsa settimana. Poi la zona rossa ha di fatto impedito il proseguo: “Era una decisione nell’aria da tempo, però ci piaceva pensare che continuare ad allenarci avrebbe favorito al nostra corsa al campionato e alla coppa. Purtroppo non è stato così, ma sono soddisfatto della frequenza dei ragazzi agli allenamenti. Fino a venerdì abbiamo svolto il lavoro con regolarità e in questo spazio ho potuto anche visionare under 17 e under 18 dando loro premi e responsabilità nuove al cospetto dei giocatori della prima squadra.  Comunque rimaniamo in attesa dei prossimi DPCM per tornare ad allenarci”. A livello dilettantistico è ancor più complesso preparare una partita che non c’è, senza l’adrenalina della gara che scandisce il tempo della settimana e le varie tappe del lavoro tecnico e atletico. Lo conferma anche mister De Massimi: “L’allenamento per il gruppo rimane un piacere e non è mai un timbrare il cartellino, certo però non è facile prepararsi per una sfida che non esiste. Si è lavorato tanto per tenere una gamba elastica e per alzare il livello tecnico di ognuno dei componenti della rosa con dentro tanta parte ludica, sfide, acrobazie, utilizzo del gesto tecnico corretto e scelte. Il piacere di stare insieme naturalmente fa la differenza e questi sono ragazzi impagabili”. Dalla terza di campionato si passa direttamente alla prima del campionato successivo, in attesa di capire la composizione dei gironi, la fine delle tre gare sin qui disputate (saranno con tutta probabilità annullate).

“Sarebbe bellissimo”, ha detto De Massimi, “condividere la prossima annata con la stessa rosa di oggi, più la possibilità di aprire il portone della prima squadra a qualche nostro giovane delle under. Questo sarebbe veramente un vanto e traccia di lavoro continuo e soprattutto di grande appartenenza. Solo dove c’è armonia possono nascere grandi progetti e grandi risultati”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Asd Casilina (calcio), Gagliarducci: “Molto contenti dei primi passi della nostra Scuola calcio”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Roma – Sta muovendo i primi passi la neonata Asd Casilina che riporterà il calcio al “De Fonseca” dopo un anno di stop assoluto. La determinazione di Enrico Gagliarducci, che dal primo luglio diventerà ufficialmente presidente del club capitolino dopo aver chiuso la parentesi alla Polisportiva Borghesiana, ha consentito la disputa delle prime sedute di prova in vista della stagione 2021-22. Il settore Scuola calcio ha già sostenuto due giornate di allenamento negli ultimi due giovedì e si è subito formato un interessante gruppetto, ovviamente “variegato” dal punto di vista delle età dei ragazzi. “Siamo contenti di vedere questi bambini in campo e le parole dei genitori di questi piccoli calciatori rappresentano per me e per tutto lo staff tecnico e dirigenziale una grande spinta. Questo è solo l’inizio, ci saranno tante iniziative”. Per fare tre mesi di prova totalmente gratuita nella Scuola calcio dell’Asd Casilina è sufficiente fare un’iscrizione (che tutela i ragazzi dal punto di vista assicurativo) che tra l’altro garantisce la consegna di un kit di allenamento e anche la possibilità di avere sconti sulla quota della prossima stagione, qualora ci si tesseri con il club capitolino anche nella nuova annata calcistica. L’appuntamento è per ogni lunedì e giovedì dalle 17,30 alle 19 presso il campo “De Fonseca”. Lo stesso discorso vale anche per i ragazzi del settore agonistico (Giovanissimi, Allievi e anche Juniores) che si allenano tutti i martedì dalle 18 alle 20. Il quadro si chiude con la prima squadra che dovrebbe militare nel futuro campionato di Terza categoria. “Un’altra novità – continua Gagliarducci – riguarda la partenza di un allenamento settimanale specifico per i portieri che si terrà ogni venerdì dalle 19,45: al momento ci sono i ragazzi della prima squadra e della Juniores, ma qualunque ragazzo in età di agonistica può aggiungersi, sempre in forma totalmente gratuita”. L’Asd Casilina, intanto, è sbarcata anche sui social con la pagina ufficiale Facebook (https://www.facebook.com/asdcasilina) e con quella Instagram (https://www.instagram.com/asdcasilinaofficial).



Continua a leggere

Calcio

Football Club Frascati, Fabiani prende l’abilitazione Uefa C: “Un orgoglio in così poco tempo”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – E’ al suo secondo anno da allenatore del Football Club Frascati e già può vantare l’abilitazione Uefa C. Mister Michel Fabiani è un tecnico “fatto in casa” dalla società tuscolana che ne ha saputo cogliere la passione e la professionalità, ma soprattutto la capacità di saper trasmettere qualcosa ai bambini della Scuola calcio. Attualmente guida il gruppo dei Pulcini 2011 del polo Morena (quello del centro sportivo dei “Colli Tuscolani” in via dell’Acquacetosa) e ieri ha concluso il suo “percorso di studi” con l’esame finale e la tesina. “Arrivare a questo traguardo dopo nemmeno due anni di esperienza è un orgoglio e devo ringraziare il Football Club Frascati per avermi dato questa possibilità – dice Fabiani – Nelle scorse ore ho sostenuto e superato un test su cinque materie (carte federali, medicina dello sport, regolamento di gioco, psicopedagogia e metodologia dell’allenamento, ndr) e ieri ho concluso questo percorso durato tre mesi per un totale di 120 ore di corso che mi darà la possibilità di allenare tutte le categorie giovanili fino all’Under 19”. Fabiani spiega i motivi che lo hanno portato a intraprendere il cammino da allenatore: “Ho giocato fino a poco tempo fa e il calcio è la mia grande passione. Il Football Club Frascati mi ha dato la possibilità di allenare i bambini e questa esperienza mi è piaciuta tantissimo, quindi avevo voglia di prendere questa abilitazione e anzi adesso l’obiettivo è di fare anche il corso per l’Uefa B appena sarà possibile”. Il rapporto con la società è solidissimo: “C’è un confronto costante sia col responsabile del settore di base Lorenzo Marcelli che col co-presidente Claudio Laureti e tutto il club mi ha sempre dimostrato una grande fiducia”. Fabiani conclude parlando del gruppo Pulcini 2011 del polo Morena: “Alcuni di loro erano già con me l’anno scorso, ma in questa stagione siamo cresciuti tanto a livello numerico. A livello tecnico è stato un peccato non averli potuti “testare” nelle partite federali, ma sono convinto che questo sia veramente un gruppo molto buono. Speriamo in una sorpresa entro la fine della stagione, sarebbe bellissimo avere il via libera per chiudere questa difficile annata disputando qualche torneo o qualche partita ufficiale”.



Continua a leggere

Calcio

Sporting Ariccia (calcio, Eccellenza), Trinca: “Mancano dieci partite e siamo primi in classifica, proviamoci ”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Ariccia (Rm) – Lo Sporting Ariccia è pronto a ripartire. Il “nuovo” mini campionato di Eccellenza ripartirà domenica, curiosamente da quella sfida sul campo dell’Unipomezia che aveva aperto le partite ufficiali a fine settembre con un pirotecnico 3-3. Ma la formazione castellana, che porterà avanti la sua filosofia di valorizzazione del gruppo e dei giovani del territorio, non tornerà in campo solo per onore di firma: “Non è vero che non abbiamo niente da perdere – dice mister Eliano Trinca – Siamo primi in classifica a dieci giornate dalla fine, dobbiamo giocare al massimo pensando che abbiamo un’occasione importante”. Sulla sfida di domenica a Pomezia, l’analisi dell’allenatore è schietta: “Credo che la partita di fine settembre possa rappresentare un campanello d’allarme per i nostri avversari che ci conoscono un po’ di più. Loro hanno una serie di grandi giocatori che hanno un curriculum importantissimo, noi tanta fame e un foglio bianco su cui scrivere la nostra storia, a cominciare dal sottoscritto. Dopo la sfida esterna all’Unipomezia, ospiteremo la Lupa Frascati: sono le due squadre favorite, ma è meglio affrontarle subito”. La ripresa del campionato è un premio per un gruppo che non si è praticamente mai fermato: “Coi ragazzi ci siamo allenati con determinazione proprio per farci trovare pronti qualora ci fosse stata la possibilità – ricorda il tecnico – La società ha voluto assecondare questo desiderio della squadra e ora vogliamo dare il massimo. A livello di condizione la squadra sta bene, abbiamo fatto alcune “partitine interne” anche se la gara ufficiale è qualcosa di diverso”. E poi la forza dello Sporting Ariccia, ancora una volta, dovrà essere la compattezza del gruppo: “Abbiamo cambiato pochissimo rispetto alla prima fase di stagione. Sono arrivati il giovane Gagliardi, un 2002, il portiere Sciarra (classe 1999) e due giocatori importanti come Dari, che deve recuperare un po’ di condizione ma può darci tanto, e Vartolo, che conosco da tempo e che regala esperienza e leadership a un gruppo che è una “Juniores mascherata”. Siamo tutti curiosi di vedere cosa saremo capaci di fare” conclude Trinca.



Continua a leggere

I più letti