Connect with us

Cronaca

Strage in Alto Adige, auto su pedoni: 6 morti e 11 feriti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

E’ di 6 morti e 11 feriti il bilancio di un tragico incidente stradale avvenuto la scorsa notte a Lutago, in Valle Aurina in Alto Adige.

Secondo le prime informazioni, verso le ore 1.15 un’auto ha centrato a grande velocità un gruppo di persone che si trovava sul bordo della strada.

Le vittime sono tutti giovani cittadini tedeschi fra i 20 ed i 25 anni di età. Dopo aver passato la serata in un locale, la comitiva si trovava accanto a un pullman turistico quando è stata centrata in pieno da un’automobile.
Tre dei feriti sono in gravi condizioni. Tra loro una donna che è stata trasferita d’urgenza di notte con l’elicottero del Aiut Alpin alla clinica universitaria di Innsbruck, in Austria. L’automobilista è un uomo del posto di 28 anni, di Chienes. Secondo le prime informazioni, avrebbe avuto un tasso alcolemico molto elevato. E’ stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale e lesioni stradali.

E’ di 1.97 g/l il tasso alcolemico rilevato sul 28enne. La legge stabilisce attualmente il limite di 0,5 grammi/litro di alcol nel sangue, limite oltre il quale il conducente viene definito in stato di ebbrezza e quindi soggetto a provvedimenti sanzionatori. La guida con un tasso di alcol nel sangue superiore a 0,5 grammi/litro limite viene punita con sanzioni elevate, decurtazione di 10 punti della patente e multe severe. Se poi il tasso è oltre 0,8 grammi/litro guidare diventa reato.

La chiamata alla Centrale d’emergenza 112 a Bolzano è arrivata alle 1.15. I primi soccorritori giunti sul luogo dell’incidente sulla strada statale 621 raccontano di aver trovato un “campo di battaglia”, una situazione difficile da gestire anche con anni di esperienza. A questo punto è stato esteso l’allarme. Sul posto sono intervenute complessivamente 17 ambulanze con otto medici d’urgenza e 50 infermieri, come anche il soccorso alpino. Sono stati complessivamente 160 gli uomini richiamati in servizio. I vigili del fuoco hanno allestito sulla strada un tendone riscaldato per prestare le prime cure ai feriti che poi sono stati trasportati con le ambulanze negli ospedali di Brunico, Bressanone e Bolzano. Si è alzato in volo anche l’elisoccorso dell’Aiut Alpin Dolomites, dotato di visori notturni, che ha portato due feriti, di cui una donna in gravissime condizioni, alla clinica universitaria di Innsbruck, in Austria. Due giovani sono ancora in pericolo di vita.

Le vittime facevano parte di una comitiva di turisti di Colonia e Dortmund. Tutti poco più di 20enni si trovavano in valle Aurina per la settimana bianca. Dopo aver passato la notte in un locale, i ragazzi erano appena scesi da un bus navetta. Proprio per prevenire le stragi del sabato sera in Alto Adige da tempo ci sono i cosiddetti nightliner, pullman che prelevano i giovani dalle discoteche per portali a casa in sicurezza.

Commenti

Cronaca

Volo Ryanair diretto a Torino fa tre ore di ritardo a causa del maltempo: i passeggeri chiedono il rimborso

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Storie di ordinaria ingiustizia per chi viaggia in aereo. Protagonista Ryanair, che si sta distinguendo per un comportamento scorretto nei confronti dei passeggeri del volo FR8714, partito da Bari il 4 febbraio, diretto a Torino e dirottato su Genova. “L’arrivo a Torino era previsto per le ore 11:30 – dichiara l’avvocato Stefano Gallotta, Responsabile Trasporti e Turismo di Codici – ma i passeggeri sono giunti a destinazione con i bus sostitutivi alle ore 15. Alcuni di loro hanno fatto richiesta di risarcimento per il ritardo, ma la compagnia si è opposta spiegando che le cause erano indipendenti dalla loro volontà in quanto dovute alle condizioni meteo avverse, nello specifico al forte vento”.

È a questo punto che entra in azione l’associazione Codici, che sta raccogliendo le segnalazioni dei passeggeri per predisporre un’azione collettiva. “Quando il ritardo supera le 3 ore – afferma l’avvocato Gallotta – i passeggeri hanno diritto a ricevere il risarcimento. In questo caso specifico, in cui Ryanair si giustifica scaricando le responsabilità sul maltempo, c’è da dire che la motivazione non può essere accettata, in quanto nella stessa giornata altri aerei sono atterrati regolarmente a Torino. In particolare un volo è arrivato alle ore 11:25, dunque in coincidenza dell’orario previsto per quello della compagnia irlandese”. “Dispiace constatare come Ryanair non perda occasione per ostacolare i diritti dei consumatori – afferma l’avvocato Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – e questo ci sorprende ancora di più se pensiamo che nell’estate scorsa la compagnia ha siglato un accordo con il Codacons. Un’intesa firmata sulla base di presunte assicurazioni per i consumatori nella gestione dei loro reclami. Ci sembra che la realtà sia ben diversa, quindi invitiamo Ryanair a tutelare veramente i viaggiatori”.

I passeggeri del volo Ryanair da Bari a Torino e poi dirottato su Genova possono contattare il Codici inviando un messaggio al numero WhatsApp 338.48.04.415, chiamando lo 06.5571996 o scrivendo a segreteria.sportello@codici.org. L’associazione predisporrà tutte le azioni necessarie per la richiesta di risarcimento.

Continua a leggere

Cronaca

Commissione Giustizia del MISE: l’avvocato Angelo Lucarella designato per ASSOCONSUM

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Angelo Lucarella, avvocato pugliese di Martina Franca, esperto di contenzioso tributario, designato da poche ore per fare ingresso nella Commissione “Giustizia e Legislazione” istituita dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Si tratta di una delle otto Commissioni che il MISE ha istituito nell’ambito delle attività istituzionali del CNCU (Consiglio Nazionale dei Consumatori); quest’ultimo nato di fatto con la famosa riforma del 1998 confluendo, successivamente, nel c.d. Codice del consumo del 2005.

L’Avv. Lucarella, da pochissimi mesi chiamato a presiedere la Consulta Legale Nazionale di AssoConsum, precisa:

“Con comunicazione del 18 febbraio 2020 mi è stato notiziato di esser stato designato per far parte della Commissione “Giustizia e Legislazione” istituita in seno al Ministero dello Sviluppo Economico.

In attesa della ratifica della nomina ministeriale, dopo aver assunto da qualche mese la presidenza della Consulta Legale Nazionale Asso-Consum, non posso che sentirmi onorato di poter rappresentare ai più alti livelli istituzionali le questioni giuridiche più delicate e i problemi più diffusi e sentiti da parte dei cittadini. Spero che il mio contributo in sede di Commissione Giustizia al MISE possa essere utile a migliorare, pur nel piccolo, l’evoluzione normativa italiana nel prossimo futuro”.

Continua a leggere

Cronaca

Napoli, Cappella Sansevero, al via il nuovo progetto dedicato ai ragazzi con disturbo dello spettro autistico

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

NAPOLI – Al via il nuovo percorso espositivo Sansevero in Blu al Museo Santa Maria della Pietà Cappella Sansevero nel cuore di Napoli. Il nuovo progetto è dedicato ai ragazzi con disturbo dello spettro autistico in collaborazione con la Cooperativa sociale il Tulipano.

Le visite sono gratuite per le persone con DSA, il tour per i bambini/ragazzi tra gli 8 e i 18 anni è studiato e calibrato sulle necessità e le caratteristiche dei visitatori con bisogni speciali con lo scopo di inclusione di tutta la famiglia.

 L’iniziativa non ha lo scopo di terapia, ma vuol essere uno strumento di inclusione, uno strumento in più per la fruizione delle opere all’interno della Cappella Barocca ed è diviso in due percorsi in base alla sfera del ragazzo.

L’arte come strumento di comunicazione universale, il museo che si adatta alle esigenze dei visitatori e non più viceversa, i ragazzi faranno una visita esperienziale e parteciperanno al tour sia a livello tattile e sia a livello olfattivo.

Un progetto che attraverso percorsi inclusivi e permetterà alle persone con DSA di scoprire le meraviglie della Cappella, le sue opere, le leggende e le storie del principe Raimondo di Sangro.

L’iniziativa si avvale del contributo scientifico del Dipartimento di Scienze Mediche Traslazionali dell’Università Federico II, del Dipartimento di Architettura dell’Università Federico II e del Dipartimento di Scienze Motorie  e del Benessere dell’Università Parthenope.

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Febbraio: 2020
L M M G V S D
« Gen    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it