Connect with us

Senza categoria

Studente morto in azienda. Lotta Studentesca: “Ecco il sogno capitalista”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

È ormai di dominio pubblico la notizia che Lorenzo, un ragazzo di 18 anni, è deceduto all’interno di un’azienda in provincia di Udine mentre svolgeva l’ultimo giorno di alternanza scuola-lavoro.Con questo comunicato esprimiamo la massima vicinanza alla famiglia e, allo stesso tempo, ribadiamo che sin dal principio noi abbiamo sempre contestato la pratica di uno “STAGE”, che altro non è che uno sfruttamento mascherato, in cui i ragazzi vengono schiavizzati. Tutto quello che avevamo previsto è successo: vite dei giovani in mano ai privati, a Confindustria e alle multinazionali, che tramite l’alternanza riescono ad avere manodopera gratis, plasmando la mente dei giovani con il motto “Produci, consuma, crepa” .Ciò che è accaduto non è soltanto il risultato delle vostre politiche a favore di precarietà e globalizzazione, ma anche della vostra assoluta noncuranza della sicurezza sui posti di lavoro, come sempre coperti dai sindacati traditori. Tenetevi il vostro infame progresso. NOI NON SAREMO LA VOSTRA CARNE DA MACELLO! Lotta Studentesca

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Senza categoria

Ssd Colonna (calcio, Prima cat.), Manuri: “Secondo posto blindato, ma non smettiamo di lottare”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti

image_pdfimage_print

Colonna (Rm) – La Prima categoria del Colonna vede il traguardo. La formazione di mister Dino Di Julio, a due giornate dalla fine, ha “blindato” il secondo posto e non ha perso totalmente le speranze di un sorpasso in extremis all’Atletico Lariano capolista che vanta ancora cinque punti di vantaggio: “Sulla carta la prima della classe è attesa da due partite toste e quindi mai dire mai – rimarca il portiere classe 1994 Elia Manuri – Noi, però, dobbiamo pensare a fare il nostro e anche quello non sarà semplice. Nel prossimo turno andiamo a Marino e all’ultima riceveremo il Pibe de Oro, ovvero due squadre ancora in lotta per la salvezza. Ma il nostro gruppo è determinato a chiudere il campionato con altri sei punti”. Nell’ultimo turno la Prima categoria del Colonna ha steso con un netto 5-0 il Mundial grazie alle doppiette di Composto e Cetroni e al gol di Bendia: “Ma non è stata una gara così facile come potrebbe suggerire il risultato – dice Manuri – Gli avversari ci hanno costretto sullo 0-0 nel primo tempo, poi nel secondo siamo riusciti a sbloccare il risultato e da lì in avanti la squadra si è sciolta e ha dominato il match”. Manuri è stato protagonista da titolare nella prima parte di stagione, mentre ora il numero uno è De Angelis: “Sono entrato in questo gruppo venendo da Roma e non conoscevo i giocatori di questa zona. Quando ho visto Andrea ho capito subito che si trattasse di un portiere molto forte, ma anche di un leader e di un ragazzo che fa gruppo. Ho sempre accettato le decisioni dello staff tecnico perché penso che sia alla base dei successi di un gruppo: penso che tutti abbiano dato un contributo per questa ottima stagione, anche chi ha giocato di meno”. Manuri, vicentino di origine, si è spostato a Roma per motivi di studio cinque anni fa e da allora è rimasto nella capitale: “Come sono arrivato a Colonna? E’ stato il direttore sportivo Gianluca Cippitelli a volermi: mi aveva allenato in Prima categoria al Rebibbia e mi ha chiesto di far parte di questo gruppo. Ero fermo da un paio d’anni per motivi lavorativi e quando è arrivata questa proposta, a dispetto della distanza, non ci ho pensato un attimo e dopo qualche mese posso dire di aver fatto la scelta giusta. E’ stimolante giocare in un gruppo allestito per far bene e credo che, al di là di come finirà, questa squadra abbia fatto un ottimo campionato”.



Continua a leggere

Senza categoria

Vis Casilina (calcio, Under 19), capitan Valentini: “Potevamo lottare per il vertice, che peccato”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti

image_pdfimage_print

Roma – L’Under 19 provinciale della Vis Casilina è alle battute conclusive della stagione. La squadra maggiore del settore giovanile del club capitolino ha ceduto in casa col Vittoria nel match di sabato scorso per 0-1. E’ il capitano e trequartista (o esterno) classe 2002 Alessio Valentini a fare l’analisi della gara contro la quarta forza del girone: “Inizialmente è stata una gara tranquilla che loro hanno subito messo su un piano agonistico e spigoloso anche a livello verbale. Purtroppo siamo rimasti in dieci per l’espulsione di Pezone per doppio giallo, il primo dei quali assolutamente inesistente. Nella ripresa gli ospiti hanno sbagliato un calcio di rigore e poi sono passati in vantaggio e a quel punto il nostro nervosismo è aumentato e nel finale siamo rimasti anche in nove per l’espulsione di Adeyisi”. La formazione capitolina si è allontanata dalle zone di testa e Valentini non nasconde il rammarico per quello che poteva essere e non è stato: “Sono convinto che questo gruppo avesse delle potenzialità importanti, avremmo dovuto lottare per i vertici. Purtroppo non siamo riusciti a dimostrare le nostre qualità per una serie di motivi. Martedì prossimo torneremo in campo per il turno infrasettimanale con la Magnitudo: l’obiettivo è quello di provare a vincere le gare che ci rimangono e chiudere al meglio questo campionato”. Il capitano dell’Under 19 è ormai da tempo nel giro del gruppo della Terza categoria: “Ho già collezionato alcune presenze e anche nel match di domenica scorsa sono entrato e ho pure fornito l’assist per il 5-0 finale contro l’Atletico Olympia. Sono contento della fiducia che mi ha dimostrato mister Stefano Pasquini”. E poi c’è l’ottimo rapporto con la società: “L’anno scorso ero alla Borghesiana assieme al presidente Enrico Gagliarducci e quando ho saputo che si sarebbe spostato qui l’ho seguito immediatamente. Inoltre il direttore sportivo Tonino Rovere mi conosce da anni e poi anche la presenza dell’ex mister Formisano ha pesato sulla mia scelta. Futuro? L’ambiente mi piace, devo vedere se l’attività calcistica sarà conciliabile con i miei impegni di lavoro”.



Continua a leggere

Senza categoria

Polisportiva Borghesiana (volley), la Terza divisione vince il campionato. Loreti: “Risultato molto positivo ”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti

image_pdfimage_print

Roma – Il settore volley della Polisportiva Borghesiana ha festeggiato una vittoria. E’ quella ottenuta dal (giovane) gruppo della Terza divisione Under 19 femminile che ha vinto il campionato federale giocando tra l’altro con un gruppo mediamente sotto età, vista la corposa presenza di atlete nate nel 2006 e 2007. Coach Stefano Loreti non può che essere soddisfatto: “E’ sicuramente un risultato molto positivo anche se ovviamente si è trattato di un campionato “under”. Questo successo, comunque, responsabilizza le nostre ragazze in termini di presenza durante gli allenamenti, impegno e competitività interna. Nel girone abbiamo conquistato il primo posto anticipando la Roma 7 solo aver perso un set in meno. Il momento decisivo è stato dieci giorni fa quando abbiamo vinto lo scontro diretto per 3-2, poi tre giorni dopo la Roma 7 ha perso un ulteriore set con Sempione che ha fatto la differenza”. Un successo che vale il salto in Seconda divisione e che arriva dopo un’annata non semplice nei campionati giovanili “di riferimento”, ovvero Under 16 e Under 18: “In quel caso le cose sono state più difficili anche perché il livello dei campionati è stato sicuramente alto, ma crescita delle ragazze è stata evidente anche semplicemente dal punto di vista della consapevolezza di potersela giocare con molte avversarie”. La Polisportiva Borghesiana, dunque, avrà una Prima e una Seconda divisione l’anno prossimo: “Credo che sia una cosa positiva – dice Loreti – Ci sarà la possibilità per questo gruppo di ragazze di fare un campionato intermedio tra le giovanili e la prima squadra e confrontarsi con atlete più grandi”. Il gruppone (che si è sempre allenato assieme) non ha ancora terminato gli impegni: “Giocheremo la finale territoriale della categoria Under 18 nel campionato Uisp a cui abbiamo partecipato e l’ultimo atto si giocherà al “Pertini”, uno dei nostri impianti, il prossimo 2 giugno. Sarebbe bello potersi regalare un’altra piccola grande soddisfazione”. Poi sarà tempo di parlare di futuro: “Credo ci sia da parte mia e della società la volontà di continuare insieme: mi sono trovato molto bene con il presidente Stefano Criscuolo e con la responsabile del settore volley Giuliana Montaldi che mi hanno dato fiducia e libertà di azione, comunque tra qualche giorno ne parleremo e valuteremo il da farsi” conclude Loreti.



Continua a leggere

I più letti