1

Anguillara Sabazia, scuola di via Verdi: affidati i lavori di rinforzo e ristrutturazione

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Il Comune di Anguillara Sabazia ha affidato i lavori di rinforzo e ristrutturazione della scuola elementare e materna “San Francesco” di via Giuseppe Verdi per un importo totale di 323mila euro di cui circa 200mila finanziati dalla Regione Lazio.

Il plesso scolastico era stato chiuso il 22 maggio 2019 durante la precedente amministrazione M5s dopo uno studio di vulnerabilità sismica, redatto dall’Ingegner Andrea Scopetti, dal quale era emerso un indicatore di vulnerabilità pari a 0,118, corrispondente ad un elevato rischio per gli occupanti. Vennero quindi affittati dei containers, per ospitare gli studenti e il personale scolastico, posizionati all’interno dell’impianto sportivo comunale “Ferdinando Capparella”.

Con l’avvento della nuova amministrazione comunale guidata dal Sindaco Angelo Pizzigallo si è ritenuto necessario procedere ad un livello conoscitivo “LC3” superiore per la struttura scolastica al fine di approfondire lo stato dell’immobile e dei lavori necessari per garantire e tutelare l’incolumità dei fruitori del plesso scolastico, da un lato, e ridurre la spesa sostenuta per i moduli noleggiati, dall’altro.

Dopo i nuovi rilievi effettuati dallo studio d’ingegneria Minnucci Associati e la redazione del progetto esecutivo di “Rinforzo e ristrutturazione della scuola elementare e materna S. Francesco in via Giuseppe Verdi” si è poi approvato il progetto esecutivo, in linea tecnica, redatto dallo studio d’ingegneria Minnucci Associati dell’importo complessivo di € 323.359,10.

Finisce dunque l’incubo dei containers per tanti studenti di Anguillara Sabazia che a Settembre potranno finalmente rientrare nelle aule di via Verdi.




Anguillara Sabazia, plesso di via Verdi: la Regione finanzia i lavori di sistemazione

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – La Regione Lazio ha appena approvato il finanziamento in favore del Comune di Anguillara Sabazia per la sistemazione del plesso scolastico di Via Verdi. “Una risposta concreta ad un problema che è durato troppo a lungo.” ha detto il Consigliere regionale del Pd Emiliano Minnucci. “Correttamente chiamata in causa dall’Amministrazione comunale, – ha detto ancora Minnucci – la Regione Lazio ha risposto presente e non poteva essere altrimenti. Questo passaggio è figlio di un’interlocuzione seria tra istituzioni e forze politiche, da un’attività amministrativa di verifiche tecniche e progettualità auspicate da tutti. Ora il passaggio alla Pisana in commissione VI e l’ultima ratifica in giunta.” 

Minnucci non ha mancato di lanciare una stoccatina agli ex amministratori pentastellati che avevano chiuso il plesso: “Rimane il rammarico – ha detto Minnucci – di non essere stati ascoltati al momento dell’improvvida chiusura dell’edificio. Allora cercammo in tutti i modi di farlo capire, ma senza essere presi in considerazione. Ora acceleriamo e restituiamo la loro scuola, ancora più bella ed accogliente, ai nostri figli.” 




Anguillara Sabazia, lavori per riapertura via Verdi: ancora nulla all’orizzonte. Manciuria presenta una interrogazione consiliare

Dall’annuncio fatto dal primo cittadino davanti le telecamere di Officina Stampa sono trascorsi ad oggi oltre due mesi e a quanto pare ancora non c’e’ traccia di finanziamenti

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Trascorsi oltre trenta giorni dall’approvazione del bilancio di previsione 2021 di Anguillara Sabazia e ancora non risulta nessun finanziamento regionale o ministeriale finalizzato ai lavori per la riapertura a settembre della scuola di via Verdi.

Il plesso scolastico era stato chiuso nel 2019 a seguito dell’esito di una perizia per la verifica statica e di vulnerabilità sismica fatta da un ingegnere incaricato dalla ex giunta pentastellata. E successivamente grazie alla verifica più approfondita redatta dall’Ing. Saturno Minnucci, tecnicamente definita in LC3, è arrivato il via libera.

Il sindaco Angelo Pizzigallo nel corso di una intervista rilasciata al direttore di questo giornale Chiara Rai nel corso della trasmissione “Officina Stampa” lo scorso 12 marzo ha precisato che al fine di poter riaprire la scuola con il suono della campanella di settembre sono comunque necessari degli interventi da fare a breve e altri che invece è possibile programmare nel tempo e che per questo l’amministrazione comunale si sarebbe attivata per presentare alla Regione Lazio una richiesta economica finalizzata all’intervento straordinario da portare avanti nell’immediato per poter riaprire a settembre.

Officina Stampa del 11/03/2021 – L’intervista di Chiara Rai al Sindaco di Anguillara Sabazia Angelo Pizzigallo

Dall’annuncio fatto dal primo cittadino sono trascorsi ad oggi oltre due mesi e a quanto pare ancora non c’e’ traccia di finanziamenti

A circa 100 giorni dalla riapertura delle scuole la preoccupazione è dunque quella che non si faccia in tempo a fare i lavori necessari per garantire una riapertura in sicurezza.

Il Consigliere comunale di “Anguillara Svolta” Sergio Manciuria ha quindi presentato una interrogazione consiliare in cui chiede i seguenti chiarimenti:

  • 1) Riferisca il Sindaco e/o l’eventuale Consigliere-Assessore Delegato se è stato consegnato o eventualmente entro quale termine prevedibilmente si procederà alla consegna del Progetto Definitivo Esecutivo per gli interventi da eseguire sul plesso scolastico di Via Verdi
  • 2) Riferisca il Sindaco e/o l’eventuale Consigliere-Assessore Delegato se tale richiesta di finanziamento è stata presentata alla Regione Lazio e la tempistica per l’ottenimento delle somme da stanziare per l’esecuzione dei lavori in tempi concilianti con l’apertura del nuovo anno scolastico 2021-2022
  • 3) Riferisca il Sindaco e/o l’eventuale Consigliere-Assessore delegato se è stata adottata o si pensa di adottare una soluzione alternativa quale l’acquisizione di mutuo a carico dei cittadini di Anguillara per eseguire comunque i lavori di adeguamento del Plesso Scolastico di Via Verdi e la tempistica per procedere all’esecuzione delle opere progettate ;
  • 4) Riferisca il Sindaco e/o l’eventuale Consigliere-Assessore delegato sulla base dei precedenti quesiti rimane ferma la decisione di riaprire a Settembre 2021 il p/esso scolastico di Via Verdi e lo smantellamento definitivo dei containers di Via Duca degli Abruzzi al 30 giugno 2021 il cui costo di 33.000 euro mese continuerebbe a gravare sulle casse comunali in caso di prolungamento della locazione:
  • 5) Riferisca il Sindaco e/o l’eventuale Consigliere-Assessore delegato se è intenzione di questa Amministrazione denunciare alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica competente la precedente Amministrazione con i relativi Responsabili di Area che omettendo una ulteriore verifica con grado superiore (LC3) hanno gravato le casse comunali di oltre unmilonecinquecentomila (salvo il ripristino e la rinuncia al secondo campo di calcio) per containers fatiscenti e obsoleti a fronte di una stima complessiva di 450.000 euro per adeguamento dell’attuale Plesso di Via Verdi.



Anguillara Sabazia, il Sindaco Angelo Pizzigallo: a settembre riapre la scuola di via Verdi

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – A settembre prossimo riaprirà il plesso scolastico di via Verdi. La notizia è stata data ufficialmente dal Sindaco di Anguillara Sabazia – Avv. Angelo Pizzigallo – nel corso della trasmissione “Officina Stampa” durante l’intervista rilasciata a Chiara Rai.

Angelo Pizzigallo Sindaco di Anguillara Sabazia nell’intervista con Chiara Rai a Officina Stampa del 11/03/2021

Finisce dunque l’incubo per tanti alunni di Anguillara Sabazia costretti a fare lezione nei “famigerati” container affittati a peso d’oro dalla ex amministrazione M5s guidata da Sabrina Anselmo.

La scuola di via Verdi era stata chiusa nel 2019 a seguito dell’esito di una perizia per la verifica statica e di vulnerabilità sismica fatta da un ingegnere incaricato dalla ex giunta pentastellata

E nonostante lo stesso tecnico incaricato avesse suggerito agli ex amministratori di approfondire lo studio, in quanto quello condotto si basava su uno scarso livello di conoscenza – tecnicamente perizia in LC1 – che aveva fornito risultati, in particolar modo sulla staticità dell’edificio, che l’ingegnere stesso aveva ritenuto in contraddizione con lo storico della struttura, che nel corso degli anni aveva sempre dimostrato di non avere problemi, l’ex amministrazione Anselmo chiudeva il plesso scolastico di via Verdi senza procedere, come chiesto dal tecnico incaricato, ad una verifica più approfondita, – tecnicamente perizia in LC3 – in modo da accertare senza ombra di dubbio l’inagibilità dell’edificio.

E la verifica più approfondita in LC3, come aveva richiesto l’ingegnere incaricato all’epoca – per via Verdi è finalmente arrivata con la nuova amministrazione di Anguillara Sabazia guidata dal Sindaco l’Avvocato Angelo Pizzigallo.

“L’ azione di verifica ulteriore e più approfondita dello stato dell’immobile da un punto di vista statico e sismico – ha detto il primo cittadino – oggi ci consente di dire che l’immobile da un punto di vista statico è idoneo”.

Pizzigallo ha anche precisato che comunque ci sono degli interventi da fare a breve e altri che invece è possibile programmare nel tempo e per questo l’amministrazione comunale si sta attivando per presentare alla Regione Lazio una richiesta economica finalizzata all’intervento straordinario da portare avanti nell’immediato per poter riaprire a settembre.

Il Sindaco ha anche auspicato nell’aiuto da parte delle opposizioni consiliari nel raggiungimento dell’obiettivo prefissato.

Interventi dunque di manutenzione e di ordine civile che vanno fatti nell’immediato perché la scuola è chiusa ormai da due anni. Questo il primo impegno che interesserà l’amministrazione comunale per rendere il plesso idoneo per l’apertura di settembre quindi per poter ospitare in sicurezza gli studenti e il personale scolastico.

Sul fronte di eventuali responsabilità riguardo la chiusura di una scuola che oggi appare evidente che non andava chiusa il Sindaco ha detto che verrà sicuramente chiesta una commissione ad hoc e quant’altro necessario. “Ritengo che se c’è da fare degli approfondimenti – ha detto ancora Pizzigallo – e delle verifiche su ciò che è stato fatto in precedenza sarà svolto nella regolarità e nella legalità per ragionare e porre in essere eventuali atti amministrativi”.

Il primo cittadino ha infine fatto sapere che le 450 famiglie interessate al plesso scolastico saranno messe a conoscenza di tutti i dettagli relativi la nuova perizia in LC3 che porterà a far suonare nuovamente la campanella di via Verdi.




Anguillara Sabazia, scuola via Verdi: al via le nuove verifiche

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Nuova indagine strutturale e di verifica della vulnerabilità sismica per la scuola elementare e materna di via Verdi ad Anguillara Sabazia dopo che è stata chiusa dalla ex amministrazione comunale M5s di Sabrina Anselmo che ha poi visto trasferire i piccoli alunni in dei container risultati inadatti per lo svolgimento delle lezioni.

“Il conferimento dell’incarico professionale per approfondire le prove di vulnerabilità sismiche sul plesso scolastico di via Verdi commissionato dall’amministrazione Angelo Pizzigallo che ringrazio pubblicamente rappresenta il primo passo per sgombrare quella coltre di nebbia sulla legittimità della chiusura, unica rispetto agli altri edifici con lo stesso coefficiente statico, che poi ha generato la vergogna dei containers sui quali sta indagando l’Anac da me sollecitata con esposto”. Dichiara il Consigliere comunale di minoranza Sergio Manciuria a margine della pubblicazione della determina comunale di incarico di nuove indagini affidato alla società Minnucci e associati srl per un corrispettivo di 34mila euro.

Indagini che interesseranno l’edificio composto da 2 piani fuori terra, per un totale di 16 aule, ivi compresi dei locali adibiti ad uffici, un locale palestra e 2 vani adibiti a mensa. I due piani dell’edificio sono collegati tramite un corpo scala interno. L’edificio presenta esternamente 3 corpi scala di emergenza in acciaio strutturalmente indipendenti rispetto al corpo di fabbrica. È presente, inoltre, un vano ascensore esterno, anch’esso strutturalmente separato dal resto. L’edificio è costituito da due differenti corpi di fabbrica, in comunicazione tra loro, ma strutturalmente indipendenti.

“Unica perplessità sulla determina – ha aggiunto Manciuria – è la mancanza del fattore temporale per il quale chiederò pubblicamente contezza al Sindaco e all’Assessore Guidi nel prossimo consiglio comunale del 30 dicembre per stabilirne tempi certi e limitati: dopo circa due anni va scoperto il “vaso di pandora” nel più breve tempo possibile per rendere giustizia alle sofferenze degli alunni, docenti e genitori coinvolti nello scandalo di via Duca degli Abruzzi. Approfitto dell’intervento concesso – conclude il Consigliere comunale – per augurare di cuore a tutta la cittadinanza di Anguillara un sereno e soprattutto salutare Natale in famiglia e con i propri cari”.

Durante la consiliatura Anselmo venne incaricato l’ingegner Andrea Scopetti di svolgere le verifiche tecniche della vulnerabilità sismica su diversi immobili comunali adibiti a plessi scolastici e nonostante i risultati delle diverse strutture scolastiche erano risultati simili venne chiusa solo via Verdi.

La nuova amministrazione comunale guidata dal Sindaco Angelo Pizzigallo ha quindi ritenuto necessario procedere a nuove verifiche finalizzate ad un livello conoscitivo “LC” superiore rispetto a quanto eseguito dalla precedente amministrazione.




Anguillara Sabazia, scuole e containers: l’ANAC apre un fascicolo su affitti e appalti a 5 stelle

Manciuria: “Necessaria la costituzione di una Commissione di indagine consiliare che faccia luce sulle tante ombre che hanno riguardato i plessi scolastici di Anguillara Sabazia sotto la gestione Anselmo”

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Scuola di via Verdi ad Anguillara Sabazia sotto la lente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione – ANAC – che ha aperto un fascicolo su quelle che sono state le procedure e gli interventi che hanno portato alla chiusura del plesso scolastico da parte dell’ex amministrazione comunale M5s.

L’ANAC ha chiesto ai nuovi amministratori comunali di voler trasmettere entro 30 giorni una relazione aggiornata corredandola con la documentazione relativa a quello che nel 2017 è stato l’affidamento all’ingegner Andrea Scopetti dello studio di vulnerabilità sismica, quindi tutti gli atti connessi all’affidamento come la determina a contrarre, la modalità di calcolo del corrispettivo, la procedura di affidamento, la convenzione di incarico e tutti gli atti connessi, nonché la relazione rimessa dall’ingegnere e i provvedimenti successivi adottati dall’amministrazione comunale.

5 milioni di euro per un nuovo plesso approvati dagli ex amministratori M5s

L’Autorità Anticorruzione vuole vederci chiaro anche su quella che è stata la progettazione di un nuovo plesso scolastico che sembrerebbe essere stato approvato per oltre 5milioni di euro a settembre del 2019, chiedendo tutta la documentazione relativa l’iter tecnico-amministrativo.

400mila euro l’anno per l’affitto di containers fatiscenti da parte degli ex amministratori M5s

Una vicenda, quella della chiusura della scuola di via Verdi, per la quale gli ex amministratori hanno noleggiato dei containers per ospitare le lezioni dei piccoli studenti. Moduli scolastici al costo di circa 400mila euro l’anno poi rivelatesi fatiscenti a causa di infiltrazioni di acqua e presenza di scarafaggi tanto che la Asl Roma 4 ne dispose la chiusura in considerazione dei rischi per la salute e per la pubblica sicurezza.

L’ex segretaria comunale nega l’accesso agli atti ma viene smentita dalla nuova segretaria che invece lo autorizza

E a cercare di fare chiarezza, su quella che appare come l’ennesima storia di sperpero di soldi pubblici, il Consigliere comunale Sergio Manciuria che lo scorso 27 novembre si è visto negare, dalla ex segretaria comunale Alessandra Giovinazzo, l’accesso agli atti per quanto riguarda l’indagine ANAC su via Verdi e per quanto riguarda la lettera del Commissario Prefettizio dove vengono indicate le modalità di pagamento alla ditta Metalsystem dei canoni di locazione dei containers. Lettera, quest’ultima, già acquisita dall’Autorità Anticorruzione.

E appare quantomeno singolare e irrituale il fatto che la ex segretaria abbia avocato a sé l’accesso agli atti, ancor prima del parere dei responsabili delle competenti aree – Amministrativa e Lavori Pubblici – fatta dal Consigliere Manciuria.

A rimettere ordine a quello che deve essere il normale iter burocratico da seguire è intervenuta la nuova segretaria comunale Francesca Tedeschi, nominata dall’attuale amministrazione del Sindaco Angelo Pizzigallo, che smentendo la ex segretaria ha confermato il pieno diritto da parte del Consigliere comunale di accedere agli atti richiesti chiedendo inoltre ai Responsabili delle due aree di reperire la lettera del Commissario Prefettizio e di trasmetterla al Consigliere Sergio Manciuria.

“Ora più che mai – ha dichiarato il Consigliere comunale Sergio Manciuria – è necessaria la costituzione di una Commissione di indagine consiliare che faccia luce sulle tante ombre che hanno riguardato i plessi scolastici di Anguillara Sabazia sotto la gestione Anselmo partendo dal plesso di via Verdi fino all’aggiudicazione dei containers e agli esiti delle vulnerabilità sismiche degli altri edifici comunali scolastici”.




Anguillara Sabazia, riqualificazione delle scuole: amministrazione comunale al lavoro per riaprire il plesso di via Verdi entro settembre 2021

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Riqualificare le scuole di Anguillara Sabazia e riaprire in piena sicurezza il plesso di via Verdi. Questo uno dei primissimi obiettivi per la neo amministrazione di Anguillara Sabazia guidata dal Sindaco Angelo Pizzigallo.

Il Comune ha infatti inoltrato formale richiesta al Ministero degli Interni di partecipazione al bando relativo ai contributi per la messa in sicurezza degli edifici pubblici richiedendo per quanto riguarda la scuola di via Verdi un contributo di 980mila euro, oltre a 495mila euro per la scuola di via degli Oleandri e 395mila per quella in via Maria Felice.

La nuova amministrazione comunale mette subito le mani su quella che di fatto rappresenta una delle criticità più urgenti da risolvere ad Anguillara Sabazia. Una amministrazione decisa a portare a casa questo importante risultato dopo che la scuola di via Verdi era stata chiusa dalla precedente amministrazione M5s, a seguito del risultato di una perizia di vulnerabilità sismica, che aveva visto poi affittare al costo di circa 800mila euro all’anno dei containers poi risultati non idonei ad ospitare alunni e personale scolastico.

Gli amministratori stanno ora studiando in maniera approfondita la perizia fatta all’epoca della precedente amministrazione per valutare se procedere con una nuova perizia più approfondita per quanto riguarda la scuola di via Verdi. E proprio la mancata realizzazione di una nuova perizia più approfondita, durante il precedente governo pentastellato, è stato uno degli elementi che ha indotto i genitori degli studenti del plesso a sospettare questioni di rilevanza penalistica. Aspetti questi ultimi per i quali la Procura della Repubblica di Civitavecchia sta ancora indagando, come ha spiegato durante l’ultimo Consiglio comunale il Consigliere di minoranza e Avvocato Francesco Falconi che segue la vicenda giudiziaria.

Ora in attesa che venga deciso se effettuare una nuova perizia gli amministratori ipotizzano, nella migliore delle ipotesi, una riapertura del plesso scolastico di via Verdi per settembre 2021, quindi chiudere l’attuale corso scolastico nei containers, ormai prorogati durante il periodo commissariale, fino a giugno 2020.

Un’opera di riqualificazione in tempi stretti per i tre siti scolastici subordinata dal buon esito dei contributi ministeriali.




Anguillara Sabazia, scuole: un disastro annunciato su cui si deve fare piena luce

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Riceviamo e pubblichiamo dai Consiglieri comunali di opposizione ad Anguillara Sabazia Bianchini Silvio, Flenghi Matteo, Pizzigallo Antonio, Guiducci Roberto.

“Come consiglieri di opposizione, ottenuta con fatica parte della documentazione relativa al drammatico pasticcio riguardante l’Appalto dei Container della scuola di Via Verdi, ora a via Duca degli Abruzzi, abbiamo presentato esposto a tutti gli organi di vigilanza per verificare le procedure attuate dall’Amministrazione comunale nell’aggiudicazione della gara, l’appalto ancora in corso, le spese sostenute e che dovranno essere impegnate e soprattutto le certificazioni con i relativi tempi per l’agibilità dei container installati.

Riteniamo doveroso richiedere trasparenza e chiarezza, per i bambini, per i genitori, il personale scolastico e tutta la cittadinanza. La mala gestione di questa amministrazione su un tema così delicato e importante per il presente dei nostri figli e il futuro della nostra città è sotto gli occhi di tutti.
Mai si era visto tanto pressappochismo, tanta arroganza, incompetenza e chiusura nei confronti della cittadinanza. Un problema che doveva essere affrontato in maniera diametralmente opposta da come la giunta e il consigliere delegato hanno fatto in questi mesi. Un problema che ora riguarda tutte le strutture scolastiche comunali sulle quali la mancanza di informazioni e di trasparenza rimangono le linee guida di una giunta oggi più che mai in totale confusione e affanno.

Chiederemo inoltre un altro Consiglio comunale aperto sulla scuola, chiediamo alla cittadinanza di partecipare e di far sentire alla Sindaca, alla nuova Vicesindaco, alla giunta e alla maggioranza una sola voce: “Dimissioni!”

Il paese è in ginocchio, ogni giorno che passa la situazione peggiora, si incancrenisce, Anguillara è allo sbando.
Sarà compito di tutti ritrovare un senso di comunità, una dialettica politica all’altezza della bellezza del nostro paese, dimenticare in fretta questi tragici anni, rimboccarci le maniche e lavorare per il risanamento e il rilancio della nostra città con fatica, impegno e visione.”




Anguillara Sabazia, niente scuola nei container: arrivano Carabinieri, Asl e Vigili del Fuoco

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Stamattina i circa 400 studenti di via Duca degli Abruzzi ad Anguillara Sabazia non hanno potuto iniziare le lezioni nei nuovi container che non sono stati ritenuti “pronti” dai genitori ad accogliergli. Perché? Perché quando è suonata la campanella e le famiglie sono entrate nelle classi per controllare se tutto fosse a posto, hanno trovato le classi con l’acqua a terra, infiltrazioni e problemi vari.

Eppure poco prima avevano avuto rassicurazioni dal delegato alla Scuola Massimiliano De Rosa che non vi fossero motivi ostativi all’ingresso

La realtà si è presentata diversa sotto agli occhi dei genitori che hanno portato i loro figli a casa e hanno richiesto l’intervento di carabinieri, Asl e vigili del fuoco. Questo quanto successo stamattina, una giornata che avrebbe dovuto segnare per i ragazzi un inizio di anno scolastico, seppur con una settimana di ritardo.

Il sindaco Sabrina Anselmo aveva promesso che i container sarebbero stati pronti per il 23 settembre, ma così non è stato

La sindaca, a maggio scorso, ha dichiarato il plesso di via Verdi inagibile e ha scelto di affittare dei moduli scolastici per oltre 800 mila euro l’anno comprese le spese accessorie. I moduli prefabbricati sono stati montati con enorme ritardo e con molti problemi di carattere burocratico e strutturale.

Duro l’intervento di Sergio Manciuria, presidente di AnguillaraSvolta e padre di una alunna della quinta elementare

“Anziché trovare una scuola – dichiara Manciuria – abbiamo trovato un cantiere. Bastava aspettare un’altra settimana scusandosi umilmente con i genitori e prendere atto che ad oggi non ci sono le condizioni per una frequentazione all’insegna della sicurezza: non vorrei essere nei panni dei tecnici che hanno sottoscritto le certificazioni di Agibilità con i lavori in corso. In tutta la vicenda di stamani che ha visto i genitori chiamare in sequenza Carabinieri ASL e Vigili del Fuoco per avere garanzie sono state le parole del delegato alla Scuola – Massimiliano De Rosa Ndr. – che trincerandosi dietro ad un pezzo di carta ha dichiarato che i bambini potevano entrare perché collaudata negando l’evidenza e addossando responsabilità proprie al 205esimo Circolo al quale va il personale ringraziamento per essersi opposto a tale indecenza. E pensare che i Grillini hanno fatto la loro fortuna elettorale sulla scuola e manifestando contro l’ex amministrazione Pizzorno per cose molte meno serie tipo la “pappa col pomodoro” indigesta ai propri figli. Ora, credo – prosegue Manciuria – che oltre il controllo della documentazione che auspico pubblicata oggi stesso per intero sul sito comunale si prenda atto dell’irresponsabilità di questa compagine di governo che avrebbe fatto accedere comunque i bambini ad ogni costo pur di mantenere la data del 23″.

La nota diramata dalla Dirigente Scolastica Paola Di Napoli

“In seguito all’intervento della ASL richiesto da alcuni genitori e avvenuto nel corso della mattinata, intervento motivato da perplessità emergenti circa l’effettiva idoneità all’apertura della struttura di Via Duca degli Abruzzi, è stato richiesto all’amministrazione comunale di provvedere alla sistemazione di alcuni ambienti che presentano delle criticità, collegate, in particolare, ad alcuni bagni, alcune porte antipanico, alcune infiltrazioni presenti. Nel momento in cui l’amministrazione comunale confermerà la messa a punto di quanto richiesto dalla ASL verrà effettuata un’ispezione nella struttura di Via Duca degli Abruzzi alla presenza, oltre che dell’amministrazione comunale e della ASL, anche della Dirigente Scolastica Paola Di Napoli, della collaboratrice Rosanna Falconetti e del Presidente del Consiglio di Circolo Andrea Capanna. Al buon esito dell’ispezione seguirà l’apertura della struttura con conseguente passaggio di consegne della stessa dall’amministrazione comunale alla scuola. Si comunica che l’ispezione di cui sopra è stata già richiesta dall’amministrazione comunale alla ASL per le 19 di questa sera. Qualora ciò dovesse essere confermato, la scrivente si impegna a diffondere con tutti i mezzi disponibili, compreso apposito comunicato sul sito, il risultato dell’ispezione che, se positivo, porterà all’apertura della scuola sin da domani mattina. Ringrazio molto i genitori e tutto il personale scolastico presente stamattina lì a Via Duca degli Abruzzi per il sostegno e il contributo concreto offerto alla scuola in un momento così impegnativo”.




Anguillara, Consiglio Comunale rinviato in seconda seduta per assenza della maggioranza. Fioroni: “Spesa stellare di 840 mila euro in 10 mesi per le classi container”

Il consigliere comunale di Anguillara Antonio Fioroni fa i conti di spese salatissime che il Comune dovrà affrontare, si parla di 840.000 euro per 10 mesi di presunto noleggio di container per ospitare gli alunni della scuola via Verdi dichiarata inagibile.

Per la seconda volta consecutiva a causa dell’assenza della maggioranza – solo 4 presenti – la seduta di Consiglio Comunale è rinviata in seconda convocazione.

“Il Consiglio – spiega Fioroni – voterà la variazione di bilancio per stanziare i fondi necessari al noleggio dei containers fino a giugno 2020 utilizzati come sistemazione alternativa alla chiusura della scuola di Via Verdi.
Un’operazione che costerà ai contribuenti la cifra monster di 840.000€ e ancora non si sa cosa succederà quando i prefabbricati dovranno essere restituiti.

La variazione proposta causerà l’impossibilità di realizzare qualsivoglia intervento sulle strade, salvo nuove variazioni, in quanto sono stati prelevati tutti i fondi stanziati per la viabilità.

Inoltre, per ripianare il bilancio, ci si affiderà alla provvidenza.
È stato affidato un incarico professionale ad un architetto per riscuotere i proventi da 250 pratiche di condono edilizio. Incasso previsto di 1 milione e 50 mila euro in due anni.
Il problema è che il parere tecnico del capo area Dott. De Rose – riportato anche nel parere dell’organo dei revisori – solleva forti dubbi nel loro effettivo incasso.

Non dimentichiamoci che da nessuna parte l’ingegnere aveva disposto la chiusura del plesso, nonostante questo tipo di indicazioni fosse riportato all’interno nell’affidamento dell’incarico professionale.

La maggioranza – conclude Fioroni – approverà anche il pagamento di tantissimi debiti fuori bilancio (spese sostenute in via emergenziale o senza formale impegno) per un valore totale di 436.000€

La somma in questo caso è semplice: 840.000 + 436.000 = 1.276.000€

Buone ferie Anguillara”.




Anguillara Sabazia, scuola elementare via Verdi: dal Comune nessuna rassicurazione sulla sicurezza e il dirigente scolastico dispone la chiusura

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Ad Anguillara Sabazia il dirigente scolastico ha disposto la chiusura del primo piano della scuola elementare di via Verdi.

Una decisione, quella del preside, presa per garantire la sicurezza dei piccoli alunni in quanto sono presenti delle penetrazioni di acqua dal tetto che poi scivola sui pannelli sottostanti del controsoffitto che impregnati cedono. E a quanto sembra ieri ci sarebbe stato un intervento riparatore da parte degli operai, a seguito del quale, però, il Consigliere delegato alle scuole Massimiliano De Rosa non si è premunito di far rilasciare dagli uffici il relativo certificato di messa in sicurezza. “Ora che siede sulla poltrona – commenta un cittadino di Anguillara – non ha lo stesso atteggiamento di quando era all’opposizione?”  Sull’Albo Pretorio online del Comune, inoltre, non c’è traccia dell’ordinanza di chiusura a tutela della sicurezza dei bambini, nonostante il mancato rilascio della certificazione.  Due concetti diversi riguardo la sicurezza tra dirigente e sindaco?

Questo il testo dell’avviso del dirigente scolastico Paola Di Napoli:

“Si rappresenta all’utenza di Via Verdi che, in seguito a sopralluogo effettuato stamattina dalla scrivente, non avendo ricevuto rassicurazioni dal Comune rispetto alla tenuta dei pannelli del controsoffitto – primo piano Via Verdi si ritiene opportuna la chiusura del primo piano in attesa di dichiarazioni scritte provenienti dal Comune che garantiscano la tenuta del controsoffitto. Sarà cura della scrivente fornire aggiornamenti della situazione, non appena ce ne saranno, sia sul sito che ai rappresentanti di classe e sezione.

Si ringrazia per la collaborazione e ci si scusa per il disagio

Paola Di Napoli

(Dirigente scolastico)”