1

RACING CLUB CALCIO (PROM), DE NICOLA E PETRELLI: «BILUSSA? UN RAGAZZO DALLE GRANDI QUALITÀ»

Redazione

Ardea (Rm) – La linea del Racing Club, da diverso tempo, è improntata sulla crescita e la valorizzazione dei propri giovani talenti. Tra quelli che si sono messi in luce in questa stagione e in special modo nell’ultimo periodo c’è sicuramente l’attaccante classe 2000 Antonio Bilussa, che nell’ultimo match ufficiale prima della sosta pasquale ha addirittura esordito da titolare nella Promozione. Su di lui spendono parole importanti sia il coordinatore tecnico Nello De Nicola che mister Pino Petrelli. «Bilussa ha attirato le attenzioni di alcuni importanti club di serie A che potrebbero utilizzarlo sia nella Primavera che negli Allievi nazionali: la società sta studiando la miglior soluzione per il futuro del ragazzo, ma tutto dev’essere fatto con estrema tranquillità e serenità». Il giovanissimo attaccante del Racing, tra l’altro, è finito suo malgrado al centro di un piccolo giallo relativo proprio all’ultima gara di Promozione: il Garbatella, infatti, ha presentato ricorso per una sua presunta posizione irregolare. «Siamo molto tranquilli su quella vicenda – spiega De Nicola -, abbiamo avuto tutte le autorizzazioni necessarie per schierare il ragazzo: aspettiamo la sentenza del giudice sportivo». Poi è il turno di Petrelli che descrive le caratteristiche tecniche e caratteriali di Bilussa. «Si tratta di un attaccante centrale molto ben strutturato dal punto di vista fisico che, però, sa anche trattare il pallone nella maniera giusta. E’ un giocatore molto intelligente dal punto di vista tattico, una dote abbastanza fuori dal comune per la sua età». Per arrivare a far giocare da titolare in Promozione un ragazzo del 2000, vuol dire che Petrelli ci ha visto qualità importanti anche a livello di personalità. «Bilussa non ha avuto paura nell’affrontare il salto dal settore giovanile ad una prima squadra che, tra l’altro, sta giocando anche per traguardi ambiziosi e non sta facendo un campionato di tranquilla metà classifica. L’attenzione “mediatica” e di addetti ai lavori che ha avuto nell’ultimo periodo non l’ha scosso: deve continuare a lavorare con questa serenità e pensare solo a migliorare sul campo. Purtroppo negli ultimi giorni è stato colpito da uno stato influenzale, speriamo sia recuperabile per le gare del prossimo week-end» conclude Petrelli.




RACING CLUB CALCIO, L’ORGOGLIO DEL DS RIDOLFI: «QUANTE SODDISFAZIONI DAI NOSTRI GIOVANI»

Redazione

Ardea (Rm) – Il Racing Club può gonfiare il petto. Manca ancora un po’ alla fine della stagione, ma la società del presidente Antonio Pezone si è già tolta diverse soddisfazioni in questa annata che, come dice il direttore sportivo Marco Ridolfi, «in realtà non avrà praticamente pause considerati i tornei del Frankie Garage da metà maggio a metà giugno e quello internazionale del memorial Varani che inizierà a fine agosto». Lo stesso ds parla con soddisfazioni dei tanti episodi di grande orgoglio legati ad importanti esperienze di diversi giovani del Racing. «E’ notizia di queste ore – dice Ridolfi – che il nostro attaccante Antonio Bilussa, un classe 2000 che domenica scorsa ha fatto il suo esordio da titolare nel campionato di Promozione, farà una prova col Genoa dal 4 al 6 aprile nelle strutture del club ligure. Lui stesso assieme a Cipriani sono stati qualche giorno fa a Frosinone, ma come dimenticare il nostro classe 1999 Andrea Panse che sta giocando il torneo internazionale Scopigno con la maglia dell’Aquila o la convocazione di Priori e Baraldi nella Nazionale Under 18 che ha partecipato al Roma Caput Mundi o la prossima presenza di tre nostri ragazzi del 2003 in uno stage organizzato dall’Inter. Sono solo alcuni degli episodi che ci hanno reso davvero orgogliosi del lavoro che stiamo facendo. Tra l’altro ci rendiamo conto della crescita del nostro club anche per gli inviti a tornei di grande richiamo come l’Halima Haider di Tor Tre Teste o il prossimo Beppe Viola dove parteciperemo con i nostri 2001». Merito anche e soprattutto della organizzatissima struttura societaria che il Racing ha messo in piedi nel corso del tempo. «L’ingresso di Nello De Nicola come direttore tecnico è stato un surplus, ci ha regalato un grandissimo salto di qualità. Abbiamo trovato un equilibrio perfetto con lui e con il direttore generale Andrea Viola che per me è un fraterno amico, ma anche un fantastico compagno di lavoro. Ovviamente tutto è stato possibile solo ed esclusivamente grazie alla lungimiranza, alla passione, alla determinazione e alle ambizioni del presidente Antonio Pezone». Che lunedì scorso, proprio nel giorno di inizio della primavera, è diventato nonno per la seconda volta: dopo Sofia, infatti, è arrivata Matilda e al massimo dirigente del club ardeatino sono giunte le felicitazioni di tutto l’ambiente del Racing. Ridolfi, infine, traccia un rapido bilancio sull’agonistica. «La prima squadra ha trovato un inquadramento professionale con l’arrivo di mister Petrelli i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti, cercheremo di piazzarci il più in alto possibile e giocarci i play off. La Juniores provinciale è andata sotto le attese, ora con l’arrivo di un tecnico di spessore come Giancarlo Caretta stiamo gettando le basi per il futuro. Anche gli Allievi regionali A di Pino Selvaggio, nonostante la qualità del lavoro del tecnico, sono andati a corrente alternata, mentre gli altri tre gruppi stanno facendo molto bene: gli Allievi regionali B di Toselli possono puntare al secondo posto, l’Anzio non è imprendibile; i Giovanissimi d’Elite ora affidati a Rinaldi-Alfarone sono immediatamente dietro alle big e stanno sorprendendo, mentre i Giovanissimi regionali B di Rizzo sono secondi e possono contendere anche il primato al Latina. Infine ci sono i due gruppi 2003, quello di Tanzilli e quello di Gemelli, che stanno lavorando sotto età e rappresenteranno i nostri Giovanissimi B regionali o Elite nella prossima stagione».




TRAGEDIA AD ARDEA: ALBERO SCHIACCIA UN'AUTO, 2 MORTI E DIVERSI FERITI

A.B.

Roma – Tragico incidente ad Ardea, comune alle porte di Roma. Alle sei di stamattina, in via dei Colli Marini,  all’altezza del km 36 di via Laurentina, a Tor San Lorenzo, una macchina è stata schiacciata da un grosso albero, precisamente da un pino. Due persone sono morte sul colpo, la donna che si trovava sul sedile posteriore è rimasta gravemente ferita. Sul luogo del tragico incidente sono accorsi immediatamente i carabinieri e i vigili del fuoco che si sono adoperati nell’estrazione dei corpi dalle macchine. Si apprende che nella mattinata c’era un forte temporale, proprio quando il pino si è abbattuto sull’autovettura. Nell’incidente sono state coinvolte altre due auto, colpite dai rami. I medici del 118 hanno soccorso e medicato i feriti. Ma ad avere la peggio sono stati i passeggeri della Ford Focus grigio chiaro, precisamente un uomo alla guida e il passeggero. Gli inquirenti stanno identificando le vittime. L’auto della donna ferita è una Fiat Punto rossa.



IL RACING CLUB DECIDE IL SILENZIO STAMPA A TEMPO INDETERMINATO

Redazione

Ardea (Rm) – La società Racing Club, in seguito ai fatti accaduti domenica scorsa al campo “Certosa” di Roma durante la partita del campionato contro il Real Colosseum valida come 23esima giornata del campionato di Promozione in cui la squadra è stata fortemente penalizzata dalla direzione arbitrale, comunica che da oggi e fino a scadenza indeterminata nessun tesserato potrà rilasciare interviste ad alcun organo di stampa.
Il Racing Club informa, inoltre, di aver già avviato le procedure legali (sia nell’ambito sportivo che civile) per far valere le proprie ragioni, allegando tutta la documentazione video e il referto del commissario di campo sui fatti accaduti domenica scorsa.




RACING CLUB CALCIO, BARALDI E PRIORI PARTECIPERANNO AL PRESTIGIOSO TORNEO “ROMA CAPUT MUNDI”

Redazione

Ardea (Rm) – Dopo la prima convocazione, ecco la conferma. Gli esterni di centrocampo classe 1998 Valerio Baraldi e Alessandro Priori, che fanno parte ormai in pianta stabile della Promozione del Racing club e che giorni fa hanno vissuto un raduno con la Nazionale Under 18 Dilettanti, parteciperanno alla decima edizione del prestigioso torneo “Roma Caput Mondi” che dal 29 febbraio al 4 marzo vedrà esibirsi, sui campi della provincia di Roma e di Frosinone, tantissimi talenti provenienti da tutta Europa. Come da tradizione prenderanno parte alla competizione la Rappresentativa Juniores del Comitato regionale Lazio e, appunto, la Nazionale Under 18 della Lega Nazionale Dilettanti. Proprio nel gruppo azzurro di mister Francesco Statuto, ex centrocampista di Roma e Udinese che si è insediato sulla panchina lo scorso 11 dicembre, saranno presenti anche i due “talentini” del Racing. «Di convocazioni di miei giocatori, anche nella Nazionale maggiore, ne ho “vissute” parecchie – sorride il coordinatore tecnico del Racing Nello De Nicola -, ma un evento di questo genere è sempre una grande emozione per un club. E’ il segnale che la strada intrapresa dal Racing è quella giusta, ma bisogna continuare a lavorare». De Nicola parla poi dei due giocatori del Racing che si (ri)vestiranno di azzurro. «Baraldi lo conosco dai tempi della Primavera del Latina, mentre Priori l’ho trovato qui nella Berretti della Virtus Lanciano (che svolge le sue attività alla Pineta dei Liberti, ndr) quando sono arrivato e mi è subito sembrato un giocatore di valore. Questi due ragazzi devono molto della loro crescita a mister Petrelli che si è preso la responsabilità di dargli spazio in prima squadra, sposando in pieno la linea della società che vuole lavorare sui giovani di qualità. Questo per loro dev’essere un punto di partenza, guai se pensassero di essere arrivati. Le potenzialità per crescere le hanno, dipende dalla loro testa e dall’impegno che metteranno per migliorare». L’Italia troverà sul proprio cammino Inghilterra, Grecia e Romania: il debutto avverrà lunedì 29 febbraio a Piglio contro gli ellenici, la finale è in programma il 4 marzo alle ore 10.30 presso lo stadio Anco Marzio di Ostia Lido.
De Nicola conclude con un pensiero sulla prima squadra. «Siamo appena arrivati in Promozione, ma ora siamo in ballo e non ci tiriamo certo indietro. Ci piacerebbe centrare un risultato di prestigio a fine campionato».




ARDEA, DIMISSIONI DI FIORI: VERSO IL COLPO DI SCENA

C.R.

Ardea (RM) – Sono passati pochi giorni da quando il sindaco di Ardea Luca Di Fiori si è dimesso in preda ai mal di pancia di Forza Italia (n.d.r. Di Fiori ha scritto che “Mi sono dimesso perché in maggioranza, e in alcuni gruppi del Consiglio, non si riesce a trovare una sintesi politica. Si litiga per ogni cosa”) e al tira e molla di queste firme per una sfiducia che qualcuno vorrebbe far passare come una barzelletta ma che invece potrebbe arrivare molto presto, anzi probabilmente questo mercoledì 24 febbraio. Un colpo di scena che non lascerebbe il tempo a Di Fiori neppure di ritirare le dimissioni dopo 20 giorni di decantazione.
Fabrizio Acquarelli e Nazareno Sperandio sarebbero dunque pronti a sfiduciare il sindaco insieme agli altri consiglieri. E le nove firme (tre di maggioranza e sei di opposizione) metterebbero così la parola fine al capitolo Di Fiori. Di fatto anche Giordani si troverebbe senza più il seggio all’area metropolitana, questo perché quando si voterà per la provincia, Ardea sarà ancora commissariata e Giordani non potrà dunque ricandidarsi per cinque anni. L’ombra del commissariamento pesa ora come un macigno visto che di fatto prima delle elezioni il Comune di Ardea dovrà restare almeno un anno senza guida politica.




ARDEA, BUFERA NEL CENTRODESTRA: SI DIMETTE IL SINDACO LUCA DI FIORI

Redazione

Ardea – Il sindaco di Ardea Luca Di Fiori ha rassegnato le dimissioni. "Nell'impossibilità di fare una sintesi tra le diverse posizioni della maggioranza – scrive Di Fiori nella comunicazione inviata al Consiglio comunale di Ardea e al perfetto Franco Gabrielli – rassegno le mie dimissioni". Soltanto pochi giorni fa era stata azzerata tutta la giunta comunale di Ardea. Una consiliatura travagliata quella del sindaco Di Fiori, eletto nel 2012 per il centrodestra. Lo stesso sindaco, nel luglio 2014, era stato vittima di un attentato incendiario alla sua auto




IL RACING CLUB CALCIO (PROM) NON FINISCE MAI, CELIANI: «A VELLETRI VITTORIA FORTEMENTE VOLUTA»

Redazione

Ardea (Rm) – Il Racing club ne ha “combinata” un’altra. In una partita pazzesca sul campo della Vjs Velletri la squadra del presidente Antonio Pezone, che ha collezionato dieci vittorie e due pari nelle ultime dodici partite, ha vinto 2-1 in rimonta e in inferiorità numerica, riuscendo a rimanere attaccata alla zona di vertice dove le altre tre principali concorrenti hanno tutte centrato i tre punti. «Una gara condizionata dalle pessime condizioni del campo e addirittura dalla nebbia che inizialmente avvolgeva lo stadio di Velletri – racconta l’attaccante classe 1991 Andrea Celiani, assoluto protagonista dell’incontro con una doppietta – Loro hanno insistito per giocare, noi eravamo più perplessi per via di un terreno di gioco che indubbiamente ci avrebbe penalizzato. Con un po’ di ritardo l’arbitro ha deciso comunque di far iniziare l’incontro, ma il primo tempo è stato davvero povero di emozioni. A inizio ripresa, poi, siamo rimasti anche in dieci per un’espulsione probabilmente affrettata ai danni di Ugolini e sulla punizione successiva siamo andati sotto sugli sviluppi di una mischia (la rete ha interrotto il record di imbattibilità di Cojocaru a poco meno di 900 minuti, ndr). A quel punto era davvero dura rimontare». Ma i ragazzi di mister Petrelli hanno dimostrato, una volta di più, un grandissimo carattere e anche grazie all’inserimento della coppia Artistico-Celiani ha ribaltato il risultato. «Io non stavo bene e non avrei dovuto giocare – spiega Celiani – perché soffrivo di un problema all’inguine. Il primo gol è arrivato su una perfetta punizione calciata proprio da Mario (Artistico, ndr), poi dopo un netto rigore negatomi dal direttore di gara, in pieno recupero ho sfruttato un lancio di Oliva superando anche il portiere e segnando il 2-1. Una vittoria che abbiamo fortemente voluto». L’ex attaccante del Real Torvajanica, arrivato a quota otto gol in campionato (più tre in Coppa), guarda avanti. «Domenica ospiteremo la Semprevisa, una squadra in grande spolvero che poco tempo fa ha vinto sul campo del Real Colosseum. Sarà una delle gare più difficili da qui alla fine della stagione, ma se vogliamo ancora avere speranze di vittoria del campionato non possiamo fermarci. Dopo alcune difficoltà iniziali, ora il gruppo si è compattato e ha trovato i giusti equilibri» conclude Celiani.




RACING CLUB CALCIO, CHE ORGOGLIO: BARALDI E PRIORI NELLA NAZIONALE DILETTANTI UNDER 18!

Redazione

Ardea (Rm) – Il Racing club può (nuovamente) gonfiare il petto. La società del presidente Antonio Pezone, che da qualche anno lavora con grandissima attenzione e intensità sul settore giovanile e in generale sui giovani (anche in ottica prima squadra), ha appreso con grandissimo orgoglio la convocazione (per la prima volta nella storia del club) di due suoi tesserati nella Nazionale Dilettanti Under 18. Si tratta dei due esterni di centrocampo classe 1998 Valerio Baraldi e Alessandro Priori che tra l’altro curiosamente hanno deciso proprio la gara di Promozione di domenica scorsa contro la Vigor Perconti, terminata 2-0. Come al solito pacato, ma pieno di giusta soddisfazione il commento del presidente Pezone: «Siamo molto felici per questa convocazione che consentirà ai nostri due ragazzi di allenarsi per tre giorni (da lunedì a mercoledì prossimi, ndr) presso il centro tecnico federale di Coverciano sotto gli occhi del selezionatore Francesco Statuto». Nell’ambito della tre-giorni il gruppo sosterrà anche un’amichevole. Il raduno consentirà a mister Statuto e al suo staff di avere utili indicazioni per definire la rosa che sosterrà il primo impegno ufficiale della selezione azzurra, il prossimo 29 febbraio alla decima edizione del torneo Roma Caput Mundi. «Si tratta di due ragazzi dal notevole talento – continua Pezone – Li abbiamo fatti venire da noi in estate dopo che erano reduci dalle rispettive esperienze con Latina (Baraldi) e Anzio (Priori): hanno giocato la prima parte di stagione con la Berretti della Virtus Lanciano (che in questa stagione gioca alla Pineta dei Liberti) e poi da dicembre sono stati tesserati dal Racing e aggregati alla prima squadra. Baraldi, che tra l’altro ha già segnato tre gol con la nostra Promozione, ha un carattere più fumantino ed estroso, mentre Priori (al suo primo gol in Promozione contro la Vigor Perconti, ndr) è il classico ragazzo d’oro. Ci auguriamo che questo possa essere solo l’inizio…».
Chiusura con due parole sulla prima squadra con il presidente che, ultimamente, ha coniato una nuova “frase tormentone social”: dopo il “non finisce qui”, ora va di moda “Occhio…”. Che sia una sorta di avvertimento per le rivali? «La squadra di Petrelli – dice sorridente Pezone – continua a fornire ottime prestazioni e a salire in classifica. Noi, sotto sotto, ci crediamo…».




RACING CLUB CALCIO (PROM), SARACINESCA COJOCARU: «IL RECORD DI IMBATTIBILITÀ? MERITO DI TUTTI»

Redazione

Ardea (Rm) – A tutti i livelli non è mai facile per una squadra riuscire a rimanere “imperforabile” per sette partite. Ma la striscia in corso la sta tenendo aperta il Racing Club che nel campionato di Promozione non incassa reti da quasi 700 minuti: l’ultimo a riuscire nell’impresa è stato il capitano della Libertas Casilina Caramanica, il 6 dicembre scorso. Da allora, il portiere del Racing Stefan Cojocaru e i suoi compagni non hanno più dovuto raccogliere la palla in fondo al sacco. «Il record? Non ci penso affatto – dice subito l’estremo difensore classe 1984 – perché l’unica cosa che conta è l’obiettivo di squadra. E’ l’amico e preparatore dei portieri Emiliano Peluso ad aggiornare il conto dei minuti – dice sorridendo – E comunque il portiere è solo una parte di un meccanismo che evidentemente ora funziona bene, quindi il merito è di tutti». Il ragazzo nativo di Craiova (Romania), che in patria giocava anche in serie C tra i professionisti, è arrivato in Italia quasi cinque anni fa per motivi di lavoro e tuttora si sveglia alle cinque del mattino, non salta un allenamento e fa (soprattutto) il papà di due splendidi bambini. «Ma non mi pesa giocare perché è la mia passione anche se quando arrivai in Italia fu mio cognato a convincermi a tesserarmi con il Lido dei Pini». Da quest’anno Cojocaru è il numero uno del Racing. «Sono venuto qui dopo aver parlato con il presidente Pezone: con lui non servono tanti colloqui, basta il primo per capire con che tipo di persona si sta parlando». L’estremo difensore parla poi del big match di domenica scorsa sul campo del Team Nuova Florida. «Una squadra davvero molto forte che merita l’attuale secondo posto – rimarca il numero uno romeno – Ma domenica è stata una gara equilibrata, con poche emozioni: quasi normale che finisse 0-0 e per noi, che arrivavamo da sei vittorie consecutive e che comunque non perdiamo da undici partite, è stato un buon pareggio. Ora stiamo già pensando al match interno con la Vigor Perconti che all’andata ci inflisse una sconfitta immeritata: sono un’ottima squadra che ci creerà difficoltà, ma noi vogliamo vincere». Perché il Racing non è sazio… «Non so in quale posizione finiremo – conclude Cojocaru -, ma dico che il campionato è ancora aperto e che sarebbe un sogno andare in Eccellenza con questo club… Mancano quindici partite e dobbiamo affrontarle come finali».




RACING CLUB CALCIO (GIOV. SP. 2003), TANZILLI: «IL GRUPPO CRESCE E SARÀ PRONTO PER L’ANNO PROSSIMO»

Redazione

Ardea (Rm) – E’ uno dei gruppi dell’agonistica del Racing Club “esentato” dal dover guardare anche alla classifica. L’obiettivo stagionale dei Giovanissimi sperimentali 2003 di mister Tiziano Tanzilli era chiaro fin dall’inizio: far giocare a questi ragazzini un campionato sotto età che fosse allenante in vista dello sbarco nella “vera” agonistica l’anno prossimo. «Sapevamo che, incontrando squadre con molti 2001 in organico, avremmo potuto avere delle sofferenze a livello di risultato, ma è proprio per questo che la società ha deciso di fare un campionato sperimentale per questi ragazzi» dice mister Tanzilli. In realtà, nell’ultimo turno il Racing ha centrato un rotondo 3-0 sul campo dell’Aurelio Fiamme Azzurre, frutto della doppietta di Saliani e del gol su calcio di rigore di Camillotto. «E’ stata la nostra seconda vittoria in campionato – spiega Tanzilli – ed è arrivata al termine di una gara molto ben giocata, dominata in lungo e in largo». Al di là della gioia per l’ultimo risultato, il percorso di crescita dei Giovanissimi sperimentali prosegue in maniera evidente secondo Tanzilli. «I ragazzi si allenano con grande impegno e cercano di seguire i miei dettami, provando a portarli in campo durante le partite. Questo campionato per loro è molto difficile, ma li sta abituando a un profilo agonistico di buon livello e a dei tempi di gioco più rapidi. La speranza del Racing Club è che questo gruppo possa essere la base per una eventuale categoria Giovanissimi regionali d’Elite, in caso di successo da parte dell’attuale gruppo regionale allenato da mister Rizzo». Tra l’altro il Racing, che è ormai una realtà consolidata a livello di settore giovanile, conta pure su un altro gruppo di Giovanissimi sperimentali 2003 allenato da Fabio Gemelli. «Le nostre squadre si allenano assieme sotto un’unica metodologia, alcuni ragazzi passano da un gruppo a un altro, ma l’obiettivo è il medesimo». Tanzilli, che è al secondo anno di Racing (e anche alla guida del gruppo 2003), si dice «orgoglioso di poter lavorare in un club importante come questo e di potermi relazionare con responsabili tecnici di alto profilo che non ci fanno mai mancare il loro sostegno. Mi piacerebbe poter allenare questi ragazzi anche il prossimo anno nell’agonistica, ma ovviamente dipenderà dalle direttive della società».