1

ATL. MONTEPORZIO CALCIO (GIOV. PROV. B), SMACCHIA: «SQUADRA IN CRESCITA, VOGLIAMO IL TERZO POSTO»

Redazione

Monteporzio (Rm) – Una rimonta davvero notevole. I Giovanissimi provinciali fascia B dell’Atletico Monteporzio hanno nettamente cambiato passo: alla settima giornata la squadra di mister Riccardo Smacchia era al terzultimo posto in classifica, mentre ora si è arrampicata fino al quinto posto. E non vuole certo fermarsi. «Vista la nostra rincorsa – dice l’allenatore monteporziano – ora possiamo sognare di concludere almeno al terzo posto. Cosa è cambiato rispetto alla prima fase? Probabilmente i ragazzi rimasti in questo gruppo avevano perso qualche “figura di riferimento” in mezzo al campo e non avevano la necessaria fiducia. Ma partita dopo partita hanno capito di avere qualità importanti per la categoria e così sono arrivate tante vittorie, grazie anche un lavoro fatto in sinergia con mister Pralini (tecnico degli Esordienti 2003, ndr) che ci ha sempre assicurato il suo supporto. Fino a questo punto direi che il nostro bilancio si può definire eccellente». L’ultima, il netto 4-2 interno sul Colonna, è stata firmata da quattro marcatori diversi vale a dire D’Abramo, Cupellini, Pucci e Terenzi. «Una partita che già all’intervallo conducevamo per 1-0 e che poi nella ripresa abbiamo continuato a comandare – dice Smacchia – Probabilmente i ragazzi non hanno avuto il giusto approccio alla gara visto che all’andata avevamo battuto il Colonna con un risultato netto ed evidentemente il gruppo ha pensato che si potesse vincere agevolmente anche questa gara». Nel prossimo turno l’Atletico Monteporzio avrà un compito durissimo sul campo del Casilina primo della classe. «Una squadra forte che merita l’attuale posizione di classifica – spiega Smacchia -, ma vedo i ragazzi vogliosi di ben figurare sul campo della capolista e non credo che andremo al De Fonseca solo per fare presenza. Anzi, proveremo a fare il colpaccio».
Per quanto concerne il resto dell’agonistica, continua la marcia verso le posizioni di vertice per la Juniores di mister Luciani così come per gli Allievi di mister Speziale che, da responsabile tecnico, si dice soddisfatto di come stanno andando le cose. La Scuola calcio, infine, è pronta per la fase primaverile: “l’antipasto” è stata la bella amichevole con i Piccoli Amici della Lazio che ha rappresentato una giornata di festa e grande divertimento al “Giolitti”.




ATL. MONTEPORZIO CALCIO (I CAT), CONTE: «CON IMPEGNO E ABNEGAZIONE CI SALVEREMO»

Redazione

Monteporzio (Rm) – E’ rientrato in pista e ha dimostrato di essere agguerrito come sempre. Alfredo Conte da quattro partite è sulla panchina dell’Atletico Monteporzio con l’obiettivo di centrare la salvezza nel campionato di Prima categoria. Domenica scorsa, col Certosa in casa, ha ottenuto la seconda vittoria della sua gestione dopo il “pazzo” 5-4 di Segni. «Una buona prestazione da parte dei ragazzi e alla fine un successo meritato» dice l’allenatore. I gol monteporziani hanno portato la firma di Angelucci nel primo tempo e di Troisi nella ripresa. «Speriamo di proseguire su questa strada, finora il rendimento è da salvezza – spiega Conte – Il gruppo ha delle buone qualità, manca solo un po’ di continuità nella presenza infrasettimanale: cercheremo di coinvolgere ancor di più i ragazzi e magari di portare anche qualche piccolo rinforzo per l’organico». Conte si è rimesso la tuta dopo l’amara esperienza con il Cecchina Casilina dell’allora presidente Organtini. «Una parentesi che mi ha fatto perdere parecchio entusiasmo e che voglio mettere alle spalle. In 33 anni di carriera da allenatore non ho mai voluto allenare a Monte Porzio dove mi conoscono tutti perché sono spessissimo da queste parti, ma stavolta non potevo dire di no. L’affetto che mi lega ad alcune persone che sono qui mi ha convinto: ad esempio, ho voluto fortemente che Carlo Verdone (il segretario del club, ndr) mi affiancasse in panchina. Lui è stato mio allenatore quando giocavo e siamo sempre rimasti in splendidi rapporti». Per l’Atletico Monteporzio, attualmente fuori dalla “zona rossa”, sono in arrivo due gare esterne. «Giocheremo prima con la Fortitudo Roma e poi a Colle di Fuori, su due campi in terra battuta. Sappiamo che ci aspettano sfide complicate, ma la squadra può fare bene se si esprime come sa».
Per quanto riguarda le giovanili, la Juniores di mister Luciani dopo due battute di arresto ha ripreso il cammino, sempre distante quattro punti dalla vetta. Gli Allievi di mister Speziale difendono il terzo posto in un girone dove le battistrada Anagni e Ferentino sembrano fare la differenza e infine i Giovanissimi di mister Smacchia, dopo un avvio difficile, stanno migliorando di partita in partita. Per ciò che concerne la Scuola calcio, sta per chiudersi la fase autunnale: soddisfatto il responsabile Stefano Speziale. «Si vedono miglioramenti da parte di tutti i gruppi, iscriveremo una squadra in più (gruppo 2007, ndr) per la fase primaverile e stiamo già lavorando in prospettiva per la prossima stagione».




ATL. MONTEPORZIO CALCIO (ESORDIENTI), PRALINI: «QUESTO GRUPPO È GIÀ QUASI PRONTO PER L’AGONISTICA»

Redazione

Monteporzio (Rm) – Tra i vari gruppi giovanili dell’Atletico Monteporzio che hanno iniziato positivamente la stagione, c’è sicuramente quello degli Esordienti 2003 di mister Massimo Pralini. La squadra, che il prossimo anno giocherà nell’agonistica, si sta disimpegnando molto bene in questa prima parte di campionato e ha già raccolto tre vittorie su quattro partite. L’ultima, il netto 11-0 interno contro il Pomezia, ha portato la firma di uno scatenato D’Abramo, autore di una bellissima cinquina personale. «Questo gruppo è sicuramente promettente – dice con soddisfazione Pralini – e sono convinto che i ragazzi siano già molto vicini al salto nell’agonistica. La conferma ci viene anche dal fatto che spesso quattro o cinque elementi del nostro gruppo salgono coi Giovanissimi 2002 e non sfigurano affatto, anzi… E’ ovvio che c’è tanto da lavorare: tecnicamente il gruppo presenta delle lacune che, però, vengono totalmente assorbite dalla grinta e dalla determinazione. E soprattutto gli Esordienti si allenano con costanza ed impegno e infatti sono in una condizione fisica davvero ottimale. A livello di organico abbiamo un solo portiere di ruolo che tra l’altro è al primo anno di attività e forse quella può essere una piccola lacuna da colmare, ma nel complesso sono molto contento di questi ragazzini». Il prossimo impegno è in programma per sabato sul campo della Vivace Grottaferrata.
Sempre per quanto riguarda la Scuola calcio sono numerose le iniziative interessanti messe in campo dall’Atletico Monteporzio: qualche giorno fa l’ex calciatore della Lazio Aparecido Cesar è stato al Giolitti-Natangeli passando un po’ di tempo coi piccoli atleti della società castellana che, inoltre, ha acquisito il riconoscimento di società “cardio-protetta”, vale a dire che al suo interno ci sono persone dello staff (sia tecnico che dirigenziale) abilitate all’utilizzo del defibrillatore BLS&D, sempre presente presso l’impianto sportivo. Infine dal 14 dicembre al 6 gennaio tutta la Scuola calcio sarà impegnata al memorial Tozzi di Colonna, il 14 ci sarà anche la cena societaria presso la “Locanda del palato raffinato” e il 20 dicembre la festa di Natale al campo.




ATLETICO MONTEPORZIO CALCIO (JUN. PROV), LUCIANI: «QUESTA SQUADRA HA TUTTO PER ARRIVARE»

Redazione

Monteporzio (Rm) – Difficilmente un allenatore si sbilancia, a maggior ragione quando si fanno dichiarazioni pubbliche. Ma mister Maurizio Luciani, tecnico della Juniores dell’Atletico Monteporzio, è convintissimo di avere tra le mani un gruppo estremamente valido. E lo dice senza mezze misure: «La Juniores ha davvero tante qualità e molto dipende dal loro atteggiamento mentale. Tra l’altro abbiamo molti ’98 nel gruppo e quindi ci capita di sfidare squadre mediamente “più grandi” di età. Ma se i ragazzi sapranno rimanere agganciati al vertice fino alla fine del girone d’andata, sono convinto che successivamente faranno il vuoto. Ovviamente ci vorrà costante impegno perché nel calcio nulla viene per caso, ma hanno tutte le potenzialità per vincere questo campionato». Nell’ultimo turno la squadra ha affrontato il derby a Frascati contro la Gioc Cocciano. «Nel primo tempo abbiamo giocato un po’ sotto tono e siamo andati sotto recuperando con Falloni. Nella ripresa abbiamo dominato e avremmo dovuto vincere, ma alcuni episodi ci hanno penalizzato e la gara è terminata sul 2-2 (l’altro gol monteporziano lo ha realizzato D’Antoni, ndr)». Nel prossimo turno la squadra ospiterà l’Atletico Zagarolo tra le mura amiche, ma intanto mister Luciani esprime un’altra convinzione sul suo gruppo. «Credo che molti di questi ragazzi saranno utili per la nostra prima squadra. E’ chiaro che bisognerà vedere se riusciranno a gestire le problematiche tipiche della loro età, ma i mezzi li hanno».
Il prossimo week end prevede interessanti impegni per le selezioni dell’agonistica monteporziana: la Prima categoria affronterà in casa la prima della classe (l’Atletico Morena), gli Allievi andranno ad Anagni e i Giovanissimi se la vedranno con la Roma VI. Soddisfazioni sempre maggiori per la scuola calcio: «Aumenta costantemente il numero dei bambini e ne siamo felici – sottolinea il direttore tecnico Stefano Speziale -, è la conferma che stiamo lavorando bene. Si lavora per organizzare la festa di Natale e pianificare i tornei del prossimo anno».




ATLETICO MONTEPORZIO CALCIO (I CAT), IL PRESIDENTE TERENZI: «A ROCCA DI PAPA SARÀ DURA»

Redazione

Monteporzio (Rm) – Una sconfitta all’esordio per la Prima categoria dell’Atletico Monteporzio: il Colle di Fuori si è imposto al “Giolitti-Natangeli” per 2-1 nonostante il gol di Paolo Troisi, ma il presidente Fabrizio Terenzi non ne fa un dramma. «Ho visto la squadra vogliosa di reagire dopo quel k.o., anche se domenica a Rocca di Papa ci aspetta un’altra dura battaglia. Piuttosto un po’ di rammarico è rimasto per la prestazione dei ragazzi che nelle amichevoli pre-campionato erano andati molto bene, proponendo un gioco piacevole e fatto di scambi palla a terra. Invece ci siamo un po’ snaturati all’esordio, affidandoci spesso a lanci lunghi: forse sarà stata la tensione della prima, forse il fatto che giocassimo un derby castellano contro una squadra ostica. E’ vero che gli avversari hanno sfruttato al massimo i due tiri in porta effettuati, ma si poteva fare di più». Terenzi è abbastanza chiaro quando parla dell’obiettivo del neopromosso Atletico Monteporzio nella Prima categoria di quest’anno. «Non abbiamo certo pressioni di vittoria, ma vogliamo ben figurare. Il primo step è cercare di avere una buona classifica a dicembre perché la società sarebbe disposta anche a rinforzare l’organico, qualora ce ne fosse bisogno. E poi vogliamo dimostrare di essere una squadra e una società molto attenta al fair play: atteggiamenti scorretti o peggio ancora violenti saranno immediatamente stroncati, questa è una cosa a cui tengo molto». Un “colpo di mercato” di assoluto livello per la categoria è stato il sì strappato proprio a Troisi, reduce da una stagione da 16 reti in Eccellenza (col Lariano). «Si vede che si tratta di un giocatore di categoria superiore e oltretutto è un ragazzo dal carattere molto “positivo”. Non è il classico giocatore che scende di categoria e lo fa pesare ai suoi compagni negli atteggiamenti». L’Atletico Monteporzio, negli ultimi tempi, è cresciuto molto anche dal punto di vista del settore giovanile grazie al certosino lavoro portato avanti nel tempo in special modo dal direttore tecnico Stefano Speziale. «E’ un perno fondamentale del nostro club – dice Terenzi – e siamo continuamente in contatto a tutte le ore. Per ciò che concerne il nostro settore giovanile abbiamo una Juniores che è stata ricostruita da zero e che dovrà fare un anno di crescita, gli Allievi allenati proprio da Speziale che possono darci belle soddisfazioni e una squadra Giovanissimi che purtroppo ha perso alcuni elementi andati in società romane di primissimo livello, ma che comunque può fare bene. E poi c’è la nostra Scuola calcio che cresce in maniera evidente a livello di qualità del lavoro e numero di iscritti».
 




ATLETICO MONTEPORZIO CALCIO (I CAT), LA PRUDENZA DI LOMBARDI: «CERCHIAMO UNA SALVEZZA TRANQUILLA»

Redazione

Monteporzio (Rm) – L’Atletico Monteporzio è ormai prossimo al debutto nel campionato di Prima categoria (girone G), dopo la bella promozione ottenuta la scorsa stagione. E’ il direttore sportivo Sandro Lombardi a fare il punto della situazione a poco più di una settimana dall’esordio ufficiale che avverrà sul campo amico del “Giolitti-Natangeli” il prossimo 4 ottobre contro il Colle di Fuori. «Le cose stanno andando bene fino a questo momento. Abbiamo formato un gruppo che ricalca la vecchia squadra della passata stagione a cui si sono aggiunti pochi innesti: le amichevoli fino ad ora hanno dato delle indicazioni positive, ma soprattutto la squadra sta lavorando bene e senza particolari problemi fisici, al di là di qualche normale acciacco». La novità più importante della prima squadra del club del presidente Fabrizio Terenzi e del direttore tecnico Stefano Speziale riguarda la figura dell’allenatore. «Mister Renato Grillo è un tecnico preparato – riprende Lombardi – e ha già instaurato un bel rapporto col gruppo. Ci sono tutte le condizioni per fare una buona stagione: siamo fiduciosi». L’Atletico Monteporzio, insomma, si saprà difendere anche nella nuova categoria. «Il primo obiettivo, da neopromossi, è quello di ottenere una salvezza tranquilla. Poi il campo dirà se ci saremo meritati anche qualcosa in più». L’ultimo test amichevole prima del debutto è in programma sempre tra le mura amiche domenica prossima, avversario l’Atletico 2000. Un ulteriore appuntamento per capire lo stato di forma della squadra e apportare gli ultimi correttivi prima delle gare con i tre punti in palio.
Per quanto concerne la Scuola calcio, c’è sempre possibilità di iscriversi dopo l’ottima riuscita dell’Open Day: i numeri sono in costante aumento anche grazie al lavoro certosino della società che ha instaurato già da un anno, tra le altre cose, anche una collaborazione con una psicologa, la dottoressa Teresa Golia. Infine un accenno al settore giovanile agonistico con la Juniores, gli Allievi e i Giovanissimi che stanno dando buone indicazioni nelle amichevoli e vogliono confermarle anche nella stagione ufficiale.




ATLETICO MONTEPORZIO CALCIO, IL DT SPEZIALE ANNUNCIA I TECNICI DELL’AGONISTICA E DEL SETTORE DI BASE

Redazione

Monteporzio (Rm) – L’Atletico Monteporzio è pronto. Non solo con la sua Prima categoria, che ha già iniziato la preparazione dallo scorso 25 agosto agli ordini di mister Renato Grillo, ma anche con tutto il suo settore giovanile. Stefano Speziale, direttore tecnico del club del presidente Fabrizio Terenzi, illustra nomi e obiettivi di ogni singola selezione monteporziana. «Per ciò che concerne la prima squadra, anche grazie all’ottimo lavoro del ds Sandro Lombardi, vedo un gruppo già compatto e formato da tanti giovani che saranno aiutati da alcuni elementi di maggior esperienza: penso che si possa fare bene». Un obiettivo non molto diverso da quello della “prima squadra giovanile”, vale a dire la Juniores provinciale. «Il gruppo sarà allenato da Maurizio Luciani, una vecchia conoscenza del calcio monteporziano. Questo – spiega il direttore tecnico – è un gruppo composto da ragazzi del 1996, del ’97 e del ’98: ci sono delle buone qualità e al di là del risultato nella propria categoria è importante che questa squadra dia un costante ricambio alla nostra Prima categoria in termini di giovani. A scendere avremo gli Allievi provinciali fascia B 2000 che saranno guidati dal sottoscritto: l’idea è quella di confermare la bella figura fatta nel corso della passata stagione provando a rimanere agganciati alle posizioni di vertice e se possibile dire la nostra. A seguire ci saranno i Giovanissimi provinciali B 2002 il cui tecnico è Maurizio Brunelli: per loro si tratta del primo anno nell’agonistica e dunque ci potrebbe essere qualche difficoltà per il “salto”, ma hanno una grande abnegazione e voglia di crescere, quindi possono darci soddisfazioni anche loro». Chiuso il capitolo dell’agonistica Speziale apre quello del settore di base, da sempre cuore pulsante dell’attività dell’Atletico Monteporzio. «Il gruppo maggiore, quello degli Esordienti 2003, sarà affidato a Massimo Pralini, i Pulcini a Matteo Rendini e Riccardo Smacchia e i Piccoli Amici ad Angelo Pompili. Anche quest’anno sono tante le iniziative che riguarderanno la nostra Scuola calcio su cui puntiamo tanto e tra queste proseguirà la collaborazione con la psicologa Teresa Golia il cui lavoro ha trovato un forte riscontro positivo nei mesi passati. Ricordo che domani (sabato 12 settembre) presso il campo Giolitti-Natangeli di Monteporzio celebreremo il nostro Open Day della Scuola calcio dalle 17 alle 18: un’ora di puro divertimento in cui la nostra segreteria fornirà informazioni a chi vorrà. L’Atletico Monteporzio – conclude Speziale – è ripartito e vuole recitare ancora un ruolo da protagonista».
 




ATLETICO MONTEPORZIO CALCIO, IL BILANCIO DEL DT SPEZIALE: «SONO ESTREMAMENTE SODDISFATTO»

Redazione

Monteporzio (Rm) – Il primo anno da direttore tecnico dell’Atletico Monteporzio gli ha regalato grandi soddisfazioni. Stefano Speziale, che ha vestito la maglia del Monteporzio per tanti anni da giocare, è tornato all’inizio di questa stagione nel club a lui molto caro, anche se in vesti totalmente differenti. Il giovane dt ha imposto delle linee guida chiare per far crescere il settore giovanile del club castellano e in nemmeno dodici mesi di lavoro i progressi sono sotto gli occhi di tutti. «Ora che sono terminati tutti i campionati – dice Speziale -, si può tracciare un bilancio di questa stagione e devo dire che sono estremamente soddisfatto per come sono andate le nostre squadre dell’agonistica, anche se si può sempre fare di più e si deve lavorare con questo obiettivo. La punta di diamante di un movimento che è cresciuto in maniera evidente è rappresentata dai nostri Giovanissimi (allenati proprio dallo stesso Speziale, ndr) che hanno raggiunto il secondo posto del loro girone: in virtù di questo ottimo piazzamento faremo la domanda di ammissione al campionato regionale con buone speranze di vederla accettata. La stagione, comunque, non è ancora finita: saremo impegnati con tutta la Scuola calcio e gli stessi Giovanissimi in alcuni tornei che termineranno il 15 giugno, giorno nel quale è prevista la chiusura delle attività del nostro settore di base e il relativo “rompete le righe”». Come d’obbligo alla fine di ogni stagione, Speziale desidera fare dei ringraziamenti. «A tutto il direttivo, lo staff tecnico, il segretario Carlo Verdone, la dottoressa Teresa Golia (la psicologa che è entrata a far parte in maniera stabile dello staff dell’Atletico Monteporzio, ndr), i dirigenti ed i genitori, oltre ovviamente a tutti i nostri atleti per l’impegno e la professionalità dimostrata». Chiusura con uno sguardo al futuro. «Nella prossima stagione continueremo a lavorare sulla stessa linea di quella che sta per terminare – dice Speziale – Nell’agonistica allestiremo gruppi di qualità con l’obiettivo di formare ragazzi pronti per la prima squadra (che con ogni probabilità verrà ripescata in Prima categoria, ndr), mentre la Scuola calcio continuerà all’insegna dei valori e dei principi fino ad ora adottati: il nostro progetto “Crescere con lo sport” ci sta dando tante soddisfazioni, siamo certi di poter aumentare ancora i numeri allestendo un gruppo per ogni fascia di età. Infine – conclude Speziale – non mancheranno altre iniziative, ad esempio ripeteremo il fortunato “Arsenal Day” e proporremo nuovi eventi di spessore».
 




ATLETICO MONTEPORZIO CALCIO, CECCARELLI: «I PICCOLI AMICI SONO IL NOSTRO FUTURO»

Redazione

Monteporzio (Rm) – Un allenatore d’eccezione nello staff dell’Atletico Monteporzio che non a caso gli ha affidato la sua “base” per costruire sicure fondamenta. Giancarlo Ceccarelli, ex giocatore professionista negli anni 70 e 80 (cresciuto nel vivaio della Lazio, fu campione d’Italia con la Primavera e fece una presenza in una  partita di Coppa Italia prima di vincere un campionato di B  ad Avellino e giocare anche nella Sambenedettese e  nell’Olbia, tra le altre), guida il gruppo dei Piccoli Amici 2008-09, quasi interamente formatosi quest’anno. «Rispetto ai primi passi, questi bambini hanno fatto grossi passi in avanti. All’inizio c’erano problemi per l’inserimento e l’integrazione, i nostri piccoli atleti facevano fatica a staccarsi dai genitori per tutta la durata dell’allenamento, mentre ora hanno formato un vero e proprio gruppo e sono molto partecipativi. Noi facciamo soprattutto un lavoro di tipo tecnico, curando anche la parte motoria e sicuramente ci sono stati dei progressi. Il problema generale che riguarda i bambini di oggi è che fanno poco movimento, mentre dovrebbero stare quasi tutti i giorni all’oratorio per giocare, divertirsi, relazionarsi con gli altri». La settimana dei Piccoli Amici di Ceccarelli è programmata così: «Facciamo due allenamenti – spiega l’allenatore – e poi una volta ogni due settimane provo a farli confrontare con altre società della zona in mini triangolari o quadrangolari. In questo modo si abituano a stare in campo anche se, ovviamente, per questa categoria si gioca su degli spazi da calcio a 5. Questo è un gruppo che deve rappresentare il futuro della società».
Intanto per l’agonistica, a tre giornate dalla fine, arriva la prima sconfitta per i Giovanissimi di Speziale: «Faccio comunque i complimenti ai miei ragazzi – dice l’allenatore nonché direttore tecnico della società – perché perdere una gara dopo ben 18 risultati positivi da inizio stagione ci può stare. Siamo a -4 dalla prima con lo scontro diretto da disputare e questo non può che darci il giusto entusiasmo per provarci fino alla fine: noi ci crediamo». Domenica per loro trasferta a Morena, mentre gli allievi di mister Ilari se la vedranno contro la Tevere Roma e la Juniores di mister Masci in casa contro il Semprevisa. «Fare più punti possibili fino alla fine, poi tiriamo le fila» commenta Speziale. Intanto continua il progetto “Crescere con lo  sport”, attivo da settembre 2014, di cui è  responsabile la dottoressa Golia Teresa, psicologa  psicoterapeuta. La fase conclusiva prevede degli incontri di  restituzione e feedback agli allenatori ed alle famiglie  della Scuola Calcio,  coinvolti durante l’anno in attività per promuovere  una cultura sportiva a misura di bambino e buone pratiche  educative in tutti i loro ambienti di vita. Infine sono state chiuse le iscrizioni per l'Arsenal Day del primo maggio: una giornata di festa, calcio e divertimento.
 




ATLETICO MONTEPORZIO CALCIO, DUE SQUADRE FINALISTE ALLA VICTORY CUP DI SAN BENEDETTO

Redazione

Monteporzio (Rm) – L’Atletico Monteporzio aggiunge un’altra soddisfazione. Doppia, per la precisione. Le squadre Esordienti 2002 di mister Daniele Naclerio e Giovanissimi 2000 di mister Stefano Speziale (che è anche direttore tecnico dell’intero settore giovanile monteporziano) hanno raggiunto l’ultimo atto dell’importante “Victory Cup”, torneo organizzato dalla Team Italia e disputato a San Benedetto del Tronto. La rassegna, che è andata in scena dal 3 al 6 aprile, è dedicata a tutte le categorie dai Giovanissimi in giù e le due squadre monteporziane hanno fatto un figurone al cospetto di due squadre locali come Mariner e Porto d’Ascoli, ma anche tre compagini capitoline come Vigor Perconti, Totti Soccer School e Polisportiva De Rossi. Sia i ragazzi di Naclerio che quelli di Speziale, infatti, hanno raggiunto l’ultimo atto della competizione vincendo il proprio girone a tre. Destino simile per le due formazioni anche nella finalissima della “Victory Cup”, in entrambi i casi giocata al cospetto del De Rossi: gli Esordienti hanno battagliato bene nel primo tempo, colpendo due legni e poi cedendo alla distanza per 4-1. Ancor più sfortunati i Giovanissimi che avevano già battuto due volte il De Rossi nel corso del campionato distanziandolo di nove punti in classifica. La finale di San Benedetto si è conclusa a reti bianche e poi ai rigori il De Rossi ha avuto la meglio, nonostante l’ottima prestazione di tutto il gruppo monteporziano e in particolare del portiere Rodolfo Martini. «E’ stata una Pasqua molto particolare per questi due gruppi – dice il dt Speziale – anche perché abbiamo formato una comitiva di ben 70 persone tra tecnici, giovani atleti e loro genitori. Tra l’altro le finali sono state giocate nello stadio “Riviera delle Palme”, quello dove da sempre gioca la Sambenedettese (che attualmente milita nel campionato di serie D, ndr) e per i ragazzi è stata una bella emozione. In quello stadio, inoltre, ha giocato da professionista il nostro allenatore Giancarlo Ceccarelli, tecnico dei Piccoli Amici e punto di riferimento tra i mister dell’Atletico Monteporzio. Siamo felici di come sono andate le cose anche dal punto di vista tecnico e sportivo anche se il motto che ripeto sempre ai ragazzi è questo: “chi gioca a calcio per divertirsi, vince sempre”. E loro lo hanno fatto» conclude Speziale.
 




ATLETICO MONTEPORZIO CALCIO, COME CRESCONO I PULCINI DI RENDINI: «IL GRUPPO È MIGLIORATO TANTO»

Redazione

Monteporzio (Rm) – L’Atletico Monteporzio sta provando a costruire dalla base il proprio futuro. Uno dei gruppi della pre-agonistica che ha “catturato” le attenzioni di diversi addetti ai lavori è quello dei Pulcini 2005-06 affidati a mister Matteo Rendini, uno dei volti nuovi dello staff dell’Atletico Monteporzio fortemente voluto dal direttore tecnico Stefano Speziale. I Pulcini ieri si sono esibiti a Frascati pareggiando 2-2 secondo i criteri di risultato imposti dalla Federazione. «Al di là del punteggio finale che ovviamente ha un valore effimero – dice Rendini -, i miei ragazzini hanno mostrato di voler mettere in pratica le cose su cui avevamo lavorato principalmente in settimana e cioè le triangolazioni e i passaggi, insomma un gioco più corale e meno individuale. Sono soddisfatto delle risposte che sono arrivate». I miglioramenti dei Pulcini sono evidenti. «Rispetto a inizio stagione – dice l’allenatore -, i nostri piccoli atleti hanno fatto notevoli passi in avanti, per esempio dal punto di vista coordinativo. Gli stessi genitori hanno potuto toccare con mano la crescita atletica e tecnica dei loro figli. Va ricordato, inoltre, che spesso incontriamo squadre con diversi 2004 nelle loro fila e questo comporta alcune “sofferenze” durante le partite perché un anno, a questi livelli, fa spesso la differenza. Nonostante questo le cose stanno andando bene e mi auguro che il gruppo possa proseguire su questa strada da qui alla fine della stagione». In chiusura, Rendini si sofferma su altri aspetti valutativi. «Dal punto di vista comportamentale, questi ragazzini sono esemplari. Non hanno mai creato problemi e sanno rapportarsi con gli avversari, con i compagni e con il loro allenatore. Ultimamente, purtroppo, il maltempo unito a qualche “malanno di stagione” tipo qualche stato febbrile, non ha permesso una presenza costante durante gli allenamenti, ma questo è sicuramente un problema che si risolverà nei prossimi giorni».
Infine un flash sull’agonistica, ferma nelle ultime due settimane: la Juniores di Masci sarà impegnata sabato in casa contro l’Atletico Zagarolo, gli Allievi di Ilari domenica se la vedranno contro il Racing e per terminare i Giovanissimi di Speziale ospiteranno la Polisportiva De Rossi. Un week-end importante dove sarebbe fondamentale fare bottino pieno.