1

LO CHIAMA "GIORNALETTO", POI ESCE SULLE CRONACHE ED E' COSTRETTO A DIMETTERSI DA SOTTOSEGRETARIO ALLE INFRASTRUTTURE: GENTILE SE NE RITORNA IN CALABRIA

Redazione

Il sottosegretario alle Infrastrutture, Antonio Gentile, ha rassegnato le dimissioni. Lo annuncia lui stesso in una lunga lettera inviata a Matteo Renzi, Giorgio Napolitano e Angelino Alfano in cui si definisce "vittima di illazioni". L'esponente di Ncd è accusato di aver esercitato pressioni sul quotidiano "L'Ora della Calabria" per non divulgare la notizia dell'inchiesta che vede coinvolto suo figlio, indagato per abuso di ufficio."Lo stillicidio a cui sono sottoposto da diversi giorni e che ha trovato l'acme allorquando sono stato nominato sottosegretario alle Infrastrutture – si legge nella lunga lettera di Gentile – mi ha portato a una decisione sofferta, maturata nell'esclusivo interesse del mio Paese e nel rispetto del mio partito".  "Non ritornerò – prosegue – sui motivi pretestuosi e strumentali organizzati ad arte per 'mascariare' in modo indegno la mia persona, nonostante fossi immune da qualsiasi addebito di natura giudiziaria. Ciò che avevo da dire sui mandanti e sugli ascari che hanno ordito questa tragicomica vicenda – sottolinea Gentile – l'ho espresso a chiare lettere. Ho presentato querela contro i miei detrattori il 26 febbraio, ben prima dell'attuale compagine governativa, con una comunicazione scritta al presidente Grasso, nella consapevolezza di avere questo unico strumento di difesa. Il Paese di Cesare Beccaria è tornato nel medievalismo più opaco, fatto di congetture astruse e di mera cattiveria".  "Un politico che ha vissuto la sua vita senza alcuna macchia, che non ha indagini a suo carico, che è incensurato, viene costretto dalla bufera mediatica a non poter esercitare il suo incarico. E' una riflessione amara, ma reale, di un segmento dell'Italia che preferisce vivere di slogan e di sentimenti truci, sfruttando la disperazione di tanta gente al solo scopo di uccidere la politica, le sue basi comuni, il diritto positivo".

 "Nel mio caso, oltretutto, non bisogna nemmeno citare il garantismo, giacché non sono indagato di niente: eppure, sono divenuto carne da macello, per soddisfare la bulimica perversione di chi intende la lotta politica come mezzo di sopraffazione. Torno a fare politica nelle istituzioni, come segretario di Presidenza, e nella mia regione, come coordinatore regionale, aspettando che la magistratura, con i suoi tempi che mi auguro siano più brevi possibile, smentisca definitivamente le illazioni gratuite di cui sono vittima". "La riflessione che vi lascio – conclude Gentile – è, però, attuale e riguarda la necessità di riequilibrare un sistema la cui agibilità è messa a rischio da chi oltraggia la nostra Costituzione, ritenendola un orpello inutile e non, invece, il tempio di saggezza e di rispetto qual è". Alfano: "Per noi viene prima l'Italia" – "Il senatore Gentile ha rassegnato le proprie dimissioni da sottosegretario senza che alcuna comunicazione giudiziaria lo abbia raggiunto. Lo ha fatto per il bene comune e con grande generosità, e siamo convinti che il tempo (speriamo brevissimo) gli darà ragione. Per noi viene prima l'Italia". Lo afferma il leader del Nuovo Centro Destra, Angelino Alfano. 

 Il senatore Antonio Gentile non è indagato nell'inchiesta sulle presunte pressioni sul quotidiano l'Ora della Calabria. A riferirlo è il procuratore di Cosenza, Dario Granieri.




MALTEMPO: DA DOMANI ANCORA PIOGGE INTENSE SULLE REGIONI MERIDIONALI

Redazione

La vasta depressione presente sullo Ionio, che sta determinando in queste ore condizioni di diffuso, persistente e spiccato maltempo in tutte le regioni centrali adriatiche e meridionali, continuerà nella giornata di domani su Calabria, Sicilia, Basilicata e Puglia con fenomeni che daranno luogo a rovesci anche di forte intensità.

Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello emesso nella giornata di venerdì 29 novembre, mentre rimane tuttora valido quello emesso nella giornata di ieri, che prevedeva forti temporali su tutte le regioni centrali adriatiche e meridionali e sulla Sardegna oltre ad un significativo aumento della ventilazione su gran parte della penisola.

L’avviso di oggi prevede dal mattino di domani, lunedì 2 dicembre, il persistere di precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia, Puglia, Basilicata e Calabria. I fenomeni daranno luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Alla luce di queste previsioni, è importante ricordare alcuni comportamenti utili da seguire, consultabili in modo più approfondito sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), per non trovarsi in situazioni di pericolo:
• evitare di usare l’automobile se non in casi di grave urgenza e, comunque, usare la massima prudenza nella guida, informandosi sulle condizioni della viabilità per il percorso che si intende seguire, riducendo la velocità e aumentando le distanze di sicurezza;
• evitare di transitare o sostare lungo gli argini dei corsi d’acqua sopra ponti o passerelle;
• fare attenzione prima di percorrere sottopassaggi e non cercare di spostare le autovetture se investite da masse d’acqua.
• evitare di recarsi o soffermarsi in ambienti come scantinati, piani bassi o garage, a forte rischio allagamento durante intensi scrosci di pioggia.

Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.




MAGLIANO SABINA, IL COMUNE PROMUOVE LA COLONIA ESTIVA PER I RAGAZZI

Redazione

Una proposta per l'estate dei ragazzi di Magliano Sabina e non solo: Un soggiorno Estivo a Policoro (MT) per tutti i ragazzi nati tra il 01.01. 1997 ed il 31.12.2000.
Il soggiorno è articolato:
– 8 giorni e 7 notti dal 15 al 22 luglio 2013 in pensione completa presso il Circolo nautico Aquarius, centro turistico della Basilicata che si affaccia sul litorale del Mar Ionio tra la Puglia e la Calabria     consultabile sul sito internet   www.aquariuspolicoro.com
La quota a carico della famiglia che intenda far partecipare il proprio figlio ammonta ad €. 300,00 per i residenti ed €. 350,00 per i non residenti comprensiva del trasporto e di accompagnatore del Comune, oltre quanto sopra esposto.
In considerazione del fatto che il Comune coprirà la restante parte della quota di partecipazione il soggiorno è previsto per un minimo di 27 partecipanti fino ad un massimo di 45 e le relative adesioni dovranno pervenire presso l’Ufficio protocollo anche a mezzo fax o mail entro e non oltre il giorno 20.04.2013, per le quali farà fede la data e l’ora di ricezione. La presente ha valore di impegno vincolante alla partecipazione e al pagamento che sarà dilazionato in n. 3 rate.