1

Velletri, in manette due 20enni gemelli: rapinavano i coetanei a colpi di arti marziali

VELLETRI (RM) – Questa mattina, i Carabinieri della Stazione di Lariano, con l’ausilio dei colleghi della Compagnia di Velletri, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti  di due fratelli gemelli italiani, 20enni, ritenuti responsabili di rapina e lesioni personali in concorso.

L’attività investigativa dei Carabinieri è partita a seguito di un violento pestaggio avvenuto in una sera del mese di luglio scorso, ai danni di un 22enne che si trovava nella centrale piazza Sant’Eurosia a Lariano.

I Carabinieri della Stazione di Lariano, prontamente intervenuti per prestare i primi soccorsi al giovane che presentava varie lesioni al volto, hanno raccolto, da subito, importanti elementi investigativi sull’accaduto, apparso come una vera e propria “spedizione punitiva ad opera di un gruppo di ragazzi, quasi tutti di giovane età e gravitanti tra Velletri e Lariano, già dediti a reati di natura violenta e peraltro conoscitori delle tecniche di lotta tipiche delle arti marziali.

I successivi approfondimenti, supportati anche delle immagini estrapolate degli impianti di videosorveglianza della zona e da una minuziosa attività informativa e di riscontro delle frequentazioni sul territorio, hanno permesso ai Carabinieri di risalire ai due gemelli, già arrestati, qualche mese fa, dai Carabinieri di Velletri, perché coinvolti in una rissa nei pressi di un locale notturno.

Il G.I.P., accogliendo la richiesta del P.M., in relazione alle evidenze investigative raccolte dai Carabinieri di Lariano, ha ritenuto i 20enni gravemente indiziati dei reati di rapina in concorso e lesioni aggravate, essendosi peraltro impossessati, al termine dell’aggressione, dello smartphone della vittima, disponendo la custodia cautelare in carcere, anche in ragione – così come riportato nel testo del provvedimento giudiziario eseguito stamane – “della forza intimidatrice scaturente dall’esibita pratica delle arti marziali, quale strumento di sopraffazione nei confronti di terzi” nonché “dal pericolo di reiterazione della condotta, atteso che proprio attraverso la sopraffazione e la violenza stanno consolidando il proprio predominio sul territorio di Lariano e comuni limitrofi”.

Gli arrestati sono stati portate nel carcere di Velletri.




Lariano, torna a casa il 15enne Davide Vincenzotti

LARIANO (RM) – È tornato a casa Davide Vincenzotti, un ragazzo di 15 anni che vive a Lariano e di cui si erano perse le tracce sabato mattina quando è uscito da casa per andare a scuola senza mai arrivarci.

Virale l’appello della sorella Chiara su Facebook: “Non abbiamo notizie di mio fratello Davide da questa mattina – ha scritto sabato -. È uscito per andare a scuola a Velletri, provincia di Roma, ma sappiamo che non è entrato. Ha 15 anni ed è alto 1.70 circa. Ha una tuta nera, scarpe nike grigie e un cappotto lungo nero con cappuccio e pelliccia, zaino nero Eastpak”.

Insieme al messaggio, la sorella ha pubblicato quattro fotografie di Davide, un ragazzo sorridente, senza nulla di particolare, un adolescente comune come tanti

L’appello, completo di due numeri di cellulare per raccogliere segnalazioni, è stato condiviso da oltre 80 mila persone che da nord a sud Italia stanno diffondendo le immagini del ragazzo. I familiari hanno sporto denuncia di scomparsa sabato presso la stazione dei Carabinieri della Stazione di Lariano e subito dopo i militari hanno diffuso l’informativa a tutte le forze di polizia che hanno condotto ricerche e indagini a tappeto sul giovane. Nel pomeriggio di oggi si è riaccesa una speranza: una signora ha chiamato i carabinieri dicendo di aver visto il ragazzo a Genzano in piazza Frasconi intorno alle 14 e trenta. Vani i tentativi di parlare con Davide che sarebbe scappato via.

Non si sa bene cosa sia accaduto dopo ma la buona notizia è arrivata intorno alle 19: “Davide è tornato a casa, grazie a tutti”.




LARIANO: IN MANETTE PER COLTIVAZIONE ILLECITA DI MARIJUANA

Redazione

Lariano (RM) – Nella giornata di oggi 12 agosto 2013 i Carabinieri della Stazione di Lariano hanno arrestato per coltivazione illecita di marijuana T.R. di anni 22, incensurato.

I militari nel corso di un controllo hanno rinvenuto all'interno dell'abitazione  del giovane una piccola serra, munita di impianto di illuminazione, riscaldamento e umidificatore, per la coltivazione di piante di marijuana.  Tutta l'attrezzatura, compreso il concime specifico, era contenuta in un attrezzatissimo armadio completo di tutto il necessario per la coltivazione.

Quando i militari hanno eseguito la perquisizione nell'abitazione hanno sorpreso il giovane proprio mentre stava curando le piantine ed hanno rinvenuto 4 piante di marijuana di altezza variabile da un metro ad un metro e mezzo, poste in altrettanti vasi. Le piante, il fogliame e l'attrezzatura sono state sequestrate.




LARIANO: I CARABINIERI SEQUESTRANO 14 FUCILI DA CACCIA E 4 PISTOLE A DIECI LARIANESI

Redazione

Lariano (RM) – I Carabinieri della Stazione di Lariano, nel territorio dei Castelli Romani,  hanno concluso una lunga serie di controlli amministrativi finalizzati alla verifica dei dettami legislativi in materia di detenzione di armi comuni da sparo. Il bilancio è di 14 fucili da caccia, 4 pistole ed un ingente quantitativo di munizionamento vario sequestrato nei confronti di 10 cittadini larianesi che sono risultati non riunire più i requisiti per la legittima detenzione delle armi.

I controlli sono stati operati ex art. 38 del T.U.L.P.S. – Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza – che prevede che l’ Autorità, quando lo ritenga necessario, ha facoltà di eseguire nei confronti dei possessori di armi e munizioni verifiche di controllo a tutela dell’ordine pubblico. Ove lo si reputi necessario, la stessa Autorità può, addirittura, adottare le misure cautelari ritenute urgenti e necessarie per evitare che l’ordine pubblico possa essere messo in pericolo da coloro che, pur detenendo legalmente armi, ma non riunendo più i corretti requisiti morali, fisici o psicologici , potrebbero, appunto, mettere in pericolo l’ordine pubblico.

Nel caso specifico, i Carabinieri hanno riscontrato che i soggetti interessati dalle verifiche avevano riportato, nel tempo, condanne per reati tali da non far più ritenere opportuno che essi potessero disporre di armi da fuoco.

I sequestri sono stati eseguiti in esecuzione di appositi provvedimenti richiesti ed ottenuti dalla Prefettura – Questura di Roma.




LARIANO: ARRESTATE 3 PERSONE:TAGLIAVANO ABUSIVAMENTE LEGNAME NEL BOSCO

Redazione

I Carabinieri della Stazione di Lariano, al termine di specifica attività investigativa, nella serata di ieri 25 settembre hanno tratto in arresto 3 persone sorprendendole mentre tagliavano abusivamente legname dagli alberi del bosco sovrastante il paese, di proprietà comunale. I tre, un italiano e due romeni, tutti circa cinquantenni, stavano perpetrando il reato già da diverse settimane, considerato che a seguito di successiva perquisizione eseguita a casa dell’italiano sono stati rinvenuti circa 30 quintali di legna già tagliata e pronta per essere venduta. I soggetti hanno tentato invano di giustificarsi, dicendo che si trattava di legna regolarmente acquisita da terzi, ma i Carabinieri li stavano osservando già da diverso tempo e non hanno avuto dubbi. I tre infatti erano soliti tagliare la legna nelle ore serali avvalendosi di attrezzi manuali allo scopo di non far rumore; successivamente caricavano la refurtiva su un mezzo di proprietà dell’italiano e la rivendevano. Ulteriori accertamenti sono in corso per verificare se gli stessi soggetti siano responsabili anche di numerosi tagli abusivi perpetrati nelle scorse settimane ai danni dei terreni di alcuni privati.
 




LARIANO: GIOVANE ARRESTATO PER COLTIVAZIONE ILLECITA E DETENZIONE DI SOSTANZE STUPEFACENTI.

Redazione

Nella giornata di ieri 11 settembre  2012, i Carabinieri del Nucleo Operativo e radiomobile della Compagnia Carabinieri di Velletri hanno arrestato in Lariano per coltivazione illecita di marijuana e detenzione di sostanze stupefacenti C.L. di anni 22 , operaio, già conosciuto alle FF.PP. I militari nell’ambito di un mirato servizio hanno eseguito una perquisizione nell’abitazione del giovane rinvenendo 2 piante di marijuana, poste in altrettanti vasi, ulteriori 25 grammi della stessa sostanza e 14 grammi di hashish. Le piante hanno fornito fogliame per 100 grammi circa. L’uomo non ha ovviamente potuto addurre alcuna scusa ed è stato arrestato.




LARIANO: SOTTOPOSTI A FERMO DI POLIZIA GIUDIZIARIA DUE ROMENI.

Redazione

Era da tempo che il Comando Stazione Carabinieri di Lariano (Castelli Romani) era alla ricerca di alcuni individui che nelle ore serali e notturne si dedicavano al saccheggio di esercizi commerciali e rivendite di tabacchi. Così  gli stessi militari durante un apposito e mirato servizio notturno hanno bloccato due romeni di anni 34 e 24, a bordo di una autovettura di grossa cilindrata che si aggiravano furtivamente nei pressi di un noto bar del centro. Nel corso della immediata successiva ispezione al mezzo i militari hanno rinvenuto numerosi oggetti allo scasso e nella successiva perquisizione all’interno di una abitazione di loro pertinenza i Carabinieri hanno rinvenuto numerosa refurtiva consistente in oltre 150 pacchetti di sigarette, €1200 in contanti ed altro materiale di facile trasporto, il tutto sottoposto a sequestro in attesa che le indagini possano ricondurre ai loro proprietari. Durante le operazioni i Carabinieri hanno denunciato anche una donna e due uomini romeni di anni 25, 30 e 24 poiché nella loro disponibilità i militi hanno rinvenuto refurtiva varia ed inoltre 4,5 di cocaina. Accertamenti sono ora in corso per risalire al luogo dove il materiale è stato trafugato.