1

Castel Gandolfo: nuovo marciapiedi in via dei Pescatori

CASTEL GANDOLFO (RM) – Nuova viabilità in via dei Pescatori a Castel Gandolfo. Verrà realizzato un marciapiedi in via dei Pescatori, una strada spesso percorsa dai pedoni che fanno jogging o che passeggiano senza che vi sia un adeguato percorso a loro riservato.

L’arrivo di un marciapiedi sarà dunque una misura di sicurezza tanto attesa quanto importante per una strada che costeggia il lungolago e che è a doppio senso di circolazione. Probabilmente il marciapiedi causerà un restringimento della carreggiata o l’eliminazione di qualche parcheggio blu.

Il Comune di Castel Gandolfo, al fine della realizzazione del marciapiedi in via dei Pescatori, ha richiesto un prestito di 250 mila euro alla Cassa Depositi e Prestiti società per azioni (CDP S.p.A.). La decorrenza dell’ammortamento è fissata al 1 gennaio del primo anno successivo a quello della data di perfezionamento. La durata del prestito è di 20 anni ed il relativo tasso è fisso




Castel Gandolfo: arriva la magia del Natale

CASTEL GANDOLFO (RM) – La magia del Natale arriva a Castel Gandolfo. Dal 7 dicembre al 6 gennaio Castel Gandolfo si vestirà a festa per il Natale 2017. Un ricco calendario di eventi che si svolgeranno di volta in volta nel borgo, a Pavona di Castel Gandolfo e a Le Mole.

PROGRAMMA
dal 7 dicembre al 7 gennaio
La città si veste a festa con le luci natalizie

8 dicembre
Si accendono gli alberi di Natale

8 dicembre 
dalle 15.30 alle 19.00 in piazza della Libertà
Villaggio di Babbo Natale

dal 15 al 17 dicembre – Teatro Petrolini
“Charlot grande monello” proiezioni e mostra su Chaplin

Venerdì 15 dicembre – dalle 10 alle 12 anteprima scuole
Proiezioni film: The Pawnshop/Charlot usuraio, The Count/Il
conte e The Adventurer/L’evaso
venerdì 15 – dalle 18.30
Inaugurazione ufficiale mostra con i disegni firmati da celebri
umoristi internazionali
Proiezioni film: The Immigrant/L’emigrante, The Risk/Charlot al pattinaggio, Easy Street/La strada della paura, Modern Times/Tempi Moderni
sabato 16 e domenica 17 dicembre – dalle 10 alle 12.30 e dalle 17.30 alle 19.30
Apertura mostra

17 dicembre 
dalle 15.30 alle 19.00 a Le Mole
Villaggio di Babbo Natale

18 dicembre
dalle 18 in piazza della Libertà
“InCanto” concerto degli alunni dell’Istituto Paolo IV

22 dicembre
dalle 9.00 in piazza della Libertà
Presepe Vivente e Concerto di Natale degli alunni del plesso Le Mole – IC Castel Gandolfo

23 dicembre 
dalle 15.30 alle 19.00 a Pavona (parcheggio banca su via del Mare)
Villaggio di Babbo Natale

23 dicembre 
dalle 20 nel borgo
“Luci, suoni e canti” a cura della Parrocchia e dell’Oratorio Pontificio

dal 23 al 25 dicembre 
Presepe Vivente nel borgo

5 e 6 gennaio
in piazza della Libertà
Presepe Vivente: arrivano i Re Magi

6 gennaio
dalle 15.30 alle 19.00 a Pavona (parcheggio banca su via del Mare)
Arriva la Befana




Castel Gandolfo, cimitero: via libera alla realizzazione di 34 nuovi loculi

CASTEL GANDOLFO (RM) – Prosegue l’iter per la realizzazione di 34 nuovi loculi al cimitero di Castel Gandolfo. Lo scorso 20 novembre, infatti, la responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune, l’architetto Silvia Giannuzzi, ha determinato l’approvazione degli elaborati grafici del progetto esecutivo che interesserà la struttura cimiteriale di via Appia.

I documenti approvati del progetto esecutivo

Approvati dunque il progetto architettonico, il progetto strutturale, i disegni dei particolari esecutivi delle strutture portanti, la relazione tecnica illustrativa, la relazione sulla qualità e dosatura dei materiali, la relazione geologica e modellazione sismica, la relazione geotecnica e sulle fondazioni, la relazione di calcolo e fascicolo dei calcoli di stabilità e infine il piano di manutenzione.

L’incarico per la realizzazione dei 34 nuovi loculi prefabbricati che interesseranno il cimitero di Castel Gandolfo è stato affidato, nel 2013, alla ditta Tecnofar di Isola della Scala (VR). L’amministrazione comunale, inoltre, lo scorso 6 aprile ha provveduto ad approvare la nota di aggiornamento al Documento Unico di Programmazione (DUP) relativo al periodo 2017/2019, periodo quest’ultimo che interesserà i lavori. E la giunta comunale lo scorso 4 maggio ha deliberato di devolvere il mutuo n. 4555401/00 per la manutenzione straordinaria di immobili comunali tra cui il cimitero.




Castel Gandolfo e l’invenzione della radio: cittadinanza onoraria alla figlia di Guglielmo Marconi

Il Consiglio comunale di Castel Gandolfo approverà oggi la richiesta di conferimento di cittadinanza onoraria a Elettra Marconi

CASTEL GANDOLFO (RM) – Sarà ufficialmente cittadina di Castel Gandolfo Elettra Marconi Giovannelli, figlia di Guglielmo Marconi. Partito l’iter, infatti, per concedere la cittadinanza onoraria di Castel Gandolfo alla figlia dell’illustre scienziato al vaglio della seduta straordinaria del Consiglio comunale della Città Vaticano II prevista per oggi 21 novembre alle ore 17.

 

Nella giornata odierna verrà dunque approvato formalmente, dalla massima assise gandolfina, il conferimento del riconoscimento. Poi, senz’altro, verrà organizzata una grande cerimonia per l’ufficializzazione. La giunta di Milvia Monachesi, infatti, ha proposto questo importante riconoscimento per Elettra Marconi con una delibera di indirizzo politico, la 98 dello scorso 9 novembre 2017.

Il nobel Guglielmo Marconi, di cui quest’anno ricorre l’80mo della scomparsa, condusse molte delle sperimentazioni, relative le onde corte e cortissime per le trasmissioni telefoniche, presso le Ville Pontificie di Castel Gandolfo. E la figlia Elettra Marconi, che nel corso della sua vita si è dedicata all’illustrazione e alla divulgazione dell’opera del padre, ha sempre evidenziato la Città di Castel Gandolfo illustrandone il nome nel mondo.

 

Per questi motivi, dunque, l’amministrazione comunale di Castel Gandolfo a guida di Milvia Monachesi ha inteso proporre al Consiglio Comunale il conferimento del titolo di “Cittadina Onoraria” alla signora Elettra Marconi Giovannelli, nata a Civitavecchia il 20 luglio 1930, quale attestato di stima e riconoscenza della Civica Amministrazione, con la seguente motivazione:
“Figlia dell’eminente studioso e scienziato Guglielmo Marconi, insignito del premio Nobel per la Fisica, Ella contribuisce alla affermazione dei valori umani, culturali e religiosi di Castel Gandolfo con la Sua preziosa attività di illustrazione e divulgazione dell’opera del suo illustre padre e fa conoscere nel mondo la nostra eredità marconiana di ricerche e studi avveniristici sulle microonde nel campo della Radio e della Radiotelefonia Mobile, condotte nelle Ville Pontificie di Castel Gandolfo.”




Castel Gandolfo, giornata contro la violenza alle donne: importante esordio per il nuovo teatro Petrolini con “Non è amore”

CASTEL GANDOLFO – Importante esordio per la sala Petrolini di Castel Gandolfo, dopo il recente restyling del quale è stata recentemente interessata. “Non è amore” il titolo dell’incontro pubblico che si terrà il prossimo giovedì 23 novembre alle 17.30 presso il teatro Petrolini, in via Prati, 6 per celebrare, in anticipo, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne che ricorre il prossimo 25 novembre. Un evento ideato e realizzato dall’amministrazione comunale di Castel Gandolfo a guida Milvia Monachesi e dalle Associazioni che fanno parte del laboratorio d’idee Incontriamoci.

A moderare l’incontro la psicologa Clara Borri ed alcuni esperti del settore che affronteranno le tematiche legate alla violenza di genere e al sostegno delle donne. Prevista anche la partecipazione del sindaco di Castel Gandolfo Milvia Monachesi che porterà i saluti istituzionali, oltre all’intervento della criminologa Angela Tibullo, di Stefania Borghetti (Psicologa), di Rita de Paola del Centro antiviolenza SOStegno Donna, di Cristina Nardini assistente sociale al Comune di Castel Gandolfo e di Maria Grazia Depasquale Avvocato. Non mancherà un momento musicale in cui Raffaella Lisi canterà il brano “Donna” dell’indimenticabile Mia Martini. L’accoglienza in teatro sarà curata dall’associazione “Mettiamoci in gioco”, mentre l’allestimento scenografico è stato realizzato da Giulio Pettinato del Centro Arte Castel Gandolfo.

Sembrano quindi ormai superati gli ultimi ostacoli per il teatro Petrolini dopo il completamento dei lavori per i quali si è reso necessario definire il certificato di agibilità, come richiesto nell’atto di impegno con la Regione Lazio sottoscritto per il finanziamento ricevuto nell’ambito del Piano di interventi per lo sviluppo delle strutture culturali del Lazio. E dopo il recente sopralluogo dove è emerso che devono essere realizzate “idonee protezioni dei faretti e degli altoparlanti per garantire la protezione al fuoco del solaio di copertura”. L’amministrazione comunale di Castel Gandolfo ha quindi affidato, lo scorso 26 ottobre 2017, ad una ditta, per un corrispettivo di 3.935,92 euro, l’incarico di provvedere al corretto funzionamento e funzionalità delle proprie strutture definendo l’agilità dell’edificio. Importante battesimo, quindi, quello del 23 novembre per il teatro Petrolini di Castel Gandolfo con l’importante iniziativa di sensibilizzazione.




Castel Gandolfo: nuovo segretario per il circolo Pd

CASTEL GANDOLFO (RM) – Alessandro Staccone è il nuovo segretario del PD di Castel Gandolfo. Così si è deciso al congresso del 23 ottobre, quando il nuovo segretario, con una lista unitaria, è stato votato all’unanimità. La giovane segretaria uscente, Francesca Barbacci Ambrogi dopo aver ringraziato militanti e cittadini per il sostegno dimostratole durante il suo mandato, ha assicurato che il suo successore, ugualmente giovane e preparato, persisterà sulla linea di coesione e sinergia al fine di mantenere un partito unito e collaborativo.

”Grazie a chi in questi giorni ha creduto in me con fiducia insieme con la segretaria del nuovo circolo che ringrazio sin da ora per la disponibilità e l’impegno che metteranno nei prossimi anni, – ha dichiarato il neo segretario del partito Demovratico di Castel Gandolfo – dovremo rimboccarci le maniche – ha aggiunto Staccone – e metterci, come sempre, al servizio della nostra comunità. Voglio un partito ricco di idee e progetti, che li persegua, che punti sempre più allo sviluppo del nostro territorio ed alla creazione di sinergie tra tutti i protagonisti della nostra città”.

Il nuovo direttivo Pd della cittadina castellana è perciò composto da Francesco Tomò, Patrizia Graziani, Massimo Zega, Paola Ursi, Erminio Barbacci Ambrogi, Enza Del Vecchio, Sebastiano Ilari, Clara Borri, Davide De Maina, Federica Mariotti, Nicola Bavaro, Daniela Viselli, Ciro Sannino e Silvia Ruggeri.

Per quanto riguarda le elezioni provinciali del PD risultano eletti: Francesca Barbacci Ambrogi, Giancarlo Ruggeri, Massimo Zega, Milvia Monachesi, mentre due voti per la lista “Democrazia Territorio e Partecipazione” ed un voto per la lista a supporto dello sfidante Vincenzo Marcorelli.

Gianpaolo Plini




Castel Gandolfo: inaugurata nuova farmacia a Pavona Laghetto

CASTEL GANDOLFO (RM) -Nuova farmacia per gli abitanti di Castel Galdolfo. La struttura è stata inaugurata oggi sulla via Nettunense, vicino al Bar Raponi. “Ai titolari e a chi vi lavorerà i migliori auguri di un proficuo lavoro nella certezza che si troveranno molto bene a Pavona Laghetto, – ha dichiarato il sindaco di Castel Gandolfo Milvia Monachesi sul proprio profilo Fb – una comunità che già li ha accolti con simpatia per il servizio molto utile che offriranno al quartiere!”

 

 




Castel Gandolfo, reperti archeologici a rischio e opere abusive: il presidente del centro canoa a processo

CASTEL GANDOLFO (RM) – Finisce in Tribunale a Velletri il caso dei reperti archeologici, attribuibili al porto di Domiziano risalente al primo secolo d.C., messi a rischio da uno sversamento di circa 2 mila metri di terra sul lago Albano a Castel Gandolfo. Il 20 dicembre si terrà la terza udienza del processo che vede imputato il presidente Kaiak Luciano Buonfiglio accusato di aver realizzato, nell’anno 2012, opere abusive sull’arenile demaniale del lago Albano a Castel Gandolfo, davanti il villaggio Olimpico.

Un caso sollevato a seguito di un esposto presentato all’Ardis, Agenzia regionale per la difesa del suolo del Lazio, dal presidente dell’Asd Brunetti Giampiero Tofani, il quale ha denunciato l’occupazione abusiva dell’arenile demaniale, la realizzazione di opere e appunto lo sversamento di terra che avrebbe interessato i reperti. Le opere abusive sarebbero state realizzate in un’area sottoposta a vincolo paesaggistico, zona a protezione speciale e sito di importanza comunitaria dove insistono reperti.

Questi reperti sarebbero stati interessati da un grosso sversamento di terra di provenienza ignota e inoltre sull’arenile demaniale sono state messe delle recinzioni che di fatto impediscono a chiunque di poter camminare liberamente nel sito.

Anche l’associazione Earth per la tutela giuridica della natura e dei diritti animali ha presentato una querela nei confronti di ignoti perché nell’area occupata dalla Federazione canoa ci sarebbero diversi reperti che sarebbero stati danneggiati dallo sversamento da una sorta di “collina artificiale” al fine di eliminare il dislivello che negli anni si è creato a causa dell’abbassamento di circa 6 metri delle acque del lago.

Ma torniamo al caso giudiziario, all’epoca il Pm Carlo Morra ha ordinato la demolizione di tutte le costruzioni realizzate senza titolo. Diversi quindi i reati contestati a Buonfiglio che vedono come parte lesa il Comune di Castel Gandolfo. Nei confronti di Buonfiglio era stato emesso un decreto penale di condanna, verso il quale era stata presentata opposizione a luglio 2014.

In occasione di un sopralluogo della Guardia di Finanza, il 20 settembre 2016, la comandante della Polizia Municipale di Castel Gandolfo Maria Cristina Toti ha precisato che “la discarica di materiale ferroso ed ogni altro elemento abusivo, era stato completamente rimosso così come da verbale di constatazione redatto dall’Ardis” e ha aggiunto che “la presenza della recinzione posta perpendicolarmente al lago, non si è potuta appurare in quanto l’area è fittamente ricoperta da rovi”.

Sei mesi dopo, il Tenente Paolo Borelli della Polizia Municipale di Albano ha eseguito un altro sopralluogo a seguito del quale, attraverso un nutrito dossier fotografico, ha constatato che le recinzioni metalliche non sono state rimosse. Dopo il sopralluogo di Borelli, Tofani ha presentato una querela nei confronti del funzionario Maria Cristina Toti: “È scandaloso – dice il presidente dell’Associazione Brunetti – che un presidente di federazione venga imputato per certi abusi e ancora di più che un funzionario dello Stato arrivi a negare l’innegabile nonostante la numerosa serie di fotografie che immortalano tutto quello che è successo e che ancora è sotto gli occhi di tutti, soprattutto la collina di terra sui reperti archeologici e le recinzioni che impediscono ai cittadini il libero transito”.




Castel Gandolfo: il centro anziani di Pavona festeggia tutti i nonni

CASTEL GANDOLFO (RM) – Pavona di Castel Gandolfo festeggia tutti i nonni. Un momento di convivialità, sorrisi ed emozioni che ha voluto condividere anche il sindaco di Castel Gandolfo Milvia Monachesi: “Grazie al Centro Anziani di Pavona – dice Monachesi – che ha organizzato un bel momento conviviale al Ristorante la Perla per festeggiare tutti i nonni per l’amore, e la pazienza che regalano ai propri nipoti e per l’aiuto concreto che danno alle famiglie”.

Il 2 ottobre è la festa dei nonni. Un giorno speciale per celebrare uno dei “pilastri” della famiglia italiana. Vanno a prendere i nipotini a scuola, fronteggiano gli imprevisti, sopperiscono alle carenze dei servizi per l’infanzia. Una forma di welfare, secondo lo spot lanciato dall’associazione Federanziani. Il video si conclude con un appello: “I nonni ci sostengono, aiutiamoli”.

La campagna “Festa dei Nonni – Millepiazze”, promossa da Senior Italia Federanziani attraverso l’omonima Fondazione, prevede decine di iniziative a sostegno degli over 65. Progetti e appuntamenti su tutto il territorio nazionale per celebrare il ruolo dei nonni ed evidenziare il valore insostituibile che costituiscono all’interno della famiglia e della società. Testimonial d’eccezione della manifestazione è il comico e attore Giovanni Vernia, che per l’occasione ha scritto e interpretato un divertente spot per il web. Il video mostra con ironia le difficoltà dei nonni nella vita quotidiana, invitando i cittadini a fare di più per valorizzare il loro ruolo in famiglia. Anche l’Unicef ha voluto partecipare all’evento: a fronte di un piccolo contributo, i cittadini potranno acquistare un braccialetto, simbolo del legame tra i nonni e i nipoti.

La festa – La ricorrenza è festeggiata in molti Paesi del mondo. In Italia è entrata ufficialmente nel calendario grazie a una legge del 31 luglio 2005. E la data scelta per ricordarli coincide, non a caso, con quella dedicata dalla Chiesa cattolica agli angeli custodi. Il provvedimento legislativo ha stabilito, oltre alla promozione di iniziative a livello nazionale e locale per celebrare l’importanza dei nonni, anche l’istituzione di un “Premio nazionale del nonno e della nonna”. Il riconoscimento, conferito dal presidente della Repubblica in occasione della festa, è assegnato ai nonni che si sono particolarmente distinti sul piano sociale.

Una risorsa preziosa – Complice l’invecchiamento della popolazione, l’Italia è anche il “Paese dei nonni”. Secondo il report dell’Istat, il 1 gennaio 2017 i cittadini over 65 erano 13,5 milioni, il 22 per cento della popolazione. E in buona parte delle famiglie, sono loro a occuparsi dei piccoli mentre i genitori sono al lavoro. Un vero e proprio ammortizzatore sociale dimostratosi, negli anni della crisi, più efficace degli altri strumenti del welfare.




Castel Gandolfo, Gens Albana in prima linea per la solidarietà

CASTEL GANDOLFO (RM) – I fatti di cronaca nera che, quotidianamente, aprano le prime pagine dei quotidiani sono lo specchio di una società allo sbando, perversa ed egoista. Persino Leopardi nello Zibaldone definisce l’egoismo “peste della società” per cui l’uomo toglie l’amore all’uomo. Allora viene da chiedersi se esiste una cura a tutto ciò. L’eccezione che rischiara le nubi dell’egocentrismo è la beneficenza che permette di tradire tanto turpe individualismo umano per guardare oltre la barriera di noi stessi.
É quello che è successo a Castel Gandolfo qualche settimana fa, quando l’associazione Gens Albana ha organizzato un evento per raccogliere fondi da devolvere a due onlus: Stand up for life e Wema.
La prima, che opera in Madagascar, ha utilizzato tale sostegno per finanziare un intervento chirurgico grazie al quale oggi una bambina di soli tre mesi, affetta da idrocefalo, può sorridere.
La seconda ha usufruito dell’aiuto economico per costruire un pozzo nel villaggio di Kiuukuni che funge da rifornimento idrico per i bambini keniani (ricordiamo che la carenza di acqua è la causa principale di mortalità in Africa).
Ma non solo. Gens Albana si cura anche di creare un piano di sostegno per i ragazzi malati di autismo e come ci informa la presidentessa Cinthia Vercelloni, quello di Castel Gandolfo è solo il primo di molti altri eventi ludici e culturali per finanziare le cure dei più deboli. In agenda anche un incontro con gli insegnanti delle scuole per una fondamentale sensibilizzazione al fine di migliorare l’impatto dei bambini affetti dalla sindrome di Kanner con il mondo scolastico.
In tal senso, la politica dell’associazione è chiarita dalla Vercelloni che spiega all’Osservatore “il nostro obiettivo è quello di servire al meglio la realtà del nostro territorio, affrontando tematiche di carattere socio-sanitario, culturali e interventi verso le fasce più esposte promuovendo la cultura della solidarietà”.

All’evento hanno partecipato anche i rappresentati delle istituzioni dei comuni di Castel Gandolfo (Cristiano Bavaro), Ariccia (Gianluca Staccoli), Albano (Gabriele Sepio) nonché del Senato (Annamaria Parente) che comunicano tutto il loro sostegno per la promozione di iniziative volte al sociale ed all’aiuto verso il prossimo.
Di grande commozione il video che riassume il lavoro di Gens Albana nel territorio terremotato di Norcia o nel ristabilire un importante legame (con l’ausilio della FNP CISL rappresentata da Maristina Capuzzo) tra anziani e giovani all’insegna della tradizione culinaria nostrana di cui si fà protagonista la Signora Rosa di 81 anni che si dice contenta di questa iniziativa tutta locale. L’impegno dei ragazzi di Cinthia Vercelloni e Clara Borri è un impegno cosciente e serio che si traduce in un’organizzazione interna dettata dalla trasparenza nell’attività e nella costante comunicazione degli iscritti.
Il piccolo contributo di ogni componente dell’associazione ha prodotto una catena umana di beneficenza e, ricordando la frase di Manzoni “si dovrebbe pensare più a far bene che a stare bene:e così si finirebbe anche per star meglio”, invitiamo i nostri lettori a partecipare copiosi alle prossime iniziative di “cura della società”.




Castelli Romani: un week end con i Lupi Bianchi tra Ariccia, Castel Gandofo, Grottaferrata e Nemi

CASTELLI ROMANI (RM) – Un fine settimana dedicato agli appassionati di moto, quello che sta per arrivare alle porte della Capitale nella zona dei Castelli Romani. Il Moto Club Lupi Bianchi ha infatti organizzato una tre giorni per il prossimo fine settimana all’insegna delle due ruote che toccherà le cittadine di Ariccia, Castel Gandofo, Grottaferrata e Nemi. Il tutto per far ammirare le bellezze naturali e culturali del territorio castellano e nel frattempo offrire il massimo divertimento ai soci del club.

Il programma inizia il prossimo Venerdi 15 settembre alle ore 18:00 con apertura preiscrizioni in” piazza di corte” ad Ariccia, dove alle 20 ci sarà la cena offerta dal motoclub a tutti gli extra regione. Sabato 16 settembre dalle 9 alle 13 l’apertura iscrizioni sempre ad Ariccia in “Piazza di Corte” per proseguire con il pranzo presso i punti di ristoro convenzionati. Nel pomeriggio dalle 15:15fino alle 16:45 il primo check-point a Grottaferrata in piazza del mercato (via san nilo 2) dove ci sarà la visita guidata dell’abbazia di “San Nilo”. Le due ruote faranno quindi tappa a Nemi dove dalle 17:45 alle 19:15 si terrà il secondo check point. I centauri partiranno quindi da piazza Roma per una visita guidata del centro storico di Nemi. Ritorno quindi ad Ariccia, previsto per le 20 dove i gestori delle tradizionali fraschette proporranno la cena a prezzi convenzionati. Sempre ad Ariccia alle 21:30 ci sarà un momento musicale con il concerto di “Daniele si nasce” famoso interprete di Renato Zero e spettacolo dei cabarettisti del laboratorio di Zelig “Katamura e Seguacio”. Non poteva mancare una escursione notturna nel centro capitolino prevista per le 24.15. Domenica 17 settembre l’appuntamento è a Castel Gandolfo dove dalle 9 alle 12 si terranno le iscrizioni e successivamente la visita al “lago di Albano” di Castel Gandolfo con aperitivo.