1

CENTRO CALCIO ROSSONERO, I PULCINI CALCANO SAN SIRO – TIBUZZI: «I BAMBINI ERANO EMOZIONATISSIMI»

Redazione

Roma – Una domenica davvero indimenticabile. Per una volta, il teatro dell’esibizione dei Pulcini 2004 del Centro Calcio Rossonero non è stato il manto il sintetico del “Fabrizi” né quello di qualche altro campo della nostra regione. I piccoli calciatori allenati da Leonardo Tibuzzi hanno potuto calcare nientemeno che il prato verde del “tempio” del calcio italiano, il “Giuseppe Meazza” di San Siro a Milano. E’ accaduto domenica scorsa quando una delegazione del Centro Calcio Rossonero composta da tredici bambini (accompagnati da almeno un genitore) guidati da mister Tibuzzi e dal preparatore atletico Daniele Cascino è partita alle 7 del mattino da Roma Termini per raggiungere lo stadio di Milano dove la comitiva è stata accolta dai docenti della Milan Academy Marco Peverieri e Gianfranco Parma. «Una volta allo stadio – racconta mister Tibuzzi – ci hanno fatto prima prendere posto in tribuna e poi hanno fatto scendere i bambini nel tunnel prima che iniziasse il riscaldamento dei giocatori del Milan (impegnati nel non fortunato anticipo delle 12,30 contro l’Empoli, ndr) che hanno salutato i nostri piccoli atleti. All’intervallo della gara di serie A, poi, è arrivato il momento dell’esibizione dei nostri Pulcini che hanno fatto un’esercitazione di cross e tiri in porta proprio sotto la storica curva sud, cuore del tifo milanista. Tornati in tribuna, i bambini hanno assistito al secondo tempo e poi abbiamo pranzato a Milano prima del rientro a Roma. Alcuni di loro erano emozionatissimi e in qualche caso hanno pianto. E’ stata davvero una giornata da incorniciare, non so a quanti di loro potrà mai ricapitare di calcare il prato di San Siro». L’organizzazione dell’evento è stata voluta fortemente dall’Ac Milan che ha anche pagato il viaggio al genitore accompagnatore del singolo tesserato del Centro Calcio Rossonero. «Devo dire che i nostri Pulcini 2004 hanno meritato questo regalo – dice Tibuzzi – perché questi bambini sono molto bravi dal punto di vista comportamentale e tecnico. Sono da tre anni il loro allenatore e hanno rimediato in tutto cinque sconfitte, sono bambini che mi stanno dando grandi soddisfazioni». Un po’ meno bambini, ma ugualmente efficaci e meritevoli di complimenti anche i Giovanissimi regionali di mister Alessandro Rodo che vincendo 3-0 a San Donato hanno nuovamente conquistato il primato in classifica.
 




CENTRO CALCIO ROSSONERO, VOLANO I GIOVANISSIMI REGIONALI – RODO: «CON ANAGNI GARA ESEMPLARE»

Redazione

Roma – I Giovanissimi regionali del Centro Calcio Rossonero, unica compagine del club capitolino a giocare nello scorso fine settimana (e anche nel prossimo, stante la pausa di molti campionati decisa dal Comitato regionale), volano sempre più in alto. La squadra di mister Alessandro Rodo ha battuto a domicilio per 3-1 l’Anagni che fino all’ultimo turno la affiancava in classifica. Un risultato perentorio che conferma il gran momento dei giovani rossoneri, giunti all’ottavo risultato utile consecutivo (sette vittorie e un pareggio). «Abbiamo forse sofferto nei minuti iniziali – racconta il tecnico del Centro Calcio Rossonero -, ma poi la squadra è passata in vantaggio con Montagnoli e ha gestito con sapienza il match fino allo sfortunato pareggio subito su calcio di punizione proprio allo scadere del primo tempo. Nell’intervallo, non a caso, ho detto ai ragazzi di continuare così e di rimanere sereni perché stavano facendo una grande partita. Ho chiesto loro solamente una maggiore velocità di pensiero nella giocata. Ne è uscito un secondo tempo esemplare in cui una squadra forte come l’Anagni raramente ha superato la sua metà campo. Sono molto soddisfatto della prestazione dei miei ragazzi». A contribuire a questa prestazione anche un episodio che Rodo vuole sottolineare. «Il venerdì prima del match siamo stati a cena tutti insieme e questo è stato un segnale positivo: la vittoria sull’Anagni è frutto del forte spirito di gruppo che i ragazzi hanno saputo mettere in campo». La corsa al vertice continua: il Centro Calcio Rossonero insegue a due punti di distanza la capolista Castelliri, ma la classifica è cortissima considerando che la Libertas Centocelle sesta ha “solo” sei punti di distacco dalla vetta. «Noi abbiamo registrato alcuni meccanismi difensivi e questo è sicuramente importante, anche se il nostro primo pensiero è sempre quello di cercare di fare la partita come dimostrano i 58 gol fatti (per distacco il miglior attacco del girone, ndr). Ora avremo due gare contro squadre di bassa classifica come San Donato e poi Casamari prima dello scontro diretto col San Lorenzo terzo. Ma nelle prossime due settimane ci saranno anche tanti scontri diretti – conclude Rodo – e quindi la classifica potrebbe sgranarsi e noi dovremo approfittarne».
 




Centro Calcio Rossonero, Landolina (Giovanissimi reg. B): «Decisive le prossime gare»

Redazione

Roma – I Giovanissimi regionali fascia B del Centro Calcio Rossonero sono nella fase decisiva della loro stagione. Ne è convinto il tecnico Paolo Landolina. «Nelle prossime quattro gare prima dello scontro diretto con l’attuale capolista Città di Ciampino capiremo se possiamo giocarci tutte le carte nel big-match. Saranno tutti incontri insidiosi e dovremo dare il massimo». Al momento sono cinque i punti che dividono il Centro Calcio Rossonero dalla capolista: nell’ultimo turno è stato preziosissimo il successo interno per 1-0 dei capitolini sul Frosinone. «Il gol decisivo è stato segnato da Casciotti con un bel tiro da fuori, ma è stata una partita difficilissima – osserva l’allenatore – e i ragazzi sono stati molto bravi. Di fronte c’era una squadra composta soprattutto da 2002 a cui faccio i complimenti per la qualità e il modo di stare in campo: sono convinto che quei ragazzi faranno un’ottima Elite l’anno prossimo. Per questo considero pesantissimi i tre punti conquistati domenica anche se il Città di Ciampino sta viaggiando a ritmi altissimi e sembra non perdere un colpo». I Giovanissimi regionali dovranno fermarsi per due settimane a causa della sosta decisa dal Comitato regionale. «La pausa arriva al momento giusto perché ci consente di recuperare alcuni infortunati. Al ritorno in campionato dovremo far visita all’Anagni, squadra che all’andata si impose al “Fabrizi” con un 4-2 che ancora brucia. Vogliamo cercare di vendicare quella sconfitta anche se sappiamo di andare a giocare su un campo difficilissimo e contro un avversario ostico. Allo stesso modo, però, sappiamo che non possiamo sbagliare: il mio gruppo non lascerà nulla di intentato per cercare di centrare il primo posto».
Quello prima della pausa (nel prossimo week-end giocheranno solo i Giovanissimi regionali) non è stato un gran fine settimana per le altre selezioni del Centro Calcio Rossonero: le due squadre Allievi hanno perso entrambe per 2-1 (i provinciali con il Falasche e i regionali B con il Real Tuscolano), mentre i Giovanissimi regionali hanno impattato 2-2 col San Cesareo.
 




CENTRO CALCIO ROSSONERO, RODO (GIOVANISSIMI REG.): «SIAMO PRIMI E VOGLIAMO RIMANERCI»

Redazione

Roma – I Giovanissimi regionali del Centro Calcio Rossonero hanno agganciato la vetta. I ragazzi di mister Alessandro Rodo, battendo 2-1 la Garbatella, hanno centrato la sesta vittoria consecutiva e capitalizzato al massimo lo scontro diretto tra le due capoclasse Anagni e Castelliri che si sono “annullate” a vicenda con un pareggio e che sono state agganciate in testa proprio dal team rossonero. «Siamo contenti di essere arrivati al primo posto a questo punto della stagione, a maggior ragione se si pensa che alla decima giornata eravamo in sesta posizione – spiega Rodo con orgoglio -. I ragazzi stanno facendo un grande campionato, ma la classifica rimane cortissima: basti pensare che dietro alle tre di testa ci sono Vivace Grottaferrata e San Lorenzo a un punto, una situazione che non mi era mai capitata in carriera. Sarà una lunga volata tra queste cinque squadre, comunque ora che siamo al primo posto vogliamo rimanerci». Nel prossimo turno per il Centro Calcio Rossonero ci sarà subito un test probante. «Andremo a San Cesareo e ci giocheremo una gara fondamentale – dice Rodo -. All’andata li battemmo, ma rispetto ad allora si sono rinforzati e servirà il piglio giusto per uscire dal campo con una vittoria. Se abbassiamo l’intensità diventiamo una squadra qualsiasi, dunque non dovremo commettere questo errore». Un passo indietro per commentare la vittoria sulla Garbatella. «E’ stato il nostro sesto successo consecutivo, segno che stiamo lavorando bene e siamo in un bel momento – dice Rodo – anche se nello specifico di quella gara, forse, abbiamo commesso l’errore di non chiuderla. Siamo andati in vantaggio con Sebastiani nel primo tempo sbagliando pure un rigore con Ortolani, poi nella ripresa abbiamo sciupato tante altre occasioni e su un contropiede abbiamo subito la rete dell’1-1. Per fortuna grazie ad un secondo calcio di rigore, del quale si è voluto nuovamente incaricare Ortolani con grande personalità, abbiamo segnato il gol del 2-1 finale quando mancavano pochi minuti». Nel finale al gruppo di Rodo sono stati espulsi Ricci e Iannotti che ovviamente non saranno presenti a San Cesareo per squalifica. Tra le altre tre pareggi per gli Allievi provinciali (2-2 ad Acilia), gli Allievi regionali B (1-1 interno col San Cesareo), i Giovanissimi regionali B (0-0 a Giardinetti), mentre hanno vinto i Giovanissimi sperimentali 2001 che si sono imposti 2-1 in casa sulla Vigor Perconti.
 




CENTRO CALCIO ROSSONERO, LANDOLINA (GIOVANISSIMI REGIONALI B): «A GIARDINETTI GARA VERITÀ»

Redazione

Roma – Il giorno delle verità. Anche se c’è ancora un gran pezzo di campionato da giocare, i Giovanissimi regionali fascia B del Centro Calcio Rossonero stanno andando incontro ad una gara fondamentale per la loro stagione. «Sabato – dice mister Paolo Landolina – faremo visita al Giardinetti secondo con un punto di vantaggio rispetto a noi e in un grande momento di forma visto che viene da dieci vittorie consecutive. All’andata vincemmo 3-0, ma da allora il Giardinetti si è rinforzato e ora è un’altra squadra. Sarà una gara molto importante, se non decisiva per il nostro campionato visto che abbiamo tre punti di ritardo dalla capolista Città di Ciampino. Comunque ho un gruppo molto forte, possiamo riuscire a vincere. Se firmerei per un pareggio? A priori assolutamente no, poi vedremo come si metterà la gara». Nell’ultimo turno anche il Ccr ha dimostrato di essere in un ottimo momento. «Abbiamo vinto 6-0 sul Centocelle che è comunque una delle squadre di alta classifica – ricorda Landolina – anche se il primo tempo, chiuso in vantaggio per 3-0, ha visto un risultato bugiardo per l’impegno e le occasioni create dagli ospiti che poi nel secondo tempo erano chiaramente abbattuti per il passivo». Per i rossoneri a segno Valentini, Finocchi, Raparelli su rigore, Lazzeri, Chiacchierini e Scalchi. La classifica, comunque, è corta e Landolina non esclude altri “rientri”. «Le prime stanno viaggiando a ritmi altissimi, ma non escluderei dalla lotta anche il Ceprano. Comunque – conclude Landolina – il livello di campionato è davvero notevole perché anche squadre come lo stesso Centocelle o il Ponte di Nona hanno ragazzi interessantissimi e in generale non ci sono compagini troppo deboli con cui vincere comodamente».
Notizie positive anche dall’altro gruppo Giovanissimi regionali (fascia A) di mister Alessandro Rodo che si è imposto con un largo 6-0 sul Roccasecca e doppio successo anche per le squadre Allievi: i provinciali di Fabio Marini hanno sbancato il campo del Città di Nettuno (1-0), mentre i regionali fascia B di Leonardo Tibuzzi si sono imposti 2-1 sul Città di Ciampino. Doppio k.o., infine, per le due Giovanissimi sperimentali fascia B: i ragazzi di Tarquini hanno ceduto 3-1 all’Atletico 2000, mentre quelli di Trenta hanno perso 4-0 col Tor Tre Teste.
 




CENTRO CALCIO ROSSONERO, MARINI: «DOBBIAMO RISALIRE LA CLASSIFICA NEL GIRONE DI RITORNO»

Redazione

Roma – Gli Allievi provinciali del Centro Calcio Rossonero stanno per tornare a giocare in campionato. Dopo una lunga pausa di un mese circa, i ragazzi di mister Fabio Marini sono pronti a far visita al Città di Nettuno, squadra che è alle loro spalle in classifica. «Una gara alla portata, ma non bisogna sottovalutarla – dice il tecnico capitolino – anche perché si gioca fuori casa e a questi livelli si tratta sempre di partite pericolose». L’allenatore è soddisfatto di come la squadra ha lavorato durante la sosta. «I ragazzi stanno bene dal punto di vista atletico e stanno migliorando sotto l’aspetto di squadra. Da tre mesi ho preso in carico questo gruppo e devo dire che i progressi sia tattici che individuali sono evidenti: sono contento di come si stanno allenando e sono convinto che nel girone di ritorno potremo divertirci». Il Centro Calcio Rossonero ha iniziato la stagione perdendo diversi punti, ma mister Marini è convinto che si possa centrare una clamorosa rimonta. «Ora siamo in una zona di classifica medio-bassa, ma il nostro obiettivo è cercare di arrivare tra le prime tre. Non sarà semplice, perché dovremo cambiare totalmente marcia e avere un ruolino da prima in classifica, però i ragazzi mi fanno ben sperare». Nel frattempo il gruppo è stato anche puntellato. «Abbiamo fatto salire dagli Allievi regionali fascia B tre elementi e poi è arrivato anche un nuovo portiere dal Lariano. Ma al di là dei singoli, è la squadra che è cresciuta e per questo penso che possiamo scalare velocemente la classifica».
Per le altre selezioni, lo scorso fine settimana è stato caratterizzato da gare di campionato: gli Allievi regionali B di Tibuzzi hanno battuto 2-1 il Frascati, i Giovanissimi regionali di Rodo hanno colto un pirotecnico 7-3 sul campo del Quadraro Cinecittà, mentre i Giovanissimi regionali B di Landolina hanno passeggiato (5-0) sul campo della Roma VIII. Sconfitta di misura, infine, per i Giovanissimi provinciali B di Tarquini che hanno ceduto 2-1 alla Lodigiani.
 




CENTRO CALCIO ROSSONERO, TIBUZZI: «VOGLIAMO ARRIVARE TRA LE PRIME NELLE TRE CATEGORIE REGIONALI»

Redazione

Roma – L’inizio del nuovo anno presuppone delle aspettative. Quelle del Centro Calcio Rossonero e del suo settore giovanile agonistico, cresciuto nel tempo in maniera concreta, sono sempre state alte. E le parole di Leonardo Tibuzzi, allenatore degli Allievi regionali B nonché “supervisore” delle giovanili rossonere fino al gruppo 2004, lo confermano senza timore di smentite. «L’obiettivo della società è cercare di piazzare i nostri tre gruppi regionali tra le prime dei rispettivi gironi e magari tra queste cercare con una il salto immediato nella categoria d’Elite». La più vicina attualmente all’obiettivo è proprio la squadra Allievi B di mister Tibuzzi che nel primo turno del 2015 ha impattato in casa col Tor Sapienza per 1-1. «E’ stata una partita molto bella perché di fronte avevamo l’ex seconda della classe. Siamo andati in vantaggio con Castrogiovanni, ma nel primo tempo onestamente gli ospiti hanno giocato meglio. Poi nella ripresa siamo usciti fuori noi e potevamo vincerla, anche se credo che il pareggio sia il risultato più giusto. Devo riconoscere che il Tor Sapienza è la squadra più forte e completa di quelle che abbiamo incontrato». E visto che nel prossimo week-end inizia il girone di ritorno, ormai, il quadro delle avversarie studiato da Tibuzzi è completo. «Ora giocheremo di nuovo in casa con il Frascati che è ultimo in classifica. E’ vero che queste sono le partite più pericolose perché si rischia di sottovalutare l’avversario – dice il tecnico degli Allievi regionali B -, ma ormai credo che i ragazzi abbiano acquisito la giusta mentalità e non ho timori che sbaglino l’approccio alla gara». Nel primo turno dell’anno nuovo, fermi gli Allievi provinciali di mister Fabio Marini e i due gruppi Giovanissimi sperimentali, il Centro Calcio Rossonero ha ottenuto due vittorie con i Giovanissimi regionali di mister Alessandro Rodo (spettacolare 4-3 contro il Ponte di Nona) e con i Giovanissimi regionali B di mister Paolo Landolina (che si sono imposti con un netto 5-0 sul Pro Roma).
 




CENTRO CALCIO ROSSONERO, GIOVANISSIMI REG. – RODO: «A CASTELLIRI SERVONO VOGLIA E DETERMINAZIONE»

Redazione

Roma – E’ un momento di stagione molto importante per i Giovanissimi regionali del Centro Calcio Rossonero. La squadra di mister Alessandro Rodo è reduce dal successo interno per 3-1 sul Frascati e ora è attesa dalla sfida alla capolista Castelliri, da incrociare sul suo campo e con due punti in meno in classifica. «Mi hanno detto – sottolinea il tecnico del Centro Calcio Rossonero – che il prossimo avversario fa dell’agonismo la sua dote migliore. Tra l’altro giocheremo su un campo in terra e finora abbiamo perso le uniche due partite proprio nel frusinate (ad Anagni e Ferentino, ndr), quindi speriamo di aver fatto tesoro di quelle sconfitte. Per fare risultato servirà grande voglia e una forte determinazione anche per questo ci stiamo allenando molto sull’intensità perché dovremo essere pronti da quel punto di vista e noi invece abbiamo caratteristiche tecniche diverse. Il pareggio? Noi partiamo sempre per vincere, poi bisognerà vedere come si mette la partita e verificare se può andar bene anche un punto. Il cruccio maggiore – conclude il concetto Rodo – riguarda i due infortunati su cui non potremo contare: servirà grande personalità per fare bene sul campo del Castelliri». Rodo poi fa un passo indietro per commentare l’ultima vittoria dei suoi ragazzi. «Col Frascati abbiamo giocato una partita poco brillante, anche se il primo tempo lo avevamo fatto bene concludendolo sul vantaggio di 3-1 grazie alla doppietta di Ortolani e al gol di Giorgilli. Nel secondo tempo, però, siamo calati peccando come al solito di incisività offensiva. Comunque alla fine è arrivata la vittoria e questi tre punti sono sicuramente importanti». Due parole, infine, vanno spese sull’attaccante Matteo Ortolani, undici gol nelle prime otto partite di stagione. «E’ un ragazzo che sta lavorando e crescendo tanto assieme a tutta la squadra – spiega Rodo -. E’ un attaccante centrale che ha le caratteristiche, solo per fare un esempio ovviamente, di Boninsegna e Benzema. Ma deve migliorare e può farlo impegnandosi come fatto fino ad ora».
 




CENTRO CALCIO ROSSONERO, ALLIEVI PROVINCIALI – MARINI: «FATICHIAMO, MA HO UN GRANDE GRUPPO»

Redazione

Roma – Il calcio, a livello giovanile, dovrebbe quasi sempre prescindere dal risultato e badare soprattutto a quello che i ragazzi riescono a esprimere dentro al campo. Gli Allievi provinciali del Centro Calcio Rossonero e il loro tecnico Fabio Marini (subentrato da due settimane sulla panchina capitolina) possono essere un ottimo esempio in questo senso. «Stiamo vivendo un avvio di stagione molto difficoltoso a livello di risultati – dice Marini -, ma ho un grande gruppo a disposizione. I ragazzi si allenano con serietà ed abnegazione, mi ascoltano e alla domenica producono anche delle buone prestazioni. Purtroppo, fino ad ora, il campo non ci ha premiato, ma sono convinto che i punti non tarderanno ad arrivare. Io, comunque, non ho nulla da rimproverare a questi ragazzi, sono soddisfatto di come si stanno comportando». Nell’ultimo turno è arrivata una sconfitta sul campo dell’Unipomezia Virtus per 3-1. «Dopo un primo tempo equilibrato e chiuso sullo 0-0 – racconta il tecnico degli Allievi – , siamo andati in svantaggio, ma grazie ad un gol di Miraglia abbiamo subito pareggiato i conti. Purtroppo non siamo riusciti a sfruttare le occasioni avute e i padroni di casa ci hanno colpito due volte nella parte finale. I ragazzi, comunque, hanno provato a pareggiare fino alla fine e questo è lo spirito giusto». Nel prossimo turno la squadra maggiore delle giovanili del Centro Calcio Rossonero riceverà la Fortitudo Velletri. «Sono una squadra di alta classifica, ma finora non ho visto grandi differenze tra noi e il resto degli avversari – sottolinea Marini -. C’è da dire, però, che abbiamo incontrato tante squadre di vertice in questo avvio di campionato e anche per questo sono fiducioso in una prossima inversione di tendenza». Fabio Marini, coordinatore della Scuola calcio, si è messo a disposizione della società per prendere in mano questo gruppo. «Ringrazio il club per l’opportunità che mi ha concesso e per il sostegno che mi sta dando – dice il tecnico -, è la mia prima volta alla guida di una squadra agonistica e cercherò di fare il massimo assieme a questi splendidi ragazzi».
 




CENTRO CALCIO ROSSONERO, GIOVANISSIMI PROVINCIALI B – TRENTA: «UN ANNO DI PURA FORMAZIONE»

Redazione

Roma – Prima gioia stagionale per i Giovanissimi provinciali B del Centro Calcio Rossonero. I ragazzi di David Trenta hanno abbattuto la Fortitudo Roma fuori casa con un chiaro 4-0 firmato da Lucarelli, Licciardi, Grillini e Tocci. «Anche se abbiamo concluso il primo tempo in vantaggio di un solo gol – specifica l’allenatore del club capitolino -, avevamo già prodotto tante occasioni da rete conducendo sempre la partita. Nella ripresa siamo stati più incisivi sotto porta e il risultato ha preso una dimensione più larga». L’allenatore, comunque, era già soddisfatto di quanto visto anche in precedenza nonostante i suoi ragazzi avessero collezionato due sconfitte e un pareggio. «A livello di prestazione abbiamo fatto sempre bene. E questa è la cosa che più conterà in tutta la stagione – rimarca Trenta – perché siamo un gruppo sotto età che sta facendo un anno di pura formazione. Il risultato ha un’importanza davvero relativa perché la cosa più rilevante è la crescita di un gruppo che ha ottime potenzialità e che tra l’altro è quasi totalmente rinnovato rispetto alla scorsa stagione visto che sono rimasti sono in quattro dall’anno passato». Nel prossimo turno i giovani rossoneri ospiteranno il Villanova. «Dell’avversario so solo che ha un punto in più rispetto a noi e dunque puntuamo a scavalcarlo. Immagino, però, che come tutti gli altri club avranno una squadra di un anno più grande della nostra e quindi dal punto di vista fisico possiamo andare in sofferenza. Ma ciò che più conta è che i ragazzi si esprimano al meglio delle loro possibilità perché dal punto di vista tecnico questo è un gruppo che ha grandi prospettive».
Tra le altre, brutto rovescio degli Allievi provinciali che hanno ceduto 4-1 contro la Omc Roma, per il resto solo splendide vittorie: gli Allievi regionali B hanno vinto 3-1 contro la Libertas Centocelle, i Giovanissimi regionali hanno superato (2-1) il San Lorenzo, con il medesimo risultato i Giovanissimi regionali B hanno piegato il Ceprano, mentre i Giovanissimi provinciali B hanno strapazzato il Real Tor Sapienza per 5-2.
 




CENTRO CALCIO ROSSONERO, ALLIEVI REG. B “SETTEBELLEZZE” – TIBUZZI: «ORA OCCHIO AL CENTOCELLE»

Redazione

Roma – Gli Allievi regionali B del Centro Calcio Rossonero sono in vetta alla classifica. La squadra di mister Leonardo Tibuzzi comanda il girone D della categoria con 13 punti, condividendo il primato con il Ceprano. Nel prossimo fine settimana la squadra capitolina è attesa da un match per nulla semplice sul campo del Centocelle, anche se la classifica deficitaria della squadra avversaria (tre punti) potrebbe far pensare il contrario. «Ho sempre timore più delle sfide con le squadre meno “importanti” che con quelle di alta classifica – dice Tibuzzi – perché in questo genere di partite bisogna trovare gli stimoli e la concentrazione giusta, mentre nei big match queste cose sono quasi automatiche. Inoltre non è mai facile vincere a Centocelle, quindi ci vorrà una prestazione di personalità da parte dei miei ragazzi per portare via l’intera posta in palio». Le forze degli avversari saranno decuplicate dal fatto di avere contro la prima della classe, reduce tra l’altro da un’impressionante prova di forza contro il Cynthia nell’ultimo turno. «Abbiamo vinto 7-0, chiudendo già all’intervallo in vantaggio di tre gol. Eppure i primi venti minuti di gioco erano stati abbastanza equilibrati: una volta che abbiamo trovato la prima rete, però, non c’è stata più partita». Anche il Cynthia (ultimo della classe con zero punti all’attivo) versa in una brutta situazione di classifica. «E infatti alla vigilia non ero tranquillo – ammette Tibuzzi – perché queste sono le situazioni più complicate da gestire. L’anno scorso, tra l’altro, la nostra partita peggiore fu proprio contro l’ultima della classe, quando pareggiammo l’incontro buttando letteralmente due punti. Quest’anno, però, i ragazzi sembrano più determinati, hanno acquisito una mentalità giusta e credo che non ripeteranno quell’errore». L’inizio di campionato era quello che Tibuzzi e tutto l’ambiente del Centro Calcio Rossonero si aspettava. «Abbiamo ottenuto quattro vittorie e un pareggio nelle prime cinque partite, siamo primi e possiamo continuare a fare bene. Le avversarie più pericolose? Direi che, oltre al Ceprano, anche Tor Sapienza e San Cesareo (con cui il Ccr ha collezionato l’unico pari, ndr) possono dire la loro nella corsa al vertice».