1

Chi risolve i problemi dei cittadini?: ospiti di Officina Stampa i senatori Astorre (PD) e Aracri (FI)

 

Red. Politica

Centrodestra e centrosinistra ai calci di rigore nel panorama politico nazionale che si riflette poi sul territorio. Nuovi fermenti con un Pd che cerca vie di fuga da vecchi contenitori rispetto ai quali alcuni iscritti non si sentono più rappresentati mentre nel centrodestra si riaffaccia lo spettro delle tanto discusse primarie e necessita di fare sinergia tra vecchi e nuovi volti. Una sinergia che fin’ora è stata difficile a compiersi.

Come si ripercuote la situazione nazionale dei partiti sulle prossime amministrative? Ci saranno accordi, coalizioni sottobanco o inciuci? Si potrà trovare una soluzione a problemi che interessano direttamente le tasche dei cittadini e la loro sopravvivenza quotidiana: lavoro, immigrazione, servizi carenti e tasse alle stelle su rifiuti, acqua, energia elettrica.

Quanto incidono le inchieste della magistratura sulla stabilità dei partiti politici: dal Consip, alle firme false dei grillini in Sicilia, dall’arresto di Marra a Berlusconi accusato di estorsione su Ruby Ter e “olgettine”.  

D’Alema ha dichiarato: “Lasciare il Pd? Come strappare un cerotto: fa male, però dopo si sta meglio”. La Meloni ha detto: “Silvio, se vuoi vincere trova una sintesi e accetta le primarie”.

A parlare di questi temi due Senatori della Repubblica a confronto: il Senatore Bruno Astorre del Pd e il senatore di Forza Italia Francesco Aracri. Al confronto è stata invitata anche la senatrice del Movimento Cinque Stelle Elena Fattori la quale ha fatto sapere di non poter partecipare "causa impegni iscritti".

Il confronto si terrà nel salotto di Officina Stampa, la trasmissione web tv che si tiene tutti i giovedì a Grottaferrata. Il web talk condotto dalla giornalista Chiara Rai andrà in diretta giovedì 9 marzo 2017 alle ore 18:00 sui seguenti canali:

youtube OFFICINA STAMPA

www.officinastampa.tv

Facebook OFFICINA STAMPA

La diretta sarà trasmessa dal locale Black Jack di Grottaferrata

 




ROMA: TANTE LE CONGRATULAZIONI PER ADRIANO PALOZZI, NUOVO COORDINATORE PROVINCIALE DI FORZA ITALIA

Redazione

Roma – Tanti gli auguri arrivati dagli esponenti politici di Forza Italia in occasione della nomina di Adriano Palozzi a coordinatore provinciale del partito di Silvio Berlusconi.

"La provincia di Roma ha un valido coordinatore, Adriano Palozzi è l'uomo giusto per ricoprire questo incarico che renderà sempre più radicata Forza italia nel Lazio. Il nostro partito, ha bisogno di una politica dei fatti, che non si regga su false promesse ma su obiettivi concreti: quelli portati sempre avanti da Palozzi. Congratulazioni e auguri all'amico Adriano per il nuovo incarico". Così in una nota congiunta il senatore di Forza Italia, Francesco Aracri e il candidato alle Europee nel collegio Italia centrale, Fabio Armeni.

“Sono onorato di essere stato nominato coordinatore di Forza Italia per la provincia di Roma, un incarico per me molto importante per la responsabilità che mi viene affidata in un momento così delicato per il nostro partito. Voglio rivolgere un sentito ringraziamento al presidente Silvio Berlusconi e al coordinatore regionale Fazzone per la fiducia che mi è stata accordata. Da oggi mi attende un lavoro che onorerò col massimo impegno e con l'apporto indispensabile dei quadri locali del partito, gli amministratori, gli esponenti politici, gli amici e i simpatizzanti di tutti i comuni della provincia di Roma. Farò del dialogo e del rinnovamento i principi ispiratori della mia azione politica nella consapevolezza che solo consolidando il legame con i territori e ripartendo dal basso, sarà possibile rilanciare il partito. Mi impegnerò affinché anche la provincia di Roma costituisca un gruppo forte, aperto, coeso, in grado di instaurare un dialogo costante con i cittadini. Una sfida che, ne sono certo, onoreremo al meglio. Le elezioni amministrative ed europee sono ormai alle porte e il successo di Forza Italia sarà il nuovo punto di partenza per tornare a essere il primo partito in Italia”. Così, il neo coordinatore FI per la provincia di Roma, Adriano Palozzi.

“Esprimo i complimenti più sinceri ad Adriano Palozzi, nominato oggi coordinatore Forza Italia per la provincia di Roma. Adriano, mio amico da tanti anni, ha sempre dimostrato grande attaccamento al territorio prima nella veste istituzionale di primo cittadino e attualmente in qualità di consigliere regionale. Sono davvero felice che la scelta del presidente Berlusconi e del coordinatore regionale Fazzone sia ricaduta su di lui: Adriano è l’esempio lampante del rilancio del partito sul nostro territorio”. Così il candidato sindaco in quota Fi alle prossime elezioni comunali di Frascati, Mirko Fiasco.

“In occasione della nomina di coordinatore di Forza Italia per la provincia di Roma, desidero far giungere all'amico Adriano Palozzi l'augurio più fervido e sincero per lo svolgimento del nuovo incarico, consapevole che solo ripartendo dai territori sia possibile rilanciare il partito. Sono certa che onorerà quest'ennesimo importante incarico, circondato dalla stima e dall'affetto di tutti coloro che si riconoscono in Forza Italia e sarò ben lieta di dare tutto il mio appoggio e collaborazione in vista della prossima importantissima tornata elettorale. Nel formulare l'augurio di buon lavoro gli invio un caloroso abbraccio e il mio più cordiale saluto”. Così in una nota il consigliere comunale di Nemi, Cinzia Cocchi




ROMA, IMPRESE AFFOSSATE DA PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. ARACRI PDL PRESENTA INTERROGAZIONE

C.R.

Le imprese sono in ginocchio a causa dei ritardi nei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. La denuncia arriva a mezzo di un'interrogazione presentata ieri dall'on. Francesco Aracri del Pdl al Ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera. Il ritardo nel pagamento di fatture scadute è diventato presso talune amministrazioni una regola fissa e in certi casi il ritardo nei pagamenti si misura in anni, secondo la stima del Ministro dello sviluppo economico lo scaduto dei pagamenti privati e pubblici raggiunge ormai la cifra di 60-80 miliardi di euro di debito forzoso. “Le amministrazioni mettono in pratica politiche di rigore sul versante degli adempimenti fiscali e del recupero dei tributi non pagati – continua Aracri – mentre, nello stesso tempo e contro gli stessi soggetti, sono più o meno disattente nel rispetto di regole contrattuali, mettendo in dubbio la loro onorabilità, legittimità e in ultima analisi la credibilità dell'intero sistema statale”.

Aracri chiede l’operatività immediata della direttiva Ue 2011/7/UE, del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 febbraio 2011, che stabilisce termini non derogabili per l'adempimento delle obbligazioni monetarie delle pubbliche amministrazioni, prima del termine di recepimento, fissato al 16 marzo 2013 e che il Ministero provveda ad istituire meccanismi di compensazione tra le imprese e le pubbliche amministrazioni in ritardo con i pagamenti.