1

FRASCATI SKATING ASD, GIOIA DEL PRESIDENTE VALENTE: "BETTI, TRANI E QUIRINI FANTASTICI"

Redazione

E' stato un sabato mattina davvero memorabile quello che ha vissuto pochi giorni fa il presidente Claudio Valente e con lui tutto il Frascati Skating. La grandissima impresa di Dario Betti, laureatosi per la seconda volta consecutiva campione del mondo di pattinaggio a rotelle in quel di Auckland (Nuova Zelanda), e l'altro splendido risultato ottenuto da Cristina Trani, seconda nella gara femminile dietro alla fortissima Debora Sbei, gli hanno riempito gli occhi. «Innanzittutto – dice Valente – voglio mandare un ideale abbraccio a Dario, Cristina e al nostro allenatore Gabriele Quirini che li ha guidati in questa impresa: sono stati bravissimi. Una volta terminata la competizione ho avvertito tutti gli amici e gli appassionati del grande risultato appena ottenuto». Il massimo dirigente entra poi più nello specifico. «Per un attimo ho avuto paura che Dario non ce la facesse – confessa Valente -, ma non per la sua esibizione, che è stata semplicemente perfetta e assolutamente meritevole del primo posto, quanto per la presenza del brasiliano Sturmer (poi piazzatosi secondo, ndr) che seguiva l'esibizione del nostro atleta. L'impresa di Cristina ha praticamente lo stesso valore: ha fatto una gara magnifica migliorando il quarto posto dello scorso anno in Brasile. Ora il suo obiettivo è cercare un giorno di arrivare davanti alla Sbei». Il titolo mondiale di Betti consente alla società tuscolana di aggiornare uno score impressionante. «Siamo al 12esimo titolo iridato consecutivo tra categorie Senior e Junior – ricorda con orgoglio Valente – e questo vuol dire che nel tempo questa società ha dato qualcosa alla città di Frascati. Ecco, mi aspetto che la città celebri degnamente questo straordinario alloro: il massimo obiettivo che un pattinatore può raggiungere visto che la nostra disciplina, per ora, non è inserita tra quelle olimpiche». Una grande ingiusta alla quale Betti e la stessa Trani dovranno continuare a “rispondere” come solo loro sanno fare: vincendo altre medaglie per il Frascati Skating.




FRASCATI BASKET, PRIMI GIORNI DI LAVORO. IL COMITATO UFFICIALIZZA IL GIRONE DI C2

Redazione

Il Basket Frascati Linea Gaggioli ha mosso i primi passi nella nuova stagione. Giovedì scorso la squadra si è radunata al palazzetto di Vermicino per i primi test fisici agli ordini del preparatore atletico 'Ntendarere che continuerà il proprio lavoro anche in questa settimana. Da lunedì, poi, il nuovo coach Nevio Ciaralli, che sarà affiancato sulla panchina tuscolana da Cristiano Mocci, ha iniziato a dare le prime indicazioni tattiche al gruppo. Sempre lunedì i rappresentanti della società del presidente Fernando Monetti hanno partecipato ad un'importante riunione presso il comitato regionale dove, tra le altre cose, si sono decisi i gironi della prossima serie C2 e lo slittamento di una settimana (dal 30 settembre al 7 ottobre) dell'inizio del campionato. Il massimo torneo regionale terminerà il 18 aprile con un turno infrasettimanale in contemporanea come nella scorsa stagione. Il regolamento che le prime 8 accederanno ai play off, le squadre classificatesi al nono e decimo posto termineranno il loro campionato, le squadre piazzatesi dall’11esimo al 13esimo posto accederanno ai play out, mentre l'ultima retrocederà direttamente in serie D. Il Frascati Basket è stato inserito nel girone A assieme a Fabiani Formia, Basket Terracina, Virtus Velletri, Monteporzio, Apdb Roma, Alfa Omega, Smit Roma Centro, Pamphili World Basketball, Alba Basket Monterotondo, San Paolo Ostiense, Ostia Dolphins, St. Charles e Pallacanestro Alatri. La società del presidente Monetti, comunque, rimane vigile sul mercato alla ricerca di un ultimo pezzo (un lungo) per completare il puzzle da mettere a disposizione di coach Ciaralli.
 




FRASCATI SKATING, DARIO BETTI: “GLI EUROPEI? UN BANCO DI PROVA IMPORTANTE”

Redazione

Sono partiti ieri e finiranno domenica i campionati europei di pattinaggio a rotelle delle categorie Junior e Senior di scena ad Arnas, in Francia, a due passi da Lione. Il Frascati Skating del presidente Claudio Valente incrocia le dita nella categoria Senior per il suo “uomo di punta”, quel Dario Betti campione in carica uscente e fresco vincitore della medaglia di bronzo ai recenti campionati italiani di Roccaraso. «Questi saranno i miei secondi campionati europei della categoria Senior – ricorda Dario -, già l'hanno scorso avevo partecipato all'edizione svoltasi a Reggio Calabria vincendo il titolo. Proverò a riconfermare il titolo – dice l'atleta di origini umbre -, ma lo scopo principale per me è quello di riscattarmi dal terzo posto del campionato italiano». Parole da atleta molto determinato che considera quasi come un mezzo passo falso il terzo posto ottenuto agli Assoluti. «Dopo quelle gara – continua Betti – ho ripreso subito gli allenamenti a pieno ritmo e questa gara sarà un ottimo banco di prova anche in previsione della preparazione del mondiale della Nuova Zelanda ad ottobre». Un appuntamento al quale potrebbe essere presente un'altra atleta del Frascati Skating, vale a dire la vice-campionessa d'Italia Cristina Trani. Tornando alla gara della massima competizione continentale di Betti, è fiducioso anche il suo allenatore Gabriele Quirini. «Il campionato europeo – dice il tecnico – è un impegno importante. Dario si presenta da detentore e anche per questo motivo ci teniamo a ben figurare. L'obiettivo è quello di tentare di conquistare un'altra medaglia d'oro». Infine la società ha deciso di ampliare i contenuti del sito www.frascatiskating.it: a breve si potranno leggere, oltre ai comunicati ufficiali, anche alcune impressioni di atleti, tecnici e dirigenti del team tuscolano.

 




CASTELLI ROMANI, RUGBY CITTÀ DI FRASCATI SSD, COACH CUTTITTA: “IL NOSTRO OBIETTIVO? CERCARE DI FARE IL MASSIMO”

Sull'agenda del Rugby Frascati ci sono due amichevoli, quella del 16 settembre sul campo della Capitolina e quella del 23 sul terreno di gioco del Latina prima dell'esordio ufficiale in serie B.

 

Redazione

La Federugby ha reso nota la composizione dei quattro gironi di serie B per la stagione 2012-13. Il Rugby Città di Frascati è stato inserito nel gruppo 4, quello comprendente le squadre del centrosud. Assieme ai giallorossi del presidente Antonio Colleluori e dell'amministratore delegato Emanuela Musetti ci saranno Rieti, Palermo, Messina, Primavera Rugby, Colleferro, Gran Sasso, San Giorgio, Benevento, Partenope, Cus Roma e quel Segni che sarà il primo avversario della stagione ufficiale (appuntamento allo Stadio del Rugby di Cocciano il 7 ottobre alle ore 15,30). «Direi che i valori dovrebbero essere grosso modo quelli della scorsa stagione – analizza il coach frascatano Michele Cuttitta -, probabilmente il Benevento ha costruito una squadra importante, ma noi guardiamo in casa nostra senza porci obiettivi, ma cercando di fare il massimo. A livello logistico avremo tre trasferte, le due siciliane e quella di Reggio Calabria, non proprio comode, ma ce lo aspettavamo». Cuttitta, da questa stagione insediatosi sulla panchina frascatana, sta lavorando da poco più di una settimana col nuovo gruppo. «La preparazione atletica è fondamentale per gettare una buona base in vista della stagione. Manca ancora qualche ragazzo all'appello e in questa settimana qualcuno si aggregherà, ma il lavoro fisico è decisivo per sviluppare il rugby che ho in mente». Il primo impatto coi suoi nuovi giocatori, comunque, è stato positivo. «A livello atletico – sottolinea Cuttitta – ho trovato i ragazzi globalmente in buone condizioni. Tra l'altro non ci sono grandi differenze nello stato di forma e questo agevolerà il nostro lavoro». Sull'agenda del Rugby Frascati ci sono due amichevoli, quella del 16 settembre sul campo della Capitolina e quella del 23 sul terreno di gioco del Latina prima dell'esordio ufficiale in serie B. Intanto da questa settimana è iniziata anche l'avventura stagionale dell'Under 14 di coach Giorgio Farina e dei suoi assistenti Simone D'Agostino e Francesco Orlando, mentre dalla prossima partirà tutto il Settore Propaganda.




FRASCATI, B2F/G: VOLLEY CLUB, LUNEDÌ INIZIA LA PREPARAZIONE

Scafati: "Voglio sottolineare una volta di più che la società Volley Club Frascati, senza fare il passo più lungo della gamba, mantiene sempre i propri impegni senza fare promesse “a vanvera” come già successo in passato da altre parti"

 

Redazione

Vacanze “al lumicino” per la serie B2 femminile del Volley Club Frascati del presidente Massimo Marchionne. Le ragazze di coach Claudio Scafati si ritroveranno lunedì prossimo (ore 18,30) al palazzetto di Vermicino per il primo giorno della preparazione. «Dopo le tradizionali misurazioni antropometriche – spiega il tecnico frascatano – rivolgeremo il discorso di rito al gruppo e poi si inizierà a lavorare. Nella prima settimana ci alleneremo tutti i giorni fino al sabato, mentre nella seconda il gruppo avrà un giorno di riposo al mercoledì. Dalla terza settimana partirà il programma regolare di quattro allenamenti settimanali che porteremo avanti per tutto l'anno». Insomma si fa subito sul serio per le neopromosse frascatane che, come da calendario provvisorio, inizieranno le fatiche ufficiali il prossimo 13 ottobre con la sfida casalinga al Casal Palocco. «I nostri obiettivi? Cercheremo di centrare una salvezza onorevole – rimarca Scafati -, il campionato nazionale è di alto livello e nel nostro girone sono presenti squadre di grande caratura come Divino Amore, Anguillara, Ostia e Cisterna che probabilmente si giocheranno la promozione. Tra le possibili outsider – continua il coach – inserirei Palocco, Roma Centro, Terracina e Roma 7, mentre sulle sarde sappiamo di meno». La rosa della squadra tuscolana è in via di definizione. «Siamo alla finestra – conferma Scafati – per vedere se capita qualche buona opportunità. In questo mercato sono rimasto molto perplesso sia per alcuni atteggiamenti non corretti di parole non mantenute da parte di alcune atlete, sia per le richieste fatte in un periodo economico come questo. Voglio sottolineare una volta di più – conclude Scafati – che la società Volley Club Frascati, senza fare il passo più lungo della gamba, mantiene sempre i propri impegni senza fare promesse “a vanvera” come già successo in passato da altre parti».




RUGBY CITTÀ DI FRASCATI SSD, È INIZIATA LA STAGIONE DI SENIORES, UNDER 20 E UNDER 16

Redazione

Primo giorno di scuola, ieri (lunedì), per il Rugby Città di Frascati. L'impianto tuscolano, oggetto di un ampio progetto di restyling portato avanti dalla società del neo presidente Antonio Colleluori e dell'amministratore delegato Emanuela Musetti, ha riaperto i battenti alle ore 18 per ospitare le categorie Under 16 di coach Angelo Maugeri e Under 20 di coach Alejandro Villalon, poi alle ore 20 è stata la volta del settore Seniores. Per ciò che riguarda il primo XV, il neo tecnico Michele Cuttitta (che sarà assistito da Luca Corona) si è presentato brevemente ai ragazzi presenti al primo allenamento, spiegando loro il programma che avrebbe caratterizzato la prima seduta. Poi via ai primi test fisici e alle prime “sudate” stagionali per i ragazzi che dovranno difendere il nome di Frascati nel prossimo campionato di serie B. Insomma il Rugby Città di Frascati è già al lavoro con le sue squadre “maggiori”: da lunedì prossimo, invece, inizierà le proprie fatiche la categoria Under 14 di coach Giorgio Farina, mentre martedì 4 settembre sarà la volta delle restanti categorie del Settore Propaganda (Under 6, 8, 10 e 12). Tutti gli atleti accorsi presso lo Stadio del Rugby di Cocciano hanno potuto apprezzare il notevole sforzo compiuto dalla società tuscolana per “rimettere a nuovo” il terreno di gioco che alla fine della scorsa stagione aveva perso il suo color verde. Il club del presidente Colleluori ha effettuato un grosso lavoro per rendere di nuovo erboso il campo di gioco e sta studiando alcune soluzioni organizzative per “preservarlo” durante la nuova stagione.
 




FRASCATI SCHERMA, FANTASTICA DOPPIETTA OLIMPICA: ANCHE ASPROMONTE È ORO A SQUADRE

Redazione

Due ori (e un quarto di finale) su tre competizioni. Questo il ricchissimo bilancio dell'avventura degli atleti del Frascati Scherma alle Olimpiadi di Londra: dopo l'oro di Ilaria Salvatori nella prova a squadre del fioretto femminile, Valerio Aspromonte ha fatto il bis imitando le ragazze assieme ai suoi compagni Baldini, Cassarà e Avola. Il biondo fiorettista che difende anche i colori delle Fiamme Gialle voleva fortemente riscattare l'eliminazione ai quarti di finale della prova individuale e forse proprio la tensione per l'esito di quella gara non lo ha fatto rendere al meglio nell'assalto dei quarti di finale contro la Gran Bretagna. Fatto sta che Valerio ha perso di una stoccata gli assalti con Kruse (7-8) e Halsted (5-6), patendo ancor di più la sua seconda sfida con Davis (4-9). «Anche per questo e per il fatto che Valerio soffre un po' gli atleti statunitensi, in semifinale il ct Cerioni ha scelto di inserire al suo posto Avola» racconta il presidente del Frascati Scherma, Paolo Molinari. Una scelta rischiosa (visto che in caso di infortunio di uno dei tre atleti non sarebbe stato possibile effettuare un altro cambio), ma vincente da parte del commissario tecnico tanto che Avola si è ben disimpegnato sia nella semifinale con gli Usa (vinta 45-24) sia nell'ultimo atto col Giappone (battuto 45-39). «Comunque è arrivato l'oro e per noi aver conquistato due primi posti coi nostri due atleti – sottolinea Molinari – è davvero motivo di grandissimo orgoglio. Ora concediamo a Ilaria e Valerio le meritate vacanze, poi a settembre organizzeremo per loro una grande festa. In questo senso ho avuto già il sostegno del sindaco di Frascati Stefano Di Tommaso che si è complimentato per i grandi traguardi ottenuti». Due medaglie d'oro in tre giorni per il Frascati Scherma: un'emozione storica.

tabella PRECEDENTI:

03/08/2012 FRASCATI SCHERMA, LONDRA 2012: FANTASTICA SALVATORI, È UNO STORICO ORO NEL FIORETTO A SQUADRE



RUGBY CITTÀ DI FRASCATI SSD, IL “GRAZIE” DELL'AD MUSETTI A PANATTONI E DELLA CECA

Redazione

Nella stagione da poco conclusa, sono stati due colonne dello staff tecnico del “vecchio” Mini Rugby Frascati, da poco passato alla nuova denominazione di Rugby Città di Frascati. Il riferimento è a coach Gianni Panattoni, tecnico della prima squadra che ha disputato la serie B, e a Francesco Della Ceca, guida dell'Under 16 tuscolana. Nella prossima stagione non faranno parte del nuovo organigramma tecnico e l'amministratore delegato (nonché ex presidentessa del Mini Rugby) Emanuela Musetti vuole sottolineare l'importanza del loro lavoro. «Ho lavorato con Gianni solo lo scorso anno – rimarca l'ad del Rugby Città di Frascati -, ma ho conosciuto una persona di grande professionalità e capacità. Sono convinta che molto del merito della permanenza in serie B, fondamentale per il nostro nuovo progetto societario, sia stato proprio del lavoro svolto da Panattoni. Anche per questo mi auguro che Gianni, sebbene la scelta societaria sulla guida tecnica della prima squadra sia ricaduta su Michele Cuttitta, possa continuare a darci il suo contributo di grande competenza magari in un altro ruolo». Una proposta tutt'altro che formale, ma molto sentita quella della Musetti che allo stesso modo sente di ringraziare Francesco Della Ceca, che andrà a fare il preparatore atletico nell'Accademia di Tirrenia, per l'operato della scorsa stagione. «Abbiamo dato a Francesco – dice l'ad frascatano – l'opportunità di crescere cogliendo una grande occasione dal punto di vista federale». A Tirrenia, Della Ceca ritroverà i gemelli Di Giulio. «E' un grande orgoglio per noi aver avuto dalla Federazione un attestato di stima per il nostro lavoro e per tre esponenti della nostra società – sottolinea la Musetti -, segno che il cammino fatto è stato di qualità». E la strada tracciata da Della Ceca e dai due Di Giulio potrebbe essere percorsa a breve da qualche altro membro del club frascatano. «Sono convinta – sostiene la Musetti – che almeno due tecnici e tre o quattro ragazzi abbiano le potenzialità per entrare a far parte dell'Accademia. Soprattutto per quanto riguarda i giocatori dico che sarà fondamentale avere la testa giusta e in questo senso proprio l'esperienza dei Di Giulio dovrebbe essere da esempio».