1

Frascati al voto. Franco Medici di Articolo 1 per Sbardella sindaco: “Per una città della Scienza”

“Vogliamo coinvolgere tutti i cittadini che credono negli ideali di giustizia sociale, di difesa delle risorse ambientali e della democrazia”

Il 3 e 4 ottobre è tempo di elezioni anche a Frascati, cuore dei Castelli Romani. Una competizione importante che vede impegnati nella corsa alla guida del Comune molti cittadini. Tra questi concorre nella lista Articolo 1 per Francesca Sbardella sindaco, Franco Medici, professore alla professore associato di Scienza e Tecnologia dei Materiali presso “Sapienza” Università di Roma, già presidente di Italia Nostra Lazio. Lo abbiamo intervistato.

Professor Franco Medici, Frascati sembra arrivata ad un bivio o continuare ad essere un centro più o meno ridente dell’hinterland romano o deviare decisamente verso la ricerca di una propria identità che la proietti nel panorama nazionale ed internazionale.

Articolo 1 nella quale lei concorre a sostegno della candidatura a sindaco di Francesca Sbardella al riguardo ha le idee chiare: si è stilato un programma molto ambizioso e una delle sfide di maggior rilievo ci pare quella di puntare su un futuro di Frascati come città della Scienza.

Può spiegare meglio quali sono le basi da cui partire e quali gli obiettivi che presentate agli elettori?

Frascati è una città nota a livello internazionale, non solo per il vino Frascati doc, ma fondamentalmente ed è, quello che ci interessa particolarmente, è un polo di ricerca tra i più importanti in Europa, è sede, infatti, dell’ INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), che lavora in stretta collaborazione con il CERN di Ginevra, e del Centro di Ricerca ENEA, laboratori leader mondiali nella ricerca nel settore della fusione nucleare. E’ sede, inoltre, dell’ ESRIN (European Space Research Institute), uno dei sei centri internazionali dell’ Agenzia Spaziale Europea per il telerilevamento.

Molti scienziati e ricercatori vivono nel territorio tuscolano, vogliamo promuovere, con il loro aiuto, la costituzione di un polo scientifico, all’interno dei diversi Centri di Ricerca, che sia in grado di individuare soluzioni innovative e che abbia, come obiettivo finale, quello di migliorare i servizi offerti ai cittadini (Smart City). L’Università di Tor Vergata sorge ai confini, vogliamo istituire un delegato comunale ai rapporti con i Centri di Ricerca e l’Università, perché Frascati diventi “città della cultura e della scienza”. Ritengo, inoltre, che sviluppare applicazioni tecnologiche innovative, a vantaggio della comunità, costituirà sicuramente un volano economico ed occupazionale per tutto il territorio tuscolano.

Il consumo di suolo è certo una delle problematiche più gravi di Frascati come di tutti i Castelli Romani. Qual è la vostra posizione al riguardo una volta al governo della città?

I rapporti nazionali dell’ ISPRA (Istituto per la Protezione e la Ricerca Ambientale) riguardo il consumo del suolo, le dinamiche territoriali ed i servizi eco sistemici del 2018 e degli anni successivi, indicano che il consumo di suolo, nell’area dei Castelli Romani, è pari al 16 per cento del totale disponibile, il doppio di quello medio Italiano e quasi il quadruplo rispetto alla media Europea.

Frascati, tra i comuni dei Castelli Romani, si attesta, secondo i dati ISPRA del 2018, nella fascia medio-alta con un consumo pro-capite di 240 (m2/abitante). I dati dei diversi rapporti evidenziano come il fenomeno del consumo di suolo non proceda in maniera congruente con la crescita demografica, infatti, a fronte di una diminuzione della popolazione le superfici occupate delle costruzioni continuano a crescere ogni anno.

Nel programma di legislatura, la coalizione propone una forte inversione di tendenza, che si sostanzia in consumo di suolo pari a zero per favorire e sviluppare una agricoltura di qualità.

Il Parco dei Castelli Romani è una realtà del territorio come pensate, in considerazione anche del fatto che lei ha ricoperto l’incarico di presidente del Consiglio regionale del Lazio di Italia Nostra, di interagire con questa area protetta.

I rapporti tra il Comune di Frascati ed il parco Regionale dei Castelli Romani sono da sempre particolarmente buoni. Ricordo che nel 1996, il consiglio comunale, (sindaco Enrico Molinari ed assessore all’Urbanistica Gianluigi Peduto, oggi presidente dell’ Ente Parco Regionale), propose un allargamento del Parco all’interno del Comune di Frascati.

L’ Ente Parco ha difeso strenuamente le aree verdi del territorio, favorito la promozione socio economica del territorio, aperto una importante collaborazione con Villa Falconieri e l’ Accademia Vivarium Novum, per una fruizione al pubblica di questa villa tuscolana, una delle mete del Grand Tour.

Ci sarà ora da affrontare il problema delle antenne per lo sviluppo della tecnologia 5G, non è pensabile ad un proliferare di antenne all’interno dell’area protetta. Il parco non ha, ancora, un piano di assetto approvato in via definitiva a più di trentacinque anni dalla sua istituzione, ci auguriamo che ciò avvenga a breve: tale atto finale dipende dal Consiglio Regionale.

Frascati era un tempo meta del Grand Tour. Come valorizzare il grande patrimonio culturale e metterlo a disposizione dei cittadini?

Oltre al patrimonio delle ville tuscolane, note a livello nazionale ed internazionale, non va trascurata la vicinanza con il parco dei Lucretili, si potrebbe pensare, infatti, ad un turismo di qualità che leghi le due realtà.

Ricordo venti anni fa di aver visto, proposto dai tour operator americani, un percorso turistico che partiva da Palestrina, arrivava a Frascati e si chiudeva con Albano ed Anzio con la visita al cimitero di guerra della seconda guerra mondiale. La cosa che più mi ha stupito è che la proposta turistica, di sette giorni, fosse alternativa al turismo della città di Roma e alla visita del parco dell’ Appia Antica.

Articolo 1 fa parte di una coalizione ampia. Come vi state confrontando nel vostro ambito e qual è il valore aggiunto della candidata a sindaco?

La coalizione è ampia, raccoglie il centro-sinistra e la lista di Articolo 1 ne costituisce l’area più spinta verso i valori della sinistra, vogliamo coinvolgere tutti i cittadini che credono negli ideali di giustizia sociale, di difesa delle risorse ambientali e della democrazia. Perché Francesca Sbardella candidata a sindaco?

La risposta è semplice: ha quaranta anni, è giovane, è nel pieno delle forze fisiche ed intellettuali che sono necessarie per governare una città che presenta tante problematiche. Francesca ha poi la giusta esperienza, è stata infatti, consigliere comunale per due legislature, conosce la città ed i suoi problemi, è, quindi, tra tutti noi, la persona che abbiamo reputato più adatta alla candidatura a sindaco.

Qual è il suo motto e che tipo di campagna elettorale sta portando avanti in vista del voto del 3 e 4 ottobre prossimi?

L’ articolo 1 della Costituzione: “L’ Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”.

Siamo tutti i giorni nelle piazze, nei quartieri, e devo dire, con riluttanza, mi sono adattato ai social.

Franco Medici, Ingegnere chimico. Professore associato di Scienza e Tecnologia dei Materiali presso “Sapienza” Università di Roma. Docente nell’ambito del dottorato di ricerca in Processi Chimici per l’Industria e l’ Ambiente.

E’ ed è stato coordinatore di diversi progetti di ricerca finanziati dal MIUR (Ministero dell’Istruzione Università e della Ricerca) ed è responsabile di progetti di cooperazione internazionale in paesi in via di sviluppo.

Opera nel campo del volontariato all’interno dell’associazione Italia Nostra e della sezione Inbar (Istituto Nazionale di Bioarchitettura) dei Castelli Romani.




Frascati, tuffo nell’Olimpo a Villa Mergé: “L’alloro il mito di Dafne”

“Tempo fa..
nella lontana terra dei Greci e dei Romani
ci fu un’epoca d’oro di dei potenti
e di eroi straordinari..”
FINALMENTE SI TORNA A SOGNARE e questa volta direttamente dall’OLIMPO!
Non perdetevi questa straordinaria Avventura in completa sicurezza negli spazi aperti di Villa
Mergè a Frascati!
Insieme alla Dea Demetra, al Dio Apollo ed al Dio Eros scoprirete l’importanza degli alberi e il loro
contributo nei miti e nelle leggende che si raccontano.
Conoscerete Dafne, Europa, Dedalo, Ciparisso, Ercole, Fobos, Egeria, Attis, Alcmena, Pan e tutti i
loro amici Puppet!

Un nuovo progetto targato La Gilda dei Guitti composto da 10 spettacoli collegati tra loro che si
avvarranno di diversi linguaggi comunicativi come il Teatro delle Ombre, il Black Theater UV!
Tutto inizia con il mito di Dafne e sua maestà l’Alloro.
25/26/27 Giugno
ore 21:00
Villa Mergè (Frascati)
Prenotazione obbligatoria.
Biglietti in vendita presso Quintaprima Ticket Service di Frascati.
Maggiori info: info@quintaprimaticket.it o tel 06 94018086




Vini Bianchi d’Italia: c’è anche il Frascati Superiore Docg 2019 di Castel De Paolis

C’è anche il Frascati Superiore tra i 50 vini bianchi top, selezionati dalla Rivista “Gentlement”. La superclassifica del 2021 è stata ottenuta incrociando i punteggi ottenuti dalle sei più autorevoli guide italiane e il Castel De Paolis Frascati Superiore DOCG 2019 si è classificato al 15° posto in assoluto. Un ranking di tutto rispetto che proietta nelle prime posizioni un vino fortemente legato al territorio di produzione di origine vulcanica, i cui sentori e aromi dimostrano di possedere buone doti persuasive. Tanto persuasive che appunto, incrociando i punteggi dei critici, il vino di Castel De Paolis ha raggiunto nel complesso i 550,5 punti. In effetti, i vini in concorso erano in totale 103, con numerosi ex equo, per cui da questo punto di vista la posizione del Frascati Superiore di Castel De Paolis è ancora più significativa.

«Si tratta di un risultato sorprendente solo per chi non conosce il Frascati Superiore, il suo territorio e la crescita delle aziende vitivinicole di questo nostro comprensorio – dichiara il Presidente del Consorzio Tutela Denominazione Vini Frascati Felice Gasperini -. In realtà, le potenzialità dei nostri vini stanno emergendo sempre di più. Così come la capacità di confrontarsi con altri territori e con altri vitigni, internazionali o autoctoni che siano. Faccio pertanto i complimenti all’Azienda Castel De Paolis per l’importante riconoscimento che ha avuto e mi auguro che, da una parte, funga da incentivo per gli altri produttori a fare sempre meglio; dall’altra, per i consumatori che possano dare maggiore attenzione alla produzione vitivinicola locale».

La classifica somma i punteggi di sei delle più importanti guide italiane, Vini d’Italia del Gambero Rosso, I Vini di Veronelli, Bibenda, Vitae dell’Associazione Italiana Sommelier, l’Annuario dei Migliori Vini Italiani di Luca Maroni e la Guida Essenziale ai Vini d’Italia di Daniele Cernilli.




Frascati, al via il marzo delle donne delle Associazioni Tuscolane

In un momento di difficoltà nazionale e locale, a causa della pandemia da Covid-19, una parte delle associazioni di Frascati presenta una serie di iniziative per rendere omaggio alla donna. Sono 11 gli appuntamenti programmati, con inizio l’8 marzo e chiusura il 30. Tutti gli eventi saranno trasmessi in diretta live sulle pagine Facebook delle associazioni coinvolte. Il cartellone si intitola: «Marzo delle donne delle Associazioni Tuscolane» ed è stato pensato per dare un segnale di resilienza alla città e di organizzazione dal basso. A realizzare le iniziative di questa piccola rassegna culturale sono le associazioni Approdo di Turan, Di terra e di parole, Ettore Apollonj, Giovani per Cambiare, La Gilda dei Guitti, Note Blu, SiparioAperto e il Circolo Femminile di Amicizia Europea (CFAE). Gli eventi sono coordinati dall’Associazione Chi Sarà di Scena APS, che per favorire la realizzazione di alcuni eventi metterà a disposizione la propria piattaforma Zoom.

«Come Associazioni Culturali di Frascati vogliamo lanciare un messaggio forte, sottolineando quanto sia importante per noi dare continuità ad una serie di progetti culturali anche in questo difficile momento di pandemia – dichiara Tommaso Mascherucci, che ha coordinato il cartellone di eventi -. Per noi è molto importante poter svolgere la nostra attività in favore della nostra amatissima città, anche se sfortunatamente ricollocati ad agire in remoto. Ringrazio tutte le realtà associative che hanno aderito a questa iniziativa dedicata alla donna e ci daremo da fare per far sì che questa collaborazione dal basso, tra tutti coloro che fanno cultura, possa continuare anche nei mesi a venire».

Lun 8 ore 18,30 – Pag. Facebook delle associazioni
“L’Uomo nero non esiste” presentazione del libro di Simona De Cupis
corti teatrali adattamento e regia di Tommaso Mascherucci
interventi delle Associazioni Di terra e Di Parole e SiparioAperto
Evento cura di Chi sarà di scena APS

Mar 9 ore 16 – Pag. Facebook delle associazioni
Abbi cura di te di Susanna Tamaro
Adattamento e Regia di Laura Teodori
Corti e monologhi teatrali a cura di SiparioAperto Teatro

Mer 10 ore 16,00 – Pag. Facebook delle associazioni
Le capitali europee, femminile plurale
A cura del CFAEAE

Ven 12 ore 18,30 – Pag. Facebook delle Associazioni
DONNE NOIR. Donne autrici di genere giallo/noir nella cultura di oggi
Livia Frigiotti dialoga con Letizia Triches, Cecilia Lavopa,
Livia Sambrotta, Lucia Tilde Ingrosso
NOIR IN VILLA Associazione Culturale Ettore Apollonj

Mer 17 ore 15,30 – Pag. Facebook delle associazioni
Vitamina D. Come Donna
Incontri digitali a cura delle associazioni
Approdo di Turan, Giovani per Cambiare, La Gilda dei Guitti

Ven 19 ore 18,30 – Pag. Facebook delle associazioni
Clemente VIII Aldobrandini e Beatrice Cenci
Regia e adattamento del corto teatrale di Tommaso Mascherucci
in collaborazione con Centro Studi e Documentazioni Storiche Frascati
Interviene il CFAE.

Lun 22 ore 15,30 – Pag. Facebook delle associazioni
Tre video monologhi ironici in omaggio a Franca Valeri
Regia di Laura Teodori. A cura di SiparioAperto Teatro

Mar 23 ore 15,30 – Pag. Facebook delle associazioni
Storie di donne a lieto fine.
A cura del CFAE

Ven 26 ore 15,30 – Pag. Facebook delle associazioni
La scatola di latta. Presentazione del romanzo di Matilde Ventura.
A cura dell’Ass. Di terra e di parole

Dom 28 ore 11,30 – Pag. Facebook delle associazioni
Musica en plein air nel giardino di Givenchy
Concerto a cura dell’Ass. Note Blu

Mar 30 ore 15,30 – Pag. Facebook delle associazioni
Quattro video monologhi ironici di Stefano Benni
Regia di Laura Teodori. A cura di SiparioAperto Teatro




Frascati, trasporto locale implementato: riattivata la linea per Fausto Cecconi

FRASCATI (RM) – Da lunedì 15 febbraio 2021 sarà riattivata la Linea 4 da e per Fausto Cecconi, che
tornerà a servire i residenti del quartiere. Inoltre, la Linea 5 per Macchia dello Sterparo sarà integrata con un’ulteriore corsa in partenza da Piazza Roma alle ore 14,20 per facilitare il rientro a casa degli studenti in uscita dalle scuole. Quest’ultima
corsa va ad aggiungersi alle altre già previste che non subiranno variazioni.
«L’Amministrazione comunale sta lavorando per migliorare sempre di più il trasporto
pubblico locale, sia in termini di regolarità e puntualità – dichiara l’Assessore ai
Trasporti Susanna Nicolodi -, sia venendo incontro alle esigenze di tanti cittadini,
prevedendo corse aggiuntive oppure riattivando linee dismesse ma utili. Ringrazio la
Ditta Schiaffini per la collaborazione e l’attenzione dimostrata nei confronti della
nostra Città.»




Frascati: sventati due furti nelle aziende vinicole. Tre incappucciati sono entrati nella Tenuta di Pietra Porzia

Tentano il furto in due aziende del Frascati Doc, proprio mentre il Presidente del Consorzio di Tutela
Felice Gasperini è dai Carabinieri. Il fatto è accaduto ieri sera intorno alle 20,20. Tre individui
incappucciati sono entrati nella Tenuta di Pietra Porzia, rilevati dalle telecamere dell’agriturismo. Scoperti sono scappati, recandosi nell’azienda confinante di Luigi De Sanctis, dove hanno tentato di rubare un trattore. Scoperti dal proprietario si sono dati alla fuga. Solo due ore prima, il Presidente Felice Gasperini, accompagnato dal Consigliere Oreste Molinari, usciva dalla caserma dell’Arma dei
Carabinieri, dove aveva incontrato il Tenente Col. Salvatore Sauco proprio per sensibilizzare l’Arma sui
ripetuti tentativi di intrusione, danneggiamento e furto che stanno subendo le aziende vitivinicole in
questo periodo.
«La risposta dei Carabinieri è stata immediata e massiccia. Sono intervenuti con grande prontezza con 6
pattuglie e hanno cercato i tre nei campi e nei fossi per oltre un’ora. Sebbene non abbiano potuto
rintracciarli, hanno fatto capire che il territorio è presidiato – afferma il Presidente Gasperini -. Li ringrazio a nome del Consorzio. Nei giorni scorsi avevamo incontrato anche la dott.ssa Alison Arcoraci, Capo Commissario della Polizia di Stato di Frascati, che ha assicurato uguale attenzione e supporto per
interrompere la sequenza di furti che da alcuni mesi subiscono le aziende. Episodi che si sono
intensificati con l’arrivo della pandemia e del lockdown, facendo registrare un incremento significativo in queste ultime settimane».
Oltre a i responsabili territoriali della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, il Presidente Gasperini e il Consigliere Molinari, il 18 novembre scorso alle 12, in video conferenza, hanno incontrato le
Amministrazioni comunali di Frascati, Grottaferrata e Monte Porzio Catone. Erano presenti alla call il
delegato del Sindaco di Grottaferrata Gianluca Paolucci, il Delegato all’Agricoltura di Frascati Basilio
Ventura e la Consigliera con delega al Turismo di Monte Porzio Catone Francesca Valdambrini. Al
termine della riunione, ha portato un saluto il Sindaco Luciano Andreotti, proponendo di realizzare un
coordinamento tra gli enti del Frascati Doc, con capofila il Consorzio di Tutela Denominazioni Vini, per
mettere in sicurezza i territori anche sul fronte del decoro urbano, impedendo la formazione di discariche abusive, in modo da valorizzare gli areali del Frascati.
«È fondamentale aiutare le Forze dell’Ordine nelle operazioni di indagine denunciando ogni violazione,
anche se minima – conclude il Presidente Felice Gasperini -. Su questo come Consorzio
sensibilizzeremo tutti i produttori, piccoli e grandi. Sono convinto infatti che si possa smantellare questo fenomeno, affidandoci alle indicazioni che ci hanno fornito Polizia e Carabinieri. Una delle quali è appunto quella di denunciare sempre ogni intrusione in modo da mettere in luce i comportamenti, le
abitudini e gli orari, quando possibile, di questi “signori”. Più dati avranno e più facilmente potranno
elaborare strategie di risposta. Ringrazio i Sindaci di Frascati, Grottaferrata e Monte Porzio Catone, la
dott.ssa Alison Arcoraci e il Tenente Col. Salvatore Sauco per aver preso in seria considerazione il
problema».
Dalle riunioni di questi giorni è emersa la necessità di avviare un percorso comune per il reperimento di
fondi e contributi per l’installazione di fototrappole, che consentirebbero di presidiare meglio i punti critici e di risalire agli autori dei furti. Anche perché ogni furto, piccolo o grande che sia, danneggia
doppiamente chi lo subisce: oltre alla sottrazione del materiale, ritarda il lavoro programmato nei vigneti o in cantina, producendo così una perdita economica aggiuntiva. Importante sarebbe anche dotare di allarmi satellitari e di Gps i macchinari agricoli più costosi; mentre le aziende dovrebbero installare sistemi di allarme sonori, che hanno un forte impatto deterrente sulla microcriminalità.




Frascati, lavori pubblici: al via il completamento delle strade

FRASCATI (RM) – Frascati si fa sempre più bella e vola alto anche in tempo di covid-19. Si sta
completando in queste ore il manto stradale dell’anello urbano, completamente rifatto
nel giro di pochi giorni. Dopo via Angelo Celli e via Gregoriana, adesso tocca a piazza
Marconi. Ma i lavori pubblici non interessano solo il centro cittadino, che comunque
aveva bisogno di interventi di rifacimento del fondo stradale, quotidianamente
percorso da migliaia di vetture. Martedì prossimo, infatti, la ditta delle asfaltature sarà
anche a Cisternole, per rendere più belle e scorrevoli alcune strade principali del
quartiere.
Il Sindaco Roberto Mastrosanti, inoltre, più volte sollecitato dal Consigliere Mattia
Ambrosio, ha fatto un sopralluogo in corrispondenza del ponte dell’autostrada di
Cisternole, chiedendo ad ACEA Ato 2 il ripristino del manto stradale del tratto
interessato nelle scorse settimane dai lavori dello SNAN F4. Buone notizie arrivano
anche per via Etiopia. Venerdì prossimo l’Amministrazione comunale incontrerà
l’ASTRAL, per avviare i lavori di manutenzione della strada.
«Questi giorni sono stati caratterizzati dalla ripresa di importanti lavori di
manutenzione delle strade cittadine – dichiara l’Assessore ai Lavori Pubblici Gelindo
Forlini -. L’Amministrazione sta facendo squadra per in questo momento delicato, il
Sindaco Roberto Mastrosanti è costantemente presente per verificare la progressione
dei lavori, insieme con l’Assessore alla Viabilità Claudio Marziale e il Consigliere
Giuseppe Privitera, i quali hanno proposto il rifacimento del manto stradale di alcune
strade e contribuito a coordinare gli interventi».
«Questa Amministrazione sta lavorando sodo per rendere bella Frascati. Molto si è
fatto in questi tre anni sul fronte degli impianti fognari e del sistema idrico territoriale.
Adesso stiamo intervenendo sul fondo stradale del centro e della periferia, grazie agli
ottimi rapporti instaurati con Acea Ato 2 – dichiara il Sindaco di Frascati Roberto
Mastrosanti -. Frascati sta diventando sempre più bella e nei prossimi mesi ci saranno
ulteriori interventi sulle strutture comunali a partire dalle scuole e da Villa Torlonia».




Frascati, erogati 375 buoni spesa per un totale di 124 mila euro

Sono 623 le richieste di Buoni Spesa per i nuclei familiari più esposti agli effetti
economici dell’emergenza da Covid-19, arrivate finora al Comune di Frascati.

Ne sono state lavorate 573 e i buoni erogati sono stati 375, per un importo complessivo di
124.575,00 euro. Questi sono i dati che attestano il lavoro svolto dagli Uffici Comunali
per assicurare ai cittadini che ne hanno diritto il sostegno economico e finanziario
stabilito dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.
Le procedure per l’assegnazione dei Buoni Spesa sono ancora in corso, anche perché
era possibile presentare le domande fino al 24 aprile scorso. Pertanto, i dati definitivi,
al netto di nuovi interventi del Governo, saranno aggiornati quando saranno chiuse le
procedure. Tenuto anche conto che al Comune di Frascati sono stati assegnati fondi
per il rilascio di Buoni spesa pari a 120.633,00 euro con l’Ordinanza della Protezione
Civile n. 658 del 29.02.2020, ai quali si sono aggiunti gli 89.940,00 euro stanziati per
le stesse finalità dalla Regione Lazio n. 138 del 31.03.2020. Nella prima fase, i buoni
sono stati rilasciati a nuclei che non percepiscono altri sostegni reddituali.
Parallelamente è stato stilato un elenco di domande di chi percepisce altro contributo
(per esempio reddito di cittadinanza). Tra queste domande – solo in casi eccezionali e
previa verifica dello stato di evidente necessità – sarà riconosciuto l’accesso ai buoni
spesa.
«L’impegno profuso in queste settimane dagli Uffici dei Servizi Sociali è stato ed è
ancora enorme – dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali Alessia De Carli -. La
professionalità, l’esperienza e la sensibilità dei nostri Assistenti Sociali e dell’intero
gruppo di lavoro hanno trasformato un momento drammatico per molte famiglie in un
momento di accoglienza e di supporto. Li ringrazio per la loro dedizione e per il
continuo confronto, finalizzato a trovare le soluzioni migliori. Abbiamo fatto un grande
sforzo per soddisfare due necessità: un’azione amministrativa il più possibile agile e la
garanzia dei controlli sulla legittimità delle domande ricevute. Molte sono state
giustamente respinte, altre ritirate dagli stessi richiedenti: ciò dimostra l’efficacia di un
lavoro profondo di intervista e di verifica».
«L’elevato numero di domande arrivate al Comune di Frascati ha reso necessario
effettuare delle verifiche puntuali prima di procedere con l’assegnazione delle
domande – dichiara il Sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti -. Inoltre, come
Amministrazione, abbiamo deciso di introdurre delle modifiche al modello, per sveltire
l’erogazione dei Buoni Spesa ai cittadini e il rimborso agli esercenti, cercando anche di
facilitare la fase di rendicontazione alla Regione Lazio. È un periodo davvero molto
difficile per tutti, e insieme agli uffici comunali ringrazio anche i cittadini che si sono
comportati e si stanno comportando in modo esemplare».




Frascati: verrà restaurato il parco di Villa Torlonia

Nonostante lo stato d’emergenza dovuto al nuovo coronavirus, l’Amministrazione comunale si prepara a dare il via ad una intensa stagione di opere pubbliche, frutto del lavoro svolto negli ultimi due anni. Appena possibile partirà infatti il restauro della Scalinata e delle Balaustre del Parco di Villa Torlonia, i cui lavori dureranno in tutto 3
mesi. L’opera, finanziata con 880mila euro, ha concluso gli iter autorizzativi e sarebbe già iniziata, se non ci fosse stato il blocco legato all’emergenza sanitaria, che ha costretto a modificare il cronoprogramma. Il restauro interesserà l’intero fronte su via Annibal Caro con il monumentale sistema dei percorsi incrociati e delle scalee, che
costituiscono l’accesso al parco della Villa. Seguendo le più avanzate metodologie e teorie di conservazione, il restauro riguarderà il sistema delle balaustre in pietra sperone, quello delle murature di sostegno dei terrazzamenti, delle esedre delle fontane e il sistema delle scalinate.
«Il parco di Villa Torlonia, oltre ad essere il parco più frequentato e visitato della città, ha un altissimo valore artistico, monumentale e paesaggistico e rappresenta una delle più belle realizzazioni nell’ambito delle Ville Tuscolane e delle dimore nobiliari di epoca rinascimentale – dichiara il Sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti -. L’intervento, molto complesso e delicato nel suo genere, sarà condotto sotto il diretto controllo della Soprintendenza. Molto impegnativo sarà il ripristino delle balaustre, per la
presenza di molti elementi mancanti, e dei fondali intonacati delle fontane che andranno completamente sostituiti. In questo modo daremo nuovo splendore e bellezza ad una struttura che nel tempo è diventata il simbolo di Frascati.
«Da quando ci siamo insediati abbiamo messo in campo una serie di interventi in favore della città e dei suoi cittadini che riguardano anche i parchi comunali di Frascati, per recuperare una parte importante del nostro patrimonio architettonico e culturale – dichiara l’Assessore ai Lavori Pubblici Gelindo Forlini -. Lo scorso anno abbiamo riattivato gli impianti del “Teatro delle acque”, dotandolo di una nuova illuminazione artistica, e sostituito tutti i corpi illuminanti della Villa. Adesso arriva questo nuovo intervento, che è un’opera fondamentale. I prossimi obiettivi saranno
quelli di riattivare completamente il sistema idrico e di recuperare la rete dei viali del parco, che non sono adeguati all’importanza di questo nostro bene architettonico».
«Il restauro delle scalinate di Villa Torlonia è un importante e costoso lavoro che speriamo possa far amare ulteriormente il luogo e suscitare in tutti noi quel senso di rispetto per la storia del nostro paesaggio e dei nostri luoghi, che sono famosi e da secoli ammirati nel mondo e di cui noi dovremmo orgogliosamente preservarne l’integrità – afferma l’Assessore alla Cultura Emanuela Bruni».
La villa, il cui nucleo iniziale fu avviato da Annibal Caro nel 1563, è stata dimora fuori porta di molte delle grandi famiglie nobiliari che gravitavano attorno allo stato pontificio: i Borghese, gli Altemps, i Ludovisi, i Colonna, i Conti, gli Sforza Cesarini ed i

Torlonia, prima di essere ceduta in permuta nel 1954 al Comune di Frascati.
Dell’originale impianto della villa, bombardata nella Seconda Guerra Mondiale, è
rimasto integro del parco con il suo monumentale accesso al giardino ed il pregevole
complesso di fontane denominato “Teatro delle acque” realizzato tra il 1607 e il 1623
ad opera di tre importanti architetti Flaminio Ponzio, Giovanni Fontana e Carlo
Maderno.




Frascati, oggi alle 18 la messa: i fedeli in diretta su YouTube

Questa sera, sabato 14 marzo, il Vescovo Monsignor Raffaello Martinelli alle ore 18 celebrerò la S. Messa domenicale – per la prima volta- dalla Cappella del Palazzo Vescovile.

Chiunque può parteciparvi, collegandosi sul canale YouTube della Diocesi di Frascati http://bit.ly/YTDiocesiFrascati

Dalle ore 17.30 ci sarà una preparazione artistico-catechistica sulle immagini-Virtù dipinte nella suddetta Cappella http://bit.ly/PresentazioneCappellaPalazzoVescovile




Frascati, un marzo dedicato alle donne con i percorsi di genere

Un mese di marzo dedicato alla donna con una serie di percorsi formativi e di crescita, voluti dall’Assessorato alle Politiche Sociali, in collaborazione con l’Associazione SOStegno Donna e con L’Ordine degli Psicologi del Lazio. Non sarà un marzo celebrativo, ma informativo sui diritti delle donne, sulla coscienza personale e sociale che non sono necessariamente rivolti al solo genere femminile. Il primo appuntamento del progetto “Donne – Percorsi di Genere” avrà inizio venerdì 6 marzo 2020 alle ore 17 nelle Scuderie del Comune di Frascati dal titolo: Donne e diritti in Italia, a che punto siamo? Le relatrici affronteranno un percorso di approfondimento dello stato dellarte in tema di diritti delle donne in Italia. Saranno toccati casi di diritto penale, di diritto di famiglia e diritti politici, ricostruendo anche il lavoro fatto dalle generazioni femminili per permetterci, oggi, di godere di libertà e diritti che fino a un secolo fa non esistevano, che oggi abbiamo e spesso ignoriamo, o che trascuriamo di far rispettare, in Italia e in Europa.

«Il Progetto Donne – Percorsi di Genere è il risultato di una progettazione condivisa con lAssociazione SOStegno Donna di Frascati e con l’Ordine Psicologi Lazio, in virtù della Convenzione stipulata nel 2018 – dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali Alessia De Carli -. Tante donne al tavolo, dunque, per proporre una offerta divulgativa e formativa tutta al femminile. Le ringrazio una per una, per aver condiviso un bel percorso di costruzione di significati e di confronto autentico. Invito le cittadine e i cittadini a incuriosirsi e a cogliere questa occasione di crescita culturale e personale. E anche di piacevole condivisione di un vissuto comune. Le politiche rivolte alle donne e le cronache italiane ci rivelano una situazione al limite della sopportazione: è necessario ribadire e approfondire i temi giuridici e sociali che ci riguardano, conoscere le nostre potenzialità, elaborare insieme una visione che superi gli stereotipi, che troppo spesso si sostituiscono ancora a un racconto autentico della nostra identità».

Gli altri appuntamenti affronteranno la storia della costruzione dell’identità delle donne nel nostro paese, attraverso la ricostruzione dei momenti più salienti, delle conquiste politiche e sociali delle donne italiane. Saranno inoltre proposti incontri esperienziali per un ideale viaggio nell’universo femminile, finalizzati ad affrontare l’area tematica dell’autostima