1

GIOC COCCIANO FRASCATI CALCIO (I CAT), IL PRESIDENTE MARI: «NON PARTIAMO SOLO PER SALVARCI»

Redazione

Frascati (Rm) – Il 30 giugno si è ufficialmente chiusa la stagione 2014-15. Un’annata certamente positiva per la Gioc Cocciano Frascati sia a livello di prima squadra, con il ritorno in Prima categoria dopo diversi anni e dopo una bellissima cavalcata in campionato, sia a livello di settore giovanile agonistico e (in special modo) pre-agonistico. «Siamo certamente soddisfatti per l’anno che si è appena chiuso – dice il presidente Andrea Mari – e per questo voglio ringraziare tutti i giocatori, i vari tecnici, i dirigenti e anche i genitori dei ragazzi, soprattutto quelli più piccoli, per la collaborazione prestata e per il fatto di averci scelto. Oltre ai risultati ottenuti sul campo dalla nostra prima squadra, vanno segnalati pure gli ottimi piazzamenti delle varie selezioni nella Coppa Disciplina: l’aspetto dell’educazione e del rispetto degli avversari e dell’arbitro è uno dei punti fondanti del nostro club. A livello di Scuola calcio abbiamo riscontrato un’ulteriore crescita numerica e qualitativa e da questo punto di vista l’affiliazione con il Perugia non può che aiutarci a migliorare ancora». Il presidente lancia già uno sguardo a quello che sarà la prossima stagione. «Con la Prima categoria, che sarà guidata dal confermatissimo Tiziano Giovannelli, non puntiamo ad una semplice salvezza – dice Mari – Possiamo fare un ottimo campionato: manterremo l’ossatura della squadra dello scorso anno aggiugendo alcuni nuovi elementi, soprattutto giovani con esperienza in categorie superiori. Abbiamo già stilato lo staff tecnico del settore giovanile agonistico che, assieme alla prima squadra, vedrà come dirigente responsabile Fabio Stella. La responsabilità sulla Scuola calcio (anche da quel punto di vista lo staff tecnico è già quasi definito, ndr) la prenderà ufficialmente Angelo Mandolesi». E proprio Mandolesi non nasconde l’onore, ma anche l’onere, di guidare una Scuola calcio sempre più di qualità che da questa stagione si legherà alla Academy del Perugia. «Come ogni stagione, questo sarà un anno zero per noi nel senso che cercheremo di intensificare ancora il lavoro sul nostro settore di base. Ai genitori dei nostri ragazzi dico di sceglierci non solo per tutto quello che comporterà il rapporto col Perugia, ma per premiare le tante iniziative che abbiamo in programma. Tra le novità – conclude Mandolesi – ci sarà la presenza costante per la Scuola calcio di un prepatore dei portieri come Stefano Verdelli, di un coordinatore motorio come Matteo Russo e di una psicologa come Anna Giulia Pirrera».
 




GIOC COCCIANO FRASCATI, SABATO IL GRAN FINALE DELLA STAGIONE DELLA SCUOLA CALCIO

Redazione

Frascati (Rm) – L’appuntamento è fissato: sabato 20 giugno alle ore 17 presso l’oratorio di Capocroce si riunirà tutto il “plotoncino” della Scuola calcio della Gioc Cocciano Frascati per l’ormai tradizionale festa di chiusura della stagione. «Saranno premiati singolarmente tutti i bambini dei gruppi del settore di base, quello che comprende i nati dal 2003 al 2010 – spiega Angelo Mandolesi, attuale dirigente del club frascatano che sarà il responsabile della Scuola calcio nella prossima stagione – in una cerimonia che durerà un paio d’ore circa. All’interno di questa, che vedrà la nostra dirigenza partecipare al gran completo, ci sarà la seconda edizione del trofeo “Mamma, che buono”, una gara di torte che vedrà le mamme dei nostri ragazzi competere in maniera “avvincente” per la conquista del primo posto». L’anno che si sta per chiudere ha avuto certamente il segno “più” per la Gioc Cocciano Frascati. «A livello numerico abbiamo registrato un ulteriore aumento dei tesserati – spiega Mandolesi -, ma siamo convinti che si possa crescere ancora anche in virtù dell’accordo di affiliazione che abbiamo da poco siglato con il Perugia. E’ stata un’annata molto soddisfacente anche dal punto di vista tecnico, si vedono i frutti del lavoro iniziato qualche anno fa. Poi se guardiamo la nostra bacheca – sorride Mandolesi -, negli ultimi giorni si è riempita parecchio grazie soprattutto ai 2003 di mister Gianluca Orlandi che hanno vinto sia il torneo di Casilina che quello di Lunghezza e ora sono in finale a Castelverde dopo aver concluso al quarto posto, sotto età, nel torneo di Borghesiana. Loro saranno i nostri Giovanissimi provinciali fascia B nella prossima stagione e siamo fiduciosi che possano fare un buon campionato. Tra le altre, va ricordata la vittoria dei 2008 sempre a Borghesiana, la semifinale raggiunta dai 2004 a Casilina e la semifinale di Castelverde che è stata raggiunta anche dai nostri 2005». E’ già tracciato, infine, il quadro degli allenatori che si occuperanno delle selezioni giovanile agonistiche frascatane (che saranno sotto la lente d’ingrandimento del dirigente responsabile Fabio Stella): la Juniores provinciale sarà affidata a Mauro Bacci, gli Allievi provinciali a Massimo De Luca, i fascia B della stessa categoria a Emilio Faraglia e i già citati futuri Giovanissimi provinciali B che resteranno a Gianluca Orlandi.
 




GIOC COCCIANO FRASCATI CALCIO (I CAT), L’ANNUNCIO DEL PRESIDENTE MARI: «AFFILIAZIONE COL PERUGIA»

Redazione

Frascati (Rm) – Si sta per chiudere una stagione importante per la Gioc Cocciano Frascati che a distanza di oltre dieci anni è tornata in Prima categoria coi grandi e ha ottenuto diversi risultati importanti col suo settore giovanile. Ma l’anno agonistico si chiude col “botto” per il club del presidente Andrea Mari. «E’ fatta, siamo ufficialmente affiliati con il Perugia» è l’annuncio del massimo dirigente tuscolano. «L’idea è nata poco più di un mese fa, parlando con alcune società amiche che avevano già fatto questo percorso con la società umbra – spiega Mari – Così siamo andati a Fiano Romano dove ci sono gli uffici del presidente del Perugia e della Frankie Garage Massimiliano Santopadre che, assieme al direttore generale del Perugia Mauro Lucarini, ci ha parlato degli obiettivi da perseguire per portare avanti la collaborazione. Lo stesso Lucarini, in un secondo appuntamento direttamente a Perugia, ci ha fatto visitare le strutture del club dedicandoci circa cinque ore del suo tempo e facendoci capire che ogni singola società affiliata ha un’importanza rilevante per loro e che non viene considerata un semplice numero. L’impressione che mi hanno dato i massimi vertici dirigenziali del Perugia è stata proprio questa: sul discorso dell’affiliazione non ne fanno un mero interesse economico, ma tengono fortemente al rapporto con la società dilettante perché vengono da quel mondo e vogliono aiutare a crescerlo». Nella sostanza il club del grifone si impegna a formare i tecnici frascatani secondo la metodologia del Perugia Football Academy, affiancherà periodicamente gli allenatori della Gioc Cocciano Frascati e li ospiterà ogni tanto nella città umbra. Sono previste, inoltre, che una serie di amichevoli con le formazioni del Perugia e con le altre società affiliate all’Academy e tanti eventi «che stiamo già studiando assieme al club umbro» dice il presidente Mari. «Tra le novità più importanti ci sarà anche quella legata al vestiario: la Gioc Cocciano Frascati vestirà Frankie Garage dalla Prima categoria alla Scuola calcio nella prossima stagione. Un marchio di prestigio, decisamente gradito dai giovani che non comporterà aumenti, ci tengo a sottolinearlo, sulle quote di iscrizione per il tesseramento. Le nostre maglie saranno marchiate Perugia: un salto di qualità importante non solo a livello di immagine, ma anche a livello formativo, una vera e propria svolta per il nostro club. Un ulteriore tassello nel nostro percorso di crescita».
 




GIOC COCCIANO FRASCATI CALCIO (II CAT.), MARI E GIOVANNELLI: «IL PRIMO POSTO? UNA GRANDE FESTA»

Redazione

Frascati (Rm) – Il verdetto è arrivato domenica. La Gioc Cocciano Frascati ha vinto il girone G di Seconda categoria anticipando i “cugini” dell’Atletico Monteporzio. Decisivo il successo interno sul Corcolle per 4-0 arrivato grazie ai gol di Blasi, Testa (doppietta) e Di Bartolomeis. «E’ stata una grande festa» dicono in coro due tra i protagonisti principali di questa annata, il presidente Andrea Mari e il tecnico Tiziano Giovannelli. «Un’emozione notevole questa domenica con tutti i bambini della nostra Scuola calcio sugli spalti per festeggiare i ragazzi della prima squadra – prosegue Mari – Vincere un campionato non è mai semplice, abbiamo riportato in Prima categoria una società che, a quei livelli, mancava da più di dieci anni. E’ stato bello festeggiare assieme ai dirigenti che mi hanno supportato tanto negli ultimi mesi e mi riferisco a Angelo Mandolesi, Fabio Stella e Mauro Popolla. La festa è proseguita a pranzo e per quasi tutto il pomeriggio, ma da oggi si lavora per il futuro: abbiamo faticato tanto per arrivare in Prima categoria e ora ci teniamo a difenderla. E in arrivo ci sono delle sorprese per il futuro che renderanno questa società ancora più forte, pur mantenendo saldissimi i principi fondamentali che la muovono vale a dire la costante ricerca di un calcio “pulito” e in ossequio ai più alti principi sportivi». Per il giovane tecnico Giovannelli questo è il primo vero successo in panchina. «Avevo vinto la Seconda categoria anche da giocatore con questa società, ma farlo da allenatore ha tutto un altro sapore perché le responsabilità sono totalmente diverse – rimarca Giovannelli – Col Corcolle abbiamo giocato male la prima metà della prima frazione perché la tensione era alta, ma una volta sbloccato il risultato ci siamo sciolti. E’ stata una grande soddisfazione che condivido con tutta la società, i ragazzi e i componenti dello staff, ma che vorrei dedicare alla mia compagna Roberta che mi ha sopportato per tutto l’anno». A giorni la Gioc Cocciano Frascati e Giovannelli si siederanno per parlare di futuro, ma intanto questo gruppo è una garanzia per la prossima stagione. «Tecnicamente ci sono ragazzi validissimi anche per la Prima categoria – conferma Giovannelli -, è chiaro che bisognerà valutare la situazione dei giovani obbligatori, ma anche da quel punto di vista non partiamo da zero».
 




GIOC COCCIANO FRASCATI CALCIO (II CAT.), GIOVANNELLI: «SORPASSO? DIFFICILE, MA…»

Redazione

Frascati (Rm) – Anche il girone G di Seconda categoria è entrato nel rush finale. La Gioc Cocciano Frascati si ritrova ad un punto di distacco dalla capolista Atletico Monteporzio e domenica si gioca un turno forse decisivo per la corsa al primo posto. I monteporziani, infatti, saranno ospiti di quel Certosa che sul suo campo, due settimane fa, strapparono un 2-2 in rimonta proprio ai frascatani di fatto privandoli della ghiotta occasione di raggiungere la vetta. «Un sorpasso? Onestamente credo sia difficile, ma il Certosa non è un avversario comodo» dice il tecnico frascatano Tiziano Giovannelli che poi prosegue: «Noi dovremo pensare a fare sei punti e poi vedremo. L’Atletico Monteporzio nell’ultimo match riceverà il Gallicano che domenica scorsa abbiamo battuto con un perentorio 5-0 e non credo possa dar loro fastidio». Per la Gioc Cocciano Frascati a segno tutto il tridente composto da Romei, Testa e Di Bartolomeis poi nella ripresa sono arrivati i sigilli di Bono e Marziale. «Finire secondi, nonostante le altissime possibilità di ripescaggio in Prima categoria, ci lascerebbe del rammarico – spiega Giovannelli – anche se questa rimane comunque una splendida stagione comunque vada. Basti pensare che potremmo chiudere a 69 punti, gli stessi che fece l’Atletico Morena l’anno passato vincendo il campionato con un paio di turni di anticipo». Domenica prossima la Gioc Cocciano Frascati sarà ospite del Real Aurora. «Sono quart’ultimi e sono già salvi, ma la principale incognita di questa partita è rappresentata dal campo dove giocano (a Torrenova, ndr) che è molto piccolo e in terra. Dovremo essere molto concentrati». Al tecnico e ai ragazzi arrivano i complimenti, anche pubblici, del presidente Andrea Mari. «In ogni caso il giudizio sulla nostra stagione è ampiamente positivo – rimarca il massimo dirigente – e a mio modo di vedere la nostra è stata la squadra migliore del campionato. Tra l’altro, al momento, siamo secondi nella Coppa Disciplina dell’intera Seconda categoria laziale e questo è un fatto che ci inorgoglisce. Il merito di questo campionato è in primis di mister Giovannelli: in rari casi un allenatore incide così pesantemente su un gruppo, ha avuto una gestione praticamente perfetta e non è un caso che i ragazzi si siano allenati dall’inizio fino ad ora con una media di 25 elementi durante ogni seduta. Un grazie, ovviamente, va anche a questi splendidi giocatori che prima ancora si sono dimostrati grandi persone e che hanno evidenziato un’enorme crescita non solo tecnica e di squadra, ma anche comportamentale».
 




GIOC COCCIANO FRASCATI CALCIO, L’ALLENATORE BABY FARAGLIA: «FARE STRADA? IO CI CREDO»

Redazione

Frascati (Rm) – E’ una storia davvero particolare quella del tecnico degli Allievi provinciali della Gioc Cocciano, Emilio Faraglia. L’allenatore dovrà compiere 21 anni il prossimo 15 maggio e da qualche mese si trova a dover dirigere ragazzi poco più piccoli di lui. «E’ accaduto tutto a stagione iniziata – racconta Faraglia – con l’addio del primo tecnico a cui io facevo da secondo. La società ha avuto coraggio nello scegliere un tecnico così giovane, ma mi conoscono da tanti anni, sanno che tipo di persona sono e infatti ci ho messo tutto me stesso per non deluderli. L’anno scorso avevo allenato il gruppo 2006 di questa società e ora sto vivendo questa bella esperienza». I risultati hanno dato ampiamente ragione a Faraglia e alla Gioc Cocciano Frascati. «Stiamo trottando molto bene e ora dobbiamo cercare di fare il massimo per raggiungere magari la quarta posizione, anche se non dipende solo da noi». Laurendo in scienze motorie, Faraglia non ha avuto problemi a relazionarsi coi suoi “ragazzi”. «Ho un atteggiamento da fratello maggiore come lo avevo già ad inizio stagione da “secondo”, non mi piace fare il sergente» dice Faraglia che si ispira a tecnici molto importanti. «I miei modelli sono tutti gli allenatori come Sacchi, Mourinho, Sarri che hanno fatto la gavetta e non sono mai stati giocatori. Per il modo di intendere il calcio mi piace molto Jurgen Klopp e, da laziale, citerei anche Pioli. Fare strada da allenatore? Perché no, io ci credo». Faraglia, però, è ancora giocatore. «Faccio parte della rosa della prima squadra anche se sono un centrocampista e in quel reparto la concorrenza è notevole. Comunque quando capita la contemporaneità con la gara dei miei Allievi non ho dubbi: scelgo di seguire i miei ragazzi» sorride Faraglia. Gli Allievi torneranno a giocare una gara ufficiale domenica a Rocca Priora. «All’andata vincemmo 6-0, ma penso che gli avversari si siano rinforzati e comunque sono cresciuti, visti i loro risultati. Se pensiamo di fare una passeggiata sbagliamo di grosso. Il calendario – conclude Faraglia – sarebbe da rivedere perché sono troppe le soste e l’ultima gara ufficiale l’abbiamo giocata il 29 marzo scorso con tutti i conseguenti problemi per allenarci con continuità e determinazione».
 




GIOC COCCIANO FRASCATI CALCIO, MANDOLESI: «BENE LE DUE SQUADRE ALLIEVI, OK LA SECONDA CATEGORIA»

Redazione

Frascati (Rm) – E’ un buon momento per le due squadre Allievi della Gioc Cocciano Frascati. A confermarlo è il dirigente responsabile del settore giovanile agonistico Angelo Mandolesi che parla dei gruppi affidati al giovane tecnico Emilio Faraglia (quello 98 che gioca tra i provinciali) e a Massimo De Luca (che allena i Giovanissimi regionali B 99). «I primi hanno trovato davvero un buon ritmo in campionato, basti pensare che nelle ultime due partite sono riusciti a conquistare quattro punti nelle gare interne con la seconda e la terza in classifica. I ragazzi di Faraglia, infatti, prima hanno imposto l’1-1 alla Tevere Roma (in rete Mariotti, ndr) e poi hanno battuto in rimonta il Racing per 2-1 grazie ad una doppietta di Falciatore. In quest’ultimo caso è stata pure vendicato un pareggio nella sfida d’andata maturato grazie ad un gol irregolare per una carica sul nostro portiere. Al di là di questo, i nostri Allievi provinciali sono in evidente crescita e cercheranno di centrare il quarto posto finale a cominciare dalla prossima gara a Rocca Priora». Hanno qualche difficoltà in più in classifica gli Allievi regionali B di De Luca, ma anche loro hanno dato dimostrazione di volere e potere migliorare. «La forza di questi ragazzi è l’unione del gruppo: anche nei momenti più complicati sono sempre stati presenti agli allenamenti e non hanno mai mollato – sottolinea Mandolesi – Ultimamente si sono tolti delle soddisfazioni importanti come il derby vinto con la Vivace Grottaferrata due settimane fa per 1-0 con la rete decisiva di Sebastiani. Per loro il prossimo appuntamento è in casa col Cynthia: la speranza di riuscire a salvare la categoria non è svanita». Per la Seconda categoria, invece, c’è una speranza ancor più grande: la promozione. «Domenica scorsa – conclude Mandolesi – abbiamo recuperato due punti sull’Atletico Monteporzio capolista (ora in vantaggio di due lunghezze, ndr) grazie ad una bella vittoria per 3-2 nel duro scontro con il Real Rocca di Papa in cui siamo andati sotto due volte, ma poi grazie al gol di Rocchi e alla doppietta di Romei siamo riusciti a ribaltare il risultato. Abbiamo ipotecato una delle prime due posizioni, ma l’ambizione è quella di finire davanti a tutti».
 




GIOC COCCIANO FRASCATI CALCIO, DERBY VERITÀ – TESTA: «NON FIRMIAMO PER UN PAREGGIO»

Redazione

Frascati (Rm) – E’ il giorno del derby. Atletico Monteporzio e Gioc Cocciano Frascati, rispettivamente seconda e prima classificata nel girone G di Seconda categoria e divise da un solo punto, si ritroveranno di fronte domenica per una sfida molto attesa. All’andata ebbero la meglio i frascatani (1-0 con gol di Romei) al termine di una gara combattuta come certamente sarà anche quella di domenica. «Ai ragazzi dico di rimanere sereni perché in ogni caso il campionato non finirà domenica prossima – dice il presidente Andrea Mari – e comunque vada il giudizio sulla loro ottima stagione non verrà intaccato». Tra le “armi” della Gioc Cocciano c’è un tridente d’attacco di notevole spessore che per la prima volta è stato schierato al completo domenica scorsa: basti pensare all’ottimo Di Bartolomeis, al bomber Romei (17 reti finora) e all’altra punta di diamante Daniele Testa che con la doppietta rifilata all’Atletico Roma Sud domenica scorsa (4-0 il punteggio finale) è arrivato a quota 13. «Sono stato condizionato da un infortunio nella prima parte di stagione – dice Testa -, ma ora sto bene e voglio dare il mio contributo a questa squadra. Qui c’è un gruppo di amici, ma soprattutto c’è un organico di qualità che merita di arrivare fino in fondo. Il derby? Sarà una partita durissima perché pure loro, come noi, sono in ottima forma e non hanno mai mollato nel corso della stagione. Hanno una squadra tenace, con ottime individualità e molto giovane rispetto agli altri anni. Sarà una battaglia». Magari anche un pari potrebbe andare bene… «Non firmiamo per il pareggio nella maniera più assoluta, dobbiamo scendere in campo per vincere, poi si vedrà» dice Testa. Il 4-0 all’Atletico Roma Sud ha confermato l’ottimo momento della Gioc Cocciano. «Siamo entrati in campo molto determinati, segnando due gol già nel primo tempo e sfiorandone altri. Nel secondo abbiamo completato l’opera. Devo dire – conclude Testa – che questa squadra sta dimostrando grande maturità nel corso di questo campionato e speriamo di confermarci domenica. La classifica? Non è detto che sia un duello solo tra noi e Monteporzio, dietro c’è un Giardinetti che si è rinforzato e che potrebbe approfittare di un eventuale rallentamento delle prime due».
 




GIOC COCCIANO FRASCATI CALCIO, MANDOLESI PARLA DELLE DUE ALLIEVI E DELLA SECONDA CATEGORIA

Redazione

Frascati (Rm) – Continuano il loro percorso di crescita le due squadre Allievi della Gioc Cocciano Frascati. Ne è convinto il dirigente responsabile del settore giovanile agonistico Angelo Mandolesi. «I provinciali sono stati affidati da un paio di mesi a Emilio Faraglia, un tecnico molto giovane (è classe 1994, ndr) che è da tempo con noi e che già l’anno scorso ha allenato un gruppo della Scuola calcio. Indubbiamente quando abbiamo dovuto prendere questa decisione, abbiamo pensato al fatto che Emilio si sarebbe trovato a dirigere ragazzi di appena quattro anni più giovani, ma lui fa l’Isef ed è molto appassionato e scrupoloso e così abbiamo deciso di dargli questa responsabilità. A due mesi di distanza – dice il dirigente responsabile -, possiamo dire che i risultati ci stanno dando ragione perché la squadra si esprime molto bene e in sette partite ha ottenuto 4 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta a Garbatella per 3-2. Tra l’altro, in questo stesso periodo va sottolineata la vena realizzativa di Gianluca Falciatori che è andato a bersaglio ben 11 volte. Insomma sono tanti gli aspetti positivi per questo gruppo che nel finale di stagione potrebbe cercare di agganciare un quarto posto che sarebbe un buon piazzamento». Il campionato tornerà il prossimo 22 febbraio così come quello dei regionali fascia B di mister Massimo De Luca. «Anche loro – commenta Mandolesi – nelle ultime gare si stanno esprimendo bene e non sono stati fortunati come per esempio quando hanno incrociato squadre importanti come Centro Calcio Rossonero (sconfitta in extremis per 1-2, ndr), Libertas Centocelle (2-2, ndr) e Real Tor Sapienza (sconfitta 2-1 al termine di una bellissima prestazione, ndr). La categoria regionale è un evento storico per il nostro club e sapevamo che potevano esserci difficoltà, ma i ragazzi hanno formato un gruppo unito e devono finire al meglio la stagione anche se la salvezza è molto dura». La Juniores di mister Cristiano Aceti (ferma anch’essa fino al 21) e la Seconda categoria di mister Tiziano Giovannelli ricadono sotto la responsabilità dell’altro dirigente Fabio Stella che, però, non ha potuto assistere all’ultimo match della prima squadra perché febbricitante. C’era Mandolesi che può commentare lo spettacolare 6-0 sul campo dell’Acds Group firmato da una doppietta di Romei, da un’autorete e dai gol di Testa, Di Bartolomeis e Mattei. «Dopo 12’ eravamo sul 4-0, una partenza incredibile – dice Mandolesi -, la squadra è in fiducia e il periodo di calo dicembrino è alle spalle. Ora avremo in sequenza Vis Roma Nova e Atletico Roma Sud in casa: due gare insidiose, ma che dobbiamo cercare di fare nostre».
 




GIOC COCCIANO FRASCATI CALCIO, II CAT. – GIOVANNELLI: «LA LOTTA È ANCORA APERTA A TANTE SQUADRE»

Redazione

Frascati (Rm) – La Seconda categoria della Gioc Cocciano Frascati sembra essere tornata a viaggiare con le marce alte. La squadra di mister Tiziano Giovannelli pare aver messo alle spalle il periodo di appannamento e sul campo del Città di Montecompatri (a Monteporzio) ha centrato la terza vittoria consecutiva. «Una partita in cui c’era un’evidente differenza con i nostri avversari – dice Giovannelli – eppure abbiamo sbagliato tante occasioni da rete. Ai monticiani, un gruppo molto giovane, va dato atto di aver messo in campo tutto ciò che avevano e di aver messo in mostra un portiere capace di almeno quattro interventi prodigiosi. Tra l’altro, nell’unico tiro subito, siamo andati anche sotto e dunque c’erano tutte le condizioni per una domenica beffarda. Invece con Romei abbiamo pareggiato già prima dell’intervallo e al quarto d’ora della ripresa Rocchi, che avevo appena spostato da laterale di centrocampo ad attaccante, ha segnato la rete decisiva. Successivamente abbiamo continuato a fallire ghiotte opportunità tenendo pericolosamente aperta la gara, ma per fortuna abbiamo conquistato tre punti che ci hanno mantenuto in testa al girone G». L’Atletico Monteporzio rimane incollato ai frascatani (a -1), mentre Giardinetti e Torre Angela sono terze a sei punti di distanza. «Ma la lotta per la prima posizione è assolutamente aperta anche a loro e direi fino al Certosa sesto (ma con una gara “pendente” dal punto di vista della giustizia sportiva, ndr). E’ presto per eliminare concorrenti, so per esempio che il Giardinetti si è rinforzato molto e ultimamente ha vinto gare importanti». Nel prossimo turno la Gioc Cocciano Frascati ospiterà il Quarticciolo. «All’andata vincemmo 3-0, ma mi fecero una buona impressione e infatti segnammo solo nel finale – ricorda Giovannelli -. Ora vedo che nelle ultime cinque partite hanno collezionato dieci punti, quindi pur navigando in una zona di bassa classifica evidentemente stanno bene: sarà una gara da prendere con le molle che tra l’altro affronteremo senza lo squalificato Bono. Ma ovviamente vogliamo continuare a vincere».
 




GIOC COCCIANO FRASCATI CALCIO, SECONDA CAT. – ROCCHI: «CON L’AURORA TRE PUNTI CHE CI VOLEVANO»

Redazione

Frascati (Rm) – «Una vittoria che ci serviva proprio». La Gioc Cocciano Frascati torna al successo dopo cinque turni di astinenza nel girone G di Seconda categoria e ritrova la vetta: così Gian Marco Rocchi, centrocampista che il prossimo 31 gennaio compirà 26 anni, sottolinea tutta la soddisfazione per il 3-0 rifilato all’Aurora. «Questi tre punti fanno morale – dice l’atleta ritornato a dicembre dopo una parentesi alla Vivace Grottaferrata – e la vittoria è stata meritata. Siamo andati in vantaggio nel primo tempo grazie ad un calcio di rigore di Romei, poi nella ripresa sono arrivate le reti di Blasi e Di Bartolomeis. Volevamo terminare questa astinenza dalla vittoria e riscattarci dopo gli ultimi due pareggi, di cui il primo con un gol subito in pieno recupero». Grazie al successo di domenica la Gioc Cocciano di mister Tiziano Giovannelli è tornata in vetta. «Nell’ultimo periodo le concorrenti hanno viaggiato un po’ a singhiozzo e così ora siamo ritornati al comando. Nelle prime otto gare di campionato i miei compagni avevano fatto il “filotto” di vittorie e questo poteva aver messo ulteriore pressione al gruppo – dice Rocchi -, ma ora ci siamo ripresi il primo posto e questo non potrà che far bene al nostro entusiasmo». Nel prossimo turno, l’ultimo del girone d’andata, la squadra tuscolana farà visita al Corcolle, squadra di metà classifica. «Non conosco l’avversario, ma penso che se non dovessimo vincere domenica, vanificheremmo in parte la vittoria ottenuta con l’Aurora. Ci servono altri tre punti – dice Rocchi -, non si può sbagliare». Il centrocampista, che già nella scorsa stagione aveva militato con la maglia della Gioc Cocciano, è fiducioso sulle possibilità della squadra. «Lo ero già l’anno passato, quando potevamo essere ai vertici se non fossero capitati alcuni gravi infortuni – ricorda Rocchi -, quindi a maggior ragione lo sono quest’anno. E’ vero che il girone è equilibrato e la classifica è corta, ma noi possiamo arrivare fino in fondo».