Rocca di Papa: il convegno su Chiara Lubich e Guglielmo Marconi

ROCCA DI PAPA (RM) – Si è da poco concluso l’incontro “Chiara Lubich e Guglielmo Marconi. Grandi personaggi del XX secolo protagonisti dell’era della comunicazione”, svolto presso il Teatro Civico di Rocca di Papa e promosso dall’Amministrazione Comunale, in stretta collaborazione con il Movimento dei Focolari. Presente all’evento la vicesindaco del Comune della Spezia e molte persone che hanno gremito la sala.

“Si è trattata di un’occasione preziosa non solo per approfondire un argomento importante e attuale come la comunicazione – spiega Bruno Fondi, consigliere comunale e uno dei principali organizzatori dell’evento – ma anche per conoscere più da vicino due figure storiche, ovvero Lubich e Marconi. Due personalità un po’ distanti nel tempo, ma che con la loro vita hanno entrambi aperto nuove prospettive per l’umanità, comportando vere e proprie rivoluzioni, soprattutto nel campo della comunicazione.”

“Ascoltando le voci delle persone che hanno conosciuto Chiara Lubich, si percepisce nitidamente quanto amore e speranza abbia seminato nei cuori di tanti – continua la consigliera Lorena Gatta, tra le prime fautrici del convegno – e lo ha fatto anche attraverso il sapiente, e direi profetico, utilizzo di ogni mezzo di comunicazione che lo sviluppo tecnologico ha progressivamente messo a disposizione mentre cresceva il Movimento dei Focolari, con base operativa e spirituale qui da noi a Rocca di Papa.”

“Durante il convegno, è stata più volte evidenziata l’importanza che hanno svolto le città di Rocca di Papa e della Spezia nella vita e nell’opera prima di Marconi e dopo di Lubich – dichiara Veronica Cimino, vicesindaco – Per questo, abbiamo ritenuto di invitare l’Amministrazione Comunale spezzina a partecipare all’evento, invito che è stato subito accolto con entusiasmo. Difatti abbiamo avuto il piacere di ospitare nel nostro paese la vicesindaco, Genziana Giacomelli, a cui rivolgo un sentito ringraziamento.”

“La nostra gratitudine va a anche tutti i prestigiosi relatori che si sono resi disponibili questa mattina – conclude Veronica Cimino – che con le loro parole ci hanno non solo insegnato molto sulle vite di Chiara Lubich e Guglielmo Marconi, ma soprattutto ci hanno trasmesso la loro lucida passione per una universale vocazione: l’unità delle persone. Ringrazio anche tutti coloro che con il proprio contributo hanno reso possibile l’appuntamento di oggi, che sarà cura dell’Amministrazione Comunale far evolvere, magari in altri incontri e occasioni di arricchimento culturale e spirituale, in una prospettiva di comunità sempre più coesa.”

 




Castel Gandolfo e l’invenzione della radio: cittadinanza onoraria alla figlia di Guglielmo Marconi

Il Consiglio comunale di Castel Gandolfo approverà oggi la richiesta di conferimento di cittadinanza onoraria a Elettra Marconi

CASTEL GANDOLFO (RM) – Sarà ufficialmente cittadina di Castel Gandolfo Elettra Marconi Giovannelli, figlia di Guglielmo Marconi. Partito l’iter, infatti, per concedere la cittadinanza onoraria di Castel Gandolfo alla figlia dell’illustre scienziato al vaglio della seduta straordinaria del Consiglio comunale della Città Vaticano II prevista per oggi 21 novembre alle ore 17.

 

Nella giornata odierna verrà dunque approvato formalmente, dalla massima assise gandolfina, il conferimento del riconoscimento. Poi, senz’altro, verrà organizzata una grande cerimonia per l’ufficializzazione. La giunta di Milvia Monachesi, infatti, ha proposto questo importante riconoscimento per Elettra Marconi con una delibera di indirizzo politico, la 98 dello scorso 9 novembre 2017.

Il nobel Guglielmo Marconi, di cui quest’anno ricorre l’80mo della scomparsa, condusse molte delle sperimentazioni, relative le onde corte e cortissime per le trasmissioni telefoniche, presso le Ville Pontificie di Castel Gandolfo. E la figlia Elettra Marconi, che nel corso della sua vita si è dedicata all’illustrazione e alla divulgazione dell’opera del padre, ha sempre evidenziato la Città di Castel Gandolfo illustrandone il nome nel mondo.

 

Per questi motivi, dunque, l’amministrazione comunale di Castel Gandolfo a guida di Milvia Monachesi ha inteso proporre al Consiglio Comunale il conferimento del titolo di “Cittadina Onoraria” alla signora Elettra Marconi Giovannelli, nata a Civitavecchia il 20 luglio 1930, quale attestato di stima e riconoscenza della Civica Amministrazione, con la seguente motivazione:
“Figlia dell’eminente studioso e scienziato Guglielmo Marconi, insignito del premio Nobel per la Fisica, Ella contribuisce alla affermazione dei valori umani, culturali e religiosi di Castel Gandolfo con la Sua preziosa attività di illustrazione e divulgazione dell’opera del suo illustre padre e fa conoscere nel mondo la nostra eredità marconiana di ricerche e studi avveniristici sulle microonde nel campo della Radio e della Radiotelefonia Mobile, condotte nelle Ville Pontificie di Castel Gandolfo.”

Questo slideshow richiede JavaScript.